Chiarimenti su richieste di preventivi
Thread poster: Letizia Ridolfi

Letizia Ridolfi
Italy
Local time: 01:48
English to Italian
+ ...
Aug 30, 2010

Buon pomeriggio a tutti. Torno a tediarvi con i miei dubbi amletici.
Avrei bisogno che i Senior, ma anche i Junior che hanno più esperienza di me, mi aiutino a "decifrare" quanto segue.

//// - Rate per source word for translation of no matches
- Rates per source word for repetitions, 100% matches, 99-95% matches, etc.
- Hourly rate for editing / reviewing / proofreading////

Capisco bene, per quanto riguarda i due primi punti, che stiamo parlando di preventivi e tariffe da stabilire in base alle ripetizioni che ci sono nel testo e in base al fatto che si utilizzi una TM, che nel caso specifico faciliterebbe ovviamente il lavoro.
Come ci si deve regolare? Cosa suggerisce in questo caso la consuetudine/il buon senso/il decoro?
Per quanto riguarda il terzo punto, invece, alzo bandiera bianca e paleso la mia totale ignoranza, ma io ho sempre creduto che reviewing e proofreading fossero la stessa cosa, tanto che è laprima volta che li trovo entrambi in un annuncio. Qualcuno vuole cortesemente togliermi dall'imbarazzo e illuminarmi una volta per tutte?

Vi ringrazio infinitamente e buon lavoro a tutti.

PS: sto seguendo il suggerimento di chi, l'altra volta, mi ha consigliato di spendere il mio tempo libero per aggiornarmi. Prendo tutto alla lettera io, sa'!


 

T F F  Identity Verified
Italy
Local time: 01:48
English to Italian
"F1" Aug 30, 2010

Letizia Ridolfi wrote:
PS: sto seguendo il suggerimento di chi, l'altra volta, mi ha consigliato di spendere il mio tempo libero per aggiornarmi. Prendo tutto alla lettera io, sa'!

...E fai beneicon_smile.gif

Letizia Ridolfi wrote:
//// - Rate per source word for translation of no matches

Capisco bene, per quanto riguarda i due primi punti, che stiamo parlando di preventivi e tariffe da stabilire in base alle ripetizioni che ci sono nel testo e in base al fatto che si utilizzi una TM, che nel caso specifico faciliterebbe ovviamente il lavoro.
Come ci si deve regolare? Cosa suggerisce in questo caso la consuetudine/il buon senso/il decoro?


Ti dico quella che è la mia esperienza: non esiste UNA consuetudine...In linea di massima:
  • Le Repetitions (traduzioni create da te e da te reimmesse nel testo X volte - per lo più in modo automatico attraverso una funzione del CAT) vanno sempre pagate, ad una tariffa ovviamente scontata e proporzionata allo sforzo oggettivamente a te necessario per inserire quelle (ri)traduzioni nel testo. Ci sono casi in cui lo sforzo è prossimo allo zero - e così potrebbe arrivare ad essere la percentuale di pagamento - (immaginati una citazione di 50 parole ripetuta ad ogni pie di pagina in un volume da 300 pagine, che non richiede operazioni di layout) ed altre in cui è pazzesco - e conseguentemente alta dovrebbe essere la percentuale di pagamento (immaginati un manuale software in cui Next è stato pretradotto alle volte con "Avanti" e alle volte con "Successivo" e tu devi controllare volta per volta quale termine usare nel tuo contesto specifico.
  • I 100%: stesso identico discorso delle Repetitions - ad eccezione del fatto che i 100% non li crei tu - come invece accade per le repetitions - ma sono già in TM e sono quindi lavoro già pagato a qualche altro collega, o a te in occasione di un precedente lavoro.
  • I Context Match, ovvero quei segmenti in cui oltre alla corrispondenza tra due segmenti vengono controllati anche i segmenti che precedono e quelli che seguono, per stabilire una corrispondenza al 100% che va oltre il segmento e si estenda al contesto. Questi in genere non si pagano in traduzione (salvo accordi speciali) mentre potrebbero essere pagati in revisione (ma anche qui, dipende dall'accordo sullo specifico lavoro).
    Una variante di questi sono i Perfect Match...ma non esageriamo con le info adessoicon_smile.gif
  • I Fuzzy, ovvero segmenti che somigliano a segmenti già tradotti (ad es. 3 parole su 8 di un segmento risultano già tradotte in un altro segmento che viene perciò proposto come suggerimento al 70-80-90%)...I fuzzy vanno pagati...Sempre!!!!

    Letizia Ridolfi wrote:
    - Hourly rate for editing / reviewing / proofreading////

    ... io ho sempre creduto che reviewing e proofreading fossero la stessa cosa, tanto che è laprima volta che li trovo entrambi in un annuncio.


    Se non sbaglio è proprio lo standard EN 15038 a fissare la distinzione tra queste attività, sebbene sia prassi diffusa da parte dei clienti usare i nomi in modo poco "uniforme"...
  • Proofreading: rilettura del solo target, volto ad individuare gli errori oggettivi del testo (sintassi, punteggiatura, grammatica, ortografia, etc...)
  • Review: vera e propria revisione del lavoro (di tutto il lavoro!) fatto dal traduttore, volto ad individuare errori del tipo riscontrabile con il proofreading, oltre ad errori di traduzione e terminologia. A seconda delle istruzioni del cliente, la revisione può arrivare anche a comportare la riformulazione di frasi che risultino "stilisticamente" inadatte al pubblico di destinazione.
    (ATTENZIONE ad abbondare con i segni rossi per far vedere al cliente che si è più bravi del traduttore, nella speranza di ricevere la prossima volta il ben più remunerativo incarico di traduzione...Alle volte funziona (però che colpo basso al collega!), ma nella maggior parte dei casi il PM - che vede decine di revisioni al giorno - sa distinguere una revisione vera da una fatta per figurare...e che brutto "figurare" quando poi il PM ha anche competenza linguistica per decifrare quei segni inutili!)
  • Editing: spesso usato come sinonimo di "review", è in effetti una review in cui già si sa che il revisore dovrà "trattare" il testo tradotto.
  • Post-editing: particolare forma di editing, in cui la traduzione da trattare è stata prodotta da una machine translation....il futuro di molti traduttori!icon_smile.gif

    Edito per aggiungere un link ad un intervento recente del collega Claudio Nasso che può aiutarti ad approfondire il punto.

    Perché una sola tariffa oraria, se le attività sono diverse?
    A seconda dell'attività richiesta, in un'ora sarà possibile trattare un quantitativo di parole maggiore o minore. È quindi corretto per il cliente chiedere una sola tariffa oraria, a patto ovviamente che la quantità di parole trattata in quell'ora e per quel prezzo, resti variabile in funzione dell'attività commissionata!
    Per calcolare la tariffa oraria puoi fare così: parti dalla tua capacità produttiva di traduzione (numero di parole che in media traduci in un giorno) e moltiplicala per la tua tariffa. A questo punto dividi il risultato per 8 (ovvero il numero di ore lavorative medie in un giorno).
    Esempio:
    3.000 parole tradotte al giorno per 0.05 = 150 euro al giorno.
    150 diviso le 8 ore di lavoro = 18 euro /h

    Buon proseguimento!
    RR

    [Edited at 2010-08-30 15:12 GMT]

     

  • Letizia Ridolfi
    Italy
    Local time: 01:48
    English to Italian
    + ...
    TOPIC STARTER
    come sempre squisito RR Aug 30, 2010

    Renato Renno wrote:

    Letizia Ridolfi wrote:
    PS: sto seguendo il suggerimento di chi, l'altra volta, mi ha consigliato di spendere il mio tempo libero per aggiornarmi. Prendo tutto alla lettera io, sa'!

    ...E fai beneicon_smile.gif

    Tana per Renato, proprio a TE mi riferivo!


    [/quote]
    Ti dico quella che è la mia esperienza: non esiste UNA consuetudine...In linea di massima:
  • Le Repetitions (traduzioni create da te e da te reimmesse nel testo X volte - per lo più in modo automatico attraverso una funzione del CAT) vanno sempre pagate, ad una tariffa ovviamente scontata e proporzionata allo sforzo oggettivamente a te necessario per inserire quelle (ri)traduzioni nel testo. Ci sono casi in cui lo sforzo è prossimo allo zero - e così potrebbe arrivare ad essere la percentuale di pagamento - (immaginati una citazione di 50 parole ripetuta ad ogni pie di pagina in un volume da 300 pagine, che non richiede operazioni di layout) ed altre in cui è pazzesco - e conseguentemente alta dovrebbe essere la percentuale di pagamento (immaginati un manuale software in cui Next è stato pretradotto alle volte con "Avanti" e alle volte con "Successivo" e tu devi controllare volta per volta quale termine usare nel tuo contesto specifico.
  • I 100%: stesso identico discorso delle Repetitions - ad eccezione del fatto che i 100% non li crei tu - come invece accade per le repetitions - ma sono già in TM e sono quindi lavoro già pagato a qualche altro collega, o a te in occasione di un precedente lavoro.
  • I Context Match, ovvero quei segmenti in cui oltre alla corrispondenza tra due segmenti vengono controllati anche i segmenti (source e target) che precedono e quelli che seguono, per stabilire una corrispondenza al 100% che va oltre il segmento e si estenda al contesto. Questi in genere non si pagano in traduzione (salvo accordi speciali) mentre potrebbero essere pagati in revisione (ma anche qui, dipende dall'accordo sullo specifico lavoro).
    Una variante di questi sono i Perfect Match...ma non esageriamo con le info adessoicon_smile.gif
  • I Fuzzy, ovvero segmenti che somigliano a segmenti già tradotti (ad es. 3 parole su 8 di un segmento risultano già tradotte in un altro segmento che viene perciò proposto come suggerimento al 70-80-90%)...I fuzzy vanno pagati...Sempre!!!! [/quote]

    Ok, ora ci sono. Ma tutte queste cose come le calcolo? Ovvero, Trados mi sa dire, pigiando qualche magico bottone, quante repetitions ci sono, quanti fuuzzy etc etc?

    Infine, RR, hai un avatar STU-PEN-DO!!!



    [Edited at 2010-08-30 15:11 GMT]

     

  • Silvia Prendin  Identity Verified
    Italy
    Local time: 01:48
    Member (2009)
    English to Italian
    + ...
    Qualche precisazione Aug 30, 2010

    Visto che Renato ha citato lo Standard EN 15038, vorrei specificare che nello stesso è stato creato un distinguo tra review e revision. Ti consiglio di leggere questo interessante compendio: http://www.tinet.cat/~apym/on-line/research_methods/2010_terms.pdf.

    Sempre più agenzie si stanno conformando allo standard, quindi si prevede che in futuro vi sarà maggiore uniformità gergale.

    Io già da un paio d'anni seguo le direttive di questo standard e non accetto lavori di revisione in campi in cui non sono competente.

    Ciao

    Silvia


     

    T F F  Identity Verified
    Italy
    Local time: 01:48
    English to Italian
    Beh sì...almeno quello lo fa! Aug 30, 2010

    Letizia Ridolfi wrote:

    Ok, ora ci sono. Ma tutte queste cose come le calcolo? Ovvero, Trados mi sa dire, pigiando qualche magico bottone, quante repetitions ci sono, quanti fuuzzy etc etc?


    Non è uno solo (come in memoQ) ma sì, certo che te lo dice Trados o il gatto di turno.

    Allora, per rispondere alla tua domanda:
    Apri il workbench di Trados e con File > Open apri la TM su cui vuoi venga fatto il raffronto tra i segmenti del file e quelli della TM.
    A questo punto fai clic su Tools> Analyse. Trascina i file che desideri "conteggiare" all'interno dell'area bianca (sotto il pulsante "Add..."). Fai clic su Analyse, e vedrai comparire i conteggi nella nella sezione accanto (Trados crea automaticamente il conteggio in 2 file Log - un txt e un csv - memorizzandoli nella cartella in cui si trovano i file analizzati).

    Qui però andiamo fuori il reparto dei "consigli" e passiamo a quello della "formazione", cosa su cui ogni traduttore deve fare le proprie scelte e i propri investimenti (di tempo e di denaro).
    Ovviamente il forum non è un luogo deputato alla formazione.
    Puoi trovare una "Guida Trados 2007 gratuita" nella sezione Risorse della home page del sito di Lingua Tech in cui pure trovi tutto quello che puoi cercare sul mondo formazione. Conosco Bruno Ciola e sento di poterlo raccomandare.

    Tornando al reparto dei consigli:
    Entra nell'ottica che se le cose ti vanno bene piano piano acquisterai proprietà e conoscenza di più di un CAT (speriamo che Claudio (Porcellana) non ci stia leggendo, se no so dolori!!icon_smile.gif)...All'inizio vale la solita: Trados è il CAT più richiesto e per questo motivo quello che "si vende" peggio (costo alto, aggiornamenti sporadici, ampio business di formazione e certificazione a corredo, scarso supporto, etc)...
    Una nota che per la mia personale sensibilità è degna di nota: è prodotto da una delle più grandi "agenzie di traduzioni" al mondo e se vuoi lavore per loro ti devi comprare il tool prodotto da loro...Cioè la stessa cosa che sta facendo ora l'altra grande "agenzia di traduzioni" di livello mondiale, che evidentemente non gode dello stesso tasso di "assuefazione da marketing" visto il linciaggio mediatico che si è prodotto sul fatto.

    Il mio consiglio al riguardo: guardati bene intorno prima di comprare un CAT e - una volta comprato - continua a guardarti attorno. Ti accadrà molto spesso di aver bisogno di fare una cosa e crederla impossibile: lo sarà davvero solo se ti sei fossilizzata su un CAT...
    ...In questo mestiere, la ricerca di standard (procedurali e comportamentali) è troppo spesso nemica del risultato!

    Letizia Ridolfi wrote:
    Infine, RR, hai un avatar STU-PEN-DO!!!

    ...Ti ringrazio a nome del piccolo...Lo farebbe lui, ma da quando lo conosco non si è mai fermato un attimo!!! icon_smile.gif

    [Edited at 2010-08-30 16:00 GMT]


     

    Letizia Ridolfi
    Italy
    Local time: 01:48
    English to Italian
    + ...
    TOPIC STARTER
    @ Silvia Aug 31, 2010

    Grazie per la dritta!
    In effetti è un testo molto utile.

    A buon rendere!
    Letizia


     


    To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


    You can also contact site staff by submitting a support request »

    Chiarimenti su richieste di preventivi

    Advanced search






    SDL MultiTerm 2017
    Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

    SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

    More info »
    CafeTran Espresso
    You've never met a CAT tool this clever!

    Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

    More info »



    Forums
    • All of ProZ.com
    • Term search
    • Jobs
    • Forums
    • Multiple search