CAT TOOLS
Thread poster: Valentina Casorati

Valentina Casorati
Italy
Local time: 05:28
English to Italian
+ ...
Jul 20, 2009

Ciao,
traduco dal 2005 ma non ho mai utilizzato CAT Tools.
Vorrei sapere se davvero TUTTI i traduttori professionisti ne utilizzano uno e quale ritenete sia il migliore (oppure quello con il miglior rapporto qualità/prezzo).
Detto questo, sto cercando di imparare ad utilizzare Trados come autodidatta, ma non è semplicissimo. Voi come avete cominciato ad utilizzare il Cat tools cui vi affidate?
Grazie a tutti.
Valentina


Direct link Reply with quote
 
xxxr_cantillo  Identity Verified
Local time: 05:28
English to Italian
+ ...
cat tools Jul 21, 2009

Ciao,

conosco alcuni tipi di cat tools ma li uso pochissimo, per varie ragioni: primo perchè molti sono costosissimi (Trados, che è tra i migliori); per me non vale la pena pagare tanto per un sware costosissimo che impegna il tuo laptop rallentando altri programmi (internet etc). Quelli meno costosi non aggiungono in realtà chissachè al normale utilizzo di Windows Word. Inoltre visto che il mio lavoro primario è l'insegnamento non ho tanto tempo da dedicare a specializzazioni sugli sware per la traduzione, cosa che mi piacerebbe fare ma che ahimè è ancora una volta costosa sia per tempo che da un punto di vista monetario. Visto inoltre che il guadagno che si ottiene con le traduzioni è a dir poco esiguo se non insesistente ecco la mia decisione di non utilizzare i suddetti cat tools. A presto, mi piacerebbe sapere se tra di voi qualcuno conosce un buon sware non costoso! RaffaellaC


Direct link Reply with quote
 

Elena Bellucci
Local time: 05:28
Member (2003)
English to Italian
+ ...
sono utili ma non per tutti Jul 21, 2009

Quelli meno costosi non aggiungono in realtà chissachè al normale utilizzo di Windows Word.


Non sono molto d'accordo su questa affermazione. Io di CAT ne uso diversi e in generale sono utili. Alcuni sono un po' laboriosi, ma in linea di massima i più diffusi fanno il loro lavoro, alcuni anche molto bene, e non sono necessariamente complicatissimi. Wordfast, che ha un prezzo più che abbordabile, è utilissimo e semplice e ti assicuro che se lavori su testi ripetitivi tipo manuali dello stesso cliente, alla lunga diventa una manna (e ti fa risparmiare tanto tempo)
Certo, le memorie non nascono da sole, ma si creano man mano che lavori, quindi inizialmente non vedrai forse grandi benefici. Ci vuole un minimo di rodaggio.
In realtà molto dipende da tipo di testo che hai davanti. Per i manuali è utile, per un testo letterario usare un CAT non ha molto senso. Quindi, se traduci libri per bambini puoi sopravvivere benissimo senza CAT, se invece vuoi lavorare con agenzie che hanno clienti più o meno assodati e memorie già disponibili, non avere un cat tool è un punto a tuo sfavore. Considera che nelle memorie trovi anche la terminologia "preferita" del cliente, anche quando non hai ripetizioni, fuzzy e simili.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 01:28
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Il costo del software non è il vero problema... Jul 21, 2009

r_cantillo wrote:
... Visto inoltre che il guadagno che si ottiene con le traduzioni è a dir poco esiguo se non insesistente ecco la mia decisione di non utilizzare i suddetti cat tools.


I proventi dall'esercitare la professione di traduttore dipendono da molti fattori.
Cito rapidamente quanto mi viene in mente al volo:
- le tariffe che si praticano
- il tempo che si dedica all'attività
- il numero dei clienti regolari e il volume di lavoro derivante
- gli investimenti effettuati (incluso l'investimento di tempo per apprendere il loro uso)
- la qualità del lavoro prodotto
- l'efficienza nell'esecuzione del lavoro (che include, guarda caso, anche l'utilizzo appropriato degli appropriati strumenti hardware e software, quando sono necessari).

L'eventuale assenza o carenze gravi in uno o più di questi elementi possono produrre risultati non soddisfacenti, ma non si può dire, generalizzando come se fosse una cosa valida per tutti, che il lavoro di traduttore non rende. In altre parole, parla per te.

Se non erro, nel tuo profilo citi tariffe con cui è difficile ripagare ogni investimento, hai un lavoro fisso che ti lascia solo i ritagli di tempo per le traduzioni, dichiari di non voler investire tempo nello studio di strumenti software avanzati, non sei disponibile ad investire denaro nel loro acquisto, e ovviamente, non puoi confrontare questa situazione con chi lavora a tempo pieno a questo mestiere e, guarda caso, ci campa e ci mantiene anche la famiglia.


r_cantillo wrote:
A presto, mi piacerebbe sapere se tra di voi qualcuno conosce un buon sware non costoso!


Non è un problema di costo, ma di rapporto costo/benefici. Se i benefici sono alti, il costo iniziale diventa trascurabile. Il software dovrebbe pagarsi con l'uso, e rendere molte volte il costo di acquisto (sia l'acquisto sia il tempo investito nell'apprendere come usarlo). A lungo termine, comunque, il fattore più importante è sempre la qualità, ovvero i benefici derivanti dal suo uso.
Se non viene usato, invece, è una perdita, qualunque sia il prezzo pagato per la licenza.

ciao
Gianfranco



[Edited at 2009-07-21 19:35 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Valentina Casorati
Italy
Local time: 05:28
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie Jul 31, 2009

Grazie a tutti e tre per le vostre opinioni. Penso che mi metterò cmq a cercare di imparare ad usare Trados, visto che ce l'ho... potrebbe ad ogni modo rappresentare un'"arma in più" per la mia attività di traduttrice, anche perchè ho visto che per molte agenzie è un requisito fondamentale. Ovviamente il discorso è valido per i testi di tipo tecnico e non per quelli letterari.
Ciao!
Valentina


Direct link Reply with quote
 

Cristian Campani
Italy
Local time: 05:28
French to Italian
+ ...
beh Oct 30, 2009

r_cantillo wrote:

il guadagno che si ottiene con le traduzioni è a dir poco esiguo se non insesistente


Se si fanno traduzioni amatoriali per 20 euro ogni 900 parole (poco più di 2 centesimi a parola) sono d'accordo. Ma se si applicano tariffe ragionevoli, di traduzione si vive tranquillamente.

Ciao,

Cristian


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 05:28
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Percezione del costo Oct 30, 2009

varia a seconda del ROI. Chi decide di non investire nella propria attività rinunciando a rimanere al passo con i tempi, ad accaparrarsi una fetta più ampia di mercato, a progredire e continuare la propria formazione professionale o a quant'altro, non si deve sorprendere se la propria controparte dovesse applicare la stessa formula e lo stesso modello di business nel valutare quanto possa valere il servizio reso.

Domanda retorica: per quale motivo passare dalla penna alla macchina da scrivere, da quella tradizionale a quella elettrica fin al PC? Tutto costa no? Non costa anche lo studio? Studiare è uno spreco di denaro o un investimento? Magari a sapere come muoversi nel ramo e conoscere le modalità di calcolo di una tariffa?

Tanto di cappello alle arti e mestieri: scuola non tanta, ma conti della serva incisi a fuoco nelle loro menti.... si può risparmiare qualche euro, ma grosso modo l'uno o l'altro chiedono le stesse cifre... provare per credere

Ognuno tragga le sue conclusioni e decida per il meglio (il suo).

Giuliana

PS tanto per evitare confusioni: non cito esplicitamente i CAT, ma a essi e al loro uso mi riferisco.

[Edited at 2009-10-30 10:07 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Andrea Re  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 04:28
English to Italian
+ ...
Non ne potrei fare a meno... Nov 4, 2009

Francamente non so come si possa lavorare senza averne uno. Anche se uno fa traduzioni letterarie o di una qualunque cosa che non sia per nulla tecnica, anche senza pensare ai glossari o alle TM, il fatto che un CAT ti mette davanti una frase per volta e ti evita di preoccuparti del layout me lo fa diventare uno strumento INDISPENSABILE!!

Ora, che poi questo mi spinga a sborsare tutti qui soldi al Sig. Trados per coprare il suo prodotto... beh, questo è un altro discorso che senz'altro esula da questo thread.

Andrea


Direct link Reply with quote
 
MelissiM
Italy
Per le traduzioni letterarie Nov 5, 2009

di solito non hai un file, ma traduci direttamente dal libro (cartaceo, che ti viene inviato a casa dall'editore tramite corriere).
Inoltre, nelle traduzioni letterarie avere davanti una sola frase è assolutamente deleterio, ti fa perdere di vista l'atmosfera.. personalmente, conosco una marea di traduttori editoriali, di cui la maggior parte possiede "anche" un CAT, ma nessuno lo usa per la letteratura, solo per le specialistico-tecniche.
A meno che per "traduzioni letterarie" tu intenda quelle di libri sì, ma specialistici (che ne so, manuali di medicina, ecc...), ovvero traduzioni editoriali in senso lato, non letterarie in senso stretto.
Cris
PS: Ultimamente alcuni editori propongono le due versioni, cartacea o file, ai propri traduttori, ma tutti quelli che conosco io preferiscono la carta... e ne conosco tanti! Il libro lo sfogli mille volte, vai avanti e indietro, rivedi brani, passaggi, leghi le sensazioni qua e là... è un po' il motivo per cui quasi tutti i traduttori letterari fanno la revisione (le revisioni) delle proprie traduzioni su stampa, e non a PC. Personalmente, ci ho provato una sola volta, a tradurre un libro da file... mi è bastato un attimo per accorgermi che la qualità del risultato cadeva a picco, e mi sono fatta inviare il libro (con il redattore che mi diceva: te l'avevo detto... )

[Edited at 2009-11-05 07:39 GMT]


Direct link Reply with quote
 
MelissiM
Italy
Addendum Nov 5, 2009

Vorrei solo aggiungere che un libro tradotto "a frasi" è esattamente quello davanti a cui poi il lettore storce il naso (avrei un paio di esempi da citare, ma ovviamente non via forum, anche se mi pare che proprio in questi forum qualcuno ne abbia parlato male, forse l'estate scorsa, ma magari è successo su Biblit, non ricordo).
Comunque, quando traduci un libro spesso leghi le frasi tra loro, per esempio, o le dividi, spezzi, separi (per me, dall'inglese all'italiano, è più facile che capiti di dover legare, data la maggiore schematicità dell'inglese rispetto all'ita).
Lo scopo principale del tuo lavoro è ottenere un testo fluido, scorrevole, "armonioso", che non senta di traduzione. Il miglior traduttore letterario è quello che (e cito altri, non è mia) sa produrre un libro proprio come l'avrebbe scritto in quella lingua l'autore stesso, se l'avesse conosciuta.
E adesso, mi metto a lavorare
Cristina


Direct link Reply with quote
 

Flavia Poggio  Identity Verified
Italy
Local time: 05:28
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Anche secondo me sono indispensabili... Nov 8, 2009

A parte il fatto che per il mio settore di specializzazione sono quasi sempre le stesse agenzie a richiederli (soprattutto Trados), io ormai li utilizzerei per qualsiasi testo.
Migliorano la coerenza terminologica, facilitano la visualizzazione del testo, consentono di non dimenticare parti non tradotte ecc.
Secondo me vale la pena imparare ad usarli. Le funzioni di base, per iniziare a lavorarci, non sono poi così complicate! Il costo è elevato, ma è un investimento che un traduttore professionista può senz'altro permettersi.
Per i testi letterari non saprei, non è il mio campo, ma sinceramente io li utilizzerei comunque. È vero che quasi tutti segmentano il testo in frasi, ma è anche vero che è possibile unire i segmenti tra di loro e "girare" le frasi a proprio piacimento. Farei solo la revisione su carta.
Buona serata!


Direct link Reply with quote
 

Luca Ruella  Identity Verified
United States
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Concordo con Giuliana e Gianfranco Nov 9, 2009

Valentina Casorati wrote:

Ciao,
traduco dal 2005 ma non ho mai utilizzato CAT Tools.
Vorrei sapere se davvero TUTTI i traduttori professionisti ne utilizzano uno e quale ritenete sia il migliore (oppure quello con il miglior rapporto qualità/prezzo).
Detto questo, sto cercando di imparare ad utilizzare Trados come autodidatta, ma non è semplicissimo. Voi come avete cominciato ad utilizzare il Cat tools cui vi affidate?
Grazie a tutti.
Valentina


Come giustamente dicono Gianfranco e Giuliana, è una questione di ROI. Un investimento di TOT mi permetterà di guadagnare TOT.

Siamo professionisti e siamo tenuti a investire in strumenti professionali. Spesso sui forum ci paragoniamo a dentisti e architetti (quando si tratta di lamentarsi delle tariffe basse o delle richieste per traduzioni di prova). Pensiamo però anche alla mole di investimenti che devono sostenere le altre categorie di professionisti. AutoCad quanto costa? 10.000 euro? E uno studio dentistico? 20.000? 50.000? Non lo so...

Riteniamoci fortunati perché Trados costa poche centinaia di euro.

Inoltre vorrei fare presente a chi offre servizi di traduzione a 8 euro l'ora, che la mia signora delle pulizie viene pagata 10...


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

CAT TOOLS

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search