nuovo contatto di collaborazione
Thread poster: Lara Bellocchio
Lara Bellocchio
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
+ ...
Dec 27, 2010

Gent.li colleghi,
sono stata contattata da una società di traduzioni dalla Cina. Prima di effettuare il loro test di prova mi richiedono molte info sulle società di traduzione con cui ho collaborato e mi chiedono in dettaglio nomi, indirizzi ecc delle persone con cui sono in contatto. Poichè è la prima volta che mi succede una cosi insistente richiesta di info nonostante ho prodotto molta documentazione a prova della mia esperienza, gradirei sapere qualche parere si come devo regolarmi. Dare o no le info richieste? Grazie.


Direct link Reply with quote
 

Annie Dauvergne
Italy
Local time: 12:04
Member (2007)
Italian to French
informazioni Dec 27, 2010

Ciao Lara,
Io non le darei. I tuoi contatti sono riservati e dovrebbe bastare il tuo CV.


Direct link Reply with quote
 
xxxsasiseso
Spain
Local time: 12:04
Concordo Dec 27, 2010

Concordo pienamente con Annie.

Direct link Reply with quote
 

T F F  Identity Verified
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
La richiesta di referenze è una cosa assolutamente normale. Dec 28, 2010

Ciao Lara,

io trovo assolutamente normale che una società possa chiedere di entrare in contatto con le persone a cui hai fornito i tuoi servizi, in modo da acquisire - attraverso un giudizio "terzo" - informazioni su di te e sul tuo lavoro...Dopotutto è proprio questa la "reputazione commerciale", qule valore che si costruisce con fatica, ma poi per fortuna è spendibile proprio grazie a meccanismi di questo tiipo, che per fortuna esistono (...pensa anche a piattaforme come linkedin!)
I contenuti del CV - senza un "riscontro oggettivo" - restano mere affermazioni personali a cui l'agenzia può credere come no e dare il valore che crede...e chi ha un po' di mestiere alle spalle sa che i CV spesso tendono ad essere, diciamo così, "gonfiati"...

...Aggiungo che - personalmente - preferisco di gran lunga questo metodo di riscontro oggettivo all'altro (il test di traduzione), perché penso che dimostri con più evidenza il valore di chi ha ben seminato (la "reputazione commerciale" appunto) e sia molto più affidabile (il test lo assegni a uno e può farlo un altro, le referenze invece si chiedono in merito ad una persona e una persona soltanto!)

...Ovvio che una richiesta di referenze - come ogni altra cosa su questa terra - va fatta con "misura": chiederti cose come "nome e cognome", "contatto (email/telefono)", "azienda", "dettagli dell'esperienza avuta", "..." va bene...Se ti chiedessero "segno zodiacale", "tariffe concordate" e cose simili allora il discorso sarebbe diverso.

Ultima cosa. Chiedere l'autorizzazione della persona che si intende usare come referenza è d'obbligo, ma "indagarne preventivamente" la disponibilità evita tante brutte sorprese!

In bocca a lupo,
RR


Direct link Reply with quote
 

Laura Fenati  Identity Verified
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
+ ...
fornire dati per collaborazione...... Dec 28, 2010

Nel corso degli anni ho radunato 2-3 nominativi di titolari di agenzie di traduzioni in giro per il mondo e che si sono detti disponibili a fornire informazioni sulla sottoscritta in caso di necessità. Dispongo anche di due lettere in tal senso che magari giro senza trasmettere i nominativi di quei titolari.
Ciò che invece non farei mai, nel caso in questione che tu poni, è di lavorare con clienti cinesi. Non sono al corrente delle tariffe che costoro sono in grado di accettare, ma qualcosa mi dice che non siano propriamente occidentali...... Per lo stesso motivo mi sono sempre rifiutata di lavorare per clienti asiatici e sudamericani.

Laura


Direct link Reply with quote
 

T F F  Identity Verified
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
Senza alcuna polemica... Dec 28, 2010

Laura Fenati wrote:
Ciò che invece non farei mai, nel caso in questione che tu poni, è di lavorare con clienti cinesi. Non sono al corrente delle tariffe che costoro sono in grado di accettare, ma qualcosa mi dice che non siano propriamente occidentali...... Per lo stesso motivo mi sono sempre rifiutata di lavorare per clienti asiatici e sudamericani.
Laura


...forse è il caso di intervenire a testimoniare che il mercato cinese - come quello asiatico - ha pari dignità degli altri ed è in grado di accettare tariffe degne di ogni considerazione, anche quella occidentale.

Laura Fenati wrote:
Dispongo anche di due lettere in tal senso che magari giro senza trasmettere i nominativi di quei titolari.


Una "testimonianza anonima" mi sembra un po' un controsenso... Personalmente, quando valuto delle referenze, parto proprio dal "pesare" quanto vale la fonte della referenza e solo dopo passo a vedere cosa viene detto di una data persona.


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Controsensi Dec 28, 2010

Laura Fenati wrote:

Ciò che invece non farei mai, nel caso in questione che tu poni, è di lavorare con clienti cinesi. Non sono al corrente delle tariffe che costoro sono in grado di accettare, ma qualcosa mi dice che non siano propriamente occidentali...... Per lo stesso motivo mi sono sempre rifiutata di lavorare per clienti asiatici e sudamericani.

Laura


Non so come sia possibile sconsigliare una tariffa che si ammette di non conoscere, ma si presume di conoscere solo in base a un pregiudizio. Per lo stesso motivo, non so come si possa rifiutare a priori di lavorare con certi clienti, senza conoscerne le tariffe, solo in base all'origine geografica.

Non ho mai lavorato con clienti cinesi ma conosco un collega che ha lavorato per loro qualche anno fa a tariffe più che occidentali (0,11 Euro a parola). Ho invece lavorato con una collega dell'America Latina, che mi ha pagato subito a una tariffa decente.

Personalmente ho ricevuto "offerte" da "terzo mondo" provenienti da un paese considerato occidentale (Italia, Milano, 0,03 Euro a parola) mentre un paese considerato emergente (l'India) mi ha offerto il doppio di quanto offerto dal paese "industrializzato". Ho rifiutato tutte e due le "offerte", ovviamente. Racconto la storiella vera solo per illustrare il fatto che non ha senso avere pregiudizi sulle origini geografiche dei clienti senza neanche sincerarsi prima di quanto offrano. Nel nostro lavoro, non dovremmo avere questo tipo di pregiudizi comunque.


Direct link Reply with quote
 
Lara Bellocchio
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Nuova collaborazione Dec 29, 2010

Gent.li Colleghi,
ringrazio coloro che mi hanno dato risposta. Per precisazione la tariffa offerta è di 0.05/word e la società con sede a Singapore (dal loro sito) sembra essere molto grande con sedi anche in USA e Canada. La mia contarietà è che nonostante abbia già dato il nome delle società con cui ho collaborato e abbia dato un portafolio anche di pubblicazioni in cui è presente il mio nome per il lavoro svolto (riviste mediche internazionali come Nature, Science ecc), insistono con l'avere i contatti che naturalmente non posso dare a chiunque. Non capisco quale altra sicurezza vogliano avere per capire che il mio CV non è "gonfiato". E che fare se le collaborazioni sono state troppo distanti nel tempo soprattutto in questi ultimi 2 anni? Io ho anche un'altra professione ma cerco di crearmi un pacchetto di pochi clienti ma certi. Grazie per la vostra disponibilità e vi auguro buone feste.


Direct link Reply with quote
 

T F F  Identity Verified
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
Ti dico come la vedo io... Dec 29, 2010

Ti dico come la vedo io - di nuovo - senza polemica e solo per promuovere "ragionamenti allargati"...Poi ognuno fa come vuole, ci mancherebbe!

La mia contarietà è che ... insistono con l'avere i contatti che naturalmente non posso dare a chiunque.


Un possibile cliente, non è "chiunque": se io publicassi i contatti delle mie referenze sulla mia pagina web allora li starei dando a chiunque, ma se voglio approfondire il rapporto con un possibile cliente (che mi interessa, è ovvio!), allora devo promuovere lo sviluppo del dialogo mettendo "palla a centro" informazioni di "livello 2"...Se continuo con la stessa diffidenza iniziale, le cose non si muovono!

Non capisco quale altra sicurezza vogliano avere per capire che il mio CV non è "gonfiato".


Quella che ti chiedono loro: la possibilità di contattare le tue referenze.
Ogni impresa ha le proprie policy di reclutamento e selezione che - dal proprio punto di vista - sono necessarie ad assicurare il livello di qualità a cui puntano...È ovvio che posso astenermi dal far proseguire il dialogo con un possibile cliente che chiede cose che non voglio comunicare...Potrò anche scandalizzarmi per la specifica "richiesta" (es: una volta un RM mi chiese la pergamena della mia laurea in originale!!!!), ma devo sempre riconoscere pacificamente al mio interlocutore il diritto di organizzare il proprio business come crede!

E che fare se le collaborazioni sono state troppo distanti nel tempo soprattutto in questi ultimi 2 anni?
Io ho anche un'altra professione...


In questo si può vedere chiaramente una delle utilità che questo sistema di reclutamento (quello con referenze) può avere - visto dal punto di vista dell'agenzia, s'intende: la difficoltà a produrre referenze contigue segnala con evidenza una caratteristica del percorso lavorativo del candidato, che se avesse segnalato una cosa diversa nel CV verrebbe subito contraddetto dai documenti prodotti!
Situazioni di questo tipo sono spesso oggetto di specifiche valutazioni da parte di un resource manager accorto, che - ricordiamocelo - è pagato per individuare le fonti di approvvigionamento migliori sul mercato...Sarà lui il primo responsabile nei casi in cui i soldi dei clienti dell'agenzia finiscono in mano a chi non è in grado di fornire servizi del livello pattuito.


Direct link Reply with quote
 
Giulia Ji
Italy
Local time: 19:04
Italian to Chinese
+ ...
risposta da un'interprete cinese Dec 30, 2010

allora io che sono un'interprete cinese che e' naturalmente in collaborazione con diverse agenzie di traduzione cinesi ti do' la mia risposta:non e' mai necesarria condividere le info delle societa' di cui collabori o hai collaborato, a meno che questi qui vorrano evitare qualche inconvinenza per i termini legali o economici.

Direct link Reply with quote
 
Lara Bellocchio
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
precisazioni Dec 30, 2010

Quando ho affermato di avere un'altra attività avrei dovuto precisare che comunque è sempre in ambito linguistico (es: trascrizioni audio). A volte assumo incarichi da fare presso il cliente e questo mi impedisce di accettare progetti di traduzione a scadenze obbligate in quanto non sarei in grado di rispettarle. Da ciò la distanza temporale delle collaborazioni con società di traduzione.

Comunque, se un traduttore ha delle pause di attività non credo che ciò lo qualifichi ad essere meno competente!! Inoltre le agenzie sono le uniche a non correre "rischi" in quanto pagano solo a traduzione consegnata e della qualità che decidono loro. Sempre più spesso chiedono di firmare dei documenti in cui si dichiara che il traduttore deve rifondere o incorre nel non pagamento se in ritardo o altro (vedi problemi di sopravvenuta incompatibilità dei software).

La contraddizione è che se da un lato chiedono referenze per verificare la mia alta qualità poi il messaggio si chiude così:

"Our company only cooperate with freelances who’s native language is the target language, and all our translators are approved through our test, so do not worry to much about the quality of the translation. Even if you need do extra job for editing the bad quality projects, you can discuss the rate with the PM case by case".

Allora mi chiedo a cosa serve chiedere i contatti dei clienti? Ribadisco che ho fornito recenti pubblicazioni a stampa fatte per università su riviste internazionali. Penso poi che aver dato molte delle società con cui collaboro sia sufficiente.

Non so, forse sono troppo sospettosa essendo incorsa in tanti di quei "scam" che.... "ho lavorato gratis spesso" e veder poi i testi tradotti, spacciati per samples, pubblicati sul web. Ultimamente per curiosità ho inserito un testo-campione tradotto da me in google e puf! lo stesso testo è apparso come "sample" di un altro traduttore.

Grazie Renato per la tua collaborazione nella discussione.


Direct link Reply with quote
 
Lara Bellocchio
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ringraziamenti per i pareri espressi Dec 31, 2010

Giulia Ji, grazie per il tuo feedback.

Direct link Reply with quote
 

Letizia Ridolfi
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
+ ...
mi chiarisci una cosa? Jan 5, 2011

Lara Bellocchio wrote:

Non so, forse sono troppo sospettosa essendo incorsa in tanti di quei "scam" che.... "ho lavorato gratis spesso" e veder poi i testi tradotti, spacciati per samples, pubblicati sul web. Ultimamente per curiosità ho inserito un testo-campione tradotto da me in google e puf! lo stesso testo è apparso come "sample" di un altro traduttore.



Lara per curiosità, hai trovato il tuo stesso testo in italiano???? Scusami non voglio portarti OT, ma siccome è successo anche a me (quanto meno il testo era sospettosamente simile)vorrei capire meglio...
Grazie.
Per quanto riguarda l'argomento del tuo thread, io fossi in te farei come Laura, chiederei a una o due persone di fornirmi eventuali referenze, sempre che siano disponibili a farlo.
Buon lavoro
Letizia


Direct link Reply with quote
 
Lara Bellocchio
Italy
Local time: 12:04
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
OT Jan 5, 2011

Cara Letizia,
per rispondere alla tua curiosità, ti confermo che ho ritrovato (in ricerca libera con google) la mia traduzione italiana di un cosidétto "test sample" con una o due modifiche. Ma era lo stesso. Ciao


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 06:04
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Due semplici precondizioni essenziali Jan 8, 2011

Per me le referenze dettagliate non vanno inviate (e non andrebbero neanche richieste) se non dopo avere ricevuto la conferma di un accordo sulle tariffe (circa doppie rispetto a quella menzionata da Lara, ma questo è un altro discorso) e di una precisa proposta di lavoro immediato o a breve termine. Gli stessi criteri valgono anche per l'esecuzione di un breve test (generalmente entro le 250 parole).

Oltretutto credo che un buon RM non dovrebbe mancare di tenere conto delle qualità professionali del candidato, che in mancanza di tali condizioni si rivelerebbero quantomeno manchevoli.

Luca


[Edited at 2011-01-08 20:31 GMT]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

nuovo contatto di collaborazione

Advanced search






Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search