"fatturare" senza P.IVA...per ricapitolare
Thread poster: Laura Pelizzari

Laura Pelizzari
Local time: 11:38
French to Italian
+ ...
Oct 15, 2009

Vorrei prima di tutto ringraziare tutti coloro che hanno risposto ad alcuni miei post precedenti permettendomi di risolvere una situazione tra me e un cliente nel migliore dei modo,situazione creatasi peraltro a causa della mia inesperienza.
Per quanto riguarda il "fatturare" di un traduttore che non ha la partita IVA si suddivide nei seguenti modo:

a) cliente italiano con P.IVA ( pertanto agenzie di traduzione, ditte o comunque privati in possesso di P.IVA come commercianti ecc...)ricevuta con ritenuta d'acconto. Dal totale si toglie il 20% e sarà cura del committente versare questo 20%.

b) cliente italiano privato senza P.IVA (amici,colleghi ecc...) ricevuta senza ritenuta d'acconto. Si indicherà nella ricevuta l'importo totale senza alcune detrazione.

c) cliente non italiano ( indipendentemene se con o senza P.IVA,):vedi voce b.

E' tutto corretto? c'è qualche ulteriore nota da inserire?


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
English to Italian
+ ...
"fattura" e IVA Oct 16, 2009

Videla,
per quanto posso dire io, NON USARE IL TERMINE FATTURARE se non ti riferisci ad una fattura. Se non hai partita IVA non puoi emettere fatture, quindi chiamale "notule" o "ricevute" o "documenti".

Detto questo, al totale della prestazione devi aggiungere l'IVA, a meno che tu o il tuo cliente siate esenti in forza di qualche norma specifica, che in questo caso deve essere menzionata.
Poi c'è la ritenuta di acconto come hai scritto tu.

Esempio per cliente - contribuente italiano - con partita IVA:
Prezzo della traduzione (= imponibile) Euro 100,00
IVA 20% Euro 20,00
RA 20% Euro 20,00

Totale che il cliente deve dare a te: (100+20-20)= 100


Esempio per cliente - contribuente italiano - senza partita IVA:
Prezzo della traduzione (= imponibile) Euro 100,00
IVA 20% Euro 20,00

Totale che il cliente deve dare a te: (100+20)= 120

Ciao
Manuela


Direct link Reply with quote
 

Raffaella Panigada  Identity Verified
Switzerland
Local time: 11:38
Member (2007)
English to Italian
+ ...
Niente IVA! Oct 16, 2009

Manuela Dal Castello wrote:

Videla,
per quanto posso dire io, NON USARE IL TERMINE FATTURARE se non ti riferisci ad una fattura. Se non hai partita IVA non puoi emettere fatture, quindi chiamale "notule" o "ricevute" o "documenti".


Assolutamente, altrimenti il cliente si aspetta qualcosa che tu non puoi fornire.

Manuela Dal Castello wrote:

Detto questo, al totale della prestazione devi aggiungere l'IVA, a meno che tu o il tuo cliente siate esenti in forza di qualche norma specifica, che in questo caso deve essere menzionata.



Qui dissento fortemente invece: se non ha partita IVA non può e non deve inserire questa voce nemmeno per spiegarne la mancata applicazione: non si tratta infatti di un caso di esenzione, se non hai partita IVA non ti compete proprio.


Raffaella


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
English to Italian
+ ...
è vero, niente IVA Oct 16, 2009

[quote]Raffaella Panigada wrote:

Manuela Dal Castello wrote:
se non ha partita IVA non può e non deve inserire questa voce nemmeno per spiegarne la mancata applicazione: non si tratta infatti di un caso di esenzione, se non hai partita IVA non ti compete proprio.
Raffaella


Ha ragione Raffaella, infatti dopo aver scritto ci ho pensato su tutta mattina perché da una parte mi sembrava sensato ma dall'altra mi sembrava una colossale sciocchezza.

Dunque, la "ricevuta per prestazione occasionale" è esente proprio di per sè: Trattasi di prestazione occasionale non soggetta a IVA ai sensi dell’art. 5 del DPR 633/72 e art. 81 del DPR 917/86


Ma mi chiedo allora... le ricevute che ho fatto io un paio di anni fa con IVA... me le hanno pagate senza batter ciglio, ed era un personaggio "precisino"... boh!

Ciao
Manuela


Direct link Reply with quote
 

Antonella Berardi  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
Member (2009)
French to Italian
+ ...
Ra Oct 16, 2009

[quote]Manuela Dal Castello wrote:

Raffaella Panigada wrote:

Manuela Dal Castello wrote:
se non ha partita IVA non può e non deve inserire questa voce nemmeno per spiegarne la mancata applicazione: non si tratta infatti di un caso di esenzione, se non hai partita IVA non ti compete proprio.
Raffaella


Ha ragione Raffaella, infatti dopo aver scritto ci ho pensato su tutta mattina perché da una parte mi sembrava sensato ma dall'altra mi sembrava una colossale sciocchezza.

Dunque, la "ricevuta per prestazione occasionale" è esente proprio di per sè: Trattasi di prestazione occasionale non soggetta a IVA ai sensi dell’art. 5 del DPR 633/72 e art. 81 del DPR 917/86


Ma mi chiedo allora... le ricevute che ho fatto io un paio di anni fa con IVA... me le hanno pagate senza batter ciglio, ed era un personaggio "precisino"... boh!

Ciao
Manuela


Magari sto prendendo un abbaglio, ma se non si ha partita IVA, non si tratta unicamente della RA 20%? (quindi niente IVA)

[Modificato alle 2009-10-16 11:06 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Ina Glörfeld Salzano
Germany
Local time: 11:38
Italian to German
+ ...
Ritenuta Oct 16, 2009

Per chi non ha la Partita IVA funziona così:

Ai clienti italiani con P.I. devi indicare la Ritenuta d'acconto del 20 % sul lordo, ad esempio:

Compenso lordo € 125

Ritenuta d'acconto € 25

Compenso netto € 100

Questo cliente pagherà a te i 100 euro netti e verserà 25 euro di ritenuta allo stato per conto tuo.


Ai clienti italiani senza P.I. devi indicare semplicemente il compenso lordo, come anche ai clienti esteri, perché loro non possono versare tasse al posto tuo. Per tali compensi verserai tu stessa il dovuto, al momento della dichiarazione dei redditi.

Inoltre devi aggiungere la dicitura di prestazione occasionale fuori campo IVA con relativo articolo e successive modifiche e integrazioni, come già spiegato da Manuela.
Infine: mai parlare di fatturazione o fatture, perché non le puoi emettere.

Saluti dal Salento,
Ina


Direct link Reply with quote
 

Laura Pelizzari
Local time: 11:38
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie ancora a tutti. Oct 17, 2009

Nonostante il primo momento di confusione tra IVA e non IVA, siete state tutte chiarissime come sempre.

Direct link Reply with quote
 
stillbelieve
Italy
Local time: 11:38
English to Italian
+ ...
numerazione Dec 13, 2011

ciao
ma quindi la "fattura" senza p.iva come la numero? sempre che la debba numerare?
grazie


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
Spanish to Italian
+ ...
numerazione ricevute Dec 14, 2011

stillbelieve wrote:

ciao
ma quindi la "fattura" senza p.iva come la numero? sempre che la debba numerare?
grazie


Ciao Stillbelieve!

La "fattura senza p.iva", che di solito chiamo "ricevuta di prestazione occasionale", almeno nel mio caso, in quanto non ancora in possesso di P.IVA., non presenta, a detta del mio commercialista, obbligo di numerazione. Resta il fatto che un'agenzia mi ha chiesto di iniziare a numerarle per maggiore comodità, e quindi la prima ricevuta è diventata la nr. 1, e così via.

Se invece ti stavi riferendo a fatture emesse da soggetto titolare di p.iva che intende non includere l'IVA in una fattura (mi pare sia possibile in alcuni casi, ma potrei sbagliarmi!), non so aiutarti, non avendo esperienza in merito.

Buona giornata!

Giulia


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
Spanish to Italian
+ ...
esempi di fatture AITI Dec 14, 2011

http://www.aiti.org/esempi_fatture.html

il terzo esempio potrebbe essere quello che cerchi?


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Confusione? Dec 14, 2011

Ciao Stillbelieve e Giulia,

c'è un po' di confusione.

a) la partita IVA in sé è soltanto un codice che viene assegnato dall'agenzia delle entrate. All'incirca come il codice fiscale. E va riportato in fattura come nome e cognome, indirizzo ecc. ecc.

b) le fatture possono essere emesse solo da detentori di partita IVA, per definizione. Le altre sono ricevute o notule ecc. ecc. Le fatture devono essere tutte numerate: la prima fattura emessa n. 1, la seconda n. 2, in ordine cronologico a prescindere dal cliente o da altri aspetti. Secondo me sarebbe meglio ai fini fiscali che anche chi non detiene p. IVA numerasse le sue ricevute, ma se ci sia o meno un obbligo non lo so.

c) la numerazione e l'indicazione in fattura della partita IVA sono sempre necessarie. Quindi non è importante se la prestazione è dentro o fuori campo IVA (come per certi regimi o nelle operazioni con l 'estero), la numerazione deve esserci e deve essere coerente e la partita iva va indicata come gli altri dati personali.

d) nessuno decide autonomamente se includere o meno l'IVA. O la prestazione è soggetta a IVA e quindi in fattura si indica l'importo corrispondente e a tempo debito si verserà l'IVA o la prestazione è fuori campo IVA per la natura degli interessati e allora l'importo dell'IVA non si inserisce e di conseguenza non lo si versa. Non ci sono alternative o margine di manovra.

CIauz


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
Spanish to Italian
+ ...
grazie Dec 14, 2011

Ciao A. Nespoli!

Grazie per i chiarimenti, il mio commercialista, come già scritto, mi ha detto che per chi emette ricevute di prestazione occasionale (come nel mio caso) non c'è alcun obbligo di numerazione, anche se per comodità e come richiestomi da un committente numero le mie ricevute in modo progressivo.

Inoltre, il collegamento riportato si riferisce proprio al caso d) (fattura esente da IVA, ben diversa da ricevuta di prestazione occasionale, ovviamente) da te indicato nel tuo intervento.

Buona giornata e grazie!

Giulia


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Dec 14, 2011

Sì ma per fare una fattura fuori campo IVA occorre avere una partita iva. Intendevo questo, visto che nella domanda stillbelieve ha scritto "senza partita iva".

[Modificato alle 2011-12-14 18:08 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 11:38
Spanish to Italian
+ ...
ovvio :-) Dec 15, 2011

Naturalmente!
Hai fatto comunque bene a chiarire.


Grazie e buona giornata!

Giulia


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

"fatturare" senza P.IVA...per ricapitolare

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search