Non lavoriamo per noccioline
Thread poster: Silvia Barra
Silvia Barra  Identity Verified
Italy
Local time: 00:07
English to Italian
+ ...
Oct 21, 2010

Sul forum francese una collega ha segnalato questo blog http://nopeanuts.wordpress.com/
e in particolare questo articolo (in inglese): http://nopeanuts.wordpress.com/2010/10/20/wolf/

Molto interessante.
Buona lettura
Silvia


Direct link Reply with quote
 
Colin Ryan  Identity Verified
Local time: 00:07
Italian to English
+ ...
That's amazing Oct 21, 2010

Grazie del link, l'avevo visto sul forum francese ma non ho pensato a ripostarlo qui.
E' incredibile, tra l'altro - un'agenzia italiana che ricava 0,06-0,07 dal cliente e che ne offre ben 0,05 al traduttore? Non conosco nessun azienda in italia così ALTRUISTA.

[Edited at 2010-10-21 11:56 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Maria Arruda
Italy
Local time: 00:07
Italian to Portuguese
+ ...
Molto interessante II Oct 21, 2010

Ci ho dato un'occhiata e mi è piaciuto subito.

Grazie Silvia.


Direct link Reply with quote
 

Irene Acler  Identity Verified
Italy
Local time: 00:07
Spanish to Italian
+ ...
Interessante Oct 21, 2010

Grazie del link, Silvia.
Molto molto interessante.


Direct link Reply with quote
 

Mailand  Identity Verified
Local time: 00:07
Italian to German
+ ...
E 7 € a cartella ....?? Oct 21, 2010

Proprio ieri ho avuto una offerta di lavoro molto simile a quello descritto nell'articolo, con la "scusa" che si trattava di un cliente che mandava molto lavoro - non avendo al momento lavori in corso ero tentata per un attimo ... ma poi ho pensato proprio al discorso "don't feed the bears", ho fatto una controfferta. Naturalmente hanno trovato qualcun'altro. Ma ho avuto occasione di andare sul sito del cliente in questione - in effetti: i testi tradotto in tedesco (la mia TL) erano da 7 € a cartella ...
Non so, forse se facessi la fame avrei comunque accettato, ma non sono ancora arrivata a questo punto! Teniamo duro.
E pur anche vero che proprio siti come questo sostengono un po l'atteggiamento descritto, come specifica anche l'articolo. Dall'altra parte sono contenta che esiste un forum come questo. Purtroppo in 1 anno di "prozista" ho avuto soltanto un lavoro accettabile attraverso il sito (quello di cui parlo sopra non era attraverso proz.com comunque) e non so ancora se mi iscriverò di nuovo alla scadenza del termine. La mia speranza è che i clienti delle agenzie "sottocosto" e anche quelli che leggono testi tradotti male, si fanno avanti per "denunciare" questo fatto. Chiaramente se vedo un vestito cucito male oppure la pasta consumata al ristorante è scotta, posso giudicare direttamente - ma i nostri clienti si rivolgono proprio a noi perchè non sanno le lingue. Educiamoli a farsi dire dai loro clienti come sono i testi di brochure, siti web, manuali etcetera. Comunque: buon lavoro a tutti che non vogliono farsi prendere in giro!


Direct link Reply with quote
 
Colin Ryan  Identity Verified
Local time: 00:07
Italian to English
+ ...
Diritti e... responsabilità Oct 22, 2010

Avendo letto il blog in oggetto, mi vien da dire: "Sì, ma... quelli che lavorano per arachidi spesso sono dei cowboy!"

Vorrei ovviamente che noi professionisti riceviamo delle tariffe decenti. Ma ho anche lavorato per conto di un'agenzia, e ho visto come sono le cose dall'altra faccia della medaglia.

Ci sono, in giro, dei traduttori che fanno uno schifo incredibile, sono veramente peggio di Google. Alcuni sono qui su ProZ, e lavorano come traduttori da decenni. Non sto scherzando.

Secondo me, se noi professionisti pretendiamo di essere pagati bene, dobbiamo anche fornire un servizio decente. Ciò vuol dire in pratica instaurare un'albo (anche a livello europeo). Dovremmo avere un'esame di certificazione, DIFFICILE.

Quando il mondo si rende conto che il mestiere del traduttore non è facile, poi vedrai che le tariffe aumentano. Ma finché dura questa situazione attuale dove qualsiasi persona figlio di 2 genitori che parlano due lingue diverse crede di poter tradurre un bilancio intero e di non poter sbagliare "perché sono bilingua!", avremo sempre questo problema che ci segue. Abbiamo bisogno di "high barriers to entry", come dicono gli economisti.

Direi che insieme all'iniziativa di NoPeanuts (che io tra l'altro "endorso"), dovremmo anche ripulire l'esercito dei traduttori dall'interno.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Non lavoriamo per noccioline

Advanced search






BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search