Il vostro stile a distanza di anni
Thread poster: Giuseppe Orlando

Giuseppe Orlando
Italy
Local time: 06:28
English to Italian
+ ...
May 27, 2010

Ieri mi è capitata sotto gli occhi la mia prima traduzione non scolastica (e nemmeno pagata) e, nel rileggerla, ero quasi sconvolto. Non perché vi fossero errori nel senso (al limite qualche imperfezione o ambiguità), ma perché avrei cambiato almeno il 35%. Termini, frasi fatte, ordine delle parole e delle frasi...
Vi è mai capitata una cosa del genere?

[Modificato alle 2010-05-27 08:29 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Fran Cesca
Italy
Local time: 06:28
English to Italian
+ ...
La perfezione non è di casa :) May 27, 2010

Succede lo stesso sempre anche a me, anche a distanza di pochissimi giorni. Poi c'è anche il fattore 'continuo a pensarci per giorni' e prima o poi mi faccio venire in mente una soluzione migliore

Direct link Reply with quote
 

Giovanna Graziani  Identity Verified
Italy
Local time: 06:28
Member (2002)
German to Italian
+ ...
Sì, certo. May 27, 2010

Lo stile si fa più fluido via via che l'esperienza aumenta.
Direi che deve succedere! Invecchiare comporterà pure qualche vantaggio!!
Buona giornata a tutti.


Direct link Reply with quote
 

Gaetano Silvestri Campagnano  Identity Verified
Italy
Local time: 06:28
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Perfezionismo May 27, 2010

Fran Cesca wrote:

Succede lo stesso sempre anche a me, anche a distanza di pochissimi giorni. Poi c'è anche il fattore 'continuo a pensarci per giorni' e prima o poi mi faccio venire in mente una soluzione migliore


Condivido in pieno quanto dice Francesca. Anzi, a me queste impressioni capitano spesso anche a distanza di pochi minuti... Ad esempio, se mi trovo ad effettuare più di una rilettura di un brano o di un intero documento, quasi sempre mi capita di cambiare qualcosa ogni volta, e forse apporterei delle modifiche per ogni ulteriore revisione che dovessi fare, se, per ipotesi, dovessi rileggere il testo per un qualsiasi numero di altre volte. Persino poco dopo aver consegnato un lavoro, se mi capita di rileggerlo, anche un attimo dopo, trovo sempre qualcosa che, come immagino in quel momento, avrei forse fatto meglio a sostituire con una presunta alternativa migliore. Magari, in molti casi mi sbaglio, e la scelta già effettuata va ugualmente più che bene. Probabilmente, è invece tutto frutto di un perfezionismo eccessivo, che spesso "perseguita" molti di noi traduttori...

Perciò, visto quanto appena detto, inutile dire che mi riconosco perfettamente anche in quanto dice Giuseppe sullo stile degli esordi. Anche a me, infatti, capita a volte di rileggere alcune delle mie prime traduzioni, e confesso che mi ci riconosco proprio molto poco.. Probabilmente, quindi, di quei testi cambierei molto più del 35%, come dice Giuseppe.

Ciao a tutti,

Gaetano

[Modificato alle 2010-05-27 10:44 GMT]


Direct link Reply with quote
 

eva maria bettin
Local time: 06:28
German to Italian
+ ...
Forse sarà l'Alzheimer che avanza e la memoria è quella che è. May 27, 2010

anche se non mi rendo ancora conto del tutto. quando mi capitano in mano certe vecchie traduzioni, mi chiedo: chi ha scritto questo? Caspita quant'è preciso! Per la roba che ho fatto 30 anni fa, mi darei un 10 + - per quella di oggi un 5 - - . (lo so perché mi sono capitate in questi giorni alcune domande in Kudoz del campo dove una volta ero brava, e dato che ho ripulito il mio ex-ufficio, mi sono capitate in mano, e non ho più avuto il coraggio di buttare proprio tutto.)

sarà stato l'entusiasmo, e ottime fonti- dato che lavoravo a impiego fisso e potevo disturbare ogni singolo dipendente dell'azienda per avere le spiegazioni del caso... e non mollavo mai, prima di aver capito fino in fondo. (Internet non era nemmeno stato inventato).
Oggi mi tormento per un banale commento di nessuna importanza che ho dato in Kudoz- e n on ci dormo la notte.

come stile- oggi sono all'osso. Ma direi da una 20ina di anni che iniziato questo percorso - evito tutte le virgole, i ghirigori linguistici che in diritto ad. es. sono il pane quotidiano, rigiro la frase come mi pare e piace- e ne vengono fuori 8 parola anziché 20. Ma almeno si capisce- senza ulteriore traduttore per quanto è stato scritto e farlo capire al fruitore.. sono diventata pure acida. Altro che... Giovanna dice che lo stile si fa più fluido- è verissimo - forse io esagero un pò, andandoci con l'ascia. Ma fusse che fusse in fondo intendiamo la stessa cosa?
Eva


Direct link Reply with quote
 

eva maria bettin
Local time: 06:28
German to Italian
+ ...
allora il sistema dell'ascia è meglio? May 28, 2010

[quote]Gaetano Silvestri Campagnano wrote:

Fran Cesca wrote:

Succede lo stesso sempre anche a me, anche a distanza di pochissimi giorni. Poi c'è anche il fattore 'continuo a pensarci per giorni' e prima o poi mi faccio venire in mente una soluzione migliore


Condivido in pieno quanto dice Francesca. Anzi, a me queste impressioni capitano spesso anche a distanza di pochi minuti... Ad esempio, se mi trovo ad effettuare più di una rilettura di un brano o di un intero documento, quasi sempre mi capita di cambiare qualcosa ogni volta, e forse apporterei delle modifiche per ogni ulteriore revisione che dovessi fare,

Io non potrei mai cambiare niente- tanto non c'è più niente da cambiare. Ho già sfrondato tutto il possibile. rileggo- così mi tengo compagnia da sola- e al massimo mi dico- beh, un altra virgoletta la potevi togliere..
Ho preso i miei pochi punti Kudoz in settori che per me erano del tutto secondari- dove mi sono lasciata andare in scioltezza- anche con sarcasmo, a volte, contro i clienti, e ho scoperto che gli Askers giovani apprezzavano questo stile terra-terra. Ecco- tu che volevi sapere come si cambia con l'età... la nonna è diventata acida, ma espiclita.
Eva


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 06:28
English to Italian
+ ...
Forse sbaglio io, ma non mi permetterei mai May 28, 2010

eva maria bettin wrote:

Io non potrei mai cambiare niente- tanto non c'è più niente da cambiare. Ho già sfrondato tutto il possibile. rileggo- così mi tengo compagnia da sola- e al massimo mi dico- beh, un altra virgoletta la potevi togliere..

Eva


Forse sbaglio io, ma non mi permetterei mai di SFRONDARE un testo che mi viene dato da tradurre: semplificarlo (nel senso che magari chi lo ha scritto ha usato uno stile un po' fumoso) sì, rielaborare le frase sì - per forza, cambiando lingua cambiano le strutture- , non perdermi in verbosità inutili sì, ma farne il riassunto proprio no.

Manuela


Direct link Reply with quote
 

Vincenzo Di Maso  Identity Verified
Portugal
Local time: 05:28
Member (2009)
English to Italian
+ ...
cambia moltissimo May 28, 2010

Quando vedo i testi che traducevo ad inizio carriera faccio le seguenti considerazioni:
- vi era un grande sforzo per fornire un prodotto accurato, ma mancavano molte finezze;
- nonostante tutta la buona volontà, mi mancava la conoscenza specifica nei campi e spesso cadevo in segmenti a trabocchetto;
- non avendo glossari personali e dizionari specifici ero molto più lento e la precisione lasciava a desiderare.
Lo studio continuo e la volontà di migliorarsi giorno per giorno sono alla base della nostra professione.


Direct link Reply with quote
 

eva maria bettin
Local time: 06:28
German to Italian
+ ...
Io non tolgo proprio niente di essenziale May 29, 2010

Manuela Dal Castello wrote:

eva maria bettin wrote:

Io non potrei mai cambiare niente- tanto non c'è più niente da cambiare. Ho già sfrondato tutto il possibile. rileggo- così mi tengo compagnia da sola- e al massimo mi dico- beh, un altra virgoletta la potevi togliere..

Eva


Forse sbaglio io, ma non mi permetterei mai di SFRONDARE un testo che mi viene dato da tradurre: semplificarlo (nel senso che magari chi lo ha scritto ha usato uno stile un po' fumoso) sì, rielaborare le frase sì - per forza, cambiando lingua cambiano le strutture- , non perdermi in verbosità inutili sì, ma farne il riassunto proprio no.

Manuela


Ero conosciuta per essere estremamentente precisa: il mio Capo diceva: i testi tradotti da Eva- non sono intepretabili. Chiari come l'acqua! (il più grande complimento che abbia mai ricevuto). é questo che io intendevo. Si può fare. ci vuole tempo. e uno staff che ti spiega tutto- nei minimi particolari tecnici- in google o wiki- vedo delle cose allucinanti,perfino domande Kudoz ancora aperte...


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Sono d'accordo May 29, 2010

Manuela Dal Castello wrote:
Non mi permetterei mai di SFRONDARE un testo che mi viene dato da tradurre: semplificarlo (nel senso che magari chi lo ha scritto ha usato uno stile un po' fumoso) sì, rielaborare le frase sì - per forza, cambiando lingua cambiano le strutture- , non perdermi in verbosità inutili sì, ma farne il riassunto proprio no.

Manuela


Compito del traduttore è di trasportare concetti da una lingua all'altra, ma secondo me bisogna restare fedeli al testo fonte per quanto possibile, ovviamente rispettando le strutture e la sintassi della lingua target, il riassunto è altra cosa a mio avviso.

Ops, sono off topic, provo a rimediare dicendo che in effetti anche io quando rileggo i miei lavori dopo tanto tempo (forse nemmeno poi così tanto) trovo sempre qualcosa da cambiare.

Buon sabato a tutti!

Angio


Direct link Reply with quote
 

eva maria bettin
Local time: 06:28
German to Italian
+ ...
De gustibus May 29, 2010

Angioletta Garbarino wrote:

Manuela Dal Castello wrote:
Non mi permetterei mai di SFRONDARE un testo che mi viene dato da tradurre: semplificarlo (nel senso che magari chi lo ha scritto ha usato uno stile un po' fumoso) sì, rielaborare le frase sì - per forza, cambiando lingua cambiano le strutture- , non perdermi in verbosità inutili sì, ma farne il riassunto proprio no.

Manuela


Compito del traduttore è di trasportare concetti da una lingua all'altra, ma secondo me bisogna restare fedeli al testo fonte per quanto possibile, ovviamente rispettando le strutture e la sintassi della lingua target, il riassunto è altra cosa a mio avviso.

Ops, sono off topic, provo a rimediare dicendo che in effetti anche io quando rileggo i miei lavori dopo tanto tempo (forse nemmeno poi così tanto) trovo sempre qualcosa da cambiare.

Buon sabato a tutti!

Angio


3 gg fa. Ted. die Moeglichkeit, etwas andern zu koennen - più o meno era questo. O la possibilità di modificare qualcosa te la danno- o non ce l'hai. La possibilità di "poter" modificare? Certo, la traduzione è stata rispettata. Rispettatissima. Tutte le parole- una per una- c'erano. Ecco perché io arrivo da 20 a 8. "acqua caldissima bollente" - non è una barzelletta- ...
E per quanto dice Angio- io solo le mie ultime le cambierei - quelle fatte in precedenza no. Alcuni mi odiano- proprio- e alcuni giovanissimi mi adorano, perché amano questo modo di tradurre senza sfronzoli appunto. Io mi permetto di non prendere per buona ogni parola che dice un cliente. Aiuto solo i miei pulcini.. ma alcuni con questo sistema hanno messo le ali! e da chioccia ne sono molto orgogliosa!
Eva


Direct link Reply with quote
 

xxxMilena Bosco  Identity Verified
Italy
Local time: 06:28
English to Italian
+ ...
Ciao Eva May 29, 2010

Io se prendo una decisione è definitiva e molto ben ponderata. Dipende forse dalla formazione e dall'ambito in cui si lavora.

Eva, ti ammiro per il coraggio con cui rendi pubbliche cose molto private, in un contesto in cui io non mi aprirei mai.
A commento del tuo intervento vorrei aggiungere che dato che hai lavorato tanto questo implica che i clienti erano soddisfattissimi, e questo è quello che conta, quindi sono certa che tu abbia fatto un buon lavoro, togliendo virgolette o meno.

Buona serata a te.


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 06:28
Member (2007)
German to Italian
+ ...
"sfrondare" May 30, 2010

eva maria bettin wrote:


3 gg fa. Ted. die Moeglichkeit, etwas andern zu koennen - più o meno era questo. O la possibilità di modificare qualcosa te la danno- o non ce l'hai. La possibilità di "poter" modificare? Certo, la traduzione è stata rispettata. Rispettatissima. Tutte le parole- una per una- c'erano. Ecco perché io arrivo da 20 a 8. "acqua caldissima bollente" - non è una barzelletta- ...


OT: non credo questo aspetto dello "sfrondare" possa essere discusso a livello generale, ma sia intimamente legato alla combinazione linguistica.

In DE-IT non è possibile essere fedeli, se con "fedeli" s'intende riportare tutto quello che è scritto nell'altra lingua. Il tedesco tecnico ad esempio è spesso ridondante rispetto all'italiano tecnico, l'uso di termini composti tedesco in italiano non c'è, e riportare fedelmente sempre l'intera traduzione di un termine composto, implica un italiano poco scorrevole, ripetitivo e pesante da seguire. D'altra parte la stessa struttura linguistica implica che un tedesco scorrevole a volte sia formato da proposizione brevi separate da un punto con il soggetto ripetuto, quando un italiano scorrevole e leggibile adotterebbe piuttosto una una sola proposizione costituita da due frasi coordinate con il soggetto espresso solo una volta. Il tedesco ha più termini dell'italiano e spesso capita ad esempio che due aggettivi di fatto sinonimi siano accostati e in italiano la soluzione migliore sia usare un singolo aggettivo.

Credo che eva intendesse questo con "sfrondare" e non "riassumere" come forse è stato inteso.

In DE-IT "sfrondare" diventa una necessità per non scrivere in un italiano tedeschizzato. E il fatto che eva lo facesse/lo faccia in una lingua che non è la sua lingua madre, sinceramente a me sembra solo una dimostrazione di grande competenza. Il mio tedesco è tremendamente italianizzato e, difatti, non traduco verso il tedesco.

Per la traduzione di altre combinazioni linguistiche - penso a FR-IT - ci sono necessità di cambiamenti più legati alle forme linguistiche e a non ottenere una eccessiva francesizzazione dell'italiano, che magari non si possono definire "sfrondare" ma in ogni caso sono cambiamenti indispensabili.

Tornando al cambiamento di stile, le mie traduzioni sono cambiate moltissimo in dieci anni, considero il lavoro una formazione continua (e forse è uno degli aspetti che amo di più) quindi lo ritengo inevitabile ed anche estremamente positivo.
Si impara sempre e si migliora sempre..


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Il vostro stile a distanza di anni

Advanced search






PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »
Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search