Pages in topic:   [1 2] >
Off topic: Non ho parole!!!! Davvero!!!!!!!!!!
Thread poster: Claudio Nasso

Claudio Nasso  Identity Verified
Italy
Local time: 17:10
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Feb 24, 2004

Ci siamo arrivati, gente:

http://www.proz.com/job/50566

al cambio odierno sono € 0.0157582/source word (AL LORDO DI TASSE).

E c'è chi risponde. NO COMMENT!!!!! (NON C'È LIMITE AL PEGGIO!!!!!)

Claudio

[Edited at 2004-02-24 16:22]


 

Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 17:10
German to Italian
+ ...
venghino siori venghino! Feb 24, 2004

C'è uno smiley che beve la cicuta?icon_smile.gif

 

giogi
Local time: 16:10
I" hit the rock bottom"!!!!!!!!! Feb 24, 2004

quando ho letto il loro annuncio...!!!
Che facce....!!!!

Che ne dite di fare una colletta e spedirgli il ricavato?


[Edited at 2004-02-24 16:37]

[Edited at 2004-02-24 16:38]


 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 12:10
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Ci sono novità in arrivo, e presto.... Feb 24, 2004

Cari colleghi,

mi pare che lo scandalo delle tariffe basse, che alcuni operatori sul mercato hanno il coraggio di esporre (e che purtroppo qualcuno di noi ha anche la sventatezza di accettare), sia probabilmente l'argomento più vecchio e stantio di tutti i forum, non solo in ProZ.com

Lo sappiamo tutti, ci sono persone che accettano queste tariffe, e se la domanda e l'offerta si incontrano e viene stipulato un contratto, non ci possiamo fare niente.
ProZ.com (e altri siti) forniscono un punto d'incontro, che ognuno utilizza come trova utile per la sua attivita'.

Tuttavia, qualcosa sta per cambiare. Ad un recente Meeting, svoltosi una settimana fa a Barcellona, a cui hanno partecipato 20 moderatori di ProZ.com, si è tentato di affrontare il discorso delle tariffe nella Jobs Area, esplorando varie alternative. Purtroppo il tempo era ristretto, e il problema è tanto complesso, che non si è avuto il tempo di concentrarsi o di identificare e approfondire una soluzione specifica.

Tutto è stato rimandato al prossimo futuro, e in particolare alla imminente totale riorganizzazione dell'area Jobs, quando sicuramente verranno stabilite regole e sistemi diversi su molti aspetti, e questo potrebbe includere anche meccanismi diversi rispetto alle tariffe.

Notare che con questo non intendo dichiarare che verranno imposti limiti, ma semplicemente che ogni correttivo utile, nel quadro di un libero mercato e nel rispetto della legge, sara' studiato e adottato.

Tutto questo, anche se un po' vago, lo dico solo per anticipare che si sta lavorando al problema e per evitare che il sito diventi, o sia percepito, come uno strumento di incoraggiamento allo sfruttamento del nostro lavoro, il che è certamente non vero.

ciao
Gianfranco



[Edited at 2004-03-03 10:20]


 

Jean-Marie Le Ray  Identity Verified
Italy
Local time: 17:10
Member
Italian to French
+ ...
Un semaforo... Feb 24, 2004

Gianfranco Manca wrote:

Ci sono novità in arrivo, e presto



In questi giorni, sempre pensando al discorso delle tariffe troppo basse e della legislazione americana che impedisce di limitare i prezzi, stavo pensando che si potrebbe usare per ogni offerta di lavoro una segnaletica di tipo semaforo :
rosso per le tariffe ridicole
giallo per le tariffe appena accettabili
verde per le tariffe decenti
Così nessuna legislazione verrebe infranta e potrebbe essere dissuasivo per un offerente postare un bid segnalato da un bel semaforo rosso !
Per il range da applicare ad ogni fascia, si potrebbe fare un sondaggio sul sito per decidere insieme, ovviamente tenendo conto delle differenze tra una coppia linguistica e l'altra.

Le mie due lire. Ciao, Jean-Marie

P.S. Pensandoci bene, potrebbe anche servire ai traduttori che rispondono alle offerte con prezzi stracciati a prendere coscienza di quello che stanno facendo

[Edited at 2004-02-24 17:45]


 

giogi
Local time: 16:10
Grazie per le news, Gianfranco... Feb 24, 2004

Gianfranco Manca wrote:

plorando varie alternative, ma la discussione e il problema sono tanto complessi che non si è avuto il tempo di concentrarsi su una soluzione, e il tutto è stato rimandato al prossimo futuro, con la imminente totare riorganizzazione dell'area Jobs, e probabilmente regole e sistemi diversi per le tariffe.






[Edited at 2004-02-24 16:50][/quote]
Vedi credo che il problema sia stabilire uno "standard di decenza". Per quanto ne so io, uno standard non esiste e credo comunque che sarebbe un bel salto di qualità per Proz.com cercare di stabilire (orientativamente ) proprio uno standard di questo tipo.
Naturalmente intendo degli standard "interni" alla comunità....
A presto
Giovanna

[Edited at 2004-02-24 18:05]

[Edited at 2004-02-24 18:06]


 

Catherine Bolton  Identity Verified
Local time: 17:10
Italian to English
+ ...
Peggio ancora Feb 24, 2004

... c'è gente che ha risposto.

 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
la cosa + buffa è... Feb 24, 2004

...che ci vuole anche il Platinum per vedere l'offertaicon_biggrin.gif

 

cuticchia
Local time: 17:10
English to Italian
Con tutto il rispetto... Feb 24, 2004

per le opinioni degli altri... E' soltanto una questione di mercato: se la domanda incontra l'offerta è fantastico: qual è il problema? Tutti lavorano, ognuno si prende un piccolo margine e la pagnotta arriva a casa di tutti quanti. Non credo che chi risponde a questi annunci lo faccia soltanto perché è masochista. Lo fa perché ha bisogno di lavorare e i lavori da 20 euro a cartella vanno esclusivamente ad altri. Francamente non capisco queste tendenze da piano quinquennale - di leninista memoria - a cercare di controllare il mercato...
Se non si lamenta nessuno di coloro che fanno questi lavori a basso costo (anzi, tutt'altro: rispondono a legioni), perché vi lamentate voi e pensate addirittura di proibirli o limitarli? Se non è una questione politica, proprio non capisco la vostra logica...

Saluti,

Cesare


 

Valentina Pecchiar  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Precisione storica Feb 25, 2004

cuticchia wrote:
(...) tendenze da piano quinquennale - di leninista memoria - a cercare di controllare il mercato...


Lenin o Stalin?


PS "Nominato nel 1922 segretario generale del Comitato centrale, [Stalin] seppe trasformare questa carica, di scarso rilievo all'origine, in un formidabile trampolino di lancio per affermare il suo potere personale all'interno del partito dopo la morte di Lenin (1924). [...] Con il 1928 iniziò l'"era di Stalin". Da quell'anno infatti [...] fu dato avvio al primo piano quinquennale (1928-32) che dava la precedenza all'industria pesante. "
http://baruffi.ceva.infosys.it/5b/silone/stalin.htm
(o qualsiasi atlante storico, cronologia, guida turistica sulll'ex URSS, o una semplice googlata - con buona pace di Giovannaicon_smile.gif )

[Edited at 2004-02-25 16:17]


 

elrubio
Local time: 17:10
German to Italian
+ ...
Pipa di tabacco Feb 25, 2004

E' così difficile capire che il vero professionista non svende la sua professionalità mentre chi la professionalità non ce l'ha è disposto a battere la concorrenza per una pipa di tabacco?

 

elrubio
Local time: 17:10
German to Italian
+ ...
Funzione etica di tutela della categoria Feb 25, 2004

A mio parere Proz.com dovrebbe svolgere anche una funzione etica di tutela della categoria dei traduttori; ovvero non dovrebbe pubblicare offerte di lavoro al di fuori di determinati criteri retributivi (da stabilire a cura dalla stessa PROZ).

Chi l'ha detto che sul sito non si possa eseguire un certo tipo di filtratura preventiva come tutela?

Stabilire una soglia minima e massima sarebbe a mio avviso una pura misura di difesa della classe dei traduttori.

Chi vuole svendersi ( ed in tal modo dequalificare la categoria ) sarebbe giusto che lo facesse da altri siti, non da Proz.

Ammettere come normale la dinamica della rincorsa ai prezzi super-stracciati significa mortificare la qualità.

O no?!


 

Annamaria Leone  Identity Verified
Ireland
Local time: 16:10
Spanish to Italian
+ ...
Cose dell'altro mondo Feb 25, 2004

[quote]cuticchia wrote:

E' soltanto una questione di mercato:

Infatti è proprio una questione di mercato... ma non ci si può piegare sempre al mercato... quando il mercato non tiene conto del fatto che si tratta di gente che traduce per lavoro non per hobby!

se la domanda incontra l'offerta è fantastico: qual è il problema?
Il problema è che se una persona impiega ad esempio 20/30 minuti per tradurre una cartella e quella cartella gli viene pagata 2,5 euro lorde (- iva, - il 17% dei contributi, - le tasse) e sottraendo le spese (elettricità per il PC, costo del collegamento a Internet, costo della carta e dell'inchiostro per stampare...) o quelle persone non lo fanno per lavoro, o vivono nel Sud del mondo, o lo fanno per imparare.
A me non piace dire "tizio rvina il mercato" "caio lavora così e così), però io non credo che per chi risponde a queste offerte il problema siai l bisogno di lavorare, perché con quei compensi si va in perdita... se uno ha bisogno di lavoraree no nriesce a lavorare con le traduzioni fa i doposcuola, la/ il segretaria/o, serve i cafè nei bar etc etc...


Tutti lavorano ognuno si prende un piccolo margine e la pagnotta arriva a casa di tutti quanti.

Tutti vengono schiavizzati!

Lo fa perché ha bisogno di lavorare e i lavori da 20 euro a cartella vanno esclusivamente ad altri.

Magari è necessario investir il tempo a domandarsi percé i lavori da 20 euro vanno ad altri e per cercare di offrire quello che offre chiguadagna di più anziché spacciarsi per professionisti ma lavooraregratis. Un professionista ha chiaro il senso del suo lavoro...

Francamente non capisco queste tendenze da piano quinquennale - di leninista memoria - a cercare di controllare il mercato...

Ma chi vuole controllare nulla, solo che è normale avere paura della concorrenza sleale...

Se non si lamenta nessuno di coloro che fanno questi lavori a basso costo (anzi, tutt'altro: rispondono a legioni), perché vi lamentate voi e pensate addirittura di proibirli o limitarli? Se non è una questione politica, proprio non c


Secondo me la tariffa deve corrispondere al servizio/qualità del servizio che si offre e anche se magari qundo si comincia ci si tiene bassi poi bisogna tendere verso l'alto e cmq non bisogno mai scendere al di sotto di un minimo...
Il lavoro è lavoro e va riconosciutocome tale...


 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
United States
Local time: 08:10
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Un mercato globale Feb 25, 2004

Ciao,

(per favore [ quote ] e [ /quote ] senza spazi prima e dopo le quadre, altrimenti non si riece a seguire bene e distinguere tra citato e proprio)

Putroppo siamo un mercato globale e questo significa che ciascuno di noi pagaper il suo panino un prezzo molto diverso. L'offerta veniva da un Paese in cui un panino costa molto poco e con quello che un operaio guadagna in Europa al mese ci si vive per mesi.

Una realtà da accettare..

ProZ.com offre una piattaforma di incontro e comunicazione. Stabilire dei criteri su ciò che è una tariffa consone alla prestazione offerta è praticamente impossibile, vista la varietà degli iscritti. È già difficile tra europei avere tariffe simili per la stessa combinazione di lingue, figuriamoci tra residenti in continenti diversi.

Giuliana
.


 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Sì ma... Feb 25, 2004

Giuliana Buscaglione wrote:

Ciao,


Putroppo siamo un mercato globale e questo significa che ciascuno di noi pagaper il suo panino un prezzo molto diverso. L\'offerta veniva da un Paese in cui un panino costa molto poco e con quello che un operaio guadagna in Europa al mese ci si vive per mesi.

Una realtà da accettare..



Ciao Giuliana e tutti, come spiegare allora, tanto per fare un esempio realmente successo, che ho ricevuto una proposta di lavoro dall\'India a tariffa esattamente il doppio di una ricevuta da Milano? Il discorso regge solo fino a un certo punto...


 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Non ho parole!!!! Davvero!!!!!!!!!!

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
SDL Trados Studio 2019 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2019 has evolved to bring translators a brand new experience. Designed with user experience at its core, Studio 2019 transforms how new users get up and running, helps experienced users make the most of the powerful features, ensures new

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search