Pages in topic:   [1 2 3 4] >
Guadagnamo tanto (?) e spendiamo poco
Thread poster: Silvia Barra (X)

Silvia Barra (X)  Identity Verified
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
Jun 25, 2010

Buongiorno a tutti,

volevo condividere con voi un piccolo sfogo, dopo che il commercialista mi ha comunicato la mazzata di tasse che dovrò pagare.
Il problema è sempre il solito, le tasse in Italia ti mangiano oltre il 50% di quel che guadagni. L'INPS più di tutti, visto che è colpevole del 70% circa della mazzata.
Il commercialista mi ha spiegato che il problema di professioni come quella del traduttore, che ha poche spese, è che appunto si "guadagna tanto" (il minimo per gli studi di settore è 10000 € mi ha detto) e appunto si spende poco. Il problema è che io non ho guadagnato tanto (penso come la maggior parte), ma ho dovuto dichiarare tutto quello che ho guadagnato. Si sa, lavorando con agenzie e aziende il "nero" non si può fare. E le spese appunto sono ben poche: un dizionario, magari un software, ma sono cifre basse.
La soluzione sarebbe spendere di più, ma quali soldi?

Scusate lo sfogo, ma la notizia mi ha messo di pessimo umore e demoralizzato. Allora a che serve lavorare come matti per poi veder passare i soldi (tanti bigliettoni con le ali) in tasche altrui?
Alzare le tariffe: bello ma difficile.
Userò l'estate per meditare.

Silvia


 

Luca Ruella  Identity Verified
United States
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Spese Jun 25, 2010

Se hai l'ufficio in casa le spese possono essere diverse:

elettricità
telefono
adsl
acqua
gas
affitto
ICI
Spese condominiali
riscaldamento

poi puoi detrarre tutte le spese per l'auto al 50% (ogni tanto capita di dover recarsi presso l'ufficio del cliente)

se fai dei viaggi all'estero anche quelli li puoi detrarre come spese di aggiornamento

io ho l'ufficio fuori casa e mi sono comprato i ticket restaurant per detrarre i pasti

dato che traduco videogiochi, mi scalo anche la playstation e tutti i giochi, televisione HD, eccetera.

poi telefono cellulare e relative bollette e qualsiasi gadget tecnologico che acquisti e possa essere usato per lavoro (iphone, netbook, notebook, ipad, eccetera)

se hai l'ufficio in casa, inoltre, anche se ti compri un tappeto, una scrivania, delle tende, possono figurare come spese di allestimento dell'ufficio.

così come idraulico, impianto di condizionamento, imbianchino e cose varie, sono tutte spese che vanno per l'ambiente di lavoro.


 

Fran Cesca
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
Tip Jun 25, 2010

Se non hai l'ufficio puoi fare un comodato d'uso per tutte le spese e le utenze che citavi sul proprietario di casa e utenze, poi rispetto a quello che diceva Luca puoi scalare anche l'abbigliamento/scarpe/borse come spese di rappresentanza, mi pare un 30%...so di colleghi che lo fanno

Buona giornataicon_smile.gif
Francesca


 

Silvia Barra (X)  Identity Verified
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie Jun 25, 2010

Grazie a entrambi. Alcune spese detraibili le conosco già, ma i contratti sono intestati a mio marito, anche libero professionista, e pertanto li scala già lui (bollette).
Per altri non ci pensavo, ne parlo con commercialista.
Grazie

Silvia


 

arianek
Local time: 11:25
Italian to Dutch
+ ...
precisazione Jun 25, 2010

Si possono detrarre le spese relative all'auto al 40% (non 50%).
Quelle relative al telefono invece all'80%.
Concordo che tutte queste spese possono portare ad un reddito tassabile più basso. Il problema semmai è di non "esagerare" ai fini degli Studi di settore.

Ariane

P.S. sono sempre sorpresa da quanto poco i commercialisti ci aiutano ad indicare quali sono queste spese detraibili (il commercialista di Silvia ne è un esempio).


 

dropinka  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
percentuale Jun 25, 2010

Silvia Barra wrote:
Il problema è sempre il solito, le tasse in Italia ti mangiano oltre il 50% di quel che guadagni

Ciao Silvia,

veramente le tasse superano il 50% dei tuoi guadagni (ricavi - spese)?
Faccio fatica a credere che la percentuale sia così alta... sennò veramente ci sarebbe da spararsi!

Claudia


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
attenzione alle "fregnacce" Jun 25, 2010

Silvia Barra wrote:

La soluzione sarebbe spendere di più, ma quali soldi?



Attenzione a quello che ti dice - o non ti dice - il commercialista
Oltre a NON dirti lui che cosa sia detraibile o meno (e non è di poca importanza il fatto che te lo dica LUI o un altro, vista l'ampia discrezionalità di cui godono i commercialisti - vedere gli altri fora in merito), dimentica la cosa essenziale, tautologica e indiscutibile che.... le spese si pagano.

Cioè:
supponiamo che tu guadagni 100, non abbia spese e paghi il 30% di tasse.
Quindi ti restano 70.

Supponiamo invece che tu guadagni 100 e spenda 20, interamente detraibili. Per avere un risultato superiore a 70, cioè perché spendere al solo scopo di abbassare l'imponibile risulti conveniente per le tue tasche, le tasse dovrebbero essere al massimo del 12% (nemmeno nelle barzellette più rosee c'è una pressione fiscale tanto bassa).

Claudia Benetello wrote:

veramente le tasse superano il 50% dei tuoi guadagni (ricavi - spese)?
Faccio fatica a credere che la percentuale sia così alta... sennò veramente ci sarebbe da spararsi!


Ti rispondo come contribuente minimo: detraggo solo le spese relative alla professione (quindi no sanità ecc.ecc.) che come abbiamo detto sono poca cosa.
L'imposta sostitutiva è del 20%, l'INPS è del 27 circa.... siamo al 47%.
Manuela


 

dropinka  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
non capisco Jun 25, 2010

Manuela Dal Castello wrote:
L'imposta sostitutiva è del 20%, l'INPS è del 27 circa.... siamo al 47%.

Scusami, Manuela, ma perché sommi INPS e sostitutiva IRPEF?
Detta così, pare che se uno guadagna 100 euro gli rimangano in testa 100 - 47 euro = 53 euro, mentre non mi risulta che questo calcolo sia corretto.

Claudia


 

alessandra bocco  Identity Verified
Local time: 11:25
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Infatti è proprio così.. Jun 25, 2010

Il mio titolo si rivolge alla domanda di Claudia...
Quanto al discorso delle spese, ovviamente non è che abbia senso spendere soldi in cose inutili solo per poterli detrarre. Più che altro si tratta di dichiarare spese normalmente sostenute e che invece magari non dichiariamo (tipo telefono, elettricità, spese informatiche ecc.). Non penso che si riesca a risparmiare un granché ma costa pocor provarci. Poi c'è anche chi ci mette dentro di tutto, tipo spese relative all'auto, a vestiti ecc. quando magari lavora esclusivamente da casa propria in tuta! (Non mi riferisco a nessuno in particolare, dico per dire...) Io personalmente non me la sento di imbrogliare in questo modo, anche se i commercialisti spingono talvolta in questo senso...


 

Fran Cesca
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
Pardon... Jun 25, 2010

alessandra bocco wrote:

Io personalmente non me la sento di imbrogliare in questo modo, anche se i commercialisti spingono talvolta in questo senso...


Premessa: ho un lavoro da dipendente per cui non scarico nulla e non prendo le parti di nessuno.

Scusa Alessandra, ma non è un imbroglio, se la legge dà questa possibilità e qualche collega vuole avvalesersene perché dovrebbe essere un imbroglio? E' qualcuno che sfrutta una possibilità che altri non sfruttano e stop...Allora magari c'è qualcuno che scarica spese telefoniche quando magari usa solo skipe...


 

arianek
Local time: 11:25
Italian to Dutch
+ ...
INPS Jun 25, 2010

In effetti, non sarebbe giusto considerare l'INPS al 100% e sommarlo all'IRPEF, perché quello che paghiamo nel corso dell'anno all'INPS (saldo e due acconti), lo possiamo detrarre dal reddito complessivo (rigo RN1) nel rigo RN3 (oneri dedubili) che riporta il totale del rigo RP34, tra cui rigo RP23, contributi previdenziali ed assistenziali.
Per cui non paghiamo le tasse su reddito 100, ma su reddito 100 - 25,72 (aliquota retributiva 2009) oppure 27,72 (aliquota retributiva 2010, ahi,ahi!!)

Ariane


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
devi avere i giustificativi Jun 25, 2010

Fran Cesca wrote:

Scusa Alessandra, ma non è un imbroglio, se la legge dà questa possibilità e qualche collega vuole avvalesersene perché dovrebbe essere un imbroglio? E' qualcuno che sfrutta una possibilità che altri non sfruttano e stop...Allora magari c'è qualcuno che scarica spese telefoniche quando magari usa solo skipe...


No, devi avere i giustificativi comunque (fatture ecc.) e qui entra in ballo il discorso della discrezionalità del commercialista: io credo di avere già scritto che secondo il mio potrò scaricare un vestito solo se risulta da obbligo contrattuale essere vestiti in un certo modo a proprie spese o se, ad esempio, dovessi avere un incarico di interpretariato a Buckingham Palace, visto che la legge dice che si possono scaricare "le spese necessarie ad espletare la propria funzione" o qualcosa del genere.

Per questo non è secondario che sia il commercialista a dirti che x lo puoi detrarre o y no....
Manuela


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
è proprio così Jun 25, 2010

Claudia Benetello wrote:

Manuela Dal Castello wrote:
L'imposta sostitutiva è del 20%, l'INPS è del 27 circa.... siamo al 47%.

Scusami, Manuela, ma perché sommi INPS e sostitutiva IRPEF?
Detta così, pare che se uno guadagna 100 euro gli rimangano in testa 100 - 47 euro = 53 euro, mentre non mi risulta che questo calcolo sia corretto.

Claudia


Claudia, è proprio così: si paga l'imposta sui redditi e si paga anche la quota INPS, bisogna sommarle.
Infatti secondo gli ultimi calcoli l'italiano medio inizia a lavorare tenendosi in tasca la ricchezza che produce dopo il 20 giugno (in pratica: quasi 6 mesi di lavoro se ne vanno in tasse).
Ecco il link relativo ad un articolo su quest'anno: la data-chiave è il 23 giugno.
http://www.corriere.it/economia/10_gennaio_18/fisco-tasse-fracaro-vavolo_f0fbd5b0-040c-11df-9eeb-00144f02aabe.shtml

Poi detto così fa effetto ma bisogna intendersi: perché in realtà la quota INPS ti ritorna come pensione (in teoria), le imposte generali vanno a coprire i servizi che ti vengono dati (scuola sanità....).


 

dropinka  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
quello che intendevo Jun 25, 2010

arianek wrote:

In effetti, non sarebbe giusto considerare l'INPS al 100% e sommarlo all'IRPEF, perché quello che paghiamo nel corso dell'anno all'INPS (saldo e due acconti), lo possiamo detrarre dal reddito complessivo (rigo RN1) nel rigo RN3 (oneri dedubili) che riporta il totale del rigo RP34, tra cui rigo RP23, contributi previdenziali ed assistenziali.
Per cui non paghiamo le tasse su reddito 100, ma su reddito 100 - 25,72 (aliquota retributiva 2009) oppure 27,72 (aliquota retributiva 2010, ahi,ahi!!)

Ariane

Proprio a questo mi riferivo quando dicevo che IRPEF e INPS non vanno sommate.

Claudia


 

Fran Cesca
Italy
Local time: 11:25
English to Italian
+ ...
L'abito fa il monaco Jun 25, 2010

Manuela Dal Castello wrote:

Fran Cesca wrote:

Scusa Alessandra, ma non è un imbroglio, se la legge dà questa possibilità e qualche collega vuole avvalesersene perché dovrebbe essere un imbroglio? E' qualcuno che sfrutta una possibilità che altri non sfruttano e stop...Allora magari c'è qualcuno che scarica spese telefoniche quando magari usa solo skipe...


No, devi avere i giustificativi comunque (fatture ecc.) e qui entra in ballo il discorso della discrezionalità del commercialista: io credo di avere già scritto che secondo il mio potrò scaricare un vestito solo se risulta da obbligo contrattuale essere vestiti in un certo modo a proprie spese o se, ad esempio, dovessi avere un incarico di interpretariato a Buckingham Palace, visto che la legge dice che si possono scaricare "le spese necessarie ad espletare la propria funzione" o qualcosa del genere.

Per questo non è secondario che sia il commercialista a dirti che x lo puoi detrarre o y no....
Manuela


Infatti i colleghi che conosco che lo fanno scaricano tailleur o vestiti da uomo o cose di un certo di livelloicon_smile.gif Non so dire circa i giustificativi e gli obblighi contrattuali, comunque una persona che fa l'interprete non lo va certo a fare in tutaicon_wink.gif

Io poi per mia abitudine scarico lo scaricabile, su consiglio del mio commercialista chiedo sempre una fattura/ricevuta e poi lei sa.

Buon we,
Francesca


 
Pages in topic:   [1 2 3 4] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Guadagnamo tanto (?) e spendiamo poco

Advanced search






WordFinder Unlimited
For clarity and excellence

WordFinder is the leading dictionary service that gives you the words you want anywhere, anytime. Access 260+ dictionaries from the world's leading dictionary publishers in virtually any device. Find the right word anywhere, anytime - online or offline.

More info »
BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search