Traduttore "ufficiale" ?
Thread poster: Agnès Levillayer

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 10:18
Italian to French
+ ...
Oct 10, 2009

Leggo oggi nelle pagine di cronaca bolognese della Repubblica una notizia che mi turba assai…

Riassunto:
una donna bangladese, che non parlava bene l’italiano, aveva denunciato una molestia ai carabinieri facendosi aiutare dal marito (che conosceva le due lingue) per la sua deposizione. Nessuno, tra carabinieri prima e Procura poi, aveva rivelato una irregolarità… Alla prima udienza del processo (4 anni dopo!), il giudice invece ha dichiarato il non luogo a procedere per irritualità perché “il traduttore non era ufficiale”…

Ora, anche se di moda, non metto in dubbio la correttezza della decisione rispetto a quanto è scritto nei codici ma mi chiedo:
- Un pubblico ufficiale può registrare/accettare una deposizione e tale denuncia essere poi invalidata in altra sede?
- Tralasciando il fatto che nel frattempo il molestatore si era comunque dileguato, questo tipo di burocrazia non mette a repentaglio le chances di fermare chi ha commesso un reato?
- Immaginiamo un episodio del genere nei confronti di una donna europea, in Bangladesh o qualsiasi altro paese… Cosa se ne direbbe qui?
E più direttamente, per quanto riguarda la professione:
- Anche se i carabinieri avessero voluto, esiste veramente a Bologna un traduttore “ufficiale” bangladese facilmente reperibile?
- Gli uffici preposti hanno una lista di traduttori “ufficiali” in tutte le lingue più svariate per garantire a tutti i cittadini stranieri il diritto alla giustizia?
- Che cosa si intende con traduttore ufficiale? La procedura è unificata in tutti i tribunali? Come vengono selezionati per le lingue poco conosciute e non certo valutabili da nessun funzionario qui?


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 10:18
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Inquietante Oct 10, 2009

Al di là di qualsiasi considerazione sui "traduttori ufficiali", sull'uniformità e sulle eventuali valutazioni per le nomine soprattutto in caso di lingue come il bangladese, è davvero inquietante.

Senza andare a prendere in considerazione paesi lontani come Bangladesh, allora con tutte quelle persone, magari anziane, magari nei paesi, che parlano solo dialetto, cosa dovrebbero fare?
Il non luogo a procedere per tutti?

No comment

Alessandra


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 10:18
Italian to Spanish
+ ...
Oso solo con l'ultima parte del tuo post: Oct 10, 2009

Un traduttore "ufficiale" è uno iscritto al CTU del Tribunale e penso questa figura sia comune a tutti i Tribunali italiani. In teoria è proprio a lui, al perito CTU, che la Procura si rivolge in questi casi. Ma concordo che non in tutti i Tribunali italiani debbano esistere per forza traduttori (o interpreti) in tutte le lingue avute e immaginabili, pronti ad intervenire in caso di necessità.
Che come vengono selezionati?
Penso come sono stata selezionata io senza che nessuno abbia mai verificato la mia vera condizione di madrelingua (in realtà la dicharazione viene firmata in fede ma questo dato non interessa a nessuno): attraverso un curriculum scritto, munito da allegati vari, certificati e fatture che possano certificare se non altro l'esperienza.

Un reato, con un po' di buona volontà e un pizzico di qualcos'altro, può essere verificabile, penso, anche senza l'ausilio di un traduttore giurato o ufficiale.

María José


Direct link Reply with quote
 

Giulia TAPPI  Identity Verified
France
Local time: 10:18
French to Italian
+ ...
Forse volevano dire un'altra cosa Oct 10, 2009

Non che sia d'accordo sull'accaduto; ma forse è perché il marito non può essere accettato come interprete della deposizione della moglie.
È chiaro che questo doveva essere detto subito; e comunque si può sempre ricorrere ad un interprete di una lingua diversa (esempio, inglese). Io ho fatto l'interprete in italiano per gente che italiana non era: yugoslavi, tunisini...ma che dicevano di non parlare francese ma italiano. Quindi il problema dell'interprete di lingua poco corrente non si pone.
Però giuridicamente che non si possa accettare l'intervento di un parente o anche di un amico mi sembra corretto.


Direct link Reply with quote
 

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 10:18
Italian to French
+ ...
TOPIC STARTER
fiabilità degli ufficiali? Oct 10, 2009

Giulia TAPPI wrote:
forse è perché il marito non può essere accettato come interprete della deposizione della moglie.


Forse hai ragione sul fatto che questo motiva la dichiarazione di irritualità...
Io francamente sono d'accordo sul fatto che si deve ricorrere ad un traduttore ufficiale in sede di processo, che la persona straniera sia l'attore o il convenuto (anzi lo impone la legge). Non lo capisco in sede di denuncia in quanto la vittima qui ha "scelto" chi faceva da tramite e quindi si presume che abbia fiducia su quello che andrà a verbalizzare...

In altre occasioni ho cercato testi su cosa si intende per traduttore ufficiale e non ho trovato niente di chiaro... Non trovo nemmeno il testo che precisa che non può essere un parente nella fattispecie. Oggi, cercando prima di scrivere il mio primo post mi sono imbattuta invece su un altro caso (che coinvolge, coincidenza, una donna bangladese) e francamente la mia perplessità sui traduttori "ufficiali" ne esce ancora più grande.
www.criminologia.it/.../di_Luciano_Faraon.htm

Per rispondere invece a María José: pur vivendo anch'io a Padova non ho seguito la stessa trafila tua ma quella dell'iscrizione nel ruolo dei periti ed esperti alla camera di commercio prassi che mi era stata indicata all'epoca per poter asseverare traduzioni... Quindi non dovrei essere iscritta nell'albo CTU che se non ero risulta da una domanda specifica presentata al tribunale. Tuttavia, sono già stata chiamata dai carabinieri (e non ero disponibile) per un interrogatorio che coinvolgeva stranieri francofoni.... Ne deduco che per le autorità valgono entrambe le "liste"...


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 04:18
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Ma la motivazione l'hai letta su una sentenza? Oct 12, 2009

Sarebbe davvero stata una strana decisione.
Il giudice invece ha dichiarato il non luogo a procedere per irritualità perché “il traduttore non era ufficiale”

Ma forse si tratta dell'interpretazione di un giornalista sbrigativo?


Direct link Reply with quote
 

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 10:18
Italian to French
+ ...
TOPIC STARTER
l'espressione virgolettata l'ha usata il giornalista Oct 12, 2009

nell'articolo della Repubblica ed. locale... (non ne trovo più la copia in casa poi...)

Ho cercato su Internet se c'era qualche fonte che prescrive che, in caso di denuncia sporta da chi non parla la lingua italiana, l'aiuto doveva per forza venire da un interprete ufficiale o comunque non parente ma non ho trovato (o saputo trovare) la risposta...
Cercando, poi, sono capitata sull'altro caso che cito nel mio ultimo post e l'ho trovato agghiaciante visto che riferisce di una condanna sulla base di traduzione errata (è un eufemismo) da parte di interpreti "ufficiali".
Nel mio caso la mia iscrizione nel "Ruolo dei periti ed esperti" si è basata sulla presentazione di documentazione comprovante vari anni di attività come traduttrice free lance. So che negli anni precedenti a quando l'ho fatto io (risale comunque alla meta degli anni 90) la commissione faceva passare un esame orale con l'unica assurdità che chi giudicava, da quanto mi è stato raccontato, aveva una conoscenza scolastica delle lingue e ovviamente limitata alle lingue più comuni.
Quindi, la mia domanda rimane... chi decide e su che base se una persona è idonea a svolgere correttamente il ruolo di interprete nei tribunali?



[Modifié le 2009-10-12 22:02 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 10:18
English to Italian
+ ...
Il libero arbitrio dei singoli tribunali Oct 13, 2009

Agnès Levillayer wrote:

Quindi, la mia domanda rimane... chi decide e su che base se una persona è idonea a svolgere correttamente il ruolo di interprete nei tribunali?



[Modifié le 2009-10-12 22:02 GMT]


L'arbitrarietà (quasi) completa, ecco chi e cosa decide, Agnès! Per lo meno nella realtà dei fatti.

Da tempo è noto che la situazione degli interpreti dei tribunali è vergognosa. Noi normalmente parliamo della situazione tariffaria ma la cosa più grave è che nega alle persone coinvolte nei processi un trattamento equo.
Le cose cambiano da tribunale in tribunale. Io collaboro con due tribunali, quello penale e quello per minorenni di Roma.

Come ho fatto a iscrivermi all'albo CTU di quello penale? Presentando un CV, un certificato di laurea in lingue e attestando delle esperienze pregresse (traduzioni per studi legali, nel mio caso). Oltre a pagare una sostanziosa tassa. Se non fossi stata laureata avrei dovuto sostenere anche un esame alla camera di commercio. E' già qualcosa, anche se a mio avviso non sufficiente.

Come ho fatto a iscrivermi all'albo (non ufficiale perché mi hanno detto di non averne uno ufficiale) del tribunale dei minorenni? Innanzitutto quest'albo è un cassetto. Quando sono andata a informarmi sulla procedura, mi hanno mandato in una stanza di segreteria (dove lavorano le persone che all'occorrenza chiamano gli interpreti) e lì mi è stato detto: "Ci porti un curriculum con i suoi numeri telefonici o un biglietto da visita conl'indicazione delle lingue di lavoro. Teniamo tutto in questo cassetto!". Il CV l'avevo con me e gliel'ho lasciato ma ero certa che sarebbe finito inutilizzato in quel cassetto. Invece mi hanno chiamato più volte. Nessuna richiesta di dati oltre al CV compilato a mia completa discrezione (nel senso che non hanno effettuato alcun controllo quindi avrei potuto scrivere qualsiasi cosa). Aggiungiamo che quando hanno bisogno di un interprete spesso chiamano all'ultimo momento (probabilmente perché si rivolgono agli "esterni" - le persone che lasciano il CV nel cassetto ma non bazzicano normalmente il tribunale - quando quelli con cui lavorano abitualmente sono occupati), la sera per la mattina dopo, e se non sei disponibile magari ti chiedono se puoi dargli qualche altro nominativo.

La storia della rarità delle lingue non regge perché a me hanno chiamato soprattutto per il francese, e non credo proprio che ci sia scarsità di traduttori e interpreti qualificati a Roma. Non che io non sia qualificata per il francese, ma intendo dire che potrei anche non esserlo e se ne accorgerebbero troppo tardi, a udienza in corso.

Logicamente questa situazione affligge quelli che non hanno i soldi per pagarsi l'interprete che preferiscono.

[Edited at 2009-10-13 08:08 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Ivan Patti  Identity Verified
Italy
Local time: 10:18
English to Italian
+ ...
Quello che è successo secondo me Oct 13, 2009

Buongiorno a tutti,

devo dire che sono d'accordo al 300000% con quel che dice Elisa nel suo intervento e anche con quello che giustamente dice Maria José.

Secondo me alle base della vicenda c'è un errore procedurale sopravvenuto già in sede di resa della denuncia. Il mio ragionamento si basa sull'eventualità che le cose si siano svolte in un paese piccolo (Agnès, se puoi confermare o smentire questa mia idea sulla grandezza del paese in questione sarebbe una cosa utile), e che i carabinieri non sapessero quale procedura seguire in mancanza di un CTU o un Perito. Infatti sarebbe bastato che chi ha parlato con questa coppia avvertisse il comandante di stazione della situazione, e questi - conformemente ai suoi poteri - avrebbe potuto attribuire una nomina straordinaria come interprete al marito della signora facendogli prestare giuramento e firmare i debiti documenti; tutto si sarebbe poi svolto senza che nessun giudice potesse invalidare la denuncia e le relative indagini.

Vista l'evoluzione, temo che questo non sia avvenuto: chi ha decretato la nullità del procedimento ha quasi certamente considerato la denuncia come sporta non direttamente dall'interessata, ma da altri, visto che chi l'ha raccolta non si è attenuto alla procedura che ho descritto.

Spero di essere stato chiaro, purtroppo quando si parla di tribunali si finisce sempre col diventare farraginosi e nebulosi quanto loro...


Direct link Reply with quote
 

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 10:18
Italian to French
+ ...
TOPIC STARTER
piccolo paese? Oct 13, 2009

Ivan, il luogo preciso dove è stata sporta la denuncia non è nominato... Le pagine sono quelle della cronaca di Bologna... Non penso che la dimensione della città abbia qualche importanza: un appuntato o un maresciallo dei carabinieri ha ricevuto a monte la stessa formazione sulle procedure da applicare. Non credo che dimentichi tutto perché è assegnato ad una stazione di provincia.
Dici che il fatto di far prestare giuramento al marito avrebbe cambiato qualcosa? Boh...

Purtroppo il racconto dettagliato di Elisa, che ringrazio, non è confortante. Anche la conclusione... Uno si può pagare un interprete se non si fida di quelli nominati d'ufficio?

Mi piacerebbe sapere cosa succede negli altri paesi d'Europa... e come si potrebbe affrontare la cosa nelle varie associazioni di traduttori...


Direct link Reply with quote
 

Ivan Patti  Identity Verified
Italy
Local time: 10:18
English to Italian
+ ...
Procedure diverse... ovunque Oct 13, 2009

Agnès Levillayer wrote:

Ivan, il luogo preciso dove è stata sporta la denuncia non è nominato... Le pagine sono quelle della cronaca di Bologna... Non penso che la dimensione della città abbia qualche importanza: un appuntato o un maresciallo dei carabinieri ha ricevuto a monte la stessa formazione sulle procedure da applicare. Non credo che dimentichi tutto perché è assegnato ad una stazione di provincia.
Dici che il fatto di far prestare giuramento al marito avrebbe cambiato qualcosa? Boh...

Purtroppo il racconto dettagliato di Elisa, che ringrazio, non è confortante. Anche la conclusione... Uno si può pagare un interprete se non si fida di quelli nominati d'ufficio?

Mi piacerebbe sapere cosa succede negli altri paesi d'Europa... e come si potrebbe affrontare la cosa nelle varie associazioni di traduttori...


Purtroppo Agnès posso assicurarti che le dimensioni della città e della caserma contano, eccome! Sono cose che ho provato direttamente vivendo in una zona di stazioni di FFAA e FFOO piuttosto piccole, e dovendo trattare a volte con persone che non sapevano neppure cosa farmi firmare per l'incarico (o scrivere sull'incarico) visto che in alcuni casi era la prima volta che si rivolgevano a un interprete. Gli ufficiali con ruolo di comando possono rivolgersi a un Perito, a un CTU o affidare l'incarico a una persona di loro scelta e/o fiducia, stessa cosa fanno i giudici e i PM nei tribunali: nulla vieta loro di interpellare anche persone non iscritte all'albo attribuendo una nomina legalmente valida a tutti gli effetti; queste persone non iscritte ma con regolare nomina verranno poi pagate secondo lo stesso metodo adottato per chi è iscritto a ruolo (il metodo è quello che non esito a definire insultorio delle vacazioni).

Nel caso da te citato suppongo (sottolineo suppongo: baso il tutto su un'analisi dei pochi fatti a disposizione) che mancando un chiaro incarico per la traduzione in lingua italiana della denuncia sporta dalla signora, la denuncia stessa abbia lo stesso valore di un qualcosa di riferito. Per essere più chiaro, faccio l'esempio della madre che si precipita dai carabinieri pregandoli di intervenire contro il marito/fidanzato violento della figlia e si sente dire: "signora, se non viene sua figlia a denunciarlo, noi non possiamo fare nulla". In questo caso il marito che ha tradotto la deposizione della moglie - nonostante questa fosse presente e abbia parlato - senza la corretta autorizzazione si ritrova nella stessa situazione della madre del mio esempio. Se la cosa è saltata fuori solo recentemente non mi stupisce: tutta la documentazione viene controllata solo poco tempo prima del processo e i nodi vengono al pettine molto tardi, a volte con effetti devastanti.

Il racconto di Elisa, che corrisponde perfettamente alle realtà, rappresenta solo la punta dell'iceberg dei "cahiers de doléances" che qualsiasi collega che vi lavori a contatto potrebbe descrivere. Il fatto che poi ogni tribunale italiano abbia regole di ammissione proprie rende il quadro ancora più caotico e sconfortante. Negli altri paesi europei le regole di ammissione agli albi dei traduttori e interpreti giurati sono definite a livello nazionale e sono in alcuni casi molto più snelle e selettive di quelle che abbiamo noi: mi pare che associazioni come la SFT offrano nei loro siti tutte le informazioni e anche campioni dei moduli utilizzati per presentare la domanda.


Direct link Reply with quote
 

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 10:18
Italian to French
+ ...
TOPIC STARTER
Interpreti di tribunale Oct 21, 2009

Mi permetto di riprendere questo filo e di allargarlo proponendovi la lettura, sull'interpretazione in tribunale, di un articolo a firma di Nando della Chiesa e pubblicato su "Il fatto quotidiano" (segnalato anche nella lista per gli iscritti all'AITI)
L'ho ritrovato nel blog dell'autore:
http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=com_content&task=view&id=1191&Itemid=123

Il titolo è già un bel riassunto "La giustizia e gli interpreti a 4 euro l'ora" ma la testimonianza data va ben oltre l'aspetto della "paga".


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Traduttore "ufficiale" ?

Advanced search






WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search