tariffe a righe, a quadri ...
Thread poster: Manuela Dal Castello

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 01:08
English to Italian
+ ...
Apr 21, 2009

Ciao,
sono un po' sconsolata.
Sto cercando di allargare il giro dei clienti, e molti studi non accettano e-mail ma pretendono che si compilino i questionari in linea. Fino a qua ok, a volte mi sembrano interrogatori dell'FBI ma non fa niente... immagino che per loro semplifichino non poco il lavoro, anche se per chi li deve compilare sono una croce. Alcuni non sono nemmeno riuscita a terminarli (uno pretendeva obbligatoriamente una risposta alla domanda "come ti vedi da qui a 10 anni?". Dopo averci pensato su 10 minuti, e concluso che tra 10 anni potrei essere dovunque, perché non ho la minima idea di come andranno le cose.... ho chiuso il questionario e basta.

Ma io ce l'ho con un'altra cosa: perché anche in questi questionari dobbiamo metterci a dare i prezzi? A parola, a riga, a cartella di x caratteri con gli spazi, di y caratteri senza spazi... scusate questo che è più che altro uno sfogo, ma - anche leggendo un po' in giro - come fate voi, che senz'altro siete più bravi, a convertire sensatamente una cosa in un'altra?

Grazie... scusate per il tempo che vi faccio perdere e buon lavoro a tutti - chi ce l'ha e chi lo cerca.

Ciao.-
Manuela


 

Fran Cesca
Italy
Local time: 01:08
English to Italian
+ ...
Idem :) Apr 21, 2009

Cara Manuela,

Lamentavo questa cosa proprio qualche giorno fa con un mio buon conoscente/ex insegnante. Anche io nell'ampliare il numero di clienti mi sono trovata di fronte a questionari assurdi, a me uno non faceva andare avanti perché non inserivo le co ordinate bancarie, e perché dovrei dirtele che nemmeno ti conosco? Io poi ho sempre lavorato molto su 'grossi' quantitativi, libri, analisi di 15 file audio alla volta, per cui non sono per nulla abituata a sminuzzare i miei lavori in caratteri, cartelle con spazi e senza spazi, ecc... A me piace vedere il testo di partenza (o parte di esso) e fare il prezzo.

Il secondo step dopo la compilazione dell'infinito questionario online è stato il fornire il nome delle referenze che ho passato obtorto collo... Tra queste referenze c'era questo mio ex insegnante che MOLTO gentilmente si presta a compilare un ulteriore infinito questionario con cui chiedono io come lavoro, se rispetto i tempi, le tariffe preventivate, se consegno un lavoro 'pulito' ecc. ecc.

Ho risolto la situazione intanto facendo la vaga e mandando comunque il CV via mail, se poi vogliono il questionario compilato che me lo scrivano per email...Per le referenze, mi trincero dietro un 'in base alla vigente normativa in materia di privacy non si forniscono i nomi dei clineti senza il loro esplicito consenso scritto'...

E devo ammettere che finora me la son sempre cavata 'elegantemente' cosìicon_smile.gif

Ti auguro una buona serata,
Francesca


 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 17:08
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Le tue tariffe in cosa sono calcolate? Apr 21, 2009

Manuela Dal Castello wrote:

a io ce l'ho con un'altra cosa: perché anche in questi questionari dobbiamo metterci a dare i prezzi? A parola, a riga, a cartella di x caratteri con gli spazi, di y caratteri senza spazi... scusate questo che è più che altro uno sfogo, ma - anche leggendo un po' in giro - come fate voi, che senz'altro siete più bravi, a convertire sensatamente una cosa in un'altra?



Premetto che queste sono conversioni solo indicative, e che faresti meglio a prendere vari documenti del tipo che normalmente traduci, fare i conteggi necessari e verificare che le conversioni funzionino per te.

Se lavori principalmente con agenzie italiane, immagino avrai una tariffa a cartella, e che la cartella in questione non sia la cartella editoriale (che è più lunga, e meno conveniente per il traduttore)

Per convertire:

da cartella (sorgente) a parole (sorgente): dividi la tariffa a cartella per 220 (esempio: 30 euro a cartella = 0,136 euro / parola; 20 euro a cartella = 0,09 euro a parola, ecc.)

da cartella a riga: dividi per 25 (30 euro a cartella = 1,2 euro a riga, ecc.)

da cartella a caratteri (spazi inclusi): dividi per 1500

da cartella a caratteri (spazi esclusi): dividi per 1280

Tra parentesi, non ti fare scoraggiare da domande tipo "come ti vedi tra 10 anni" - mettiti nei panni del clienti e rispondi onestamente, ma senza pensarci molto. Io non porrei una domanda del genere, ma se la mettono, immagino che cerchino semmai gente che risponde "tra dieci anni penso sarò ancora traduttore, ma più esperto, più specializzato e con maggiori conoscenze da offrire ai miei clienti" che non "non saprei tanto provo la traduzione, poi vediamo se qualcosa mi garba di più"

[Edited at 2009-04-21 14:59 GMT]


 

Dragana Molnar M.A.  Identity Verified
Italy
Local time: 01:08
Italian to German
+ ...
Tariffometro di Simon Turner Apr 21, 2009

Ciao Manuela,

le risposte per tutte le tue domande trovi nel Tariffometro di Simon Turner.

Magari non trovi una risposta alla domanda "come ti vedi da qui a 10 anni?", ma per il resto trovi innumerevoli consigli su come calcolare, convertire e definire la tariffa giusta per il tuo servizio...

Buon divertimento e in bocca al lupo!
Dragana

PS: Fra 10 anni sarò ricca e famosa, una traduttrice acclamata di best seller internazionali e/o scrittrice di gialli mozzafiato...
icon_biggrin.gificon_biggrin.gificon_biggrin.gif


 

Elena Bellucci
Local time: 01:08
English to Italian
+ ...
Strumentino utile Apr 21, 2009

Io per le conversioni uso spesso questo:

http://www.amtrad.it/feewizardol.php

Per le domande nei questionari delle agenzie a cui non vuoi/non puoi rispondere, inserisci qualche carattere a caso o neutro, tipo -- o n.a. In genere questo trucchetto sblocca il campo e ti permette di andare avanti.


 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 01:08
French to Italian
+ ...
La mia risposta Apr 21, 2009

Manuela Dal Castello wrote:

Ciao,
sono un po' sconsolata.
Sto cercando di allargare il giro dei clienti, e molti studi non accettano e-mail ma pretendono che si compilino i questionari in linea. Fino a qua ok, a volte mi sembrano interrogatori dell'FBI ma non fa niente... immagino che per loro semplifichino non poco il lavoro, anche se per chi li deve compilare sono una croce. Alcuni non sono nemmeno riuscita a terminarli (uno pretendeva obbligatoriamente una risposta alla domanda "come ti vedi da qui a 10 anni?". Dopo averci pensato su 10 minuti, e concluso che tra 10 anni potrei essere dovunque, perché non ho la minima idea di come andranno le cose.... ho chiuso il questionario e basta.


In genere sono i nordamericani che fanno questa domanda...

Forza e coraggio Manuela, a volte il nostro lavoro è frustrante proprio nelle piccole cose.

Anna


 

Rita Bilancio  Identity Verified
Local time: 01:08
English to Italian
+ ...
non capisco... May 14, 2009

So che compilare questionari è noioso e pesante ma quando si fanno acquisti o si cerca un fornitore mi sembra anche normale chiedere il prezzo...
La cosa mi stupisce, poi la classica domanda: " Dove si vede tra dieci anni ?" la trovi in qualsiasi manuale su come affrontare il colloquio di lavoro, sarà anche una domanda alla quale per ora non ci sono possono dare risposte certe ma la fanno per vedere quanto è affidabile un candidato.
Per il resto sul problema delle conversioni dice bene Riccardo, o mal che vada puoi sempre indicare che sono tariffe di massima e che devono essere concordate a seconda delle variabili da mettere in campo.


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 01:08
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
chiedere è lecito.... May 14, 2009

... e rispondere è cortesia.
Sono io che chiedo lavoro, quindi mi devo armare di santa pazienza e rispondere ai questionari, fino a qua tutto fila liscio. E' lavoro che faccio per me quindi lo devo fare, punto e basta.
Si possono chiedere prezzi, esperienze (tenendo conto che fare nomi non è sempre possibile e "copiare" pezzi di traduzioni è contrario alla maggior parte dei contratti, se li devo modificare per renderli diffondibili tanto vale che me li faccia a mio uso e consumo)
Però non puoi chiedere ad uno che si presenta sul tuo sito di compilare 10 pagine di questionario, con dettagli sui prezzi, sui lavori fatti, cinquantamila domande, alcune delle quali personali e insignificanti se io sono una freelance.... che cosa importa che lavoro faccia mio marito?
e la domanda "dove ti vedi tra 10 anni" è quella goccia che fa traboccare il vaso, anche perché potrei prepararmi una bella rispostina falsa per far bella figura! in un colloquio è diverso, perché la persona ce l'hai davanti e puoi giudicare la coerenza.

Per quanto riguarda le tariffe: ripeto, è lecito chiederle, anzi doveroso; ma fra chi lavora a parole, a cartelle di x caratteri, a cartelle di y, a righe, a caratteri.... avanti con le conversioni!

Ciao
Manuela


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

tariffe a righe, a quadri ...

Advanced search






SDL Trados Studio 2019 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2019 has evolved to bring translators a brand new experience. Designed with user experience at its core, Studio 2019 transforms how new users get up and running, helps experienced users make the most of the powerful features, ensures new

More info »
SDL Trados Studio 2019 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2019 has evolved to bring translators a brand new experience. Designed with user experience at its core, Studio 2019 transforms how new users get up and running and helps experienced users make the most of the powerful features.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search