Pages in topic:   [1 2 3] >
Quante domande considerate accettabili nell'area KudoZ?
Thread poster: gianfranco

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 02:33
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Dec 17, 2003

Cari colleghi,

sicuramente molti di voi, fedeli frequentatori dell'area KudoZ, hanno notato il fenomeno frequente, reiterato negli ultimi due giorni, con 3-4 traduttori che inviano decine e decine di domande in sequenza, fino al punto di costringere alcuni moderatori a tentare di contattarli e/o bloccare il loro accesso.

Alcuni di voi mi hanno anche contattato per chiedermi di fare qualcosa, altri hanno iniziato a 'squashare' le domande che avevano superato un certo limite (ufficioso) di tolleranza.

Devo dire che nel sito non esiste, almeno per ora, alcun limite "ufficiale", ma in altre comunità (polacco, spagnolo, ecc...) esistono dei limiti ufficiosi che sono stati discussi e piu' o meno concordati dagli appartenenti alla comunità di tale lingua.

Sarei molto interessato a conoscere il parere della comunità italiana, eventualmente per seguire la strada di altri gruppi e concordare una linea d'azione coerente nel caso di situazioni simili.

grazie
Gianfranco




[Edited at 2003-12-17 23:32]


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 06:33
German to Italian
+ ...
i miei 2 cents Dec 17, 2003

Se non sbaglio tempo fa, in modo del tutto ufficioso, si era parlato di 15 domande al giorno come limite consigliabile. Mi sembra più che sufficiente, anche se forse si potrebbe pensare anche a un limite su un tempo più ampio (per esempio una settimana o un mese, un po' come con il prelievo al bancomat: max x al giorno e y al mese), per evitare la situazione paradossale di chi magari risponde spesso senza chiedere mai o quasi, e si trovi per pochi giorni nella necessità di fare molte domande, oltre questo limite di una quindicina (ma in ogni caso mi affido ai moderatori per l'applicazione del solito buon senso - come nella cassa rapida del supermercato con massimo 10 pezzi, prima o poi sarà capitato a tutti di passare con 12 ). Certo, non tutte le domande sono uguali: è ben diverso chiedere una conferma (o un'alternativa più brillante) di una soluzione già esistente dal chiedere frasi intere senza avere perso 30 secondi per cercare di capirne il significato (naturalmente in questi casi due parole di contesto sembrano una pretesa folle da parte di chi dovrebbe rispondere).

[Edited at 2003-12-17 23:20]


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Ah! I comportamenti parassitari/altruistici! Dec 18, 2003

Io non vorrei un limite quantitativo, ma qualitativo.
In certi casi è evidente che l'asker ha preso in mano un lavoro di cui non capisce praticamente nulla, nel complesso. Ricorro a esempi: non mi sto riferendo al caso di un traduttore esperto di finanza e bilanci a cui nel testo, in mezzo a una miriade di frasi sull'andamento della società (mettiamo che sia una società chimica) nel corso dell'anno finanziario capita qualche frase molto tecnica che si riferisce a un processo di cracking.
Mi riferisco invece a quando uno, avendo accettato incautamente un lavoro (di cui non è all'altezza, o per il quale, pur essendo un professionista, non ha ritenuto opportuno di dotarsi di dizionari specializzati o fare ricerche su Internet), cerca di farsi tradurre intere frasi. In questi casi, qualcuno ha talvolta risposto: Perché non paghi qualcuno che lo faccia per te? Oppure: facciamo una colletta e ti compriamo un dizionario? Commenti oltraggiosi, che sono stati giustamente squashati dal moderatore di turno.
In questi casi, il moderatore potrebbe intervenire inviando un warning all'asker, specie se tale suo comportamento è abituale.

L'altro esempio è quelo dei test di traduzione. Considero sleale che qualcuno cerchi di accaparrarsi un cliente facendo una prova di traduzione i cui punti + scogliosi sono stati risolti da terzi. Ricorderete tutti il caso dell'emissioned engine che ha imperversato su proZ mesi addietro. Ben 5 persone inviarono domande su questo scoglio, senza nemmeno darsi la pena di consultare i glossari di ProZ.

Secondo me sono questi i comportamenti da scoraggiare. Ci sono invece taluni che pongono numerose domande, anche 20 in uno stesso giorno, in cui più che altro chiedono una conferma, o una soluzione stilisticamente + fluida. C'è da dire che più lavori fai più dubbi hai.

In conclusione, a mio parere non è il caso di porre un limite quantitativo.

Molto interessante è invece il parametro domande fatte / domande a cui è stata data risposta, che dà un'idea del comportamento parassitario vs altruista del collega. Se io ho posto 1000 domande ma ho risposto ad altrettante non posso essere considerato un parassita, perché a mia volta aiuto gli altri quando posso.

E con queste ovvietà concludo.


[Edited at 2003-12-18 04:52]

[Edited at 2003-12-18 04:57]


Direct link Reply with quote
 

Marco Cevoli  Identity Verified
Spain
Local time: 06:33
Spanish to Italian
+ ...
Meccanismo interno Dec 18, 2003

Salve a tutti,
sottoscrivo pienamente quanto afferma Maurizio Valente. Aggiungo soltanto che il meccanismo con cui bloccare i *furbi* (molti ce ne sono) dovrebbe essere trasparente agli utenti, funzionando come filtro di avviso per i moderatori, i quali dovrebbero essere i responsabili di contattatare/bloccare chi abusa del servizio. Mi rendo perfettamente conto che pretendere compiti di polizia a dei volontari e' forse eccessivo. Tuttavia, altri tipi di limitazioni imposte temo che finirebbero per danneggiare anche gli *onesti*.
Senz'altro il rapporto Q/A e' un ottimo indicatore. E pensare che io l'ho scoperto soltanto da pochi giorni...
Ecco, magari una cosa si potrebbe fare: obbligare chi si registra a leggersi una pagina con le linee guida per un corretto e onesto utilizzo dei Kudoz, insomma qualcosa di piu' vincolante degli help attuali.

Un saluto e complimenti per il lavoro ai responsabili e a tutti quelli che partecipano alla comunita' con lo spirito giusto.

E buon Natale.

Marco Cevoli


Direct link Reply with quote
 

Claudio Nasso  Identity Verified
Italy
Local time: 06:33
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Nulla in più da dire dopo Maurizio Dec 18, 2003

Avendo letto con attenzione l'intervento di Maurizio, con il quale concordo completamente e in tutto e per tutto, credo che mi resti ben poco da dire se non "qualità e non quantità" (vogliamo citare semplicemente il "Merry Christmas" comparso ieri?)

Assolutamente condivisibile anche la proposta di Lorenzo su una sorta di "tessera a scalare" (si fa per dire) con un massimale /tutto da decidere).

Claudio


Direct link Reply with quote
 

dieter haake  Identity Verified
Austria
Local time: 06:33
Italian to German
+ ...
domande/risposte Dec 18, 2003

prendo solo l'ultimo punto di Maurizio:

"Molto interessante è invece il parametro domande fatte / domande a cui è stata data risposta, che dà un'idea del comportamento parassitario vs altruista del collega."

Secondo me potrebbe già cambiare qualcosa
se questa relazione fosse messa un po' più in evidenza.
Così si nota subito, a prima vista, il "tipo di asker" -
il che magari col tempo potrebbe cambiare un pò gli atteggiamenti da tutte le parti.


didi


Direct link Reply with quote
 

Sarah Ponting  Identity Verified
Italy
Local time: 06:33
Italian to English
+ ...
anche secondo me non bisognerebbe stabilire un limite fisso Dec 18, 2003

Mi trovo d'accordo con Lorenzo e Maurizio: servirebbe di più qualche restrizione in termini di qualità più che quantità. Non è detto che io oggi non avrò bisogno di fare 20 domande e poi per un mese intero neanche una. Però spesso si vedono frasi interi, oppure termini facilmente tovabili su qualsiasi dizionario o in rete. Mentre questo è comprensibile quando i quesiti giungono da non membri, fa sospettare la semplice pigrizia quando sono i traduttori professionisti a chiedere, e spesso senza neanche una spiegazione (tipo, questo non è il mio campo oppure ho un dubbio tra questo e quello, ecc.).

In riguardo alla quantità, abbiamo già parlato altre volte, e mi sembra che alla fine abbia sempre vinto un discorso del genere: se devi fare tante domande perché ti trovi in difficoltà, almeno spiega la situazione fin da subito.

Non mi piace l'idea di porre limiti di qualsiasi genere (es. stabilendo quantità o tipo di domande oppure differenziando tra membri/non membri/utenti anonimi), però effettivamente ci sono degli abusi dovuti alla mancanza di buon senso di alcune persone. Non saprei, però come evitarli, senza obbligare i moderatori a fare un lavoro di controllo (e richiamo) più intensivo, che non mi sembra giusto nei loro confronti, visto che non vengono pagati.

Ammetto che raramente mi danno fastidio le raffiche di domande con frasi interi, e quando succede mi limito semplicemente a non rispondere, però a pensarci bene questo comportamento non è giusto verso il collega che ha fatto poche domande valide e che vede così i suoi quesiti perdere visibilità perché relegati in fondo alla schermata (o peggio ancora su quella precedente). In ogni caso, questo può succedere anche in altre situazioni, come certi giorni o orari, quando il sito è più affollato del solito.

Ci sarebbe un altro punto. Spesso le persone che abusano dell'area KudoZ in questo modo non chiudono mai le loro domande. Questo lo trovo una mancanza di rispetto verso chi ha dedicato un po' del suo tempo a fornire una risposta (anche se poi non è quella che stava cercando il richiedente). Non ci sarebbe un modo per obbligare la chiusura delle vecchie domande (magari quelle fatto da più di una settimana) prima di poterne fare altre?

Ciao e buon lavoro a tutti

Sarah



[Edited at 2003-12-18 07:39]


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 06:33
Member (2001)
German to Italian
+ ...
numero di domande poste in una volta sola Dec 18, 2003

Secondo me sarebbe utile definire, oltre a un eventuale limite giornaliero accettabile per ciascuna SC, anche un limite al numero di domande poste l'una dietro l'altra.

Chi chiede non ci pensa, ma:

- ci sono molti iscritti che non ricevono notifiche per le KudoZ poste, ma che consultano solo la prima pagina o la pagina con l'elenco delle ultime domande poste.

Ora se molti chiedessero 10 domande in una volta sotterrerebbero l'unica domanda di altri asker, togliendo visibilità dalla prima pagina dell'elenco delle ultime poste con un notevole svantaggio per chi ne pone poche.

Non entrerei nel merito della qualità delle domande poste, perché secondo me è molto difficile trovare un fattore comune a cui rifarsi, né tanto meno nella proporzione domande poste risposte date, perché il sistema KudoZ è basato sulla reciprocità di domanda posta - punti assegnati.

Buona giornata,

Giuliana


Direct link Reply with quote
 

Francesca Siotto  Identity Verified
Local time: 06:33
English to Italian
+ ...
buoni sì, ma stupidi... Dec 18, 2003

Sono fondamentalmente d'accordo con i pareri esposti fino a questo momento, tuttavia ho sentito il bisogno di aggiungere qualcosa. Credo che debba esistere un regolamento molto più rigido per l'utilizzo dell'area Kudoz in quanto, essendo un servizio gratuito e molto utile, c'è purtroppo chi se ne approfitta. Non sono contraria all'invio di domande numerose, a meno che la persona che domanda sia un utente registrato, meglio se con un nome e cognome. Scusate, vi sembrerà poco bello ridurre tutto a un nome e cognome (magari pure inventati, per comodità), ma cosa ne dite quando arrivano 20 domande da un perfetto anonimo, non loggato e pure con un nome di fantasia che, trascorso il tempo dovuto, non si prende neanche la briga di chiuderle? e ancora, cosa ne sappiamo noi se quella persona è realmente un traduttore in difficoltà o qualcuno che sta cercando di risparmiare facendosi fare un servizio gratuito? Ieri sono arrivate qualcosa come 40 domande forse, prima in una coppia linguistica, poi in un'altra, sui temi più disparati. Strano, no? Su questo aspetto sarei più intollerante, a differenza della situazione in cui un collega più o meno conosciuto invia una serie di domande spiegando che sta incontrando difficoltà. Indubbiamente questo significherebbe che ha accettato un lavoro per il quale non è all'altezza, ma almeno ha la decenza di comunicarcelo, poi chi vuol rispondere, è liberissimo di farlo. Personalmente, imporrei un limite solo ai visitatori anonimo-occasionali, proprio perché non mi va di essere presa in giro da un nome di fantasia che approfitta della disponibilità altrui.
F.


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 05:33
Member (2004)
English to Italian
non assegnare più punti... Dec 18, 2003

e la faccenda si risolve. I soliti affamati di gloria smetteranno di rispondere a destra e a manca (non mi riferisco al nostro moderatore, eh...)- dall'elettroidraulica alla fitopatologia - e il numero delle domande senza risposta diminuirà automaticamente. È il sistema a punti a incoraggiare l'abuso, perché chi domanda trova sempre risposta. Ovviamente il sistema non sarà mai cambiato, perché i KudoZ portano un gran traffico al sito e il gran traffico si traduce in $$$$$$$ (sapete per chi).
Cosa fare, quindi? Usare il proprio cervello. Non rispondere a chi pone più di 5 domande di fila o il cui profilo è vuoto. Non ci vuole molto, no?

Cari saluti,

Giovanni


Direct link Reply with quote
 

Francesca Siotto  Identity Verified
Local time: 06:33
English to Italian
+ ...
Purtroppo.. Dec 18, 2003

[quote]Giovanni Guarnieri, MITI wrote:

Non rispondere a chi pone più di 5 domande di fila o il cui profilo è vuoto. Non ci vuole molto, no?



Ci sarà sempre qualcuno che risponderà. E' inevitabile. A parte questo, non vedo perché dovrei essere io a regolarmi di conseguenza, magari cambiando temporaneamente le mie opzioni di ricezione mail nel profilo per non essere disturbata, oppure far finta di nulla ogni volta che leggo una delle innumerevoli domande. Non contiamo proprio niente, noi poveri traduttori, rispetto a chi abusa di questa risorsa? Siamo noi che rispondiamo e diamo aiuto a questi anonimi, pertanto sono loro che, se vogliono stare "al gioco" devono accettare le regole e saper giocare. E dato che molti non sono in grado di riconoscerlo da soli, quando esagerano, un limite (basso) alle domande andrebbe a colmare quest'altra lacuna del sistema (che è distorto, si sa, ma per colpa degli utenti).


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 05:33
Member (2004)
English to Italian
KudoZ vigilantes... Dec 18, 2003

Francesca Siotto wrote:

E dato che molti non sono in grado di riconoscerlo da soli, quando esagerano, un limite (basso) alle domande andrebbe a colmare quest\'altra lacuna del sistema (che è distorto, si sa, ma per colpa degli utenti).


A parte che io sono totalmente contrario a qualsiasi tipo di restrizione, in qualsiasi campo, chi impedisce all\'asker di registrarsi sotto falsi profili e postare 300 domande in un giorno? Il moderatore dovrà controllare la provenienza del messaggio? Da quale ISP? Da quale computer? Non mi sembra sia una cosa praticabile. Io ho tre ISP e tre PC e potrei facilmente postare messaggi con qualsiasi combinazione di ISP/PC. Il sistema così com\'è non funziona e qualsiasi restrizione è facilmente aggirabile.

Giovanni


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 06:33
German to Italian
+ ...
un'idea Dec 18, 2003

Giuliana Buscaglione wrote:

Chi chiede non ci pensa, ma:

- ci sono molti iscritti che non ricevono notifiche per le KudoZ poste, ma che consultano solo la prima pagina o la pagina con l'elenco delle ultime domande poste.

Ora se molti chiedessero 10 domande in una volta sotterrerebbero l'unica domanda di altri asker, togliendo visibilità dalla prima pagina dell'elenco delle ultime poste con un notevole svantaggio per chi ne pone poche.



Sarebbe possibile inserire nella pagina "answer questions" anche il nome del richiedente, come nelle notifiche per e-mail? così ognuno si potrebbe regolare ed eventualmente ignorare a priori le domande degli scrocconi, magari per rispondere a quelle degli altruisti che occasionalmente chiedono qualcosina.


Direct link Reply with quote
 
Marina Zinno  Identity Verified
Local time: 06:33
French to Italian
+ ...
lilli e valente Dec 18, 2003

E' stato molto interessante leggere le idee dei molti su questo argomento, sono fondamentalmente d'accordo con Lorenzo e con Maurizio.
Do solo un parere personale visto che rispondo sempre ai kudoz se posso aiutare ma sopratutto chiedo anche molto

Di solito pero' sono molto ligia e non mi piace abusare, chiedo solo se ho esaurito tutte le risorse, mio vocabolario, euradicautom, e google in genere, ma mi capita di postarne quasi tutte insieme... in quanto il mio metodo di lavoro (non avendo una connessione libera!) prevede una revisione finale e quindi posto tutto insieme.
Insomma, concludendo:
Direi che un limite numerico deve esser messo almeno ci si regola e gli "esterni" si rendono conto che la cosa è monitorataanche automaticamente oltre che manualmente dal moderatore. Poi si puo' estendere proporzionalmente alle risposte date ad altri kudoz magari.
Insomma una specie di customizzazione sul singolo utente.


[Edited at 2003-12-18 11:31]


Direct link Reply with quote
 

Chiara Santoriello  Identity Verified
Italy
Local time: 06:33
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Sono completamente d'accordo con Maurizio Dec 18, 2003

Maurizio Valente wrote:

Io non vorrei un limite quantitativo, ma qualitativo.
In certi casi è evidente che l'asker ha preso in mano un lavoro di cui non capisce praticamente nulla, nel complesso. Ricorro a esempi: non mi sto riferendo al caso di un traduttore esperto di finanza e bilanci a cui nel testo, in mezzo a una miriade di frasi sull'andamento della società (mettiamo che sia una società chimica) nel corso dell'anno finanziario capita qualche frase molto tecnica che si riferisce a un processo di cracking.
Mi riferisco invece a quando uno, avendo accettato incautamente un lavoro (di cui non è all'altezza, o per il quale, pur essendo un professionista, non ha ritenuto opportuno di dotarsi di dizionari specializzati o fare ricerche su Internet), cerca di farsi tradurre intere frasi. In questi casi, qualcuno ha talvolta risposto: Perché non paghi qualcuno che lo faccia per te? Oppure: facciamo una colletta e ti compriamo un dizionario? Commenti oltraggiosi, che sono stati giustamente squashati dal moderatore di turno.
In questi casi, il moderatore potrebbe intervenire inviando un warning all'asker, specie se tale suo comportamento è abituale.

L'altro esempio è quelo dei test di traduzione. Considero sleale che qualcuno cerchi di accaparrarsi un cliente facendo una prova di traduzione i cui punti + scogliosi sono stati risolti da terzi. Ricorderete tutti il caso dell'emissioned engine che ha imperversato su proZ mesi addietro. Ben 5 persone inviarono domande su questo scoglio, senza nemmeno darsi la pena di consultare i glossari di ProZ.

Secondo me sono questi i comportamenti da scoraggiare. Ci sono invece taluni che pongono numerose domande, anche 20 in uno stesso giorno, in cui più che altro chiedono una conferma, o una soluzione stilisticamente + fluida. C'è da dire che più lavori fai più dubbi hai.

In conclusione, a mio parere non è il caso di porre un limite quantitativo.

Molto interessante è invece il parametro domande fatte / domande a cui è stata data risposta, che dà un'idea del comportamento parassitario vs altruista del collega. Se io ho posto 1000 domande ma ho risposto ad altrettante non posso essere considerato un parassita, perché a mia volta aiuto gli altri quando posso.

E con queste ovvietà concludo.


[Edited at 2003-12-18 04:52]

[Edited at 2003-12-18 04:57]



Anch'io sono per un limite qualitativo piuttosto che quantitativo. Si dovrebbe infatti ricorrere all'aiuto dei colleghi quando, dopo varie ricerche su tutte le fonti disponibili non si è trovata una soluzione.

Questa mattina ho posto un quesito su Proz. e su un'altra lista perchè non riuscivo a capire una frase di carattere legale (anzi, prego il moderatore di chiuderla o eliminarla perché ho risolto il problema). Risposte da Proz.=0 Risposte da un'altra lista senza punteggi 6.

Lascio a voi i commenti.


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Quante domande considerate accettabili nell'area KudoZ?

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search