Tariffe troppo care?
Thread poster: AlessiaBeneg

AlessiaBeneg
Local time: 14:19
German to Italian
+ ...
Aug 9, 2010

Buongiorno a tutti!

Ho appena ricevuto una e-mail in cui le mie tariffe vengono giudicate troppo care.

Capisco che intervengano mille variabili nel giudizio, ma vorrei sapere, se, in linea generale, le mie sono davvero esagerate, o sopra le righe.

1. €0,05-0,09/parola sorgente
2. €0,38-0,55/rigo
3. €25/h

Ho un'esperienza di più di due anni (da quando mi sono laureata).

Grazie per qualunque indicazione!

Buon lavoro a tutti,

Alessia


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 13:19
Member (2008)
Italian to English
Anche.... Aug 9, 2010

AlessiaBeneg wrote:

Buongiorno a tutti!

Ho appena ricevuto una e-mail in cui le mie tariffe vengono giudicate troppo care.

Capisco che intervengano mille variabili nel giudizio, ma vorrei sapere, se, in linea generale, le mie sono davvero esagerate, o sopra le righe.

1. €0,05-0,09/parola sorgente
2. €0,38-0,55/rigo
3. €25/h

Ho un'esperienza di più di due anni (da quando mi sono laureata).

Grazie per qualunque indicazione!

Buon lavoro a tutti,

Alessia


Anche una Porsche è "troppo cara".

Trovo le tue tariffe in linea con quelle del mercato. Inteso: per lavori fatti benissimo e consegnati entro la scadenza.

icon_smile.gif

[Edited at 2010-08-09 14:49 GMT]


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
Italian to Spanish
+ ...
Il tuo rango di tariffe può essere impreciso Aug 9, 2010

Forse l'agenzia si lamenta del fatto che il tuo range di tariffe è troppo impreciso.
So che in base a ogni progetto si può fare un preventivo, ma la maggior parte delle agenzie richiedono al traduttore una tariffa media di collaborazione. Il tuo range: da 0,05 a 0,09 mi sembra troppo ampio. Capisci che per l'agenzia non è lo stesso lavorare con un traduttore a 0,05 che a 0,09.
0,05 €/parola mi sembra una tariffa bassa. 0,09 non tutti, o anzi quasi nessuna tra le agenzie italiane potrebbe concedertela da subito, a meno che non tu abbia un alto livello di specializzazione in un settore. I due anni che segnali di esperienza mi sembrano pochi.
Ho l'impressione che il tuo rango di tariffe a riga sia leggermente al di sotto della tariffa che hai indicato a parola, anche considerando 27 righe (riga da 55 caratteri) anziché 25 (riga da 60 caratteri). Ad ogni modo, una tariffa a riga di €0,38 mi sembra bassa.

Tutto dipende però dalle tariffe con cui possa o voglia lavorare l'agenzia e dal loro budget e margini.
Tutto è relativo.


[Modificato alle 2010-08-09 14:44 GMT]


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Tariffe Aug 9, 2010

L'argomento tariffe è sempre delicato...

Diciamo che 9 cent come prezzo offerto a un'agenzia che poi ha anche il passaggio revisore forse non è molto concorrenziale. Però poi ci sono molte variabili da considerare... per es. la difficoltà del testo e che livello di specializzazione richiede. In certi casi 10 cent a parola possono essere un ottimo prezzo.

Sicuramente molto dipende dal tipo di agenzia e dal suo tipo di clientela.

Per contro, 5 cent è un prezzo basso. A meno di così di solito ci si fa la correzione bozze!

Il prezzo a rigo da 55 cent, significa 27,50€ a cartella, che più tasse è un prezzo abbastanza alto da richiedere a un'agenzia media italiana, almeno, per quello che vedo in giro di questi tempi.

Fossi in te però eviterei di dare un "range" di prezzo così ampio. Il mio consiglio è: comunica la tua tariffa standard, quella di base. Tutto ciò che esula da quello che ritieni standard (tipo e-mail alle 17 del venerdì pomeriggio per traduzione da consegnare entro il lunedì ore 9...) potrai contrattarlo a parte, valutando caso per caso. Così hai modo anche di farti conoscere.

E consiglio numero due: non partire mai con una tariffa da 5 centesimi! Oltre ad avere un misero guadagno, non avrai alcun margine di contrattazione.

Ciao


 

T F F  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
English to Italian
Dipende... Aug 9, 2010

Risposta "da salotto":
Ma certo che sì: le tue tariffe sono assolutamente in linea con il mercato! È l'agenzia che ci sta provando: se tu abbocchi e le abbassi loro aumenteranno il loro profitto. Ma tu non cedere, mi raccomando: nessuno mai dovrebbe lavorare sotto una data soglia!

Risposta un tantino più elaborata:
I dati che fornisci sono insufficienti a darti una risposta affidabile (ammesso che qualcuno diverso da te possa effettivamente dare una risposta affidabile, senza un'analisi approfondita del tuo business!)...Tanto per iniziare, occorrerebbe ad esempio considerare:
- In quale paese lavora questa agenzia...
- Che fascia di clienti serve...
- Di che combinazione linguistica stiamo parlando...
- In che argomento (marketing, legge, medicina, software,...) ti sei candidata...
- Che background hai in quell'argomento...
- Che referenze puoi offrire o hai offerto all'agenzia...
- ...

In certi Paesi + certe comb linguistiche - l'Italia con Eng > Ita ad esempio - "0.05 / 0.09" sono numeri da Senior oppure da Intermedio con forte specializzazione in un campo (non necessariamente di nicchia)...È difficile - diciamo pure impossibile - che questi numeri possano essere accordati ad uno Junior su base sistematica!
...Ovviamente, cambia Paese, cambia lingua, cambia oggetto della traduzione, cambia "X"...e quanto ho appena scritto non vale più, anzi!

In estrema sintesi:
Quello del "Mercato della traduzione" è solo un dio creato ad arte per sostenere certi discorsi di categoria di cui questo sito abbonda!..."il mercato della traduzione" semplicemente non esiste...Esistono "I MERCATI" ed è con l'insieme delle variabili e delle regole che le muovono che occorre imparare a misurarsi...Vedrai che quello della tariffa sarà un problema che scenderà di molto nella classifica delle domande da farsiicon_smile.gif

In bocca al lupo!
RR


 

Francesco Toscano  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
Member (2010)
English to Italian
+ ...
Furbacchioni! Aug 9, 2010

Digli che semplicemente non è così. Certi project manager vanno "educati", lo si è detto in altri frangenti. Se entriamo in autoconcessionario l'offerta è ampia, allo stesso modo i prezzi sono più o meno cari, a seconda del prodotto.

[Modificato alle 2010-08-09 16:40 GMT]


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
Italian to Spanish
+ ...
"Educare" non è un termine che mi piaccia Aug 9, 2010

A me questo di "educare certi project manager" mi fa sorridere, ma non solo; confesso che mi da anche un po' fastidio, perché penso che in ogni trattativa commerciale ci si possa e anzi ci si debba confrontare sui prezzi, in particolare quando si lavora con le agenzie, che hanno un budget e un margine di gestione e conoscono il mercato nel quale operano. Uno può sempre decidere di non lavorare con le agenzie e lavorare solo con clienti diretti.
Non si tratta quindi di educare nessuno. Si tratta di fare un'offerta o una proposta di tariffa, magari in base ai propri settori di specializzazione o a quelli ipotetici di collaborazione (non costa lo stesso un traduttore iperspecializzato in medicina che tradurre un banale certificato anagrafico). Poi vedere di arrivare a un accordo con il cliente-agenzia. Se non si può perché ci si rende conto di lavorare in segmenti di mercato diversi, allora si va da un'altra parte, ma con signorilità e professionalità. Non vedo perché occorra mettersi in quello status di superiorità dal quale si crede di poter "educare" qualcuno. O chiamare "furbacchione" il cliente che per i suoi motivi vuole trattare un prezzo. Personalmente mi da fastidio. Ricordiamoci che nella professione del freelance nessuno impone niente a nessuno; è il traduttore che decide ogni volta con chi vuole lavorare -e a quali tariffe- e con chi no. Parlare di questo argomentoi fino all'infinito in un forum indicizzato su Google e visibile a tutti i clienti (soprattutto ai clienti diretti) mi chiedo a chi possa giovare. Questo fra parentesi.
Per il resto concordo con Renato e con Silvia, tranne che per la valutazione che Silvia fa della riga. Se non sbaglio, considerando che 1 cartella standard è costituita da 25 a 27 righe (se la riga è di 55 battute la cartella è di 1375 battute; se la riga invece è di 60 la cartella è di 1500 battute), una riga al prezzo di 0,55 € equivale a un prezzo a cartella di circa 14-15 euro (e non di 27,50 come Silvia ha detto). Una riga al prezzo di 0,38 (quello indicato alla base del range di Alessia) è un prezzo a cartella di circa 9,5-10 euro.

[Modificato alle 2010-08-10 09:19 GMT]


 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Effettivamente... Aug 9, 2010

María José Iglesias wrote:

A me questo di "educare certi project manager" mi fa sorridere, ma non solo; confesso che mi da anche un po' fastidio, perché penso che in ogni trattativa commerciale ci si possa e anzi si ci debba confrontare sui prezzi, in particolare quando si lavora con le agenzie, che hanno un budget e un margine di gestione e conoscono il mercato nel quale operano. Uno può sempre decidere di non lavorare con le agenzie e lavorare solo con clienti diretti.
Non si tratta quindi di educare nessuno. Si tratta di fare un'offerta o una proposta di tariffa, magari in base ai propri settori di specializzazione o a quelli ipotetici di collaborazione (non costa lo stesso un traduttore iperspecializzato in medicina che tradurre un banale certificato anagrafico). Poi vedere di arrivare a un accordo con il cliente-agenzia. Se non si può perché ci si rende conto di lavorare in segmenti di mercato diversi, allora si va da un'altra parte, ma con signorilità e professionalità. Non vedo perché occorra mettersi in quello status di superiorità dal quale si crede di poter "educare" qualcuno. O chiamare "furbacchione" il cliente che per i suoi motivi vuole trattare un prezzo. Personalmente mi da fastidio.


Sono d'accordo con quanto sopra, non esiste posizione di superiorità che ci permetta di educare nessuno.

Sentire il termine "educare il cliente, o il PM" ha dato sempre tanto fastidio anche a me, si tratta di affari no? "les affaires sont les affaires" no? È una trattativa commerciale in fondo, si tratta solo di vedere se va a buon fine.

Ciao!

P.S. scusate avevo dimenticato un'H


[Edited at 2010-08-09 21:19 GMT]


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Rettifica Aug 9, 2010

María José Iglesias wrote:

Se non sbaglio, considerando che 1 cartella standard è costituita da 25 a 27 righe (se la riga è di 55 battute la cartella è di 1375 battute; se la riga invece è di 60 la cartella è di 1500 battute), una riga al prezzo di 0,55 € equivale a un prezzo a cartella di circa 14-15 euro (e non di 27,50 come Silvia ha detto). Una riga al prezzo di 0,38 (quello indicato alla base del range di Alessia) è un prezzo a cartella di circa 9,5-10 euro.
Ahhh, hai ragione! Ho considerato 50x30 per la cartella classica da 1500, e ho moltiplicato x 50! Si vede che ho poca familiarità con questo metodo di calcolo prezzo, io lavoro solo con cartella, a parola o a tariffa oraria. Grazie per avermelo fatto notare.

Alessia, come calcoli il prezzo a riga?


 

T F F  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
English to Italian
E allora siamo in tre... Aug 9, 2010

María José Iglesias wrote:
A me questo di "educare certi project manager" mi fa sorridere, ma non solo...
...Non vedo perché occorra mettersi in quello status di superiorità dal quale si crede di poter "educare" qualcuno. O chiamare "furbacchione" il cliente che per i suoi motivi vuole trattare un prezzo. Personalmente mi da fastidio.

Angie Garbarino wrote:

Sono d'accordo con quanto sopra, non esiste posizione di superiorità che ci permetta di educare nessuno.

Sentire il termine "educare il cliente, o il PM" ha dato sempre tanto fastidio anche a me, si tratta di affari no? "les affairs sont les affairs" no? È una trattativa commerciale in fondo, si tratta solo di vedere se va a buon fine.


...e in realtà credo che l'intera categoria avrebbe vita migliore se gli altri che la pensano come noi facessero sentire un po' più spesso la propria voce...

Dovremmo ricordarci che il traduttore non fa praticantato e si butta in un mercato globalizzato di cui non sa nulla! Quando viene su siti come questo non dovrebbe essere istigato a "combattere le agenzie" (e l' "educare PM furbacchioni" di Francesco è davvero una delicatezza se messo in confronto con quanto si legge in alcuni thread di questi giorni!)...
Le dichiarazioni marcatamente narcisitiche che vedono il traduttore (anche quello neolaureato!) al comando di una catena di produzione fatta di "ignoranti" e "approfittatori" possono solo generare nei giovani traduttori solitudine, frustrazione ed errori che minano la percezione di "professionista" del traduttore in quanto tale...E questo è un fatto che paghiamo tutti, soprattutto in termini di tariffa!

E allora basta con questo caricare a molla i "novellini" (altro termine che odio!) e spingerli verso la fame (fisica e professionale) o il massacro (professionale) con le tariffe da Senior che gli abbiamo raccomandato di esigere!

...Il tariffario non esiste! Non esistono tariffe alte o basse! Non esiste un mercato della traduzione...Amen!
Aiutiamoli a mettere a fuoco il loro specifico mercato e ad ottmizzare la loro produzione in modo che risulti meno costosa possibile, così che una zona di utile sia presente anche con tariffe adeguate alla loro preparazione ed esperienza!
Se viene conclusa una vendita a 0.01 io non sento in pericolo il mio 0.1, anzi: nessun traduttore che vende a 0.01 tradurrà mai un contratto come lo traduco io e - questo conta - nessun cliente che è felice di pagare 0.01 per la traduzione di un contratto potrebbe mai trovare un accordo con me, neanche sotto tortura reciproca!!
Ma sarebbe davvero così assurdo pensare di poter lavorare tutti - ciascuno secondo la propria professionalità - lasciando i discorsi di principio ai filosofi?


 

AlessiaBeneg
Local time: 14:19
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie! Aug 9, 2010

Grazie a tutti per gli interessanti spunti di riflessione e per aver trovato il tempo di rispondere alla mia domanda.

In effetti per me che ho iniziato questo lavoro da poco tempo a volte è imbarazzante dovermi confrontare con le tariffe dei professionisti affermati, cercando di non alimentare lo sgradevole fenomeno del dumping. Le osservazione finora fatte mi sembrano a tal proposito giuste e pertinenti.

@ Silvia: In realtà non sono neanch'io molto abituata al calcolo a riga e prediligo quello a parola oppure la tariffa oraria.
Propongo la tariffa a riga soprattutto alle agenzie tedesche, perché è mediamente più richiesta in Germania.

Il calcolo a riga è scaturito da una media del rapporto tra numero totale di caratteri (spazi compresi) ed il numero di parole in un testo.

Grazie ancora a tutti!

Buona serata!
Alessia


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
Italian to Spanish
+ ...
Amen Aug 9, 2010

Grazie, Renato. Non potevi dirlo meglio.

 

T F F  Identity Verified
Italy
Local time: 14:19
English to Italian
Approfondimento... Aug 10, 2010

Maria José Igesias wrote:
Grazie, Renato. Non potevi dirlo meglio


Grazie Maria José, troppo buona!...In realtà si può fare sempre di meglio, o per lo meno provarci!
Vediamo se mi riesce...:-)

AlessiaBeneg wrote:
In effetti per me che ho iniziato questo lavoro da poco tempo a volte è imbarazzante dovermi confrontare con le tariffe dei professionisti affermati, cercando di non alimentare lo sgradevole fenomeno del dumping. Le osservazione finora fatte mi sembrano a tal proposito giuste e pertinenti.


Alessia, sono felice che gli interventi ti stiano aiutando ed allora approfitto del tuo thread per approfondire ancora un po' il tema: uso "te" come esempio, ma quello che scriverò non è necessariamente rivolto a te personalmente, okicon_smile.gifIl "confronto" che potrebbe diventare "conforto"
A me spiace che Alessia sia costretta a "confrontare con le tariffe dei professionisti affermati", laddove spererei che lei possa presto "confortarsi"...
Ma per oggi non è ancora così: le due categorie a cui apparteniamo (chiamiamole per semplicità Junior e Senior) non hanno ancora imparato a coesistere ed invece di trovare positività l'una dall'altra - in pubblico fingono amicizia - e poi davanti al cliente si fanno la guerra!

In una dimensione lavorativa ostile...
È sono tante le peculiarità di questo nostro mestiere che remano contro una migliore coesistenza: giornate intere passate dietro ad un monitor in solitudine, tempistiche di lavoro che richiedono un vero e proprio sforzo per strappare un po' di tempo da condividere con la famiglia e gli amici "reali", magari anche un po' per se stessi...E poi "un" settore senza standard, in evoluzione continua e influenzato dal progresso tecnologico come pochi altri (pensiamo solo a cosa ha prodotto lo sviluppo dell'XML e dei CMS!)...Queste e tante altre ancora sono le difficoltà oggettive, che ostacolano la crescita personale e di categoria...

...Il Senior e lo Junior...
I Senior hanno per lo più paura degli Junior perché li ritengono fonte di dumping e basta! Ed invece andrebbe apprezzato l'elemento fattuale che lo Junior rappresenta una ricchezza per noi: un po' come il lupo cattivo per il principe azzurro!
La vostra presenza semplifica il mio marketing: il cliente si immagina la traduzione come "una" ed invece - dal momento che 10 traduttori traducono in 10 modi diversi- le traduzioni sono tante!...Se 5 traduttori sono alle prime armi, 3 sono esperti e 2 sono guru...Beh, abbiamo 10 traduzioni e 3 fasce di livello...Questa a casa mia si chiama "differenziazione", una potente chiave del marketing!

...Lo Junior e il Senior...
Analogamente per voi: l'esistenza dei Senior vi potrebbe permettere di vivere e massimizzare lo stato di "apprendisti" (o veramente qualcuno pensa di essere nato "imparato"?): profilatevi tranquillamente da apprendisti quali siete (senza mettere tariffe alte e senza specificare 16 lingue e 200 domini!) e non abbiate paura di dire al cliente che per certe cose deve rivolgersi ad un traduttore Senior, mentre per altre bastate ed avanzate voi...Ci sono fasce larghissime di mercati per questa domanda! So di tanti junor che - per reggere il "confronto" con i Senior - mettono nel database di un'agenzia 0.06, dicendo che sanno tradurre marketing e managgiare FrameMaker, e che poi si trovano a fare nottata a scaricare FM dal mulo e pensano di poterci lavorare dentro come in Word, o che - chiesto il MIF all'agenzia si riducono a fare la traduzione in 2 ore, saltando dubbi come fossero siepi, con buona pace di terminologia e guide di stile ...Poi scatta la contestazione, che unita ai problemi in materia fiscale e giuridica vi sovrastano...Allora quelli di voi che vincono la paura di essere chiamati "novellini", vengono qui e chiedono ai più esperti, che invece di aiutarvi a capire con serenità dove avete fatto il passo più lungo della gamba vi ricaricano per la prossima missione sacrificale contro le agenzie "approfittatrici", "in mala fede" o "senza senso del limite"!
...Ma si può vivere e lavorare così?

...In una dimensione lavorativa migliore!
Se solo si instaurasse un rapporto più maturo tra le nostre categorie...Se solo si smettesse di offrire il nostro tempo e le nostre energie come doni votivi al dio albo/ordine/tariffario e si accettasse che il cliente da 0.02 esiste ed è un 'opportunità per qualcuno e quindi per tutti!...Se solo i Senior smettessero di guardare con appetito a questi scambi e alzassero la testa a cercar e "creare" clienti da 0.1!
...In questo mondo, le tariffe dei Senior sarebbero di "conforto" e non di "confronto" agli junor: e voi vedreste un cammino (una carriera!) davanti a voi, per cui partireste senza troppe preoccupazioni dalla prima per poi arrivare alla quinta - e qualcuno anche alla sesta!
...In questo mondo, i clienti da 0.02 capirebbero facilmente, aiutati dall'intera categoria all'unisono - Senior, Intermedi e Junior - quando e PERCHÈ spendere 0.02 o 0.22!

...In questo mondo, senza tariffario, si venderebbero servizi al loro effettivo valore di mercato! E allora sì che avrebbe senso - e regalerebbe soddisfazione - crearlo questo "valore"!


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Tariffe troppo care?

Advanced search






SDL Trados Studio 2019 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2019 has evolved to bring translators a brand new experience. Designed with user experience at its core, Studio 2019 transforms how new users get up and running and helps experienced users make the most of the powerful features.

More info »
PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search