Emissione della fattura via PC
Thread poster: bergazy
bergazy  Identity Verified
Croatia
Local time: 21:33
Croatian to Italian
+ ...
Dec 6, 2003

Carissimi coleghi
oggi,durante una brutissima disputa telefonica la mia cliente ha dichiarato:
"...Sua fattura non la considero valida perche il mio commercialista non acetta le fatture mandate tramite e-mail. Non puo pretendere di essere pagato fine mese (la fattura è stata emessa il 17 di Ottobre )ma
nei primi mesi del 2004."
Allora, vi chiedo,è lecito dire una cosa del genere? Secondo me, la "signora" vuole guadagnare il tempo.
Possiedo le seguenti informazioni:
1."In Italia, la trasmissione della fattura per via elettronica è consentita purchÈ il supporto digitale si materializzi su supporto cartaceo in modo identico presso l'impresa venditrice e quella compratrice.
La Direttiva 2001/115 CE, che entrerà in vigore dal 1ƒ gennaio 2004, riconosce la validità della fatturazione elettronica e la sua archiviazione elettronica dei dati, dunque non richiede pi˜ la stampa del documento a destinazione.
La validità di tale modalità (trasmissione e archiviazione) è perÚ soggetta alla firma elettronica avanzata che assicura l'autenticità e l'integrità dei dati"
http://www.scuolaazienda.it/elearning/emettere_fattura.html
2."Il Ministero delle Finanze, ad esempio, permette da tempo di inviare fatture tramite posta elettronica a patto che tali documenti rispettino determinate caratteristiche.

Non può invece avvenire lo stesso per altri documenti fiscali come ricevute o scontrini.

Le motivazioni stanno proprio nella legislazione che regola tali documenti: le ricevute infatti, per essere valide, devono essere fornite esclusivamente dalle tipografie autorizzate e dotate di numero progressivo e prefissi alfabetici di serie.

Per quanto riguarda lo scontrino fiscale, anch’esso, per avere valore legale, deve essere rilasciato solo da registratori di cassa appositamente autorizzati e dotati di memoria fiscale indelebile.

Tali restrizioni non riguardano, al contrario le fatture fiscali.

Il Ministero ha autorizzato la trasmissione attraverso mezzi elettronici della copia della fattura spettante al cliente.

In realtà la normativa non contemplerebbe in modo specifico una simile trasmissioni di dati fiscali, ma il Ministero, tenendo conto dell’ampia diffusione di tali mezzi, ha ammesso che per ‘consegna’ o ‘spedizione’ della fattura si possa intendere anche la trasmissione tramite posta elettronica o altri strumenti.

In sostanza viene riconosciuta la legittimità dei dati trasmessi per via informatica fermo restando il rispetto della regolamentazione di operazioni rilevanti ai fini dell’Iva, ovvero i dati contenuti nel documento conservato dall’emittente e in quello inviato al cliente, devono essere i medesimi.

Vengono peraltro concesse alcune differenze nella disposizione formale dei dati nel caso le tecnologie differenti utilizzate lo richiedano. Il contenuto non può mai variare.

La fattura emessa in via elettronica ha comunque valore solo se rispetta alcune caratteristiche irrinunciabili. Deve infatti contenere:

ditta, indirizzo di residenza o di domicilio dei due soggetti coinvolti. In caso di privati, nome e cognome o ragione sociale.
numero della partita Iva dell’emittente
descrizione dei beni o dei servizi oggetti della transazione: quantità, natura, qualità
tutti i dati necessari per la determinazione precisa dell’imponibile (corrispettivi, si escludono invece premi e beni ceduti a titolo di sconto)
aliquota e determinazione dell’imposta da versare"
http://i-dome.giallo.it/docs/pagina.phtml?_id_articolo=1531
3."L'Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 107 del 4 luglio 2001 ha stabilito che le fatture possono essere inviate via fax e possono essere ricevute tramite pc, fermo restando che sia il soggetto che la emette sia il soggetto che la riceve hanno l'obbligo di conservarle su supporto cartaceo e di registrarle. La normativa vigente prevede che ciascuna operazione imponibile sia soggetta all'obbligo di fatturazione.
Tale obbligo comprende anche l'emissione del documento in duplice copia con relativa consegna o spedizione da parte del soggetto emittente.
Il fax e il pc possono essere utilizzati tranquillamente, anche se, non essendo prevista nel nostro ordinamento la possibilità di registrare le fatture su mezzi diversi da quelli cartacei, all'atto dell'emissione e della ricezione, il cedente e il cessionario dovranno procedere alla stampa del documento.
Dopo di che dovranno preoccuparsi di effettuare gli adempimenti di rito seguendo la procedura tradizionale. La fattura inviata in e-mail è ammessa dalla circolare 132/97 del Ministero delle Finanze. E' presente anche una proposta di direttiva UE per estendere a tutti i paesi comunitari la possibilità di inviare e ricevere fatture via e-mail. "
http://www.ud.camcom.it/der/commerc/faq/avvfaq/apr_ecom.htm

Aiuto!

Grazie 1000


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 21:33
German to Italian
+ ...
per sicurezza... Dec 6, 2003

... mi metto d'accordo subito con il cliente: alcuni vogliono la fattura su carta, altri per e-mail. Mi sembra che i testi che hai citato parlino chiaro, ma in ogni caso se può servire a evitare lungaggini meglio mettersi d'accordo e non dare niente per scontato.

Direct link Reply with quote
 

theangel  Identity Verified
Italy
Local time: 21:33
Swedish to Italian
+ ...
E' una banale scusa Dec 6, 2003

Marko,
a me sembra una banale scusa: se non avesse potuto accettare quel tipo di fattura, non poteva dirtelo il 17 stesso (o il 18, tutt'al più?)? Al ricevimento dell'e-mail con la fattura ti poteva benissimo rispondere chiedendoti cortesemente di inviare anche una copia via posta ordinaria.
Solitamente, ai miei clienti italiani invio fattura tramite posta ordinaria, ma a tutti quelli stranieri (eccetto un cliente francese) la invio sempre tramite e-mail e nessuno ha mai avuto problemi. Io stampo la mia copia, mantenendo la corretta numerazione, e la registro. Punto.
Buona fortuna con questa cliente
Matilde


Direct link Reply with quote
 
bergazy  Identity Verified
Croatia
Local time: 21:33
Croatian to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Pazienza Dec 7, 2003

theangel wrote:

Marko,
a me sembra una banale scusa: se non avesse potuto accettare quel tipo di fattura, non poteva dirtelo il 17 stesso (o il 18, tutt\'al più?)?


Certamente.La cliente aveva quasi due mesi a disposizione per avvertirmi che tipo di fattura preferisce. Comunque,avendo in mente
il famoso proverbio \"Lega l\'asino dove vuole il padrone\", non posso fare altro che obbedire.Resta il fatto che il presunto commercialista non ama i metodi di fatturazione legali e validi da tutti i punti di vista e che la furba \"padrona\" sfrutta tutte le possibilità per ritardare il pagamento.

Ciao, grazie a tutti e due e siate prudenti!


Marko


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Emissione della fattura via PC

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search