Doppia tassazione
Thread poster: Oana Popovici

Oana Popovici
Italy
Local time: 10:04
Member (2008)
English to Romanian
+ ...
Jan 13, 2010

Cari colleghi/e,

da un po' di tempo ho in mente di chiedere i vs. consigli in riferimento ad una situazione lavorativa un pochino strana, direi.

Premetto che lavoro con ritenuta d'acconto, non superando i 5000 Euro annui.
La situazione: lavoro da 3 anni per un cliente con sede in Slovenia. All'inizio della ns. collaborazione il suddetto cliente mi ha avvisato che non può pagarmi direttamente per i servizi da me forniti, in quanto non ho la P.IVA. Quindi, si è preso la briga di apprirmi una P.IVA slovena e mi paga tramite un intermediario (un agenzia che si occupa di copyright) usando questo identificativo. Questa cosa mi è sembrata subito leggermente "ambigua".

Sono residente in Italia, quindi le tasse (nel mio caso la RA del 20%) le devo pagare in Italia. Solo ed esclussivamente. O no?
Non in Slovenia.
Oppure in caso di doppia tassazione, ci devono essere delle agevolazioni.
E su questo non ci piove. Di conseguenza, al momento mi trovo in una condizione di doppia tassazione. Le tasse applicate in Slovenia, pertanto, sono superiori alla ns. RA del 20%. Pago più o meno il 25% lì.
Poi, ulteriormente, il 20% dell'importo rimanente va allo stao italiano.
E siccome le tariffe offerte non sono altissime, mi ritrovo alla fine quasi con un pugno di mosche.
Non è normale, secondo me.
Ho guardato un'attimino le leggi europee riguardanti la doppia tassazione e, da quanto ho capito, dovrei rientrare nella categoria dei fornitori di servizi occasionali, e dovrei avere la possibilità di emettere normalmente la mia "notula di pagamento", cosa che ho sempre fatto con tutti gli altri clienti esteri.
Ma come posso spiegarlo a loro? Ho cercato la legge Biagi che regola le prestazioni occasionali, in inglese, ma non sono riuscita a trovarla.

Mi servono veramente i vs. consigli, magari qualche link utile.

Vi ringrazio di cuore e vi auguro buona giornata!
Oana


Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 10:04
English to French
+ ...
Residenza ? Jan 13, 2010

Hai la residenza in Italia quindi in Slovenia non devi pagare di certo le 20% RA.
Comunque, se hai un "impresa" (PIVA) in Slovenia, non capisco perchè devi dichiarare questi reditti in Italia sopratutto se le dichiari in Slovenia. Certo, se fai entrare questi reditti in Italia direttamente da una società in Slovenia, dovrai in caso di controllo fiscale provare al fisco Italiano che hai pagato le tasse in Slovenia. Presumo tuttavia che hai un conto in Slovenia......
Al contrario, se hai la residenza in Italia e fatturi con indirizzo in Italia, allora non devi versare nulla in Slovenia.
Inoltre le 20% di RA non esistono se la società per la quale lavori non è Italiana ma paghi le tasse come tutti sul fatturato. Le 20% di RA si applicano solo se l'agenzia/cliente è Italiano poichè lui lo versa al fisco Italiano e ti fornisce anche un attestato annualmente delle somme "accantonate".

Al meno mi pare.....

Spero che colleghi più esperti possano aiutarti con maggiore informazioni.

[Modificato alle 2010-01-13 12:23 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Oana Popovici
Italy
Local time: 10:04
Member (2008)
English to Romanian
+ ...
TOPIC STARTER
Allora, Jan 13, 2010

Grazie per la risposta!

Ho la residenza in Italia.
Non ho nessun conto in Slovenia. Non ho nessun rapporto con la Slovenia, ad eccezione di questa collaborazione. Le mie entrate vanno direttamente nel mio conto corrente italiano.
Mi pare che comunque, nel caso il cliente non sia italiano e quindi non versa per me la RA, la devo versare io. Almeno così ho fatto fino adesso. Poi, alla presentazione della dichiarazione dei redditi si pagano altre eventuali tasse.
Questa cosidetta P.IVA slovena, me l'ha aperta il cliente, dicendo che è l'unico modo per potermi pagare. E io non intendo più sottostare al loro sistema, perchè, come giustamente dici, nel caso di controllo del fisco, io veramente, a parte una ricevuta di questa agenzia intermediaria (e neanche quella a volte), non posso dimostrare di aver pagato le tasse in Slovenia. E anche potendolo dimostrare, mi pare assurdo che io debba pagare le tasse slovene, quando abito e svolgo la mia attività in Italia.
Per questo motivo, fino ad ora, ho pagato il doppio (sia lì, che qua), per non lavorare illegalmente.

Mah....


Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 10:04
English to French
+ ...
RA Jan 13, 2010

Non credo che tu debba pagare le 20% di RA; si fa a fine anno mi pare sulla dichiarazione IRPEF.
Per curiosità: ha chi, dove e come le paghi ? Ti viene dato una ricevuto dall'agenzia per le entrate ?
Quanto al fatto che devi pagare qualcosa in Slovenia, questo mi pare incredibile ! Siamo nella EEC o no ??? E quindi le regole valgono per tutti i paesi membri.


Direct link Reply with quote
 

Sara Carboni  Identity Verified
Local time: 10:04
French to Italian
+ ...
RA Jan 13, 2010

In effetti la RA viene trattenuta e versata dal cliente (sostituto d'imposta) per tuo conto allo Stato italiano, per cui sembra strano anche a me che tu le paghi...

Comunque, RA a parte, esistono appositi accordi in materia di tassazione tra i vari Paesi membri dell'UE proprio per evitare la doppia imposizione, ma credo che per chiarirti con certezza le idee l'unica cosa da fare è consultare un commercialista!

Altrimenti rischi solo di confonderti di più!

Io almeno farei così...


Direct link Reply with quote
 

Oana Popovici
Italy
Local time: 10:04
Member (2008)
English to Romanian
+ ...
TOPIC STARTER
Rettifica: Jan 13, 2010

Dicendo che pago le RA quando il cliente non rappresenta sostituto d'imposta, mi riferivo, giustamente, all'acconto IRPEF....continuo a chiamarle RA...non so perchè!

Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 10:04
English to French
+ ...
Giusto Jan 13, 2010

Giusto pagare l'IRPEF se sei residente in Italia, non hai scelta.
Rimane a capire perché dovresti essere tassata alla fonte (in Slovenia).
A tale proposito: ti viene fornita qualche documento giustificativo dallo stato Sloveno ?


Direct link Reply with quote
 

Oana Popovici
Italy
Local time: 10:04
Member (2008)
English to Romanian
+ ...
TOPIC STARTER
Continuano a dirmi Jan 13, 2010

che se non ho la P.IVA (la VAT ID, visto che la comunicazione è svolta in inglese) loro non riescono a pagaremi prendendo come riferimento la mia normale notula di pagamento, che in ogni caso ha sempre funzionato benissimo con tutti gli altri clienti esteri (USA, Polonia, Inghilterra, Irlanda).
Come documento giustificativo da parte di questa agenzia che fa da intermediario tra me e il cliente, che comunque neanche lui è un cliente diretto (che casino!!!), ho ricevuto, una sola volta, una specie di ricevuta dove confermavano il pagamento sul mio conto corrente, ma niente che mi confermi l'effettivo pagamento delle tasse in Slovenia.
Leggendo i vari link trovati anche su questo forum e la legge sull'IVA in Slovenia, io deduco che non devo pagare niente lì.

Questo è quanto ho trovato:

http://www.mf.gov.si/slov/dav_car/ZDDV04_lektoriran_angl.pdf

2. Supply of services
Article 8
VAT Act – consolidated text
(supply of services)
(1) Supply of services shall mean the performance, the omission or permission of any action in the course of performing an activity other than the supply of goods within the meaning of Articles 4, 5 and 6 of this Act.
(2) The following, inter alia, shall be considered as supply of services:
1. the transfer, assignment, exercise and waiver of copyrights, patents, licenses, trademarks and other property rights (hereinafter: property rights);
2. the supply of services on the basis of a decision by a state body, a local community body, or on the basis of the Act;
3. the use of the services of a taxable person for non-business purposes;
4. the exchange of services.
...
III. VAT PAYERS
Article 12
(persons liable to pay VAT)
(1) Persons liable to pay VAT shall be:
1. a taxable person carrying out the taxable supply of goods or services, except for the cases in accordance with points 2, 3, 4 and 7 of this paragraph;
2. a taxable person to whom services covered by the third paragraph of Article 17 of this Act are supplied;
3. persons identified for the purposes of VAT in Slovenia to whom services from Articles 18a, 18b, 18c and 18d of this Act are supplied, where such services are provided by a taxable person not established in Slovenia;
VAT Act – consolidated text
4. the recipient of goods when the following conditions are met:
- goods are supplied under the conditions from Article 28c of this Act;
- goods were supplied to another taxable person or non-taxable legal person identified for VAT purposes in Slovenia, and
- the invoice issued by the taxable person not established in Slovenia contains prescribed data.
5. any person who shows VAT on an invoice;
6. any person effecting an intra-Community acquisition of goods, if such acquisition is taxable in Slovenia;
7. persons identified for VAT purposes in Slovenia to whom goods under the conditions of fourth and fifth indent of the first paragraph of Article 15 of this Act are supplied, if this supply is performed by the taxable person not established in Slovenia.
(2) If the person liable to pay VAT in accordance with the first paragraph of this Article is a taxable person not established in Slovenia, he may irrespective of the provisions of the first paragraph of this Article appoint a tax representative as the person liable to pay VAT. If a taxable person not established in Slovenia does not appoint a tax representative, the recipient of goods or services shall pay VAT.
(3) On importation, the importer, that is the customs debtor determined in accordance with customs regulations, or the recipient of the goods shall be liable to pay VAT.
...
V. PLACE OF TAXATION
Article 14
(general)
(1) VAT shall be chargeable and payable at the place where the supply of goods or services has been performed, or at the place where the supply is considered to have been performed under this Act.
(2) Slovenia shall be considered as one place for performing supply, unless otherwise provided by this Act.

...

Article 17
(place of supply of services)
(1) The place where a service is supplied shall be deemed to be the place where the taxable person who carries out services has established his business or has a fixed establishment from which the service is supplied or in the absence of such a place, the place where he has his permanent address or usually resides.
(2) Notwithstanding the first paragraph of this Article, the place where the supply of services is performed, shall be considered to be:
1. the place where immovable property is situated for supplies of services directly linked with immovable property, including services such as: services of estate agents, valuations of immovable property, and preparatory construction works such as the services of architects and on-site supervision;
2. the place where a transport service is supplied having regard to the distance covered;
3. the place where services are actually performed, for:
VAT Act – consolidated text
(a) services from the fields of culture, art, science, education, sport, entertainment, including the activity of the organisers of such services;
(b) ancillary transport services such as loading, unloading, transshipment and other services relating to these or other transport-related services;
(c) valuations of movable property;
(d) services performed on movable property.
(3) Notwithstanding the first paragraph of this Article, in respect of the following services:
1. transfer, exploitation and omission of property rights;
2. advertising services;
3. services of consultants, engineers, lawyers and notaries, auditors and accountants, interpreters, translators and similar services, computer services and the supply of information;
4. services related to the cessation or omission of the performance of activities;
5. banking, financial and insurance services including reinsurance services, with the exception of the hire of safes;
6. provision of staff;
7. telecommunication; telecommunication shall be considered to be any transfer, broadcast or reception of signs, signals, text, images, sounds or information by wire, radio, optical or other electromagnetic systems, including the transfer of the right to use the means for such transfer, broadcast or reception. Telecommunications shall also include connection to a global information network.
8. hiring of movable property, except for the hiring of all forms of means of transport;
9. agency services in connection with services under this paragraph performed by an agent in the name and for the account of a customer;
10. transmission of radio and television programmes;
11. which are electronically supplied;
the place of supply of services shall be deemed to be the place where the customer has established his business or has a fixed establishment, for which the service is supplied, or, in the absence of such a place, the place where he has his permanent address or usual resides, if the services are supplied for a customer established outside the Community or a taxable person established in another Member State.
12. access to and transport or distribution through natural gas or electricity
VAT Act – consolidated text
distribution systems and performance of others, directly linked services.
(4) The place of supply of services from point 11 of the third paragraph of this Article performed by a taxable person who has established his business or has a fixed establishment, from which the service is supplied, outside the Community, or, in the absence of such a place, the place where he has a permanent address or usually resides outside the Community, when performed for a non-taxable person who is established or has a permanent address or usually resides in a Member State, shall be deemed to be the place where the non-taxable person is established or has his permanent address or usually resides.



Ma ancora non so che dire...


Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 10:04
English to French
+ ...
IVA ? Jan 13, 2010

Forse mi sono perso qualcosa: cos'è che ti tassano in Slovenia ?
Ti dicono che corrisponde a l'IVA ??? a RA ????

In altre parole, come giustificano che se devi ricevere €1000 te ne danno €800 ?
La differenza a cosa corrisponde ?


Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 10:04
English to French
+ ...
PIVA Jan 13, 2010

Lionel_M wrote:

Forse mi sono perso qualcosa: cos'è che ti tassano in Slovenia ?
Ti dicono che corrisponde a l'IVA ??? a RA ????

In altre parole, come giustificano che se devi ricevere €1000 te ne danno €800 ?
La differenza a cosa corrisponde ?

Completo la mia domanda perché non sono sicuro di avere capito bene :
Non hai nulla a che fare con la Slovenia:
- Non abiti in Slovenia
- Non hai casa in Slovenia
- Non hai conto bancario in Slovenia

Ma hai una PIVA in Slovenia ?





[Modificato alle 2010-01-13 17:37 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Oana Popovici
Italy
Local time: 10:04
Member (2008)
English to Romanian
+ ...
TOPIC STARTER
Esattamente, Jan 13, 2010

una sorta di P.IVA slovena, che il cliente si è occupato di procurarmi tramite questa Authors Agency Slovenia (AAS), all'inizio della mia attività, quando non sapevo bene neanche cosa fosse una cartella. Insomma, questo non è una scusa, faccio mea culpa, dovevo informarmi meglio prima di andarmi a incasinare. Il cliente (anche lui un'agenzia) paga l'intero ammontare alla AAS, che poi passa a me il "netto", dopo aver (cosi dicono) pagato l'IVA allo stato sloveno. E cosi rispondo anche alla tua domanda sul significato della trattenuta.

C'è un vecchio topic sullo stesso argomento, situazione praticamente identica alla mia, solo che la collega si è informata prima....non dopo:

http://www.proz.com/forum/italian/54706-apertura_partita_iva_slovena.html


Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 10:04
English to French
+ ...
Un attività commerciale senza nulla ? Jan 13, 2010

Per primo non vedo come sia possibile di aprire una attività commerciale (PIVA) in un paese dove non hai nulla !
Se fosse cosi semplice, domani aprirei una PIVA in Slovenia, pagherei li 25% d'IRPEF e ciao ciao il fisco Italiano !!!
Questo ovviamente a patto che ti rilasciano un documento attestando che hai pagato le tasse ! Ed è proprio questo il primo problema (truffa ?) visto che in mano non hai nulla mi sembra capire.

Secondo, per la CEE, l'IVA va pagata nel paese dove è prodotto il lavoro ! (l'hai pure riportato tu !) e quindi in Italia !
Pagarla in Slovenia è del tutto incredibile.


Direct link Reply with quote
 

Oana Popovici
Italy
Local time: 10:04
Member (2008)
English to Romanian
+ ...
TOPIC STARTER
Anche se Jan 13, 2010

questo importo che dicono di pagare in Slovenia fosse il corrispondente dell'IRPEF e non dell'IVA, non mi pare comunque legale la cosa.

C'è una convenzione tra Italia e Slovenia riguardante anche la doppia imposizione sui redditi:

http://nuovo.camera.it/view/doc_viewer_full?url=http://web.camera.it/_dati/leg16/lavori/stampati/pdf/16PDL0022990.pdf&back_to=http://nuovo.camera.it/126?PDL=2362&leg=16&tab=2

Mi sa che domani chiamo il commercialista.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Doppia tassazione

Advanced search






LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »
Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search