Pages in topic:   [1 2 3] >
Problemi di fatturazione: come calcolare il compenso con partita IVA?
Thread poster: Valentina_D
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 16:15
Member
English to Italian
+ ...
Nov 3, 2003

Ciao a tutti,
vi scrivo per un parere riguardo al modo di compilare le fatture. Ho aperto da qualche mese la partita iva (italiana),ma ancora mi scontro con un problema di tipo pratico nel momento in cui devo calcolare la tariffa. Faccio un esempio: poniamo che l'agenzia con la quale collaboro mi paghi, per comodità di calcolo, 10 euro netti a cartella e io ho tradotto, poniamo, 10 cartelle. Quando vado a calcolare il compenso, dovrò calcolare 10 euro x 10 cartelle, oppure dovrò calcolare la tariffa lorda rispetto ai 10 netti (che fa 12,5) e poi moltiplicare per il numero di cartelle totali? C'è da premettere che prima di avere la partita iva, collaboravo occasionalmente con alcune agenzie che mi pagavano il compenso sotto forma di collaborazione occasionale,ovvero compenso lordo meno ritenuta d'acconto al 20%; quindi se 10 euro erano netti, il lordo era 12,5 e la differenza veniva versata dall'agenzia sotto forma di anticipo tasse a mio favore allo stato. Quindi io mi domando: passando dalla collaborazione occasionale soggetta a ritenuta d'acconto alla fatturazione, quale sarò il compenso che devo indicare in fattura? Sempre i 10 netti o i 12,5?
Alcune agenzie con cui collaborano mi hanno detto che devo mettere la tariffa lorda, ma almeno un paio mi stanno facendo dei problemi e a questo punto mi stanno venendo dei dubbi su quale metodo sia quello giusto.
La mia contabilità prevede il compenso + 4% Inps+ Iva 20%- ritenuta d'acconto 20%.
Io temo che calcolando il netto ci rimetto rispetto alla collaborazione occasionale visto che su quell'importo io devo versare l'iva (e nel mio regime iva e ritenuta si annullano).
Qualcuno ha avuto esperienze simili (come calcolare la tariffa a cartella passando dalla collaborazione occasionale soggetta a ritenuta d'acconto alla partita iva)? Potete darmi un consiglio? Mi scuso se questo argomento è già stato trattato altre volte (sono una 'proziana' solo da poco tempo), magari se c'è qualche link all'interno del sito che mi può chiarificare le idee, ve ne sarei grata perchè questa cosa mi sta davvero facendo perdere il sonno....
p.s. spero di essermi espressa in maniera abbastanza chiara perchè io con numeri e calcoli vari non vado proprio d'accordo!!
Grazie a tutti


Direct link Reply with quote
 

Claudia Mattaliano  Identity Verified
Local time: 16:15
Member (2006)
German to Italian
+ ...
Alternative Nov 3, 2003

Ciao Tiny e benvenuta su Proz, dato che è da poco che sei iscritta!

Per il problema che hai sottoposto, la prima cosa che ti consiglio è di chiedere al tuo commercialista, che, in teoria, dovrebbe anche fornirti un modello di fattura da seguire e chiarire tutti i tuoi dubbi!

Io ho aperto partita IVA a gennaio di quest'anno e prima collaboravo anch'io con alcune agenzie e venivo pagata col sistema della ritenuta d'acconto che hai spiegato tu stessa. Quando ho aperto la partita IVA, a dire il vero non mi sono fatta alcun problema riguardo al compenso stabilito coi miei clienti! Ho sempre calcolato la tariffa stabilita a cartella, a riga, a parola o a ora, più il 4% più il 20% (nel mio caso non tolgo il 20% di ritenuta in fattura perché rientro in un regime particolare). Insomma, alla tariffa che concordi con le agenzie dovresti poi sempre aggiungere queste percentuali, senza porti altre domande! Altrimenti diventa un caos unico!

Spero di esserti stata d'aiuto!

Buon lavoro e buona fortuna, Claudia.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 12:15
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Compenso e Imponibile Nov 3, 2003

ciao tiny e benvenuta,
vorrei aiutarti se possibile a districarti tra gli importi fatturati, le detrazioni e gli altri importi che compaiono fattura, con o senza ritenuta, con o senza IVA.
Vediamo se mi riesce in modo chiaro.

Il concetto fondamentale e' il tuo compenso, che viene detto anche imponibile della fattura.

Si chiama imponibile perche' e' la base su cui si calcolano tutti gli altri importi, sia l'iva che gli anticipi di imposta sul reddito.
Tu devi calcolare e considerare, in prima battuta, il tuo compenso e basta, indipendentemente da tutte le altre aggiunte e sottrazioni.
Se decidi di applicare una tariffa di 100 Euro per un lavoro, devi fatturare 100, e 100 e' il tuo imponibile.
Fin qui ci siamo? ok.

Il fatto che in fattura vengano poi esposti altri importi cambia l'importo che ti viene pagato, cioe' il totale fattura, ma non il tuo reddito.

In particolare, se applichi la "ritenuta d'acconto", non cambia il tuo reddito, si tratta infatti solo di un importo che ricevi in meno in tasca al momento, ma che rimane TUO a tutti gli effetti, lo recuperi nel momento in cui lo riporti come gia' versato nella dichiarazione dei redditi.

Il tuo guadagno e' sempre 100, anche se ti viene pagato 80. I 20 Euro di ritenuta sono ancora soldi tuoi che nella fattispecie transitano tramite il cliente e vanno direttamente all'erario.
Ci vanno in anticipo ma a tuo nome, tramite il versamento del cliente che agisce da "sostituto d'imposta".

Se devi pagare, ad esempio tasse per 1000 euro, i 20 Euro che non incassi ora su questa fattura, li porteri in conto come gia' versati, e l'importo da pagare scende a 980 per effetto della ritenuta in questa ipotetica fattura.
Chiaro fin qui? ok. Proseguiamo.

Un discorso simile vale per l'Iva. Attenta qui, che forse su questo punto hai dei dubbi.
Il fatto che tu ora debba addebitare 20 Euro di Iva, non cambia il tuo reddito, che era e rimane 100.
L'importo dell'Iva passa in mano tua solo in quanto fungi da esattore per conto dell'erario, ma la devi versare, quindi non ti sposta in termini di reddito.

(tralascio il discorso dell'Inps per semplicita')

In conclusione, se la tariffa del tuo lavoro e' 100, tu fatturi 100 (imponibile ovvero il tuo reddito), poi aggiungi e togli varie voci, +20% di iva, -20% in acconto tasse, 4% Inps, e alla fine incassi supponiamo 104 (pari a: 100 -20 +20 +4) ma il tuo reddito e' sempre quel 100 che era il prezzo iniziale del lavoro.

Spero che sia chiaro, ed e' anche semplice, fino a questo punto. Le complicazioni ci sono (eccome se ci sono) ma non ancora a questo livello di concetti di base che sono semplicissimi.

Se sei d'accordo fino a questo punto, forse abbiamo eliminato la tua paura di rimetterci applicando l'Iva.

tiny wrote:
...
Alcune agenzie con cui collaborano mi hanno detto che devo mettere la tariffa lorda, ma almeno un paio mi stanno facendo dei problemi e a questo punto mi stanno venendo dei dubbi su quale metodo sia quello giusto.
La mia contabilità prevede il compenso + 4% Inps+ Iva 20%- ritenuta d'acconto 20%.

Io temo che calcolando il netto ci rimetto rispetto alla collaborazione occasionale visto che su quell'importo io devo versare l'iva (e nel mio regime iva e ritenuta si annullano)...


Non devi fatturare la stessa tariffa di prima (lorda) da cui scorporare l'Iva, bensi' devi aggiungerla al netto precedente.

Il tuo cliente, a sua volta, se e' una ditta con partita Iva, non paga questi soldi di tasca perche' li porta in detrazione come Iva acquisti e non gli costa nulla (come per te non e' un guadagno, per loro non e' un costo).

Soprattutto, non farti confondere dal fatto che Iva e ritenuta hanno un importo simile, e' una coincidenza e non hanno alcuna relazione tra loro. Come ho spiegato, il 20% di Iva lo incassi ma non e' tuo, il 20% di ritenuta non ti viene pagato, ma e' virtualmente tuo. Entrambe queste voci non hanno influenza sull'importo di base che rimane lo stesso.
La confusione si elimina comprendendo la natura esatta di quello che e' tuo, anche se non lo incassi subito (rit.acc.) e invece di quello che incassi ma NON e' tuo (Iva).

Spero che il mio lungo polpettone di spiegazioni ti sia utile, altrimenti chiedi esattamente su quale punto hai dubbi, e qualcuno potrebbe trovare il modo per illuminarti.

ciao
Gianfranco



[Edited at 2003-11-03 14:49]


Direct link Reply with quote
 

Catherine Bolton  Identity Verified
Local time: 16:15
Member (2002)
Italian to English
+ ...
calcolando... Nov 3, 2003

Ciao Tiny!
Ho la P.IVA da un bel po', ed il calcolo è questo:
10 cartelle x 10 euro = 100 euro
4% INPS (con la dicitura "Contributo previdenziale INPS legge 335/1995
addebito del 4%") = 4 euro
Imponibile = 104 euro
20% IVA = 20,8 euro
TOTALE = 124,8 euro
MENO RA di 20,8 euro
TOTALE CHE TI PAGA IL CLIENTE = 104 euro.

Da lì, tu verserai l'IVA mentre il tuo cliente verserà la RA per te.
In tasca avrai 83,20 euro.

Non possono chiederti di considerare come lordo la cifra di 104 euro!


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 16:15
Member
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
quindi la mia tariffa ora è 125? Nov 3, 2003

"Non devi fatturare la stessa tariffa di prima (lorda) da cui scorporare l'Iva, bensi' devi aggiungerla al netto precedente"

Quindi è come immaginavo io, ovvero se io decido che voglio 'guadagnare' cento ora che ho la partita iva(ovvero la stessa cifra che prendevo prima con il regime di prestazione occasionale), la tariffa che ora dovrò applicare è 125. Una volta che avrò versato l'iva mi rimarranno i 100 che prendevo prima; il cliente invece per me dovrà sborsare 125 + 4%inps e dovrà versare il 20% per cento come ritenuta d'acconto a mio favore (quindi in pratica sborserà 125 per la traduzione, 26 di ritenuta d'acconto, 5 di inps per un totale di 156). Io prenderò 130 di cui 5 euro li verserò all'inps e 25 li sborserò per l'iva: alla fine mi rimaranno i fatidici 100 euro. E' giusto il mio ragionamento?


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 12:15
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Il tuo calcolo e' errato Nov 3, 2003

tiny wrote:
...Quindi è come immaginavo io, ovvero se io decido che voglio 'guadagnare' cento ora che ho la partita iva(ovvero la stessa cifra che prendevo prima con il regime di prestazione occasionale), la tariffa che ora dovrò applicare è 125. Una volta che avrò versato l'iva mi rimarranno i 100 che prendevo prima; il cliente invece per me dovrà sborsare 125 + 4%inps e dovrà versare il 20% per cento come ritenuta d'acconto a mio favore (quindi in pratica sborserà 125 per la traduzione, 26 di ritenuta d'acconto, 5 di inps per un totale di 156). Io prenderò 130 di cui 5 euro li verserò all'inps e 25 li sborserò per l'iva: alla fine mi rimaranno i fatidici 100 euro. E' giusto il mio ragionamento?


In breve. NO. I calcoli che fai tu sono sbagliati.
I calcoli giusti, sulla base di un lavoro di 100 Euro li ha fatti Caterina, giustissimi al centesimo.

Per guadagnare 100 devi fatturare 100, non 125. Il tuo errore e' che confondi quello che ti viene pagato (il totale a pagare) con l'importo spettante a te (imponibile).
Una parte di questo non ti viene subito in tasca, ecco perche' incassi 83.20 anche se fatturi 100.

Inoltre, fai un altro errore fondamentale (e abbastanza comune), il 20% di IVA non si calcola scorporando il 20% ma aggiungendo il 20%.
Questo te lo devo spiegare con dei numeri.

Lasciamo perdere per semplicita' ritenute d'acconto e Inps. Sto parlando solo di IVA.

Nel tuo esempio, tu fai questo calcolo: 125 lo scorpori in modo da ottenere 25 iva e 100 imponibile. Questo e' errato!
L'iva non e' il 20% del totale lordo ma il 20% applicato sull'importo di base (o imponibile).

In pratica, scorporando 125 non hai 25 iva e 100 imponibile, ma 20.84 iva e 104.16 imponibile.
Infatti, 20.83 e' il 20% di 104.17.
Imponibile = 104.17
20% iva = 20.83
Totale = 125.00


Mi fermo qui, se non ti quadrano le cifre forse e' meglio che tu chieda di persona a qualcuno esperto di ragioneria, calcolo di IVA e scorporo IVA.
Qui nei forum e' difficile spiegare di piu' senza entrare in calcoli ed esempi troppo lunghi.

ciao
Gianfranco


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 16:15
Member
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
ultimissima cosa Nov 3, 2003

Scusate l'ignoranza!
Vorrei solo essere sicura: quindi se io prima senza partita iva prendevo 100 al netto della ritenuta d'acconto, l'importo base da cui ora dovrò partire per compilare la fattura sarà comunque 100, a cui si sommerà il 4% inps, il 20% iva e si sottrarrà la ritenuta al 20%. Spero di aver capito!
Grazie a tutti e buonanotte!


Direct link Reply with quote
 
evaesse
Local time: 16:15
Italian to Croatian
+ ...
ritenuta d'acconto Nov 4, 2003

[quote]tiny wrote:

Scusate l'ignoranza!
Vorrei solo essere sicura: quindi se io prima senza partita iva prendevo 100 al netto della ritenuta d'acconto, l'importo base da cui ora dovrò partire per compilare la fattura sarà comunque 100,

tiny, ma se prima prendevi 100 al netto della ritenuta d'acconto il tuo "lordo" di partenza era 125 e non 100 come dici tu. Solo che era l'agenzia o il cliente che versavano per te il 20% allo stato. Quindi il cliente a te dava 125 anche se tu incassavi 100.
Per quanto riguarda l'IVA passo.
Ciao
Eva


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 12:15
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Ti preparo un foglio Excel Nov 4, 2003

tiny wrote:
...quindi se io prima senza partita iva prendevo 100 al netto della ritenuta d'acconto, l'importo base da cui ora dovrò partire per compilare la fattura sarà comunque 100...


tiny, Eva ha ragione!
finora ci avevi detto, o almeno avevamo capito tutti che fatturavi 100, invece ora hai cambiato versione e dici "100 al netto della ritenuta" che significa 125.

Ho pensato di aiutarti in un altro modo. Se fai avere il tuo indirizzo email, ti mando un foglio Excel che ti consentira' di calcolare tutto in modo molto chiaro (inps, iva, ritenuta d'acconto, totale netto, ecc...), cosi' vedrai con i tuoi occhi e potrai fare tutte le prove che vuoi, cambiando le cifre e anche utilizzandole in fattura.

ciao
Gianfranco


PS: il foglio Excel e' pronto per tiny e per chiunque altro lo voglia avere.
Basta che mi mandiate una email di richiesta e ve lo mando al volo.
ciao, GF




[Edited at 2003-11-04 14:49]


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 16:15
Member
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
infatti quello che non capisco è proprio questo!!! Nov 4, 2003

Sì, ragazzi, la mia domanda era proprio questa:
Prima l'agenzia mi pagava 125, di cui 100 mi rimanevano in tasca e 25 li versava l'agenzia per me sotto forma di ritenuta d'acconto; quindi il mio compenso era 125, di cui 'vedevo' subito 100 e 25 andavano come anticipo tasse.
Ora con partita iva, cosa devo mettere 'come prima riga' nel mio foglio excel, cioè quale deve essere l'importo base al quale poi sommare inps, iva, e togliere la ritenuta? Sarà 100 o 125?
....io ve l'avevo detto che coi numeri proprio non c'arrivo....
Grazie Gianfranco per il foglio excel (il mio commercialista me l'ha dato chiaramente, ma il mio dubbio amletico era sempre quello: 125 o 100 come 'importo di partenza, cioè quanto chiedere all'agenzia'?? Ti mando volentieri il mio e-mail (così poi ti posso tormentare meglio...hi hi hi!,magari più tardi perchè ora esco.
Se mi dite che devo chiedere 100, mi arrendo e vi credo, se mi dite 125 era l'importo che finora mettevo io (ma magari sbagliando!).
Di nuovo grazie a tutti per la pazienza e grazie fin qui!


Direct link Reply with quote
 

Arianna Niero  Identity Verified
Italy
Local time: 16:15
Russian to Italian
+ ...
Semplifica il calcolo Nov 4, 2003

Gianfranco Manca wrote:

In pratica, scorporando 125 non hai 25 iva e 100 imponibile, ma 20.84 iva e 104.16 imponibile.
Infatti, 20.83 e\' il 20% di 104.17.
Imponibile = 104.17
20% iva = 20.83
Totale = 125.00



Non so se il mio contributo serve a qualcosa, o confonderà di più le idee, comunque basta un piccolo accorgimento per semplificare il calcolo.
Facendo il percorso inverso, per scorporare l\'iva da un importo lordo basta dividere per 1,20: 125/1,2 = 104,16666.. da arrotondare al cent superiore = 104,17
Ti ricaverai l\'iva per differenza e poi indicherai in fattura il tutto nell\'ordine indicato da Gianfranco.

Ciao
A.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 12:15
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Ora e' tutto chiaro... Nov 4, 2003

tiny wrote:

Sì, ragazzi, la mia domanda era proprio questa:
Prima l'agenzia mi pagava 125, di cui 100 mi rimanevano in tasca e 25 li versava l'agenzia per me sotto forma di ritenuta d'acconto; quindi il mio compenso era 125, di cui 'vedevo' subito 100 e 25 andavano come anticipo tasse.
Ora con partita iva, cosa devo mettere 'come prima riga' nel mio foglio excel, cioè quale deve essere l'importo base al quale poi sommare inps, iva, e togliere la ritenuta? Sarà 100 o 125?
....io ve l'avevo detto che coi numeri proprio non c'arrivo....
Grazie Gianfranco per il foglio excel (il mio commercialista me l'ha dato chiaramente, ma il mio dubbio amletico era sempre quello: 125 o 100 come 'importo di partenza, cioè quanto chiedere all'agenzia'?? Ti mando volentieri il mio e-mail (così poi ti posso tormentare meglio...hi hi hi!,magari più tardi perchè ora esco.
Se mi dite che devo chiedere 100, mi arrendo e vi credo, se mi dite 125 era l'importo che finora mettevo io (ma magari sbagliando!).
Di nuovo grazie a tutti per la pazienza e grazie fin qui!


Chiaramente stavi fatturando 125 e devi continuare, per avere lo stesso guadagno, a fatturare 125. Non cambia niente, certo non devi fatturare 100, che equivarrebbe piu' o meno a guadagnare meno di prima e pagare l'IVA di tasca tua sulla stessa base lorda di prima.

L'unica differenza e' che ora non incassi solo 100, ma anche l'IVA (il 20% aggiuntivo su tutto l'imponibile, che comprende l'Inps) ma ti copio qui sotto il risultato come viene dal foglio elettronico.

A. Prestazione = 125.00
Questo e' l'importo netto della prestazione effettuata.

B. Inps 4.00% su A = 5.00
Fa parte dell'imponibile.

C. Totale Imponibile (A+B) = 130.00
A e B costituiscono la base imponibile.
Tutti i calcoli successivi sono basati su questa cifra (C)

D. IVA 20.00% su C = 26.00
Calcolato su C in base all'aliquota IVA attuale.

E. Totale fattura C+D = 156.00
Totale fattura, prima delle ritenute.

F. Rit. Acconto 20.00% di C = 26.00
Ritenuta, calcolata in base allo stesso imponibile di cui sopra (C)

G. Totale a pagare, E-F = 130.00
Totale che il cliente deve pagare, al netto della ritenuta


ciao
Gianfranco


[Edited at 2003-11-04 09:03]


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 16:15
Member
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
allora Nov 4, 2003

Allora non sono pazza/rimbecillita!!! L'agenzia mi vuole invece far mettere 100 ma così io ci rimetto e non mi sembra proprio giusto!!!
Grazie! Mi avete salvato la vita!!!!!!


Direct link Reply with quote
 

Ilde Grimaldi  Identity Verified
Local time: 16:15
Member (2003)
English to Italian
+ ...
mai parlare di "al netto", tranne che per l'IVA Nov 4, 2003

tiny wrote:

Allora non sono pazza/rimbecillita!!! L'agenzia mi vuole invece far mettere 100 ma così io ci rimetto e non mi sembra proprio giusto!!!


Secondo me il tuo "errore" di fondo è che negli anni o anche ora ti sei posta rispetto al pagamento con il concetto di "al netto" (della ritenuta di acconto). Nella mia esperienza NON era 10 anni fa e non è la pratica corrente né per le prestazioni erogate con parcella né per quelle fatturate con partita IVA.

Quando indichi il tuo prezzo, sia esso sul tuo CV, sulla tua pagina Web o su un preventivo o quando leggi il prezzo sull'ordine del tuo cliente, la pratica comune è di intenderlo come AL LORDO (e al netto dell'IVA, e Gianfranco ha illustrato perfettamente come l'IVA non è un reddito che si intasca, anche se in un certo momento transita sul tuo conto corrente).

Se l'agenzia pretende che tu indichi 100 al lordo, secondo me è giustificata dal fatto che le nostre tariffe sono registrate nei vari database delle agenzie ecc. come una tariffa LORDA, quindi quando hai detto sì a una certa tariffa, si intendeva tacitamente al lordo della ritenuta d'acconto (e non c'entra niente se si è titolari di partita IVA o meno). (Naturalmente questo se non sei in possesso di una conferma che avessero compreso e accettato che tu ragionavi in "al netto della ritenuta d'acconto".).

Quindi, visto che tu sai quanto vuoi guadagnare, da domani si indica 120 + 4% e IVA [attenzione, in fattura sarà 120 + 4% + 20% di IVA - 20% di RA]

ciao e in bocca al lupo
Ilde


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Problemi di fatturazione: come calcolare il compenso con partita IVA?

Advanced search






Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »
PDF Translation - the Easy Way
TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation.

TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation. It also puts your translations back into the PDF to make new PDFs. Quicker and more accurate than hand-editing PDF. Includes free use of Infix PDF Editor with your translated PDFs.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search