Pages in topic:   [1 2 3 4 5] >
Siete contenti del vostro lavoro di traduttori?
Thread poster: Vincenzo Di Maso

Vincenzo Di Maso  Identity Verified
Portugal
Local time: 00:42
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Dec 9, 2009

Carissime colleghe e carissimi colleghi,
ho seguito ed apprezzato la discussione aperta da Claudio Nasso. Potrei toccare anche altri argomenti affrontati in altri thread.
Da parte mia posso ritenermi abbastanza soddisfatto. Certo vi sono alcuni "effetti collaterali", ma i vantaggi sono superiori agli svantaggi. L'importante è avere il giusto atteggiamento mentale. Se metti ottimismo in quello che fai, troverai felicità nel tuo lavoro. L'importante è pensare positivo e riflettere soprattutto sui vantaggi che abbiamo.
Non nego che lavorare dall'estero arreca indiscutibili vantaggi (non vorrei mettere il dito nella piaga), ma chiunque può trarre beneficio dalla nostra professione.
Non abbiamo nessuno che ci impone quello che dobbiamo fare. Le agenzie che lo fanno sono puntualmente scartate.
Siamo abbastanza indipendenti con gli orari, fermo restando che ogni tanto il fuso orario avverso ci può portare a lavorare di notte.
Ultimo, ma non meno importante è il fatto che possiamo lavorare da qualsiasi luogo del globo! Oltre che lavorare con clienti provenienti da tutto il pianeta.
Non sono molto avvezzo a discussioni prolisse, quindi lascio a voi i commenti, le esperienze e le riflessioni. Questo messaggio vuole quindi fungere da input.
Mie prerogative: ottimismo, positività, amore per la professione!
Vincenzo


Direct link Reply with quote
 
Marianna Tucci  Identity Verified
Italy
Local time: 01:42
Spanish to Italian
+ ...
sono d'accordo Dec 10, 2009

Ciao Vincenzo

Sono d'accordo con le motivazioni da te addotte:
-libertà di orari, ovvero non c'è da timbrare il cartellino
-poter lavorare stando in qualsiasi posto, anche restando semplicemente a casa, senza preoccuparsi di dover prendere i mezzi per raggiungere il proprio posto di lavoro o dover cercare parcheggio per la propria auto

Hai ragione, bisogna pensare positivo

Ti auguro buona giornata

Marianna


Direct link Reply with quote
 
Silvia Barra  Identity Verified
Italy
Local time: 01:42
English to Italian
+ ...
D'accordo anch'io Dec 10, 2009

Sono d'accordo anche io con vincenzo, tanto più dopo aver lavorato da dipendente in vari posti.
Flessibilità di orario, poter lavorare da casa o in qualsiasi parte del mondo ti trovi, non avere nessuno che ti dice cosa fare, essere indipendenti, potersi dedicare maggiormente alla famiglia, poterti "assentare" qualche ora o qualche giorno senza dover rendere conto a nessuno.

Certo, come in tutti i lavori ci sono anche gli svantaggi, però i vantaggi sono maggiori anche per me.

Quindi sì, sono molto contenta del mio lavoro!

Grazie Vincenzo per il thread ottimista

Buona giornata a tutti.
Silvia


Direct link Reply with quote
 

Simona R
Germany
Local time: 01:42
German to Italian
+ ...
Impagabile flessibilità Dec 10, 2009

Ciao Vincenzo,

mi fa moltissimo piacere leggere finalmente qualcosa di positivo e lontano anni luce dalle cupe discussioni degli ultimi tempi.

Come chi mi ha preceduto mi trovo d'accordo con te: l'assoluta indipendenza e la flessibilità che questa professione garantisce valgono oro. Per quel che mi riguarda fra gli aspetti certamente più vantaggiosi vi è quello di poter lavorare da qualunque luogo. Ciò mi permette di venire in Italia ogni due mesi circa senza dover implorare ferie e permessi. Scompaio solo per quella manciata di ore che mi serve per il percorso casa-aeroporto-volo-casa della mia famiglia. E il giorno dopo riprendo a lavorare normalmente, sempre perfettamente raggiungibile per i miei clienti.

Un altro aspetto da non sottovalutare: la possibilità di studiare e aggiungere con il tempo nuovi campi di specializzazione a quelli precedenti. Non è cosa da poco.

Sugli orari invece non mi esprimo. I miei sono abbastanza atroci se paragonati a quelli di un impiegato. Confido però di poter un giorno spostare l'orario della sveglia dalle 4:50 alle 6:30.

Buon lavoro a tutti,
Simona


Direct link Reply with quote
 
Vertigo
Italy
Local time: 01:42
English to Italian
+ ...
Contento Dec 10, 2009

Sinceramente, non cambierei il mio lavoro di traduttore con nessun'altro impiego (o quasi).

Sono ormai 15 anni che traduco (quasi esclusivamente nel settore dei videogiochi) e ho avuto modo di apprezzare tutti i benefici di questo lavoro - e anche i suoi svantaggi, che a volte coincindono con i benefici!

Per esempio, tutti hanno citato il "poter lavorare in ogni luogo" come grande vantaggio... ed è VERISSIMO! Però comporta un corollario: il "dover lavorare in ogni luogo", e questo non è sicuramente un vantaggio (e ricordo traduzioni volanti spedite da camere d'albergo o dal parcheggio dell'IKEA, giusto per dirne due)

Per il resto la flessibilità e, in certi ambiti, la convenienza di questo lavoro sono indiscutibili.
Inoltre, a parer mio è una professione altamente meritocratica, nel senso che un traduttore che vale difficilmente rimane senza nulla da fare e ha, anzi, buone opportunità di svilupparsi anche in altre direzioni, se la cosa gli interessa.


Direct link Reply with quote
 
Silvia Barra  Identity Verified
Italy
Local time: 01:42
English to Italian
+ ...
meritocrazia Dec 10, 2009

Vertigo wrote:

Inoltre, a parer mio è una professione altamente meritocratica, nel senso che un traduttore che vale difficilmente rimane senza nulla da fare e ha, anzi, buone opportunità di svilupparsi anche in altre direzioni, se la cosa gli interessa.


Avevo dimenticato questo aspetto, ma anche io ritengo la meritocrazia davvero importante, soprattutto dopo anni passati a farmi comandare da gente molto spesso meno preparata della sottoscritta. E poi si sa che se sei donna in Italia i tuoi meriti valgono di meno.

Ciao
Silvia


Direct link Reply with quote
 
Claudio Porcellana  Identity Verified
Italy
Sì! Dec 10, 2009

e per le ragioni indicate da tutti gli altri
cui aggiungo il vantaggio di poter lavorare vestiti male o non vestiti per nulla


e il vantaggio di poter lavorare di sera tardi/notte e dormire al mattino finchè mi va

di svantaggi ne vedo pochini, xchè le tariffe basse e il calo di lavoro sono comuni a molti altri lavori di questi tempi, incluso quello che facevo prima, quindi non li considero svantaggi di questo lavoro, ma piuttosto svantaggi di chiunque non viva di rendita ...


Claudio


Direct link Reply with quote
 

Claudio Nasso  Identity Verified
Italy
Local time: 01:42
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Certo che lo sono! Ci mancherebbe! Dec 10, 2009

Sono assolutamente contento e soddisfatto, sia dal punto di vista professionale, sia da quello economico del lavoro che ho deciso di fare, e che non ho mai cambiato. Condivido appieno la mentalità positiva di Vincenzo e quella degli altri colleghi.

Come dicevo altrove è proprio questa mentalità che mi permette di affrontare anche le negatività (inferiori alle positività) o gli "effetti collaterali", senza tuttavia per questo trascurarli o cercare di combatterli.

Claudio


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 01:42
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Molto contenta anche io Dec 10, 2009

È il lavoro che ho sempre desiderato fare e mi ritengo fortunata per questo, sono stata poco fortunata in altri aspetti della vita (davvero molto poco) ma almeno riesco a fare il lavoro che amo, insegno anche un poco e non mi dispiace, ma la traduzione mi dà molte più soddisfazioni.

Ciao a tutti

Buona giornata di traduzioni

Angio


Direct link Reply with quote
 

Alessandra Russo  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 00:42
English to Italian
+ ...
Vantaggi e svantaggi Dec 10, 2009

Ho sempre desiderato fare questo lavoro e ho davvero lottato (e lotto) per affermarmi come traduttrice.
Questa professione offre tanti vantaggi e pochi svantaggi, secondo me, ma quei pochi svantaggi possono essere una solida motivazione per far desistere i più. Tra i vantaggi si possono considerare la possibilità di lavorare ovunque nel mondo, di essere il proprio capo, di non dover dipendere dal proprio datore di lavoro per fare un viaggio o prendersi una giornata di vacanza, l'ampia porzione di mondo a cui possiamo offrire i nostri servizi.
Dall'altro lato c'è da considerare gli svantaggi, ovvero non avere degli orari "da ufficio", il nostro 9-5 si riduce ed estende a seconda della giornata, e non avere un flusso di lavoro certo e costante.
Quest'ultimo è proprio il tasto più dolente di questa professione per quanto mi riguarda. Oltre alla continua formazione, ai viaggi, alle letture di settore, è per noi necessario investire tempo ed energie per ricercare nuovi clienti e costruirci un portfolio di committenti vario e vasto, in modo da non rimanere settimane intere a girarci i pollici (che poi si possa dedicare quel tempo libero a far ben altro, vedi rogne quali fatturazione e pulizia cartelle, è un altro discorso).
Tuttavia, messi sulla bilancia, il peso dei vantaggi è per me di gran lunga maggiore a quello degli svantaggi ed è per questo che continuerò a camminare in questa direzione, sperando di poter un giorno avere un flusso di lavoro tale da annullare completamente l'attesa e con lei gli svantaggi.


Direct link Reply with quote
 

Vincenzo Di Maso  Identity Verified
Portugal
Local time: 00:42
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
meritocrazia e valorizzazione Dec 10, 2009

Nei vostri commenti avete davvero centrato il punto.
Nel nostro lavoro, più di molti altri, conta in maniera enorme la meritocrazia. Se sei bravo e fornisci lavori di ottima qualità, il lavoro del revisore è ridotto e talvolta scompare. Di conseguenza, ciò porta ad un aumento delle tariffe e quindi alla possibilità di avere una vita più semplice. Siamo imprenditori di noi stessi, come giustamente hanno rimarcato alcuni colleghi in altri post. Il punto è che possiamo gestire noi come impostare lo stile di vita. Ad esempio Simona inizia a lavorare in corrispondenza dell'alba, Claudio (come me) preferisce dormire un pò in più e terminare più tardi. Tutto ciò nel segno della totale indipendenza.
Come ha ricordato Vertigo, è importante anche aprirsi nuovi orizzonti in campi correlati e non. Ad esempio io ho sviluppato una passione per i testi legali, qualcun altro per i videogiochi, l'economia, l'informatica, la biologia, l'ingegneria, etc...
C'è poi da meditare sulle parole di Silvia. E'proprio vero che in Italia la meritocrazia conta poco e fa rabbia essere comandati da gente che ha un decimo della nostra preparazione. Con le lingue in Italia purtroppo non sei valorizzato se lavori per un "capo".
Un amico se ne è andato in Irlanda ed è stato chiamato da un'azienda. Quando gli chiesero quanto pensava di guadagnare e lui rispose 1800 Euro, suscitò l'ilarità generale. Ma perchè le sue aspirazioni erano troppo basse... Gli venne risposto "Tu, che hai studiato lingue per anni, che sei stato in tutti questi posti, vorresti accontentarti di una simile paga?". Meglio che non metto il dito nella piaga.
Ad ogni modo, non cambierei il mio lavoro di freelance con nessun altro (o quasi). Tanto di cappello a tutti quelli che ce l'hanno fatta a ritagliarsi un posto al sole in un mondo in cui nessuno ti regala niente (a meno che non sei nato con la camicia).


Direct link Reply with quote
 

Chiara Foppa Pedretti  Identity Verified
Italy
Local time: 01:42
English to Italian
+ ...
Mi aggiungo al coro Dec 10, 2009

Vincenzo, ti ringrazio anch'io per questa ventata di positività!

Io ho appena iniziato a lavorare come traduttrice freelance, ma ne sono già felicissima. I motivi sono quelli che avete già elencato, ma, data la mia esperienza più recente, quello che mi viene subito in mente è senz'altro il fatto di non avere un capo nè un cartellino da timbrare, di non dovermi spostare per andare in ufficio e, come ha ricordato Claudio, di non dovermi vestire bene (e truccare, anche se a questo Claudio non ha pensato!) tutte le mattine! Insomma, oltre a non sentirmi più oppressa da tutte queste cose, mi sembra anche di avere un po' più di tempo per me stessa...

Un altro aspetto positivo che non è ancora stata sollevato è la varietà del lavoro, che si accompagna alla già citata possibilità di approfondire sempre nuovi ambiti di interesse.


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 01:42
English to Italian
+ ...
Perché, ce n'è un altro? Dec 10, 2009

Leggere questo thread sulla vita del traduttore mi fa bene allo spirito!
Io sono entusiasta del mio lavoro, non ho mai rimpianto la mia scelta e da quando ho iniziato non ho mai messo in dubbio che la mia strada fosse questa e non mi sono mai voltata indietro. Non so se sia un bene o un male, ma personalmente non riesco ad immaginarmi in un altro lavoro.
Inoltre, sento di aver scelto una professione in cui l'essere donna non mi penalizza. Se penso ai colloqui passati in cui storcevano il naso dicendomi che prima o poi avrei voluto dei figli e quindi... le faremo sapere. Se penso che oggi posso seguire le mie bambine scegliendo io il mio orario di lavoro anche in base alle loro esigenze, non sono costretta a dire di no a priori se richiedono la mia presenza, ma posso sempre organizzarmi e perfino (tentare di ) lavorare stando loro vicina quando sono malate, non devo elemosinare permessi, part time e quanto altro, mi sento privilegiata.
E poi scelgo io la mia formazione, sono io a valutare in quale direzione puntare, non sono mai costretta a mettere da parte un piccolo sogno professionale o un'esperienza che valuto preziosa e se ho qualcosa che mi gira per la testa, so che prima o poi, chissà, magari potrò realizzarlo.

[Edited at 2009-12-10 21:01 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Alice Carbone
United States
Local time: 16:42
English to Italian
+ ...
Grazie per la ventata di positività... Dec 14, 2009

In un periodaccio come questo, dove (per me almeno) il lavoro scarseggia sempre di più, dove la famiglia inizia a non condividere più la mia professione perchè sempre più precaria e mal pagata...
in questo periodo di crisi totale dove ogni giorno sono tentata di rinunciare alla mia passione per avere qualcosa di più sicuro, dove nella mia testa esistono solo cifre assurde di IVA e tasse, bollette non pagate da mesi, finanziamenti e la raccolta degli ultimi centesimi per un affitto di 40 mq di casa...ci andava questo post.

Faccio il lavoro che amo, continuo a studiare per crearmi una strada alternativa per il futuro...
sono vampira dentro, amo lavorare di notte e come avete già ricordato tutti voi, il fatto di non avere capi, di scegliere i propri orari, di lavorare nella comodità di casa nostra o in qualunque parte del mondo ci si trovi...

Non rinuncerei mai a tutto questo, anche se spero vivamente che le cose cambino, perchè con questo andazzo, credo potrei essere obbligata a farlo molto presto.


Direct link Reply with quote
 

Umberto Cassano  Identity Verified
Italy
Local time: 01:42
English to Italian
+ ...
Mi piace e basta Dec 14, 2009

Sì, sempre e comunque ! Anche se a volte mi fa venire attacchi di fame nervosa.

Buon lavoro a tutti

Umberto


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3 4 5] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Siete contenti del vostro lavoro di traduttori?

Advanced search






WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search