tecniche di apprendimento nuovi vocaboli
Thread poster: Manuela Dal Castello

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 20:40
English to Italian
+ ...
Jan 11, 2010

Ciao.
Una domanda... di cui temo la risposta: voi avete qualche metodo particolare o consigliabile per l'apprendimento di (liste di) nuovi vocaboli?

Non ho trovato niente di interessante fino ad ora in internet a parte qualche "guru" che propone corsi di memorizzazione veloce pagati fior di quattrini e quindi per me l'unico suggerimento valido per ora è quello della mia ex insegnante di tedesco e cioè la scatola della memoria:
una scatola di carta con scompartimenti di larghezza varia in cui inserire dei bigliettini con i nuovi vocaboli (nel primo spazio, il più stretto, i vocaboli nuovi: si legge la forma che già si conosce sul recto del biglietto, ci si dà la risposta e la si controlla sul verso; se ok si sposta il bigliettino nel secondo scompartimento, di larghezza doppia, altrimenti lo si rimette nel primo). In questo modo si ripetonono più volte i vocaboli nuovi che, a mano a mano che diventano noti e si spostano negli scompartimenti più indietro, più spaziosi e con più biglietti, necessitano di meno ripasso.

Attendo vostri graditi suggerimenti!
Grazie e buon lavoro a tutti,
Manuela


 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 12:40
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Stesso metodo, ma con una piccola modifica Jan 11, 2010

Manuela Dal Castello wrote:

l'unico suggerimento valido per ora è quello della mia ex insegnante di tedesco e cioè la scatola della memoria:
una scatola di carta con scompartimenti di larghezza varia in cui inserire dei bigliettini con i nuovi vocaboli (nel primo spazio, il più stretto, i vocaboli nuovi: si legge la forma che già si conosce sul recto del biglietto, ci si dà la risposta e la si controlla sul verso; se ok si sposta il bigliettino nel secondo scompartimento, di larghezza doppia, altrimenti lo si rimette nel primo). In questo modo si ripetonono più volte i vocaboli nuovi che, a mano a mano che diventano noti e si spostano negli scompartimenti più indietro, più spaziosi e con più biglietti, necessitano di meno ripasso.


Lo stesso metodo ce lo avevano insegnato a Trieste. Io l'ho adottato con una piccola (utile) modifica:

Per ogni risposta corretta si segna sul biglietto (a matita), una "o", per ogni risposta sbagliata, una "x". Il biglietto passa allo scomparto successivo solo quando ha accumulato quattro "o" consecutive. Se però sbagli due volte di seguito (quindi, due "x" consecutive", il biglietto ritorna allo scomparto precedente. In questo modo le parole che, per una ragione o per l'altra ti danno più difficoltà, vengono rimangono negli scomparti ripetuti più spesso.

Tra parentesi, se cerchi in Internet dovresti trovare vari programmi software che permettono di usare più o meno lo stesso metodo elettronicamente.


 

Leanida
Italy
Local time: 20:40
Italian to Russian
+ ...
Ma si usa ancora studiare parole? Jan 11, 2010

Mi sono laureata quasi 10 anni fa, e già allora ci dicevano che non serve a nulla studiare singoli vocaboli. Ci dicevano invece che conoscere una parola vuol dire saper usarla in diversi contesti. Secondo me è molto piu' efficace inventare delle frasi con la parola che si vuole imparare o anche cercarla in google in diversi contesti. In questo modo il vocabolo non solo si memorizza "da se", ma aumenta la probabilità che entri subito in vocabolario attivo.

Spero che abbia capito bene il metodo di cui parlateicon_smile.gif: mi sembra che si tratti di singole parole?


 

Pasquale Angiulli  Identity Verified
Spain
Local time: 20:40
English to Italian
+ ...
Dove trovare i Software? Jan 11, 2010

Molto interessante il metodo della prof di tedesco.
Sono attualmente studente alla SSLMIT di Trieste e di questo metodo di memorizzazione nessuno ci ha mai detto nulla.
Come posso trovare in internet i software per applicare qst metodo?

Grazie


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 20:40
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
hai capito bene, ma.... Jan 11, 2010

Leanida wrote:

Mi sono laureata quasi 10 anni fa, e già allora ci dicevano che non serve a nulla studiare singoli vocaboli. Ci dicevano invece che conoscere una parola vuol dire saper usarla in diversi contesti. Secondo me è molto piu' efficace inventare delle frasi con la parola che si vuole imparare o anche cercarla in google in diversi contesti. In questo modo il vocabolo non solo si memorizza "da se", ma aumenta la probabilità che entri subito in vocabolario attivo.

Spero che abbia capito bene il metodo di cui parlateicon_smile.gif: mi sembra che si tratti di singole parole?


Ciao,
Sì hai capito bene, io parlo di singole parole. Concordo anche che l'utilità del memorizzare liste di vocaboli non sia eccelsa, anche se prima o poi in qualche modo si devono imparare, e comunque è difficile (almeno per me, anche se la mia memoria grazie a Dio è abbastaza buona) che le parole con i loro significati e le particolarità grammaticali, ad esempio i plurali irregolari o le preposizioni che reggono, rimangano in mente dopo una sola lettura o un uso sporadico.
In realtà la mia domanda ha un fondamento scolastico, visto che nel programma di un esame universitario che devo dare si trova appunto un glossario... da memorizzare perché durante l'esame non si ha diritto al dizionario.

Ciao
Manuela


 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 12:40
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Valore dello studio di singoli vocaboli Jan 11, 2010

Leanida wrote:

già allora ci dicevano che non serve a nulla studiare singoli vocaboli. Ci dicevano invece che conoscere una parola vuol dire saper usarla in diversi contesti.


È vero che studiare singoli vocaboli, di per sé, non è sufficiente, ma non è per niente vero che sia inutile: come puoi iniziare ad usare una parola in diversi contesti se non ne sai almeno un significato?

L'apprendimento di singoli vocaboli è utile, sempre che uno si ricordi che i singoli vocaboli di solito hanno più di un solo significato.


 

Leanida
Italy
Local time: 20:40
Italian to Russian
+ ...
. Jan 11, 2010

Manuela Dal Castello wrote:
è difficile che le parole con i loro significati e le particolarità grammaticali, ad esempio i plurali irregolari o le preposizioni che reggono, rimangano in mente dopo una sola lettura o un uso sporadico.


Ma no, non intendevo sola lettura e uso sporadico, certo che bisogna cercare di memorizzare, ma una frasetta, non una parola. Non cambia poi cosi tanto tra "libro" e "leggere un libro", ma in secondo caso c'è già una costruzione sintattica che, una volta imparata, è riutilizzabile. Poi farne dieci di frasette diverse con questa parola è già un modo per memorizzarla. A maggior ragione se bisogna imparare le preposizioni e varie forme grammaticali.

E' solo una mia opinioneicon_smile.gif.


 

Andrea Bertocchi  Identity Verified
Italy
Local time: 20:40
German to Italian
Esplorare i vari metodi per trovare il proprio Jan 11, 2010

Ciao tutti,

ai miei studenti faccio creare schedine come quelle della "scatola della memoria" citata aggiungendo sul retro frasi esemplificative e collocazioni...

come sempre, ognuno deve tuttavia trovare il metodo migliore per il proprio stile cognitivo

un ulteriore aiuto può essere ad esempio l'aggiunta di un'illustrazione (per chi è più un tipo visivo)

personalmente trovo utile costruire mappe concettuali e famiglie di parole imparentate

saluti

Andrea

[Modificato alle 2010-01-11 18:18 GMT]


 

Fran Cesca
Italy
Local time: 20:40
English to Italian
+ ...
Liste di parole Jan 12, 2010

Ai miei tempi, ormai 10 anni or sono, la lettrice di francese ci faceva fare questo tipo di esercizio - dopo aver dichiarato un argomento ci dava un tot di tempo per scrivere il maggior numero di parole che ci venivano in mente in proposito e ci faceva ripetere questo esercizio diverse volte in giorni diversi fin quando non avevamo completato il 'glossario'. Io ancora oggi di tanto in tanto mi rinfresco la memoria così.

Personalmente quando devo trattare argomenti nuovi, mi scarico qualche glossario e comincio a tentare di apprendere nuove parole a gruppi di 5 scrivendomele e ripetendomele (dopo essermele domandate a bruciapelo) fin quando non le ho imparate - lo so che è un po' schizofrenico come metodo e magari non molto 'accademico' ma io mi ci trovoicon_smile.gif


 

italia  Identity Verified
Germany
Local time: 20:40
Italian to German
+ ...
Dalla mia esperienza Jan 12, 2010

Ciao a tutt*, sono di corsissima ma vorrei anch'io dare i miei due centesimi:)))
Concordo con Manuela per quanto riguarda l'utilità della famosa "scatola" di termini.
Ormai ci sono sul mercato pure quelli già precompilati. Dal canto mio consiglio cmq ai miei alunni di comprare una scatola e le schede vuote e di compilarli regolarmente dopo ogni lezione. Lo so comporta una bella disciplina nonché un'enorme mole di lavoro ma ne vale la pena credetemi anche in considerazione dell'esercizio ortografico.
Ci sono inoltre vari calendari da mettere sulla scrivania (almeno qui in Germania) pubblicati ad esempio dalla casa editrice tedesca LANGENSCHEIDT, disponibili in varie lingue tra cui anche il Tedesco come lingua straniera, mirati a chi intende assumere quotidianamente la propria pillola di saggezza del Tedesco:)))
Chi desiderasse + info mi contatti pure tramite il mio profilo.
Ora scappo la mia alunna di inglese mi attende:)))
Buono studio a tutt*!!!!

[Edited at 2010-01-12 11:20 GMT]


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

tecniche di apprendimento nuovi vocaboli

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search