Consigli per una neolaureata delusa
Thread poster: Serena F
Serena F
Local time: 12:50
English to Italian
+ ...
Sep 9, 2010

Sono una giovane "traduttrice" (o così mi piacerebbe definirmi) che si è laureata nei tempi giusti e con il massimo dei voti. Una volta però messo piede nel mercato del lavoro - e, nel mio caso, nel mondo delle agenzie di traduzione - sto ricevendo più delusioni di quelle che mi sarei mai aspettata. Nel migliore dei casi le agenzie di traduzione alle quali mi sono rivolta mi hanno liquidata con un secco "no", altre mi hanno detto esplicitamente che senza esperienza, nè una specializzazione non possono darmi lavoro. Ben conscia delle mie mancanze in fatto di esperienza, ho allora proposto anche solo uno stage; in questo caso mi è stato risposto che per loro è una perdita di tempo correggere le traduzioni di un novellino.

Allora chiedo a voi, traduttori e traduttrici già "consolidati", come può un giovane desideroso di lavorare e di imparare e che si è sempre impegnato per entrare poi in questo settore, iniziare la sua carriera? Non vi sembra un controsenso chiedere anni di esperienza a un neolaureato? E come può farsela se nessuno gliene da la possibilità?

Ed infine: vi sembra giusto che il suddetto ambizioso neolaureato debba ripiegare su un'occupazione che lo soddisfa meno e che ha meno a che fare con il suo profilo, perchè nel suo settore non può muoversi? A me tutto ciò pare avvilente e frustrante.

Scusate per lo sfogo, ma ho proprio bisogno di confrontarmi con qualcuno che c'è passato prima di me.
Ringrazio anticipatamente chi vorrà rispondermi.


Direct link Reply with quote
 

Emanuela Galdelli  Identity Verified
Italy
Local time: 12:50
Member (2003)
French to Italian
+ ...
La mia esperienza Sep 9, 2010

Ciao e benvenuta fra noi!

Ti faccio parte della mia esperienza, che certamente non è cosa comune.

Appena uscita dalla Scuola per Interpreti più di vent'anni fa sono stata assunta presso un'Ambasciata africana come segretaria traduttrice, dove ho lavorato per otto anni. Lì facevo un po' di tutto: ho cominciato con il centralino, l'aiuto al Consolato e finalmente le traduzioni, fino a diventare l'interprete dell'Ambasciatore. Una volta ho avuto l'onore di servire da interprete al Presidente della Repubblica in visita in Italia.

Devo dire che sono stata molto fortunata, il lavoro era molto interessante e lì ho maturato molta esperienza. L'ambiente giovanile e simpatico, nonostante il settore.

Quindi il mio consiglio è di non cercare necessariamente un lavoro presso le agenzie all'inizio, ma di spaziare in vari campi per poter acquisire esperienza. Non si sa mai cosa c'è dietro un lavoro semplicissimo come quello di segretaria.

Anni dopo ho lavorato come traduttrice e segretaria presso uno studio legale: si debbono svolgere altre mansioni, ma non ha prezzo il poter effettuare traduzioni in un campo come quello legale e imparare tante cose.

Vedrai, ci vorrà tempo, ma i risultati saranno molto positivi.

A presto,

Emanuela


Direct link Reply with quote
 
Maria Vittoria Bianca  Identity Verified
Italy
French to Italian
+ ...
la mia esperienza Sep 9, 2010

Purtroppo l'esperienza che di solito le agenzie richiedono non si effettua direttamente sulle traduzioni. Mi spiego meglio, inizia a cercare un posto in qualche azienda che abbia contatti con l'estero, lì magari farai anche il caffè ma di certo qualche traduzione ti scapperà e comunque, volente o nolente, imparerai il lessico specifico di quel ramo. Io ho avuto la fortuna, grazie alle economie di mamma e papà, di fare un corso di traduzione specializzata, diversi stage non retribuiti all'estero che mi sono serviti per imparare il lessico di ambiti diversi. Con questo bagaglio sono stata assunta come segretaria in un'azienda di informatica dove facevo di tutto, dal caffè alle interpretazioni telefoniche, lì non mi hanno pagata e quindi ho lasciato perdere... mentre pensavo a cosa voler fare della mia vita mi ha contattata un'agenzia di traduzioni a cui avevo mandato il cv da neolaureata (circa 2 anni prima!) e che in quel momento aveva bisogno... insomma proprio quando avevo perso le speranze ho iniziato a realizzare il mio sogno! Per cui il mio consiglio è di non scoraggiarti! Manda cv soprattutto in agosto quando c'è più richiesta di traduttori nuovi e specializzati in un ambito lessicale, anche se questo dovesse voler dire stringere i denti e fare qualcosa che non ci piace...

Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 11:50
Member (2008)
Italian to English
Non ti (puoi) muovere Sep 9, 2010

A parte coloro che nascono nei posti giusti, con le conoscenze giuste, capita a tutti i neolaureati, in ogni campo, di non sapere/non potersi muovere. Fa parte della vita. La laurea non è che l'inizio di una vita che probabilmente sarà irta, sempre, di difficoltà da affrontare, capire, e superare.

Non devi credere di aver diritto a salire subito in vetta. Devi prima affrontare la salita, che è lunga.

Per iniziare come traduttore (o in qualsiasi altro campo) ciò che conta è acquisire una buona esperienza e (Catch 22) senza esperienza, nessuno ti affiderà del lavoro. Su come acquisire la necessaria esperienza, non ci sono formule precise o strade chiare da battere. Si va da caso a caso - chi conosci, dove ti trovi, che tipo di lavoro potresti cercare nel quale, come dice Maria Vittoria, potresti iniziare ad avere qualche esperienza come traduttore.

[Edited at 2010-09-09 17:21 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 12:50
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Proattiva Sep 9, 2010

Ora va molto di moda questa parola... essere proattivi significa non necessariamente andare a bussare alle porte come stai facendo tu, ma conoscere bene chi stai presentando e come farlo nel modo giusto.

I colleghi ti hanno dato preziosi consigli.

Anche io, come Emanuela, ho lavorato direttamente (cioè in-house) per diverse aziende. Informatica, materie plastiche, settore metalmeccanico, elettronico ecc. prima di approdare ad una mia attività professionale indipendente. L'esperienza effettivamente non è solo sul testo, ma sull'ambiente commerciale, produttivo ecc.
Acquisire conoscenza diretta di come funzionano le cose, dall'interno, non ha prezzo. Partecipare a fiere di settore, capire come avvengono le trattative, come sono le brochure che circolano in un determinato settore, quali sono i punti chiave per capire le esigenze del cliente che cerca un prodotto... In azienda è quasi d'obbligo anche la traduzione legale, perché capita che il cliente X sia insolvente e quindi bisogna tradurre i testi per la presentazione di insinuazione del credito... Insomma un'esperienza a tutto tondo.

Pensierini della sera:
1. Voglio orientarmi verso la traduzione tecnica o specialistica oppure verso la traduzione letteraria/editoriale?
2. Ci so fare con i PC? Posso affrontare la localizzazione software o di siti internet? Lavorare con tag o linguaggio HTML?
3. Sono operativa per lavorare in proprio? Sono in grado di fare preventivi velocemente? Ho un mio listino prezzi? Posso emettere fatture o solo notule? Conosco le normative vigenti? Ho accesso alle e-mail di continuo, tutto il giorno?
4. Ho tempo da investire per acquisire familiarità con strumenti software di traduzione assistita? (Si trovano versioni demo on-line)
5. Dopo aver svolto attività di traduttrice per due anni, sono pronta per creare un mio sito internet nel quale mettere in luce i miei servizi e le mie competenze?
6. La libera professione fa per me? Voglio lavorare part-time, 8 ore al giorno o 16? Oppure sono più adatta ad un lavoro come dipendente?

Come presentarsi
Metti in evidenza quello che sai fare, non quello che non sai fare. Nella tua attività di ricerca di clienti, dedica un po' di tempo ai pensierini della sera a cui ho accennato sopra, ti faranno scoprire i punti deboli e da migliorare. Per portare qualcuno ad acquistare i tuoi servizi, devi essere convincente e professionale.

Un'ultima riflessione: il mercato di un linguista è internazionale. Cerchi clienti solo in Italia?


Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 12:50
English to French
+ ...
Suggerimenti Sep 10, 2010

Cara "La Cere",

Ti faccio una domanda, poi diversi suggerimenti (se mi permetti)

Domanda: sei laureata in che cosa ?

Questo perché ne va della tipologia del lavoro da svolgere ovviamente.

Alcuni suggerimenti (sempre se permetti)

1/ Cambi nome ! "La Cere", se è tuo cognome, va benissimo, ma almeno con un nome, senza il quale sembra un "nickname" per Facebook; non per un forum dove "esporti" !

2/ Riempi tuo profilo su ProZ: se vuoi usare il "net" per proporti, non ti devi nascondere et non serve mettere cognome, telefono e indirizzo, bensi "CREDENZIALI" !

3/ Buttati sulle cose "simplice": non perdere tempo con trad che richiedono competenze particolare (med, legale, ingenieria....; perdi tempo se non sei proprio esperta nel campo) ma vai sul "tradizionale" senza proporre un prezzo ridicolo (non sei credibile) ne alto (ci sono tanti traduttori....) esempio per l'italia 6-7 cts/parola. Apri subito una PIVA tipo "regime dei minimi".

4/ Mettiti in contatto con tutte le agenzie "buone" della blue board, proponendo di fare i "tests" (perdità di tempo, ma almeno entri nella loro lista !!!). Vai su agenzie ovunque in Europa e negli USA. Eviti "l'oreinte"....ooooppppssss...non si dice ....scusa...!

5/ Cerca di capire che non vivrai di questo lavoro prima di 2-3 anni da oggi ! Almeno che €300 al mese ti siano sufficienti. Ci vuole tempo per "entrare" nel giro delle agenzie.

6/ Iscriviti su tutti i siti per traduttori

7/ Fai qualsiasi cosa che possa servirti come esperienzada riportare nel tuo CV.

Abbi fiducia !

In bocca al lupo !

Lionel


Direct link Reply with quote
 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 12:50
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Ciao Sep 10, 2010

La Cere wrote:

Ed infine: vi sembra giusto che il suddetto ambizioso neolaureato debba ripiegare su un'occupazione che lo soddisfa meno e che ha meno a che fare con il suo profilo, perchè nel suo settore non può muoversi? A me tutto ciò pare avvilente e frustrante.

Scusate per lo sfogo, ma ho proprio bisogno di confrontarmi con qualcuno che c'è passato prima di me.
Ringrazio anticipatamente chi vorrà rispondermi.


Ciao,
è presto per avvilirsi già. Pensa ai precari della scuola che hanno 50 anni, loro sì che hanno diritto di essere avviliti.
Ridimensiona la tua delusione, comprensibile ci mancherebbe ma fino a un certo punto vista la fase che viviamo...Tirati su le maniche e vai.
Questo mestiere offre mille possibilità. Ci si arriva da tante strade differenti. Puoi cominciare come segretaria o come operaia, come cameriera in un bar o come telefonista. Tutto ti servirà perché la parola scritta è ovunque e la parola tradotta pure. L'importante è non pretendere vette che non esistono (non siamo mica scalatori!) ma divertirsi il più possibile anche mentre si cerca di sbarcare il lunario.
La traduzione non è un settore: è un mestiere. E non è un mestiere esclusivo. C'è chi traduce facendo mille altre cose nella vita, chi traduce in tanti settori differenti.
Scegli il tuo settore o i tuoi settori, come ti hanno già consigliato. Ti piace la moda? Gli scacchi? I videogiochi? Il basket? La pubblica amministrazione? Gli elettrodomestici? Comincia così e fatti strada nel settore che più ti appassiona, siano i romanzi americani o la salsa, non sto scherzando, è davvero così che puoi cominciare, dal frequentare le fiere a scrivere alle riviste specialistiche, a contattare gli addetti ai lavori. Pensare che tradurre sia un settore rischia di diventare fuorviante, ti capiterà come ti hanno detto, nel settore che ti appassiona o anche solo ti incuriosisce, di stare al telefono o di dover tradurre, di scrivere o di parlare, insomma di esercitare tanti mestieri in un solo lavoro. E tra questi ci sarà anche la traduzione e poi piano piano, in qualche anno, se è questo che vorrai potrai allargare il giro di questo mestiere facendo valere l'esperienza acquisita.
Infine, di fronte all'inevitabile paradosso del "ti voglio neolaureato ma con esperienza", non c'è che una soluzione: bluffa. Bluffare non vuol dire imbrogliare, vuol dire bluffare, fa parte perfettamente delle regole del gioco. Tu sai fin dove ti puoi spingere a far credere all'altro di avere la mano vincente, e sai che è questo che ti rende vincente.
In bocca al lupo!


Direct link Reply with quote
 

Francesca Casoli  Identity Verified
Italy
Local time: 12:50
Spanish to Italian
+ ...
Da neolaureata a neolaureata Sep 10, 2010

La Cere wrote:

. Ben conscia delle mie mancanze in fatto di esperienza, ho allora proposto anche solo uno stage; in questo caso mi è stato risposto che per loro è una perdita di tempo correggere le traduzioni di un novellino.



Sono neolaureata come te, per cui proprio non posso rassicurarti

...però: a chi hai provato a chiedere lo stage? agenzie trovate per caso o indicate/consigliate/raccomandate? solo vicino al tuo luogo di residenza, in tutta italia o anche all'estero nei Paesi dove si parlano le tue lingue di lavoro?

Non ci hai detto (spero almeno alle agenzie di sì) se questo stage sei disposta a farlo gratis, con rimborso spese o con una retribuzione da favola, così come non ci hai detto se sei disposta a spostarti o meno per il periodo necessario a seguirlo...

Effettua una ricerca molto strutturata su google per trovare le agenzie di traduzione che gli stage li offrono apertamente, ti assicuro che ce ne sono! In Italia come in Inghilterra e in Spagna (trovate attraverso lo stesso metodo), quindi non vedo perché in Germania non ci possano essere! E tali agenzie sono abituate ad avere traduttori alle prime armi come noi tra i piedi, e sono in grado anche di fornire un feedback adeguato per farci crescere professionalmente!!

In alternativa ci sono il Parlamento e la Commissione Europea e anche il CdT!

Se proprio non riesci a farti strada come stagista nelle agenzie di traduzioni (io ti auguro di sì), segui i consigli che ti hanno dato prima di me: ora va molto di moda il "commerciale estero", essenzialmente un/a segretario/a che si occupa delle relazioni che l'impresa tesse con l'estero e quindi anche traduzioni (corrispondenza ecc) e interpretazioni telefoniche o durante i viaggi di lavoro del capo se sei fortunata. Di annunci del genere su internet ne trovi a migliaia, e il tedesco ti dà anche una marcia in più

Per finire: non demoralizzarti né tanto meno cambia mestiere, è quello che vogliono! Fai vedere fin da subito la tua determinazione!!

In bocca al lupo!

Quasi dimenticavo il Programma Leonardo (l'università da cui esci dovrebbe prevederlo): se non hai i mezzi per mantenerti all'estero (ma anche se ce li hai, ché i soldi in più non guastano mai ), contatta le agenzie in cui pensi di voler fare lo stage, spiegando in cosa consiste il programma, saranno più inclini ad accettare la tua proposta sapendo che poi non pretenderai da loro i soldi! Qualcuno accetterà, a quel punto incrocia le dita e spera di vincere la borsa!

[Modificato alle 2010-09-10 09:27 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Cristiana Francone
Local time: 12:50
Romanian to Italian
+ ...
Non ti scoraggiare! Sep 13, 2010

Ciao e benvenuta!
Io a suo tempo (10 anni fa) mi sono laureata in Lingue e Letterature straniere con il massimo dei voti. Avevo scelto lingue dell'Europa Orientale, all'epoca decisamente poco frequentate, e contemporaneamente il tedesco del Goethe Institut. Al termine degli studi ho dato una tesi di traduzione.
Poi ho cominciato, come te, a cercare e a bussare alle porte di case editrici e agenzie di traduzione. All'inizio ero anch'io molto demoralizzata: i più non rispondevano neppure, altri mi facevano sapere che non avevano bisogno o che pretendevano esperienza. Nell'attesa ho curato e raffinato il tedesco e dato l'esame internazionale del Goethe Institut.
E piano piano qualcosa ha iniziato a muoversi: prima un progetto per il Provveditorato per l'inserimento degli allievi romeni, poi un incarico a tempo determinato presso il Toroc per Torino 2006, poi un progetto della Regione per l'integrazione degli stranieri, poi contatti con colleghi italiani e stranieri con cui ho avuto piccole e utili collaborazioni... e nel frattempo usciva fuori anche qualche traduzioncina per privati o per agenzie magari non tanto grandi che accettavano di "rischiare" con un novellino e che poi, soddisfatte, proponevano nuovi incarichi. Nel frattempo mi sono iscritta a siti di traduttori e a network professionali e ho cominciato ad essere contattata, poi con piacere ho notato che capitava anche che mi chiamassero "su consiglio di XYZ", un vecchio cliente che evidentemente era stato soddisfatto...
E' vero, non esiste una ricetta valida sempre e bisogna sempre contare su un pizzico di fortuna... per esempio candidarsi la settimana di ferragosto per un lavoro con una lingua rara a volte porta fortuna
In ogni caso tieni conto di questo: oggi come oggi qualunque strada si intraprenda è in salita. Oltre alle difficoltà che si incontrano oggettivamente nel voler fare il lavoro che si è scelto, ci si imbatte anche nei commenti delle persone che ti stanno intorno, che magari sparano a zero con frasi del tipo: "Ma insomma, non ti cerchi un lavoro?" "Ma lascia perdere, piuttosto cerca qualcos'altro... al supermercato tale cercano commesse, tanto per iniziare..." e, quando finalmente, con fatica, riesci ad aprirti la partita iva e speri di avere abbastanza incarichi per mantenerla... magari c'è chi ti dice: "Ma non sarebbe più sicuro cercare un lavoro in qualche ditta o in qualche fabbrica, come dipendente?".
Ma va messo tutto in conto, ma non ti scoraggiare!


Direct link Reply with quote
 
Serena F
Local time: 12:50
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ottimi consigli in sedimentazione Sep 17, 2010

Che piacere ricevere così tante risposte! Vorrei ringraziare tutti voi che avete trovato qualche minuto per darmi degli ottimi consigli (hai visto, Lionel_M?! Ho subito cambiato il nickname ed ho ampliato il mio profilo su Proz!) o anche solo per incoraggiarmi.

E' un onore aver ricevuto degli spunti così preziosi da traduttori già affermati come voi. Ho avuto modo di riflettere su quello che dicevate in tanti, e cioè sulla possibilità di arrivare al mestiere di traduttore passando per un'altra strada, magari iniziando col modificare (o almeno rivedere) le mie "priorità".
Grazie a Silvia P. per i "pensierini da fare prima di andare a dormire" e a tutti voi che mi avete risposto per avermi raccontato la vostra esperienza: è stato molto incoraggiante! Spero di poter diventare il prima possibile una vostra collega.

Serena F


Direct link Reply with quote
 

Giuseppe Orlando
Italy
Local time: 12:50
English to Italian
+ ...
Ciao Sep 21, 2010

Ciao Serena,

ti invito a leggere quel che ho scritto a Sara Caronni qui:

http://www.proz.com/forum/italian/180478-invio_curriculum_agenzie_di_traduzioneda_che_parte_iniziare.html


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Consigli per una neolaureata delusa

Advanced search






TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »
Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search