Perché avete cambiato mestiere?
Thread poster: Giulia TAPPI

Giulia TAPPI  Identity Verified
France
Local time: 14:10
French to Italian
+ ...
Jan 26, 2010

Salve a tutti!

Ho notato che un certo numero di traduttori (in particolare italiani) presenti su questo sito è laureato in altre materie, in particolare scientifiche, come chimica, biologia, ingegneria, medicina...

A parte il fatto che, secondo me, è un vantaggio tutt'altro che trascurabile per il nostro mestiere, e che comunque sono anch'io in questa situazione (per ragioni non professionali, ma personali), mi è venuta la curiosità di sapere perché avete abbandonato (o non avete mai seguito) la professione a cui vi destinava la vostra laurea.

Si tratta solo di una mia curiosità, ma mi piacerebbe conoscere i nostri percorsi!

Grazie a chi vorrà rispondermi, e buon lavoro!

Giulia


Direct link Reply with quote
 
Silvia Barra  Identity Verified
Italy
Local time: 14:10
English to Italian
+ ...
Un mix Jan 26, 2010

Ciao Giulia, sarò schematica perchè vado di fretta.

Ho cambiato mestiere per un mix di motivi professionali, personali ed economici.

Professionali: L'azienda dove lavoravo rischiava una riduzione del personale (che poi si è verificata) e io rischiavo di essere spedita in giro per il mondo.
Ero stufa di lavorare come precaria e/o in posti dove le mie conoscenze non venivano considerate nemmeno un po'.
Ero stufa di essere discriminata in quanto donna
Ero stufa di fare orari impossibili solo per la disorganizzazione di qualcun altro.

Personali: Un bimbo piccolo (penso sia sufficiente).

Economici: Si rifanno un po' a quelli professionali e di soddisfazione personale. Lavorare tanto per fare la serva ad altri che mancavano di un minimo di organizzazione per guadagnare ben poco.

C'è da dire che sono sempre stata molto portata per le lingue, le ho sempre studiate e approfondite. E il primo lavoro appena laureata è stato proprio quello da traduttore, nonstante una laurea in chimica.

Anche perchè i laureati in chimica in Italia sono considerati come periti. Anche nel pubblico le cose sono diverse da una volta, quando bastava una laurea per essere dirigenti. Adesso i chimici fanno gli impiegati. La ricerca universitaria meglio lasciarla perdere, a sentire le esperienze di amici che la fanno.
All'estero o altrove in Italia per vari motivi non ci volevo/potevo andare.

Silvia


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 14:10
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Topic uguale Jan 26, 2010

Ciao Giulia,

questa discussione era già stata fatta, stesso titolo, neanche a farlo apposta!

http://www.proz.com/topic/113453


Direct link Reply with quote
 

Giulia TAPPI  Identity Verified
France
Local time: 14:10
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Deprimente, ma molto interessante... Jan 26, 2010

...quello che mi dici sulla situazione italiana, tanto più che abbiamo studiato entrambe a Torino!

Avendo avuto un padre, uno zio e adesso un figlio che studia da ingegnere chimico (in Francia, per fortuna!!), queste informazioni sono molto interessanti...Non avrei mai creduto che fossimo scesi a questi livelli, compresa la discriminazione verso le donne.

Forse, essendo molto meno giovane di te, ho usufruito di un periodo migliore dal punto di vista lavorativo.

Le situazioni personali sono un altro discorso, anche se per me, che ho avuto 2 figli,
lavorare da free lance non era affatto meglio, in Francia tutto, dal nido alla materna, è fatto per chi ha orari d'ufficio.

Buon lavoro!

Giulia


Direct link Reply with quote
 
Fran Cesca
Italy
Local time: 14:10
English to Italian
+ ...
Cammino inverso Jan 26, 2010

Io invece ho fatto un cammino 'inverso', cioè da Laureata in Lingue che altro non desiderava che fare il tipo in biblioteca a spulciare saghe medievali, mi occupo per il 99.9% del mio lavoro del settore medico-scientifico.

E' stato il primo lavoro offerto dopo la laurea, quando per il 'sacro fuoco' avrei tradotto qualsiasi cosa mi capitava sotto mano e lì mi sono 'arenata' e anche per quel po' di lavoro extra che mi son conservata mi rivolgo sempre allo stesso settore. In fondo allora per l'insegnamento non mi sentivo portata (ah! il senno del poi!), la carriera universitaria era sbarrata, perché ero fuori dai giri che contavano e non è che una con 3 esami di Filologia Romanza può fare tanto altro

E' una 'specializzazione' che svolgo con passione, senza mai lasciare nulla al caso e senza mai sentirmi da meno a che ha fatto il cammino inverso al mio.

Buona giornata,
Francesca


Direct link Reply with quote
 

Giulia TAPPI  Identity Verified
France
Local time: 14:10
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
scusa Jan 26, 2010

Mariella Bonelli wrote:

Ciao Giulia,

questa discussione era già stata fatta, stesso titolo, neanche a farlo apposta!

http://www.proz.com/topic/113453


non avevo pensato a verificare!


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Perché avete cambiato mestiere?

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
PDF Translation - the Easy Way
TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation.

TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation. It also puts your translations back into the PDF to make new PDFs. Quicker and more accurate than hand-editing PDF. Includes free use of Infix PDF Editor with your translated PDFs.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search