Pages in topic:   [1 2] >
L'agenzia che ritarda a pagare con la scusa che non è stata pagata dal proprio cliente
Thread poster: Tom in London

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:49
Member (2008)
Italian to English
Sep 9, 2010

E' risaputo che quando un traduttore ha consegnato una traduzione ad una agenzia, passato un tempo ragionevole e nel mio caso fin troppo generoso (120 gg !) non è considerato né lecito, né accettabile, né professionale da parte dell'agenzia ritardare il pagamento, con la scusa che l'agenzia stessa non è stata pagata.

Ma esiste una norma precisa in merito, o e solo "buona pratica"?


 

cristinaia
Italy
English to Italian
+ ...
"pretendere il pagamento alla consegna della traduzione, non alla pubblicazione" Sep 9, 2010

Salve,
io sono una neolaureata, anzi, a dire il vero sto per concludere il corso di laurea magistrale in scienze della traduzione letteraria. Non ho una grandissima esperienza pratica, quindi non so quanto utile possa tornare la mia replica, ma 1 anno fa ho partecipato alle "Giornate della Traduzione Letteraria" che si tengono annualmente ad Urbino, e ad un seminario (uno dei pochi veramente utile, quello sui diritti del traduttore) fu pronunciata la frase "pretendere sempre il pagamento alla consegna della traduzione, non alla sua pubblicazione perchè, 1, può trascorrere troppo tempo; 2, non è detto che la pubblicazione avverrà".
Credo che si dovrebbe pretendere lo stesso trattamento anche da parte delle agenzie, sia che si tratti di traduzioni di manuali d'uso, che di opere letterarie...


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:49
Member (2008)
Italian to English
TOPIC STARTER
Si ma... Sep 9, 2010

Sì, ma esiste una norma precisa - magari europea? Mi sembra di averne sentito parlare, tempo fa.

In altre parole, esiste un obbligo preciso che impone al debitore (l'agenzia di traduzioni) di pagare il creditore (il traduttore) entro un determinato tempo a prescindere dal fatto che il debitore stesso non è stato pagato?

(Ad esempio, una agenzia che ha come cliente un Ente dello Stato che potrebbe anche attendere un anno prima di pagare?)

[Edited at 2010-09-09 18:38 GMT]


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 23:49
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Non sono un avvocato... Sep 9, 2010

Per quanto ne so, non credo serva alcuna norma specifica. Nel momento in cui vantiamo un credito verso qualcuno, non acquisiamo i crediti di questo qualcuno e parimenti neanche i suoi debiti. Mi pare un concetto logico. Se un anello della catena è debole, non deve mandare a picco il resto della catena. Ci vada da solo, a picco: farà meno danni.

Suppongo tu abbia cercato di far luce su possibili normative esistenti per far leva su di esse nel pretendere il saldo del tuo credito.

Allora il consiglio che ti posso dare è all'italiana (deduco che l'agenzia morosa sia italiana). Anzitutto 120gg. di "sforo" dal pagamento sono troppi, a mio parere. 10, 15 giorni, al limite un'ulteriore estensione di max 30 giorni mi sembra un tempo ragionevole per consentire all'agenzia di organizzarsi e ricrearsi un attivo con pagamenti in arrivo. La tattica del "sai che mi devi i soldi, perciò non te lo ricordo tutti i giorni" non funziona molto in Italia. La "bontà" d'animo del fornitore viene scambiata per dabbenaggine, mentre dall'altra parte dovrebbero avere l'idea che sia meglio non prenderti sotto gamba. Se l'agenzia naviga in cattive acque, non sarai l'unico traduttore a non essere pagato, ma a seconda del tuo comportamento potresti facilmente finire in fondo alla lista dei fornitori da pagare.

Con la massima fermezza, richiedi quanto ti spetta, usando una frase finale come "in mancanza di una risposta positiva da parte Vostra, mi riserverò di adire le vie legali". Dopo 7 giorni da quella comunicazione, prova a chiamare, senti se c'è la volontà di pagare o c'è un muro dall'altra parte. In quest'ultimo caso, fai capire che fai sul serio. Fai scrivere una raccomandara A.R. da un avvocato. Questa mossa da sola dovrebbe farti recuperare velocemente i tuoi soldi. Le grane devono sempre essere evitate. Funziona al 90%. Se hai un amico o conoscente avvocato, la lettera in sé non ti costerà nulla.


 

texjax DDS PhD  Identity Verified
Local time: 17:49
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Excuse me? Sep 9, 2010

Caro Tom,
120 giorni di attesa per il pagamento di una fattura è inammissibile, fuori da ogni logica. Mi sorprende che tu non abbia ancora intrapreso una qualche azione legale, francamente.

Oltre al fatto che esistono direttive in materia molto specifiche, tieni presente che tu hai stipulato un contratto con l'agenzia. Il cliente finale non è il tuo cliente, bensì il loro. Se il cliente finale paga, non paga, paga in ritardo, non ha alcun peso su quelli che sono i loro obblighi verso il proprio fornitore di servizi.

Pertanto non vedo nessun motivo per cui tu debba finanziarli, oltretutto senza interessi (è esattamente quello che stai facendo), a meno che il tuo nome non sia Santa e ti sposti trainato da qualche coppia di renne.

Se l'agenzia non è in grado di assolvere i suoi obblighi di pagamento nei tuoi confronti (che immagino nell'ordine di qualche migliaio di euro), allora deve chiudere bottega. Insomma, la famigerata scusa "il cliente finale non mi ha pagato" fa ridere i polli.
Per esprimerla con un acronimo a te caro...BS!

Chiedi il pagamento, applica gli interessi, e arrivederci.

Di seguito ti riporto delle informazioni interessanti.

Il faticoso iter di recepimento della direttiva CE n. 35/2000 sulla lotta contro i ritardi nei pagamenti nelle transazioni commerciali è giunto a conclusione con l'approvazione definitiva del decreto legislativo n. 231/2002 che adegua la normativa italiana in materia.

Ambito di applicazione
L'ambito di applicazione delle regole dettate dal decreto è molto ampio. Viene ricompreso ogni pagamento a titolo di corrispettivo (esclusi quindi i contratti di permuta) stabilito in un contratto stipulato dopo l'8 agosto 2002, che preveda, in via prevalente o esclusiva, la prestazione di servizi o la consegna di beni.
La disciplina si applica esclusivamente a chi è imprenditore che esercita professionalmente l'attività, ovvero alla pubblica amministrazione. Nel concetto di impresa è però ricompreso anche il libero professionista, organizzato sia in forma individuale che collettiva.


Termini di decorrenza degli interessi di mora

Per quanto attiene ai termini di decorrenza degli interessi di mora, il decreto fissa le seguenti regole.
Gli interessi cominciano a decorrere automaticamente dal giorno successivo alla data di scadenza del termine di pagamento.
Se il termine per il pagamento non è stabilito nel contratto, gli interessi cominciano a decorrere automaticamente, senza che sia necessaria la costituzione in mora:
trascorsi 30 giorni dalla data di ricevimento della fattura da parte del debitore o di una richiesta di pagamento di contenuto equivalente
trascorsi 30 giorni dalla data di ricevimento delle merci o dalla data di prestazione dei servizi: se non è certa la data di ricevimento della fattura o della richiesta equivalente di pagamento; se la data in cui il debitore riceve la fattura o la richiesta equivalente di pagamento è anteriore a quella del ricevimento delle merci o della prestazione dei servizi
trascorsi 30 giorni dalla data dell'accettazione o della verifica prevista dalla legge o dal contratto ai fini dell'accertamento della conformità delle merci o dei servizi alle previsioni contrattuali qualora il debitore riceve la fattura o la richiesta equivalente di pagamento in epoca non successiva a tale data.
Il creditore ha diritto agli interessi di mora se ha adempiuto agli obblighi contrattuali e di legge e non ha ricevuto nei termini l'importo dovuto, a meno che il ritardo non sia imputabile al debitore.

Tasso di interesse
Salvo diverso accordo delle parti, il livello degli interessi di mora a carico del debitore è pari al tasso d'interesse del principale strumento di rifinanziamento della Banca Centrale Europea applicato alla sua più recente operazione di rifinanziamento principale, maggiorato di almeno 7 punti percentuali.
La medesima regola si applica, per espressa previsione del decreto, anche ai contratti di subfornitura in caso di mancato rispetto del termine di pagamento, salva la prova del maggior danno; ove il ritardo ecceda i 30 giorni, il committente incorre inoltre in una penale pari al 5% delle somme per le quali non ha rispettato il temine.

http://www.mglobale.it/Internazionalizzazione/Pagamenti/Recupero_crediti/Lotta_contro_i_ritardi_nei_pagamenti.kl

Inoltre, è in dirittura d'arrivo

Una direttiva Ue per ridurre a 30 giorni i pagamenti delle Pa alle imprese (non che la cosa debba interessarti direttamente, te la cito solo giusto a titolo informativo)

Il ritardo nei pagamenti da parte della pubblica amministrazione ha i giorni contati. "E' in dirittura di arrivo una direttiva europea che fisserà a 30 giorni il termine massimo dei pagamenti della Pubblica amministrazione, pena la sanzione del 5% per ogni giorno di sforamento". L'annuncio arriva da Franco Bassanini, presidente della Cassa depositi e prestiti alla platea del convegno dell'Ance "Legalità e qualità: riedificare l'Italia". Le lungaggini burocratiche che pesano sulle spalle delle aziende e che vedono anche un'attesa di 600 giorni per vedere onorato il credito maturato nei confronti degli enti locali è un male antico al quale ora la Ue tenta di porre rimedio.

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Economia%20e%20Lavoro/2010/04/direttiva-ue-ridurre-pagamenti-pa-imprese.shtml?uuid=6a2e1e14-47bc-11df-8fc5-44b516b98a31&DocRulesView=Libero

http://www.europarlamento24.eu/le-fatture-vanno-saldate-entro-30-giorni/0,1254,72_ART_337,00.html

Un caro saluto

PS
Se, dopo l'ennesima richiesta di pagamento, l'agenzia insiste con la sua ridicola versione, manda loro questo video:

http://www.5min.com/Video/SNTV---Laughing-Chicken-is-No-Joke-319060742

e rivolgiti a un avvocato.




[Edited at 2010-09-09 21:42 GMT]


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:49
Member (2008)
Italian to English
TOPIC STARTER
Grazie Silvia e Texjax Sep 9, 2010

Silvia P. wrote:

......Con la massima fermezza, richiedi quanto ti spetta, usando una frase finale come "in mancanza di una risposta positiva da parte Vostra, mi riserverò di adire le vie legali".


Non vi preoccupare care Silvia e Tex (e aggiungo Christel), l'ho già fatto - e con una freddezza molto anglosassone che ha spaventato l'interessato, per il tremendo contrasto con la disponibilità amichevole che avevo manifestato in precedenza. Acciocchè hanno provveduto al pagamento però permettendosi qualche osservazione ironica. Vorrei soltanto (eventualmente) rispondere mantenendo la medesimo freddezza e indirizzandoli verso una qualche normativa che metta in chiaro quali sono i loro obblighi. Pertanto ti ringrazio Tex per i link, ma probabilmente non risponderò affatto.

Aggiungo, però, che lavoro con alcune altre agenzie in Italia che di regola pagano a 90gg - ma pagano; e siccome ormai abbiamo stabilito ottimi rapporti, mi basta che paghino, e che il mio cashflow sia più o meno regolare.

Peraltro con le fluttuazioni delle monete Euro/Sterlina, talvolta va pure a mio vantaggio ritardare un pò.

Altri in Italia, invece, pagano quasi subito se non addirittura in anticipo.


[Edited at 2010-09-09 21:44 GMT]


 

Christel Zipfel  Identity Verified
Member (2004)
Italian to German
+ ...
Completamente d'accordo Sep 9, 2010

con le due colleghe che mi precedono.

A parte la direttiva europea così profusamente riportata da texjax, che saluto cordialmente, non è affatto affar tuo se il cliente dell'agenzia ha pagato o no. Il *contratto* (anche se non necessariamente si deve trattare di un contratto vero e proprio, basta anche un semplice incarico) è tra te e l'agenzia e basta. Diciamo per semplificare che il rapporto non è certo triangolare ma è solo bilaterale, ovvero tra te e l'agenzia. Se Voi Vi siete messi d'accordo per 120 giorni (e vabbé, non mi dilungo su quest'aspetto), 120 giorni devono essere. Magari il cliente ha pagato sull'unghia, oppure gli hanno concesso un anno di tempo per pagare o gli fanno omaggio della traduzione - non sono cose che ti riguardano.

Tutto il resto è segno di pochissima serietà e non serve altro per far valere il proprio diritto. Le agenzie già guadagnono sul nostro lavoro, dobbiamo fare pure da banca per loro?

Per quanto riguarda poi gli interessi di mora, da anni la relativa dicitura figura sulle mie fatture e consiglio caldamente a tutti di inserirla, oltrettutto è un nostro diritto stabilito da apposita direttiva comunitaria e leggi nazionali (almeno in Europa)! Qualche volta li ho pure applicati e mi sono stati pagati. Ci sono poi dei calcolatori di interessi appositi su Internet, non occorre calcolarli a mano, il che facilita molto la cosa...:-)

E comunque consiglierei a tutti di pretendere il pagamento almeno a 30 giorni (vedi direttiva). I termini di pagamento delle agenzie non sono certo scritti nella pietra ma negoziabili. Basta insistere.


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 23:49
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Risposta Sep 9, 2010

Tom in London wrote:
Vorrei soltanto (eventualmente) rispondere mantenendo la medesimo freddezza
Se ti va di inviarmi il testo privatamente, posso darti un'idea di come risponderei io, giusto per uno fornirti spunto che potrebbe rivelarsi utile in altre occasioni.


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:49
Member (2008)
Italian to English
TOPIC STARTER
Aspettiamo Sep 9, 2010

Silvia P. wrote:

Tom in London wrote:
Vorrei soltanto (eventualmente) rispondere mantenendo la medesimo freddezza
Se ti va di inviarmi il testo privatamente, posso darti un'idea di come risponderei io, giusto per uno fornirti spunto che potrebbe rivelarsi utile in altre occasioni.


Aspetto a vedere se mi arriva il bonifico, che dicono di aver fatto oggi. Sanno già che se non mi arriva entro lunedì al massimo, metto in atto il processo di recupero. So come farlo.

Magari vado con il laughing chicken/gallo

icon_smile.gif

[Edited at 2010-09-09 21:40 GMT]


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:49
Member (2008)
Italian to English
TOPIC STARTER
Oops Sep 9, 2010

non so cosa è successo.---- errore

[Edited at 2010-09-09 21:41 GMT]


 

Cristiana Francone
Local time: 23:49
Romanian to Italian
+ ...
Brutte esperienze Sep 13, 2010

L'esperienza di Tom mi ricorda una che ho avuto io di recente.... Un'agenzia che mi doveva pagare (secondo contratto) alla fine di gennaio, alla fine ha saldato i suoi debiti... alla fine di maggio (dopo essersi degnata di versare un "anticipo" a marzo)!!! Un'indecenza. E dopo numerosi solleciti (cortesi ma fermi) e scuse varie inventate dall'agenzia (e "abbiamo avuto problemi", e "il cliente non ci ha pagato", e "abbia pazienza, appena possibile faremo il bonifico", e "scusi, ma oggi il responsabile della contabilità è assente"), mi sono informata per bene (ho trovato la stessa normativa ben descritta da Texjax) e mi sono fatta fare una graziosa letterina da un amico avvocato...
Stranamente il giorno dopo il bonifico era arrivato, chissà come.


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:49
Member (2008)
Italian to English
TOPIC STARTER
hmmm Sep 13, 2010

Cristiana Francone wrote:

il giorno dopo il bonifico era arrivato, chissà come.


Giovedì mi è stato detto che il bonifico è stato fatto (dall'Italia all'Inghilterra).

Oggi è lunedì e non è arrivato nulla.

Secondo voi, quanto tempo ci vorrebbe?


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 23:49
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Tempistica delle banche Sep 13, 2010

Di quale banca si tratta? I massimali possibili sono stabiliti per legge... e so che ogni banca ha le proprie regole, che ovviamente non devono oltrepassare i termini di legge.

2gg. lavorativi tra piazze diverse e banche diverse sono sicuramente pochi per vedere la disponibilità in conto. Altra cosa è invece vedere la valuta (che può anche differire dalla data di disponibilità). Tu sai con che banca ti pagherà la società italiana? Puoi sempre chiedere.

Ad ogni modo, il cliente italiano che ha effettuato il bonifico con una banca italiana ha sicuramente un numero di CRO. Si tratta del numero dell'operazione che consente di capire dove si trova l'importo, che fine ha fatto... un numero di rintracciabilità insomma.
Chiedilo tranquillamente al cliente, se ha anche TRN meglio (con quello la tua banca dovrebbe poter fare ricerche). Se il cliente fa storie, significa che il CRO non ce l'ha, che tradotto significa "Non ho fatto il bonifico".

Ciao!


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 23:49
Member (2009)
English to Italian
+ ...
LWA in ProZ Sep 13, 2010

Cristiana Francone wrote:

Un'agenzia che mi doveva pagare (secondo contratto) alla fine di gennaio, alla fine ha saldato i suoi debiti... alla fine di maggio (dopo essersi degnata di versare un "anticipo" a marzo)!!! Un'indecenza. E dopo numerosi solleciti (cortesi ma fermi) e scuse varie inventate dall'agenzia (e "abbiamo avuto problemi", e "il cliente non ci ha pagato", e "abbia pazienza, appena possibile faremo il bonifico", e "scusi, ma oggi il responsabile della contabilità è assente")...
Nel tuo profilo non vedo se tu abbia lasciato feedback su questa agenzia. Ti consiglio di farlo, perché in questo modo:
1. si mettono in guardia altri colleghi sui possibili rischi e pericoli del lavorare con tale cliente
2. l'agenzia sia spronata a modificare il proprio modo di lavorare


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:49
Member (2008)
Italian to English
TOPIC STARTER
non so Sep 13, 2010

Silvia P. wrote:

Di quale banca si tratta? I massimali possibili sono stabiliti per legge... e so che ogni banca ha le proprie regole, che ovviamente non devono oltrepassare i termini di legge.

2gg. lavorativi tra piazze diverse e banche diverse sono sicuramente pochi per vedere la disponibilità in conto. Altra cosa è invece vedere la valuta (che può anche differire dalla data di disponibilità). Tu sai con che banca ti pagherà la società italiana? Puoi sempre chiedere.

Ad ogni modo, il cliente italiano che ha effettuato il bonifico con una banca italiana ha sicuramente un numero di CRO. Si tratta del numero dell'operazione che consente di capire dove si trova l'importo, che fine ha fatto... un numero di rintracciabilità insomma.
Chiedilo tranquillamente al cliente, se ha anche TRN meglio (con quello la tua banca dovrebbe poter fare ricerche). Se il cliente fa storie, significa che il CRO non ce l'ha, che tradotto significa "Non ho fatto il bonifico".

Ciao!


Non so quale è la banca. Sono un pò impaziente perché è tanto che attendo questo pagamento. Aggiungo che non essendo affatto in buoni rapporti con il debitore, non mi va di chiedergli niente. Aspetterò un pò.


 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

L'agenzia che ritarda a pagare con la scusa che non è stata pagata dal proprio cliente

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
SDL MultiTerm 2019
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2019 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2019 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search