Pages in topic:   [1 2] >
Richiesta info e utilita' del DipTrans dello IoL di Londra
Thread poster: Claudia Alessandroni
Claudia Alessandroni
United Kingdom
Local time: 22:29
English to Italian
Mar 4, 2009

Buon pomeriggio a tutti! Sono Claudia, scrivo dal Regno Unito, dove vivo da circa un anno e mezzo.
Sono appena approdata su questo forum e ho postato subito un post ben preciso perche' mi interesserebbe venire a conoscenza delle vostre opinioni in merito.
Qualcuno di voi e' approdato a questa qualifica professionale rilasciata dallo IoL? E se si', ci siete approdati dopo anni di operativita' come traduttori professionisti oppure come studenti laureati in Traduzione? Secondo voi se anche se non si ha una massiccia esperienza in traduzioni e' possibile accostarsi a questo esame? Ovviamente ho intenzione di seguire dei corsi di preparazione.
Vi spiego un po' la mia storia: non sono una vera e propria traduttrice di professione, diciamo che nei trascorsi 10 anni sono stata una traduttrice "discontinua", traducendo dall'Inglese all'Italiano. Ho una Laurea in Lingue e finora ho tradotto un po' di questo e un po' di quello: handbooks della University of Cambridge; poi ho avuto modo di cimentarmi in una traduzione letteraria, e infine nel giugno del 2008 ho tradotto una polizza assicurativa medica per un'azienda qui del posto, cioe' qui in UK.
Ora, mi piacerebbe poter farla diventare un qualcosa come una professione...se ci riesco!
Grazie a tutti per l'ascolto!


Direct link Reply with quote
 

Yvonne Overheul  Identity Verified
Italy
Local time: 23:29
Italian to Dutch
+ ...
DipTrans IOL di Londra Mar 16, 2009

Ciao Claudia,

io ho fatto questo esame nel 2006, 4 anni dopo la laurea (lingue). La City University di Londra offre corsi di traduzione in preparazione al DipTrans.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 18:29
Member (2001)
English to Italian
+ ...
La mia esperienza Mar 16, 2009

Trovi tutte le informazioni necessarie nel sito della IOL, incluse le copie (a pagamento) delle prove degli anni passati. Non è indispensabile frequentare alcun corso.
Conosco persone che hanno frequentato corsi di preparazione e non sono passate, mentre altri non hanno frequentato corso, come me, e sono passate.

Ho dato il mio DipTrans nel 1996, o forse 1997, ora non ricordo bene... era il secolo scorso.
Avevo 2 anni di esperienza di traduzione e non ho studiato lingue, quindi il diploma mi serviva per dimostrare in qualche modo (in un certo senso anche a me stesso), che avevo le conoscenze linguistiche e stilistiche necessarie per lavorare come traduttore. Al tempo lavoravo a tempo pieno in una agenzia inglese, ma un esame e un diploma assegnato da una associazione mi sembravano una cosa comunque utile.

Nota, l'esame non è facile!! Io sono passato con due prove classificate con Merit e la terza con un semplice Pass, ma i tre colleghi della stessa ditta che lo hanno sostenuto nello stesso anno, tutti laureati in lingue e in possesso di specializzazioni varie, non sono passati, alcuni hanno superato una parte delle 3 prove e alcuni di loro neppure una.

Chi supera solo 1 o 2 prove su 3 può completare l'esame e ottenere il diploma l'anno successivo, superando solo le prove mancanti, che ovviamente saranno diverse nel contenuto ma dello stesso livello.

In bocca al lupo!
Gianfranco



[Edited at 2009-03-16 22:30 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Claudia Alessandroni
United Kingdom
Local time: 22:29
English to Italian
TOPIC STARTER
Corsi di preparazione anche presso la Westminster University Mar 16, 2009

Yvonne Overheul wrote:

Ciao Claudia,

io ho fatto questo esame nel 2006, 4 anni dopo la laurea (lingue). La City University di Londra offre corsi di traduzione in preparazione al DipTrans.


Grazie molte Yvonne dell'informazione circa la City University. Sono andata sul sito ufficiale dello IoL e oltre alla già citata City University se non ricordo male c'è anche la Westminster University che offre dei corsi di preparazione al DipTrans (peraltro molto quotati) come anche ci sono tanti altri centri.

Grazie ancora!


Direct link Reply with quote
 
Claudia Alessandroni
United Kingdom
Local time: 22:29
English to Italian
TOPIC STARTER
Con esperienza non necessariamente da traduttori professionisti Mar 16, 2009

gianfranco wrote:

Trovi tutte le informazioni necessarie nel sito della IOL, incluse le copie (a pagamento) delle prove degli anni passati. Non è necessario frequentare alcun corso. Io conosco persone che hanno frequentato corsi di preparazione e non sono passate, mentre altri non hanno frequentato corsi e sono passate, come me.

Ho dato il mio DipTrans nel 1996, o forse 1997, ora non ricordo bene... era il secolo scorso.
Avevo 2 anni di esperienza di traduzione e non ho studiato lingue, quindi il diploma mi serviva per dimostrare in qualche modo, anche a me stesso, che avevo le conoscenze linguistiche e stilistiche necessarie per lavorare come traduttore.
Al tempo lavoravo in-house, ma un esame e un diploma assegnato da una associazione mi sembravano una cosa comunque utile.

Nota, l'esame non è facile. Io sono passato con due prove classificate Merit e la terza con un semplice Pass, ma i tre colleghi della stessa ditta che lo sostenuto nello stesso anno, tutti laureati in lingue e in possesso di specializzazioni varie, non sono passati, alcuni hanno superato una parte delle 3 prove e alcuni di loro neppure una.

Chi supera solo 1 o 2 prove su 3 può completare l'esame e ottenere il diploma l'anno successivo, superando solo le prove mancanti, che ovviamente saranno diverse nel contenuto ma dello stesso livello.

In bocca al lupo!
Gianfranco

Crepi il Lupo!!! Grazie anche a te Gianfranco perchè la tua esperienza mi è sembrata molto illuminante. Anche una ragazza italiana (residente a Londra da tantissimi anni) mi ha raccontato di una sua amica madrelingua spagnola che avendo esercitato la professione di infermiera specializzata in ortopedia si era cimentata diverse volte in traduzioni di testi medici dall'Inglese allo Spagnolo (pur non essendo una traduttrice di professione) questa ragazza decise poi di intraprendere il DipTrans e lo ha passato al primo colpo! rispetto ad altri della stessa sua sessione, e a quanto mi è stato riferito non aveva neanche speso tanto tempo in corsi di preparazione.
Un saluto
Claudia




[Edited at 2009-03-16 20:36 GMT]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 18:29
Member (2001)
English to Italian
+ ...
La vera preparazione è la pratica quotidiana... Mar 17, 2009

Claudia Alessandroni wrote:
....a quanto mi è stato riferito non aveva neanche speso tanto tempo in corsi di preparazione.


Dipende da cosa si intende per "preparazione". Un corso con una manciata di testi corretti e commentanti da un tutor, sia pure in modo eccellente, per un totale di qualche decina di ore di lavoro di preparazione, può anche aiutare, ma oltre 40 ore di traduzione alla settimana, tutte le settimane, per due anni, in svariati argomenti, probabilmente crea una preparazione ben più solida.

In sostanza, io ho chiesto un giorno libero dal lavoro, e quel giorno, invece di lavorare ho dato l'esame. Praticamente l'esame è stato quasi una normale giornata di lavoro, un po' leggera rispetto al solito, con meno stress e meno fretta.
Ben 7 ore per 3 brani che mi pare avessero una lunghezza totale di circa 1000 parole.
Rispetto ai miei ritmi abituali di lavoro, una giornata di semi-vacanza...

Gianfranco




[Edited at 2009-03-17 00:49 GMT]


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 23:29
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Scusate Mar 17, 2009

Scusate se posto una domanda scema, ma visto che state parlando dello Iol, che vorrei provare anche io, provo a porla anche qui.

L'esame si riferisce solo a coppie linguistiche da e verso l'inglese? O potrei affrontarlo anche io con tedesco -> italiano?
Non sapendo l'inglese, ho scritto un paio di mail in italiano alla scuola di Roma dove si può svolgere l'esame ma per ora nessuna risposta...

Grazie

Ale


Direct link Reply with quote
 
lfalzoni
Local time: 23:29
DipTrans inglese>italiano - potete darmi qualche consiglio utile? Nov 13, 2010

Buongiorno a tutti,

mi sono appena iscritto al forum per avere qualche consiglio su come affrontare il DipTrans (combinazione linguistica: da inglese a italiano) che sosterrò il prossimo gennaio presso il British Council di Milano (ho optato per fare tutte e tre le prove nello stesso giorno).

Premetto che la mia formazione è quanto di più lontano ci possa essere dal mondo della traduzione (sono ingegnere elettronico da 15 anni), ma da un anno e mezzo mi sto preparando privatamente all'esame leggendo libri e traducendo per conto mio testi di vario genere.

In particolare mi interessa sapere:

- oltre ai vocabolari mono- e bilingui sono ammessi anche grammatiche, glossari ecc.?
- visto che le prove d'esame devono essere scritte a mano e che la mia calligrafia, ahimè, non è molto leggibile, è accettabile scrivere il testo tutto in maiuscoletto?
- è meglio portarsi anche dei vocabolari specialistici (tecnico e/o economico) o dei buoni dizionari "generici" sono sufficienti?
- se si supera l'esame, si riceve solo una generica comunicazione o arriva anche un diploma? Le comunicazioni e/o i certificati arrivano direttamente a casa o passano dal centro dove si è sostenuto l'esame?

Grazie a chiunque volesse rispondermi.

Luca Falzoni


Direct link Reply with quote
 

Andrea Piu  Identity Verified
Italy
Local time: 23:29
English to Italian
+ ...
possibili altre combinazione Nov 13, 2010

A_Nespoli wrote:

Scusate se posto una domanda scema, ma visto che state parlando dello Iol, che vorrei provare anche io, provo a porla anche qui.

L'esame si riferisce solo a coppie linguistiche da e verso l'inglese? O potrei affrontarlo anche io con tedesco -> italiano?
Non sapendo l'inglese, ho scritto un paio di mail in italiano alla scuola di Roma dove si può svolgere l'esame ma per ora nessuna risposta...

Grazie

Ale


Da quanto leggo nella guida scaricata dal loro portale:
"Normally either the source or target language should be English, although it
is possible to arrange examinations between French, German, Spanish and Italian, subject to a
minimum number of candidates and the availability of examiners."

Quindi è possibile combinare il tedesco con l'italiano. Bisogna vedere se nel periodo che a te interessa c'è disponibilità di esaminatori.
Ma se la tua coppia linguistica principale è tedesco>italiano, non ti converrebbe tentare un esame per una certificazione in Germania, o Austria, o Svizzera?

Andrea


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 23:29
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Non so se esistono Nov 13, 2010

andrea77 wrote:

Ma se la tua coppia linguistica principale è tedesco>italiano, non ti converrebbe tentare un esame per una certificazione in Germania, o Austria, o Svizzera?

Andrea


Non so se esistano esami solo di traduzione come lOL in paesi di lingua tedesca al di fuori di percorsi accademici o della partecipazione ad associazioni professionali.

Anzi, se qualche collega li conosce, potrebbe essere interessante.

Grazie

Ale


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 23:29
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Gli esami Nov 14, 2010

Ciao Luca,

qui di seguito cercherò di rispondere alle tue domande

lfalzoni wrote:
mi sono appena iscritto al forum per avere qualche consiglio su come affrontare il DipTrans (combinazione linguistica: da inglese a italiano)

Consiglio di leggere i vari manuali per i candidati scaricabili dal sito. Ritengo sia utile anche un corso preparatorio specifico. Capire bene come procedere in caso sia necessario introdurre NdT. L'esercizio cronometrato su testi d'esame o simili (lunghezza 600/700 parole di partenza in 2 o 3 ore, a seconda dell'unità da tradurre), ricreando le condizioni d'esame (consultazione di materiale esclusivamente cartaceo), è sicuramente utile per valutare quanto la velocità richiesta sia in linea con le proprie capacità, ma inutile al fine di valutare la qualità della traduzione.

lfalzoni wrote:
presso il British Council di Milano (ho optato per fare tutte e tre le prove nello stesso giorno)... la mia calligrafia, ahimè, non è molto leggibile, è accettabile scrivere il testo tutto in maiuscoletto?

No. A Milano, solitamente, a ogni candidato è assegnato un PC, la traduzione viene digitata a tastiera riproducendo quasi le condizioni reali di lavoro (non c'è accesso a Internet, è visualizzabile solo la schermata in cui digitare il testo).

lfalzoni wrote:
Premetto che la mia formazione è quanto di più lontano ci possa essere dal mondo della traduzione (sono ingegnere elettronico da 15 anni), ma da un anno e mezzo mi sto preparando privatamente all'esame leggendo libri e traducendo per conto mio testi di vario genere.

Cosa significa prepararsi privatamente? Hai un tutor personale che ti corregge le traduzioni? Oppure fai semplicemente esercizio per conto tuo? Nel secondo caso, non è possibile pronosticare quante probabilità ci siano di superare i tre esami per l'ottenimento del diploma.

lfalzoni wrote:
oltre ai vocabolari mono- e bilingui sono ammessi anche grammatiche, glossari ecc.?

Nel sito IoLET dovresti trovare queste informazioni specifiche. Ti consiglio vivamente di portare il Dictionary of English Language and Culture.

lfalzoni wrote:
è meglio portarsi anche dei vocabolari specialistici (tecnico e/o economico)?

Sì. Devi comunque fare i conti con volume e peso del bagaglio. C'era gente col trolley al seguito... o borsone da piscina... Il problema è riuscire a portarselo dietro

lfalzoni wrote:
o dei buoni dizionari "generici" sono sufficienti?

Se sono generici, quanti ne vuoi portare? Meglio diversificare. Comunque dovresti cercare di capire su cosa sei o ti senti più preparato, per non perdere tempo a scegliere i testi durante l'esame.

lfalzoni wrote:
se si supera l'esame, si riceve solo una generica comunicazione o arriva anche un diploma? Le comunicazioni e/o i certificati arrivano direttamente a casa o passano dal centro dove si è sostenuto l'esame?

Chi supera uno o due degli esami, riceve un certificato con la votazione ricevuta (Fail, Pass, Merit, Distinction) e nessun diploma. Superandoli invece tutti e tre, prima si riceve la notifica a casa del superamento con relativi voti, poi dopo qualche mese seguirà il diploma. Tutte le comunicazioni dovrebbero arrivare al tuo domicilio, quello indicato al momento dell'iscrizione, quando hai pagato la quota all'IoLET. La quota spettante invece al British Council dovrai pagarla in loco, prima di lasciare l'edificio.

Le tre sessioni d'esame dovrebbero essere così ripartite:
I unità: 9-12
Pranzo: 12-13
II unità: 13-15
III unità: 15-17
I supervisori cronometrano le singole prove dall'effettivo orario di inizio, quindi se anche si sgarra di qualche minuto si protrae l'esame fino al tempo limite.

Alcuni portano bottigliette d'acqua. Per il pranzo, ci sono un paio di bar in zona, ma superaffollati nell'orario di pausa, proprio perché è il momento in cui si concentra la pausa per tutti, anche candidati e supervisori di altri esami e gente che lavora in via Manzoni.

Per me l'esame è stato pesante perché, oltre a tempo e concentrazione per gli esami, sono dovuta uscire di casa 2 ore prima della prima sessione d'esame e sono tornata a casa 2 ore e mezza dopo la fine dell'ultima sessione. Inutile negare che non è come lavorare con i propri strumenti (CAT, Internet e quant'altro), e nella vita reale cerco di evitare situazioni che richiedono la consegna in 2 ore.

Ad ogni modo, essendo la tua preparazione prettamente tecnica (ingegneria, elettronica...), intravedo più problemi per la traduzione del General Paper, che non per gli altri due esami, perché il "General" potrebbe anche essere un brano di letteratura.


Direct link Reply with quote
 
lfalzoni
Local time: 23:29
Esame DipTrans a Milano Nov 14, 2010

Grazie Silvia per i tuoi consigli.

Non ho purtroppo un tutor che mi corregga le traduzioni, né mi è possibile seguire corsi. Mi sto preparando con i testi d'esame degli appelli passati (dal 2006 al 2009), cronometrandomi e usando solo dizionari cartacei, come suggerivi tu. Per il resto traduco articoli di contenuto paragonabile ai testi d'esame tratti da giornali e riviste varie (qualche esempio: Guardian, Newsweek, Financial Times, NYT, Foreign Policy, Science, National Geographic, Popular Mechanics, Lancet, Literary Review), oltre ad essermi letto un po' di libri di testo consigliatimi da una docente universitaria e traduttrice da me contattata. Ho anche studiato i testi specificamente consigliati dall'IoL per il DipTrans.

Il fatto di avere a disposizione un PC è veramente un sollievo, spero che il British Council mantenga l'usanza e non sia passato a carta e penna...

Grazie di nuovo.
Luca Falzoni


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 23:29
Member (2009)
English to Italian
+ ...
British Council Nov 14, 2010

Se vuoi avere conferma, puoi chiamare il British Council o inviare un'email alla segreteria esami o alla responsabile dell'ufficio esami.

Ora che ci penso, io avevo anche compilato una busta con il mio indirizzo, che poi mi è stata spedita a casa quando è stato il momento di ricevere l'esito degli esami.

Se comunque la traduzione non è la tua professione e non hai mai fatto pratica (a parte questi esercizi da solo), è davvero difficile capire quale sia il tuo livello di preparazione per poter superare gli esami relativi all'IoLET Diploma in Translation. Non vorrei sembrare drastica, visto che in certi casi i pass non superano il 30% con candidati che hanno conseguito lauree in ambito linguistico e anni di attività lavorativa in traduzione alle spalle.

Medita sulla scelta di un aiuto da parte di un tutor.


Direct link Reply with quote
 
lfalzoni
Local time: 23:29
Esami DipTrans - titoli degli elaborati Dec 16, 2010

Silvia,

ti chiedo un ultimo consiglio sulle prove del DipTrans: il candidato deve per forza dare un titolo al pezzo tradotto? Mi spiego: tutti i testi d'esame riportano la dicitura "Translation to begin here", che indica il punto dal quale si parte a tradurre; nella maggior parte dei casi il titolo del pezzo non è compreso nella parte da tradurre, ma mi è venuto il dubbio se un titolo vada comunque aggiunto o no.

Grazie
Luca Falzoni


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 23:29
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Dipende Dec 16, 2010

Ciao Luca,

dipende dal pezzo da tradurre. Potrebbero esserci casi in cui è richiesta la traduzione del titolo. Comunque rispetta l'indicazione che hai citato, se è posta dopo il titolo, non dovrai ovviamente tradurlo.

In bocca al lupo! E tienici informati


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Richiesta info e utilita' del DipTrans dello IoL di Londra

Advanced search






WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »
CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search