Pages in topic:   [1 2] >
Nuova campagna politico-fiscale ACTA
Thread poster: Marie-Hélène Hayles

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 02:01
Italian to English
+ ...
Apr 30, 2010

Rigiro da una lista:

Vorrei mettervi a conoscenza del fatto che Acta è in procinto di varare
una campagna politico-fiscale e chiede la sensibilizzazione e
partecipazione del numero maggiore di persone.

Qui sotto in breve la descrizione preliminare dell'azione.

AZIONE DENOMINATA “BUSTA ARANCIONE” (Tema: previdenza sociale)

Quando: L’'azione prenderà forma Martedì 4 maggio 2010. Invio di mail a
politici.

Occasione: la pubblicazione di un articolo a firma di Anna Soru sul
Corriere della Sera.

Obiettivo: sensibilizzare l'opinione pubblica, il mondo della politica e
stakeholder di ACTA in relazione a norme vessatorie e inique relative
alla Gestione Separata.

Mezzi: tutti quelli che riusciremo a mettere in campo con la nostra
struttura organizzativa.

Contenuti? Seguiranno dettagli. In sintesi sono due questioni: la
recente pubblicazione di una sentenza della Corte di Cassazione che
definisce i contributi INPS della Gestione separata UNA TASSA (!!) e la
mancata consegna da parte di INPS di una busta che contiene previsioni
sulle posizioni previdenziali dei lavoratori italiani (secondo Acta per
diminuire l’'allarme sociale, in particolare nel segmento degli autonomi).

Come? Acta divulgherà informazioni in contemporanea all'’uscita
dell’'articolo sul Corsera attraverso comunicati stampa e altro.
Lavorerà su mailing (a politici, persone con un ruolo pubblico, blogger,
community di freelance ecc.), un articolo sul sito, azioni di diffusione
di materiali ai giornalisti. Sarà forse prevista l'animazione del
Forum sul sito ACTA, ecc.

PARTECIPATE E INVITATE ALTRI COLLEGHI AD UNIRSI AL GRUPPO MAILING DI
ACTA scrivendo a questo indirizzo: mailing@actainrete.org


Direct link Reply with quote
 

Paola Gatto  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
Member (2004)
German to Italian
+ ...
dobbiamo fare tutto quanto possiamo.... Apr 30, 2010

... per far sentire la nostra presenza, per uscire dall'invisibilità facendo richieste giuste ed eque. Non amo il sensazionalismo fine a se stesso. Conosco il tema delle buste arancioni, lo appoggio e sarò anch'io con Acta in questa azione di sensibilizzazione e di richiesta di trasparenza. Ne va del nostro futuro, delle prestazioni che ci spetteranno a titolo di previdenza sociale statale. Dobbiamo sapere, è nostro diritto essere informati su come stanno le cose.

Direct link Reply with quote
 

Paola Gatto  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
Member (2004)
German to Italian
+ ...
il sito da dove tutto ha origine May 5, 2010

è il sito Actainrete della Associazione Consulenti Terziario Avanzato.

http://www.actainrete.org/


..e il risultato c'è stato.. Le istituzioni politiche si sono interessate direttamente della vicenda sollevata da Acta e forse verrà emanato un comunicato in risposta...

Seguite Acta e partecipate: in rete, sul sito istituzionale e sui social network! E' la nostra voce!

[Edited at 2010-05-05 12:52 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Paola Gatto  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
Member (2004)
German to Italian
+ ...
per vedere altri risultati May 5, 2010

vi rimando alla pagina Facebook, Linked In e Friendfeed di Acta

[Edited at 2010-05-05 12:56 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
English to Italian
+ ...
Nuove notizie dall'INPS Oct 7, 2010

... e tutt'altro che confortanti.

Copio e incollo dalla home page ACTA:

** sconcertante ammissione del presidente INPS **
ottobre 6, 2010

Il presidente INPS Mastropasqua ha annunciato che la prossima settimana
saranno inviate circa 4mila lettere agli Iscritti alla Gestione Separata INPS
per spiegare come consultare online la posizione previdenziale personale.
Non sarà possibile per i lavoratori simulare sullo stesso sito quello che
dovrebbe essere la pensione che percepiranno al momento della quiescenza
perché

" se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati
rischieremmo un sommovimento sociale".
"

Siamo sconcertati da questa ammissione, che giudichiamo gravissima (Ma non si
vergognano?).
Abbiamo preparato un comunicato stampa che abbiamo inviato ai giornalisti e
inserito in primo piano sul nostro sito. Aiutateci a diffonderlo!

**********
Qui finisce il comunicato ACTA.
Non invio questo messaggio con nessun fine politico o polemico, ma solo nella convinzione che si tratti di un argomento che ci interessa e su cui non dovremmo tacere.


Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Member (2004)
Italian to German
+ ...
Certo, meglio lasciarci nell'ignoranza.... Oct 7, 2010

Manuela Dal Castello wrote:

... e tutt'altro che confortanti.

Copio e incollo dalla home page ACTA:

** sconcertante ammissione del presidente INPS **
ottobre 6, 2010

Il presidente INPS Mastropasqua ha annunciato che la prossima settimana
saranno inviate circa 4mila lettere agli Iscritti alla Gestione Separata INPS
per spiegare come consultare online la posizione previdenziale personale.
Non sarà possibile per i lavoratori simulare sullo stesso sito quello che
dovrebbe essere la pensione che percepiranno al momento della quiescenza
perché

" se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati
rischieremmo un sommovimento sociale".
"

Siamo sconcertati da questa ammissione, che giudichiamo gravissima (Ma non si
vergognano?).
Abbiamo preparato un comunicato stampa che abbiamo inviato ai giornalisti e
inserito in primo piano sul nostro sito. Aiutateci a diffonderlo!

**********
Qui finisce il comunicato ACTA.
Non invio questo messaggio con nessun fine politico o polemico, ma solo nella convinzione che si tratti di un argomento che ci interessa e su cui non dovremmo tacere.


O almeno quelli che preferiscono continuare a chiudere gli occhi di fronte a questa grave situazione.

Sembra impossibile che una tale affermazione si possa fare in pubblico.


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
English to Italian
+ ...
la cadrega.... Oct 7, 2010

Christel Zipfel wrote:

O almeno quelli che preferiscono continuare a chiudere gli occhi di fronte a questa grave situazione.

Sembra impossibile che una tale affermazione si possa fare in pubblico.


Cara Christel,
Non capisco bene se ti riferisci ai nostri "colleghi di cassa INPS" (se preferiscono non sapere non so in che modo far cambiare idea) o al presidente INPS: nel caso di quest'ultimo, la mia sensazione è che il suo discorso significa che colui che scoperchierà il pentolone verrà cacciato via a furor di popolo, ammesso che il nostro popolo sia capace di furore , anche se non colpevole.
Ergo, chi si dà da fare per diffondere il verbo perderà (minimo) la cadrega.

Noi che a 70 anni o giù di lì ci troveremo senza cadrega perché non avremo un soldo... preferiamo non sapere


Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Member (2004)
Italian to German
+ ...
Mi riferivo ai nostri colleghi traduttori Oct 7, 2010

Manuela Dal Castello wrote:

Cara Christel,
Non capisco bene se ti riferisci ai nostri "colleghi di cassa INPS" (se preferiscono non sapere non so in che modo far cambiare idea) o al presidente INPS: nel caso di quest'ultimo, la mia sensazione è che il suo discorso significa che colui che scoperchierà il pentolone verrà cacciato via a furor di popolo, ammesso che il nostro popolo sia capace di furore , anche se non colpevole.
Ergo, chi si dà da fare per diffondere il verbo perderà (minimo) la cadrega.

Noi che a 70 anni o giù di lì ci troveremo senza cadrega perché non avremo un soldo... preferiamo non sapere



Ogni volta che se n'è parlato su questo sito, infatti, la reazione andava dal disinteresse quasi totale (pochissima eco) fino a sporadici casi di stupore e incredulità (del tipo: ma dai, non può essere, è impossibile, c'è un errore di calcolo...).

Comunque, la politica dello struzzo, adottata per giunta dai diretti interessati, cioè noi, non mi sembra una cosa sensata (ma credo che la tua sia senz'altro un'affermazione ironica). Basta e avanza l'atteggiamento menefreghista di chi è responsabile della gestione dei nostri soldi. Dobbiamo sapere, invece, e subito. A 70 anni è ormai tardi perché chi non avrà provveduto per tempo sarà già morto di stenti. E' bene ricordare infatti che grazie allo slittamento stabilito dall'ultima finanziaria, la pensione dall'anno prossimo verrà erogata agli autonomi che avranno superato i 65 solo a 66 anni e mezzo (poi magari si arriverà anche a 70 e oltre...). Intanto avremo la scelta di continuare a lavorare, se la salute ci assiste (e scucire altri soldi per la gestione separata) o morire magari subito di fame anziché un anno e mezzo (o due o tre o quello che sarà allora) più tardi. Non mi sembra il massimo delle prospettive...


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
English to Italian
+ ...
Ironia? sì, ma amara Oct 14, 2010

Christel Zipfel wrote:

Ogni volta che se n'è parlato su questo sito, infatti, la reazione andava dal disinteresse quasi totale (pochissima eco) fino a sporadici casi di stupore e incredulità (del tipo: ma dai, non può essere, è impossibile, c'è un errore di calcolo...).

Comunque, la politica dello struzzo, adottata per giunta dai diretti interessati, cioè noi, non mi sembra una cosa sensata (ma credo che la tua sia senz'altro un'affermazione ironica). Basta e avanza l'atteggiamento menefreghista di chi è responsabile della gestione dei nostri soldi. Dobbiamo sapere, invece, e subito. A 70 anni è ormai tardi perché chi non avrà provveduto per tempo sarà già morto di stenti. E' bene ricordare infatti che grazie allo slittamento stabilito dall'ultima finanziaria, la pensione dall'anno prossimo verrà erogata agli autonomi che avranno superato i 65 solo a 66 anni e mezzo (poi magari si arriverà anche a 70 e oltre...). Intanto avremo la scelta di continuare a lavorare, se la salute ci assiste (e scucire altri soldi per la gestione separata) o morire magari subito di fame anziché un anno e mezzo (o due o tre o quello che sarà allora) più tardi. Non mi sembra il massimo delle prospettive...



Io credo che purtroppo in molti, ad alti livelli, giochino sull'ignoranza, il disinteresse e l'individualismo di chi si trova ai livelli bassi.
E, doppio purtroppo, questi giochi riescono, perché i "giocatori" conoscono bene i loro polli: sanno che in pochi si informano sulla normativa, che in pochi hanno il coraggio di chiedere "perché?" e che quelli disposti a sporcarsi le mani per cambiare le cose sono ancora meno, anzi sono quasi casi sporadici.

Non so come sia per le categorie più compatte: certo che con chi è iscritto alla gestione separata per mancanza di cassa propria, che svolge attività individuale, che non ha paracaduti è facile aumentare gli incassi ed erogare meno servizi.

Nemmeno secondo me la politica dello struzzo paga. Anni fa, in un momento di problemi di saluti di cui non venivo a capo, ho dichiarato tranquillamente al mio medico che preferivo sapere di avere la tubercolosi, perché almeno l'avrei curata, piuttosto che non saperlo e continuare a chiedermi il perché di certi disturbi (poi in realtà si è risolto tutto nel modo più semplice).

Secondo me se non ci diamo una svegliata saranno cavoli amari, ma ben presto, non all'ora della fantomatica pensione (fantomatica nel senso che non sappiamo se, come e quando ci arriveremo e/o ce la daranno): basta un'altra stretta e vedremo dove cala la scure.... di sicuro noi - iscritti alla gestione separata - non saremo risparmiati, anche perché gridiamo poco. E - di nuovo un purtroppo - di questi tempi si ascolta solo chi grida

Manuela


Direct link Reply with quote
 
Claudio Porcellana  Identity Verified
Italy
qui c'è poco da svegliare ... Oct 14, 2010

avete ascoltato la registrazione audio di Radio24?
http://www.radio24.ilsole24ore.com/popup/player.php?filename=101013-salvadanaio.mp3

io l'ho ascoltata due volte e ho sentito una cosa che forse è sfuggita a qualcuno ...

noi ci troviamo nel bel mezzo del "guado del patto generazionale", ovvero, in parole povere sta a noi farsi un mazzo tanto e scucire un sacco di soldi per pagare la pensione alla generazione del goga-mi-goga venuta prima di noi, cioè quella delle pensioni dopo pochi decenni di contributi, quella di chi ha una pensione correlata agli ultimi stipendi e non all'ammontare dell'intero versato, e quella di chi ha una pensione avendo mai versato nulla (pensioni sociali), e tutti questi soggetti sono tantissimi e vivranno ancora a lungo (e non x questo mi metto a gufare )

purtroppo, il motivo per cui dobbiamo farci sto mazzo tanto e il motivo per cui questo non potrà far altro che aumentare, nonostante le promesse di associazioni e sindacati è che ...

e qui apro una parentesi:
deve far pensare il fatto che i sindacati, il cui peso politico ormai è sempre + basso e i cui conti economici che derivano dal calo degli iscritti sono sempre + magri, si stiano interessando tanto al nostro caso ...
chiusa parentesi

il motivo dicevo, anzi i motivi sono essenzialmente due, bene descritti nella registrazione audio di Radio24: il patto di cui sopra e il rapporto sempre + sfavorevole tra pensionati e lavoratori

in altre parole, il welfare sta in piedi senza pesare troppo sulle casse dei contribuenti, finché il rapporto pensionati/lavoratori è favorevole, ma quando il rapporto arriva ai livelli di oggi, il welfare non regge più e scoppia

e se non scoppia è solo grazie a qualche alchimia di finanza creativa, quale appunto il patto di cui sopra

quindi, il mio pensiero DEL TUTTO PERSONALE sul quale si basa anche l'opportunità che sto valutando di restare o meno in AITI è:

il welfare come l'hanno vissuto i nostri genitori è ormai un "miraggio irreale"

chiunque prometta un miglioramento delle nostre condizioni economiche (tariffe, pensione) in base al riconoscimento della nostra professione, ovvero la creazione di un para-ordine, para-sindacato ecc è un "venditore di miraggi" e io non intendo aiutarlo/finanziarlo

cercare di rimaterializzare il miraggio è un inutile spreco di energie/soldi perché non sta in piedi economicamente, a meno che non torni nella nostra italietta un periodo di vacche grasse, cosa di cui dubito

certo alcuni, come i sindacati, dicono che se lo stato eliminasse gli sprechi ci sarebbero risorse ancora sufficienti per un welfare vecchio stampo, ma ammesso e non concesso che tale eliminazione basti, è + facile convincere un cammello a passare attraverso la cruna di un ago che convincere lo stato e gli italiani, perché lo stato siamo noi, a ridurre gli sprechi, e anche su questo ci dobbiamo rassegnare, o meglio, io mi rassegno, voi fate quello che volete


Claudio


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
English to Italian
+ ...
se lo sai ti regoli Oct 14, 2010

Claudio Porcellana wrote:

noi ci troviamo nel bel mezzo del "guado del patto generazionale", ovvero, in parole povere sta a noi farsi un mazzo tanto e scucire un sacco di soldi per pagare la pensione alla generazione del goga-mi-goga


O, detto in altri termini (le due opzioni sono facoltative e anche cumulabili) "se lo conosci lo eviti".

Svegliarsi significa prendere atto della situazione.
Tu hai fatto la tua analisi e sei arrivato alle tue conclusioni, non sto a discutere se condivisibili o meno.

Il che, ne converrai, è tutt'altra cosa del "di doman non v'è certezza, chi vuol esser lieto sia" di chi non si rende conto che domani si troverà con un pugno di mosche e pensa che in qualche modo il nostro sistema previdenziale penserà anche a lui.


Direct link Reply with quote
 

Cristina intern  Identity Verified
Austria
Local time: 02:01
Member (2008)
German to Italian
+ ...
Notizie attuali correlate Oct 14, 2010

Basterebbe leggere le notizie nei quotidiani...

L' Inps spiega (ma non rivela) la pensione ai precari - 06.10.2010
http://archiviostorico.corriere.it/2010/ottobre/06/Inps_spiega_non_rivela_pensione_co_9_101006034.shtml

L'Inps e le pensioni dei precari - in rete è scoppiata la protesta -
http://miojob.repubblica.it/notizie-e-servizi/notizie/dettaglio/l-inps-e-le-pensioni-dei-precari-in-rete-scoppiata-la-protesta/3853676


Direct link Reply with quote
 

Francesca Casoli  Identity Verified
Italy
Local time: 02:01
Spanish to Italian
+ ...
Retirement planning Oct 14, 2010

http://epheso.24oreborsaonline.ilsole24ore.com/PrevLight/Calcola4_Sole24Ore.aspx?ID=Sole24Ore&/_IlSole.aspx

...approssimato ovviamente, ma sempre meglio del silenzio...

Inoltre vorrei far presente che il primo numero del Giornale delle partire iva ha una sezione dedicata, con stime (sempre approssimative sia chiaro) per tre esempi principali di quello che otterremo e la percentuale di perdita del tenore di vita.

In ogni caso se uno il problema non se lo pone da solo, c'è poco da fare: a volte, come dice Cristina basterebbe leggere il giornale...


Direct link Reply with quote
 

Letizia Ridolfi
Italy
Local time: 02:01
English to Italian
+ ...
Ricevuta! Oct 14, 2010

Manuela Dal Castello wrote:

... e tutt'altro che confortanti.

Copio e incollo dalla home page ACTA:

** sconcertante ammissione del presidente INPS **
ottobre 6, 2010

Il presidente INPS Mastropasqua ha annunciato che la prossima settimana
saranno inviate circa 4mila lettere agli Iscritti alla Gestione Separata INPS
per spiegare come consultare online la posizione previdenziale personale.
Non sarà possibile per i lavoratori simulare sullo stesso sito quello che
dovrebbe essere la pensione che percepiranno al momento della quiescenza
perché

" se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati
rischieremmo un sommovimento sociale".
"

.


E infatti non sono venuta a capo delle informazioni che mi interessava reperire, e comunque non erano complete. Concordo anche io con Francesca e Cristiana: mai smettere di leggere e di informarsi.
Buon lavoro a tutti!


Direct link Reply with quote
 
Claudio Porcellana  Identity Verified
Italy
una sola cosa ... Oct 14, 2010

non mi è ancora chiara

su
http://epheso.24oreborsaonline.ilsole24ore.com/PrevLight/Calcola4_Sole24Ore.aspx?ID=Sole24Ore&/_IlSole.aspx

leggo che:
l'importo del reddito da lavoro dell'anno in corso è al netto di tasse e contributi

quindi si parla di reddito "lordo" per quanto riguarda le spese professionali?

ovvero
fatturato - (tasse e contributi) = cifra da inserire nel calcolatore ?
oppure
fatturato - [(spese professionali) + (tasse e contributi)] = cifra da inserire nel calcolatore?

Claudio

[Modificato alle 2010-10-14 17:15 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Nuova campagna politico-fiscale ACTA

Advanced search






Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search