Traduzioni....come cominciare?
Thread poster: Angela L.
Angela L.
Local time: 00:06
French to Italian
+ ...
Jan 14, 2011

Salve ragazzi,

mi presento: mi chiamo Angela e ho fatto l'iscrizione su questo sito pochi giorni fa e da allora non faccio che gironzolare attraverso post e consigli, proposte di lavoro e curriculum.

Prima di tutto: è molto bello qui!!
Sono felicissima di leggere di voi, delle vostre esperienze, del vostro lavoro.

Ne ho parlato a casa mia ma non ho riscontrato lo stesso entusiasmo...i miei sono scettici riguardo questo lavoro...io invece ci credo tantissimo, considerando che ho sempre svolto traduzioni anche da lingua madre a inglese e francese, e l'ho sempre fatto come volontaria o durante i vari stage che hanno costellato il mio percorso dalla laurea ad oggi.

Alla fine, stanca del continuo peregrinare tra un impiego e l'altro senza possibilità di carriera, ma e soprattutto, di crescita professionale (sembra che col passare del tempo mi stia disumanizzando, da cervello pensante a sbiadita impiegata) ho deciso di riprendere il cammino iniziato subito dopo la laurea e poi smarrito.

Adesso sono come una bimba con 3 gettoni in un luna park....che fare? come li spendo questi soldini?
Ho appena accettato una traduzione gratuita, per un'associazione no- profit, e sinceramente sono molto contenta perché così penso di poter cominciare a togliere la ruggine da certi ingranaggi, testarmi, e cominciare a fare ordine nel pc!

cosa ne pensate? ho fatto bene? voi come avete cominciato? siete contenti della scelta che avete fatto?
come imparate? nel senso, a chi o cosa vi affidate in caso di incertezza su una traduzione?


sperando di non avervi annoiato con la mia storia e con le domande da neofita

vi abbraccio tutti!


Direct link Reply with quote
 

Susanna Garcia  Identity Verified
Local time: 23:06
Italian to English
+ ...
Consigli Jan 14, 2011

Salve Loopi,

Per cominciare, ti conviene leggere il forum in inglese Getting Established e poi caso mai riproporre le tue domande nel caso che non ci fossero le risposte che cercavi.
Inoltre, cambierei la tua foto e mettere il tuo vero nome se vuoi sembrare, forse, piu' seria ma puo' darsi' che io sia un po' all'antica. E che cosa e' precisamente il legame fra tradurre e il tuo slogan?

Good luck

Suzi


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 00:06
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Pareri esclusivamente personali Jan 14, 2011

Ciao Angela,

parto dal presupposto che tu abbia già tutti gli strumenti per poter esercitare la professione con serietà.

Loopi wrote: Adesso sono come una bimba con 3 gettoni in un luna park....che fare? come li spendo questi soldini?

Prendila come un'opportunità che, se ben sfruttata, potrà cambiarti la vita.

Loopi wrote: Ho appena accettato una traduzione gratuita, per un'associazione no- profit, e sinceramente sono molto contenta perché così penso di poter cominciare a togliere la ruggine da certi ingranaggi, testarmi, e cominciare a fare ordine nel pc!
cosa ne pensate? ho fatto bene?

Se è un modo per metterti alla prova dopo un tempo di fermo, OK. Se però il tuo pregresso, logorante peregrinare di azienda in azienda ti porta a ricercare soddisfazioni personali che riguardino, oltre che le mansioni svolte, anche aspetti remunerativi, non dedicherei tempo alle traduzioni gratuite (se non per prove di traduzione ad agenzie). Dedica quel tempo libero a operazioni di marketing, invio di presentazioni, fatti conoscere, frequenta i powwow, crea più CV o presentazioni, che tengano conto del tipo di potenziale destinatario, del mercato di competenza, anche nelle tue lingue sorgenti. Dovrai fare in modo che questi "documenti", che rappresentano il tuo passepartout, non contengano errori e non risultino né troppo pesanti né troppo scarni. Va da sé che ci dovrai lavorare abbastanza.


Loopi wrote: voi come avete cominciato?
A tradurre o a lavorare in proprio? La maggior parte dei traduttori qui in ProZ lavora come freelance. Qualcuno affianca questa professione ad altra attività primaria.


Loopi wrote: siete contenti della scelta che avete fatto?
Sì. L'unico vero lato negativo è la situazione contributiva/previdenziale. Siamo ancora un po' nel limbo da questo punto di vista. Non so valutare quindi questo lavoro nel lungo periodo (ad. es.: 40 anni).


Loopi wrote: come imparate? nel senso, a chi o cosa vi affidate in caso di incertezza su una traduzione?
Le possibilità sono molteplici. Tutto può contribuire ad aumentare le proprie competenze (rimanere aggiornati, informarsi, leggere, frequentare eventi per traduttori, relazionarsi con altri colleghi, consultare altri colleghi, partecipare in progetti di traduzione che coinvolgano altri traduttori specializzati, avere il feedback del revisore, ecc.). Solitamente davanti a un'incertezza su una traduzione ho due strade: interpellare il cliente (ad es. in caso di potenziale errore nel source) o consultarmi con un collega (ad es. un dubbio interpretativo). L'una non esclude l'altra.

[Modificato alle 2011-01-14 13:40 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Angela L.
Local time: 00:06
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
grazie! Jan 15, 2011

Grazie innanzitutto per i commenti!

Cara Susanna, grazie mille per i consigli, per quanto riguarda la foto, è forse una deformazione professionale, essendo fotografa ho autoritratti sempre un po' "particolari", ma provvederò a cambiarla e a mettere il mio nome.
Lo slogan è semplicemente il titolo di una poesia di Lewis Carroll e non c'entra nulla con il tradurre!
Sto spulciando il forum che mi hai cosigliato...grazie mille, mi sembra esaustivo!


Cara Silvia, gli strumenti ci sarebbero..DALF C2 e complessivamente laurea VO in lingue straniere inglese e francese..ho già svolto traduzioni e utilizzo Wordfast..per il resto leggo libri e guardo film in lingua originale.
Non pensavo che fare lavoro di marketing promozione ecc... richiedesse tanto tempo, farò tesoro del tuo consiglio.
Chiedevo come avete cominciato a lavorare in proprio.
Per quanto riguarda il futuro credo che le incertezze oggi le abbiano tutti, anche chi lavora alle dipendenze di una qualsiasi azienda, i problemi nascono già all'interno del contesto lavorativo: pochissimi diritti solo tanti doveri, le aziende aprono, chiudono, licenziano... per non parlare delle attuali politiche sulle pensioni...il baratro direi. L'unica certezza, oggi, penso siano le competenze personali di ciascuno di noi, quelle spero non ci vengano tolte mai!


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 00:06
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Livello linguistico e traduzione Jan 16, 2011

Grazie per le precisazioni. Ti invito a fare una considerazione necessaria: un ottimo livello di conoscenza linguistica non parla delle competenze in campo traduttivo. Il DALF attesta la tua capacità di comprensione ed elaborazione in lingua francese, non la resa di testi dal francese all'italiano. Credo corrisponda al Certificate of Proficiency per l'inglese. Stessa cosa vale per la laurea in lingue. Sono punti di partenza che indicano la tua formazione linguistica. Ad ogni modo, ognuno di noi viene da percorsi diversi...

Avevo la ferma convinzione che la miglior formazione fosse quella della scuola per interpreti e traduttori (che io non ho avuto), finché settimana scorsa non sono "incappata" nella breve presentazione in inglese di un collega italiano che mi ha fatto raggelare! E non si trattava nemmeno di un novellino.

Comunque, io ho cominciato a lavorare come libera professionista con partita IVA dopo anni di lavoro come dipendente, a cui è seguito un breve periodo di "rodaggio" per acquisizione di un giro sufficiente di clienti. So che altri colleghi hanno aperto subito la partita IVA e poi hanno cominciato ad acquisire clienti. Credo che la mia scelta sia dipesa dal fatto di non volermi caricare subito, nei primi mesi, di costi fissi che avrebbero inciso sui miei primi precari ricavi di lavoratrice autonoma.


Direct link Reply with quote
 
Angela L.
Local time: 00:06
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
mumble Jan 16, 2011

Cara Silvia, mi fai riflettere e concordo con te riguardo la "resa" effettiva di colleghi provenienti da scuole tecniche. Per quanto mi riguarda, essendo molto autocritica, mi sono chiesta spesso se questa è la strada giusta per me. Ma, come dicevo, immediatamente dopo la laurea, forte di tre anni di corso di traduzione EN>IT che svolsi all'interno della mia università e tenuto da una docente davvero preparata ed esigente in materia, cominciai subito a fare traduzioni.
Durante il servizio civile svolto presso un'associazione no-profit ho svolto traduzioni addirittura da lingua madre a FR e a EN. Le mie traduzioni vennero subito apprezzate dai fruitori madrelingua, ma tutto ciò mi lasciò alquanto perplessa, non volevo assolutamente continuare a fare traduzioni verso altre lingue, non mi sentivo sicura del risultato finale. Ho continuato a farlo anche in altri contesti (al sud cercano traduttori come il pane per qualsiasi cosa, quindi, quando trovano una stagista laureata in Lingue, la prima cosa che chiedono di fare è TRADURRE, cosa? di tutto, da siti a brochures, da documenti ad elenchi). I miei spostamenti all'estero sono stati il secondo step: stage, tirocini, alloggio presso famiglie, corsi full immersion, avevo bisogno (e ne ho ancora) di "vivere" la lingua, di appropriarmene. Il terzo step sarà quello di frequentare un master in traduzione, letteraria o tecnica, ancora non so, anzi, chiedo consigli sui master qui a Roma, quali sono i migliori? Poi...leggere, guardare film, porsi domande, spulciare dizionari...e soprattutto amare la mia lingua e inorridire quando capita di leggere traduzioni improvvisate.
Spero di essere all'altezza.


Direct link Reply with quote
 

Susanna Garcia  Identity Verified
Local time: 23:06
Italian to English
+ ...
Foto/nome Jan 16, 2011

Molto meglio - ora devo riguardare la mia foto per non essere di meno!

Buon lavoro e buona domenica

Suzi


Direct link Reply with quote
 
Angela L.
Local time: 00:06
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
offresi servizio fotografico aggratis! Jan 16, 2011

Ahahahah!

grazie ancora Suzi un abbraccio!


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 00:06
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Ciao Angela Jan 16, 2011

Io credo che tu sia partita col piede giusto, ossia con la giusta consapevolezza, senza arroganza ma nemmeno understatement, insomma una giusta via di mezzo, mi sembra anche che tu scriva bene, e quindi non ti resta che lanciarti...

Rispondi alle offerte qui sul sito per lavori che ti sembrano adatti alle tue conoscenze, vedrai che nel giro di 3-4 mesi avrai un piccolo parco clienti.

In bocca al lupo!


Direct link Reply with quote
 

Susanna Garcia  Identity Verified
Local time: 23:06
Italian to English
+ ...
Appunto Jan 16, 2011

Prof. Angie G. wrote:


Io credo che tu sia partita col piede giusto, ossia con la giusta consapevolezza, senza arroganza ma nemmeno understatement, insomma una giusta via di mezzo, mi sembra anche che tu scriva bene, e quindi non ti resta che lanciarti...

Rispondi alle offerte qui sul sito per lavori che ti sembrano adatti alle tue conoscenze, vedrai che nel giro di 3-4 mesi avrai un piccolo parco clienti.

In bocca al lupo!


Ed e' questo atteggiamento, cosi' raro qui fra i nuovi arrivati, che mi ha spronato di rispondere nel mio piccolo invece di fare come al solito, cioe' lasciar perdere perche' a quanto pare, i miei 30 anni di esperienza non contano e loro sanno di gia' tutto su tutto.

Pob lwc

Suzi

p.s. ho cambiato foto!

[Edited at 2011-01-16 20:09 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Complimenti Jan 16, 2011

Angel L. wrote:

Ahahahah!

grazie ancora Suzi un abbraccio!


Bellissima foto e complimenti, mi sembri davvero una persona con tutte le carte in regola per tentare questa professione, anche se ciò non significa che non sarà difficile

In bocca al lupo
Giusi


Direct link Reply with quote
 
Angela L.
Local time: 00:06
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
ringrazio ancora... Jan 17, 2011

...tutti! Angie, Suzi e Giuseppina (chiedo perdono per il "tu")

sono davvero lusingata di ricevere consigli da professioniste così competenti.

Nell'ambiente lavorativo tendo a mantenere un atteggiamento "low profile" almeno fino a quando non sono davvero sicura delle mie competenze.
Le mie domande saranno parse ovvie ma ho preferito cercare un contatto virtualmente più diretto con i professionisti presenti su questo sito.

Sto cercando di seguire alla lettera tutto ciò che mi avete consigliato, sempre lasciando ampio margine alla mia personalità che può apparire più estrosa che professionale, ma so che parlerà più la resa dei miei (speriamo!) futuri lavori che una falsa e arrogante presentazione.

Nel frattempo, mentre scrivo nuovi curriculum, mi siedo su una pila di vocabolari e mi affaccio su questo mondo!

Ancora grazie e attendete nuove domande!


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Traduzioni....come cominciare?

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search