Web 2.0: è possibile superare le barriere linguistiche e agevolare la "democratizzazione" del web?
Thread poster: Ilaria Benecchi

Ilaria Benecchi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:38
Member (2011)
French to Italian
+ ...
Feb 1, 2010

Tradurre un sito web una volta era semplice.
Si traducevano i testi ed il sito restava così per mesi, a volte anni.
Si effettuava qualche modifica di tanto in tanto e tutto procedeva così, fino al momento in cui era necessario progettare una nuova versione del sito.

Con l'avvento del web 2.0 i siti integrano blog, forum, newsletter e l'aggiornamento dei contenuti è continuo, sia sul fronte di chi gestisce il sito che sul fronte degli utenti che accedono al sito.

Per le aziende questo rappresenta un problema in più poiché è necessario far tradurre regolarmente i nuovi argomenti ma è sufficiente organizzarsi ed aggiungere una nuova voce di spesa ed il gioco è quasi fatto.

C'è poi un mondo enorme di siti, ed in particolar modo di blog gestiti da privati che scrivono sul web e che difficilmente possono farsi carico di una traduzione dei post in una o più lingue soprattutto per questioni organizzative.

I blog, malgrado alcune fisiologiche degenerazioni, restano comunque uno strumento potentissimo di diffusione di contenuti, la cui circolazione è limitata dalle barriere linguistiche.
L'inglese è senza dubbio un'ottima soluzione ma lascia insoluti molti casi di chi non è in grado di scrivere o leggere correntemente in inglese (non solo in Italia...).

E' un tema che personalmente trovo particolarmente interessante, per le forti possibilità di "democratizzazione" della conoscenza offerte dal web.
Sto ponendo questa questione in vari ambiti, sono certa che quella dei traduttori possa essere la piattaforma primaria in cui discuterne, trattandosi proprio degli addetti ai lavori.

Possono esserci soluzioni innovative che superino le barriere linguistiche per la diffusione dei contenuti web?
Il baratto, lo scambio, un mondo di "open-source" delle traduzioni?


Se lo desiderate leggerò con piacere le vostre riflessioni in merito o le vostre segnalazioni di contenuti già esistenti su questo tema: come per ogni argomento (quasi) tutto è già stato detto in qualche luogo.

Buon lavoro a tutti i restauratori di parole,
Ilaria

Vidiskribi

[Modificato alle 2010-02-01 09:07 GMT]


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Web 2.0: è possibile superare le barriere linguistiche e agevolare la "democratizzazione" del web?

Advanced search






Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »
SDL MultiTerm 2019
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2019 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2019 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search