Pages in topic:   [1 2] >
consiglio per una non professionale
Thread poster: Flordetrebol
Flordetrebol
Local time: 09:24
Italian to Spanish
Feb 16, 2011

salve, per tanti anni ho collaborato con diverse aziende locali facendo traduzioni, sono madrelingua spagnola, ho fatto lezioni private e diversi lavori come interprete ma non posso considerarmi una professionista. Adesso la ditta con cui collaboravo di più sta attraversando un momento difficile (come molti in italia) e ho cominciato a guardarmi intorno cercando nuovi sbocchi lavorativi. Siccome non ho una laurea ma ho notato che molti la richiedono mi domandavo come posso inserirmi nel mercato delle traduzioni; basta la conoscenza della propria lingua e quella del italiano per poter sperare di lavorare seriamente come traduttrice? oppure dovrei prendere una laurea o fare dei corsi specifici?
grazie dei vostri consigli..


Direct link Reply with quote
 
xxxLatin_Hellas
United States
Local time: 09:24
Italian to English
+ ...
Costruisci su quello che già ti distingue Feb 16, 2011

Mi ricordo un sondaggio circa due anni fa qua su proz.com in cui è risultato che la maggioranza di quelli con più anni d'esperienza non hanno una laurea in traduzione, io incluso, alcuni senza nessuna laurea di nessun tipo, e lavoriamo benissimo in questo settore. Ma abbiamo le nostre radici in tempi diversi.

Da quando si è esplosa la mondializzazione dell'economia, si è aumentata la domanda per le traduzioni, si sono abbassati le barriere all'ingresso dalla parte dell'offerta, ed è cresciuta esponenzialmente l'offerta di corsi formali in traduzioni.

La tua scomessa migliore è quella di sfruttare al massimo le conoscenze personali e contatti maturati durante questi anni di esperienza professionale per offrire i tuoi servizi freelance specializzati a quelle contraparti le cui esigenze specializzate sei in grado unicamente, o quasi, di soddisfare.

Se segui il sentiero, ormai l'autostrada, dei corsi formali, spenderai un sacco di tempo e soldi solo per trovarti a dover fare concorrenza con migliai di altri per guadagnare poco.

Meglio costruire su quello che già ti distingue dagli altri.

In bocca al lupo!

[Edited at 2011-02-16 11:29 GMT]

[Edited at 2011-02-16 11:30 GMT]


Direct link Reply with quote
 

corallia  Identity Verified
Local time: 09:24
Italian to Romanian
+ ...
qualche consiglio Feb 16, 2011

Ciao,
Penso non sia molto importante avere una laurea, importante quello che sai fare,.. quindi tradurre bene. E vero che il mercato e sovraffollato di traduttori, molti di loro laureati ma tu sei unica, come sono anch'io, o molti altri.

Io personalmente non sono professionista cerco anche io di fare qualcosina in piu del mio lavoro. Quindi, io mi sono scritta alla Camera di Commercio del cità dove vivo- sezione Interpretti -traduttori. Ti dano un elenco di documenti da compilare piu devi prezentare 3 o 4 traduzioni fatte da te, e pagare una tassa(bolletini ) di 180 £ + 14 £ timbro + la tassa di 30 £ al sportello.
Dopo qualche mese 3- 4 mesi ti arriva acasa la comferma, è con questa ti puoi scrivere anche al Tribunale all Albo degli Interpreti, e cercare anche alla Polizia di Stato.
Non è chissa che , pero ogni tanto ti guadagni qualcosina.
In bocca luppo
Daniela


Direct link Reply with quote
 
Flordetrebol
Local time: 09:24
Italian to Spanish
TOPIC STARTER
ottimi consigli Feb 16, 2011

Grazie del incoraggiamento e dei consigli. Intanto sto cercando di capire in cosa mi posso distinguere, senz'altro ho lavorato molto facendo traduzioni di siti internet, ma in generale ho tradotto i più svariati generi di testi. Andrò a vedere nella camera di commercio del mio paese, mi sembra un buon punto d'inizio. Nel frattempo mi sto dando da fare con le tecnologie richieste dalle aziende di traduzione per cercare di essere più veloce e mi sono scritta alle diverse mailing-list. È un mondo molto complesso e a volte non si sa da dove partire, ma non demordo facilmente! Grazie ancora!

Direct link Reply with quote
 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 01:24
Member (2003)
English to Italian
+ ...
No, assolutamente Feb 17, 2011

corallia wrote:
Penso non sia molto importante avere una laurea, importante quello che sai fare,.. quindi tradurre bene.


Infatti, a Trieste ho passato anni, per decine d'ore alla settimana, a non fare o imparare niente di utile. Salvo:

  • iniziare almeno ad imparare come si traduce (più di venticinque anni dopo, sto ancora imparando),
  • approfondire due lingue straniere (e la lingua italiana),
  • vedere tutte le settimane le mie traduzioni criticate, corrette e migliorate non solo dai docenti ma dagli altri studenti, e fare lo stesso per le traduzioni dei compagni di corso,
  • discutere in gruppo a lungo come meglio tradurre una determinata parola, per poi passare alla frase successiva e attaccare una nuova discussione,
  • imparare come si fa ricerca (o almeno come la si faceva in quell'epoca preinformatica).


Niente d'importante, insomma. Tanto si sa che la traduzione è un mestiere che uno può improvvisare quando vuole: basta "sapere le lingue".

Poi si vedono certi risultati

Sì, è vero ci sono anche buoni traduttori che non hanno studiato traduzione. Ma: 1) di solito sono almeno laureati e specialisti in altri campi specifici, e 2) Checché ne dicano, non è che sono diventati buoni traduttori perché non hanno fatto studi specifici, ma nonostante ciò.


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 09:24
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Consigli Feb 17, 2011

Flordetrebol wrote:
salve, per tanti anni ho collaborato con diverse aziende locali facendo traduzioni, sono madrelingua spagnola, ho fatto lezioni private e diversi lavori come interprete ma non posso considerarmi una professionista. Adesso la ditta con cui collaboravo di più sta attraversando un momento difficile (come molti in italia) e ho cominciato a guardarmi intorno cercando nuovi sbocchi lavorativi.


Hai provato a vedere se nella tua zona ci sono corsi di spagnolo? Potresti offrirti di collaborare con qualche scuola per la conversazione in spagnolo, oppure aiutare studenti che imparano lo spagnolo (soprattutto per la parte orale). Non avendo qualifiche specifiche per l'insegnamento teoricamente potrai collaborare anche con le scuole (statali e private), ma soltanto per la conversazione in spagnolo.

Flordetrebol wrote:
Siccome non ho una laurea ma ho notato che molti la richiedono mi domandavo come posso inserirmi nel mercato delle traduzioni


Le agenzie in genere hanno dei requisiti minimi, quindi è difficile che affidino i propri servizi a chi si avvia alla libera professione senza titoli di studio specifici. Non sto dicendo che tutti debbano averne, ma chi entra ora in questo mercato, sì. Un po' come accade nel mondo della scuola, ora senza laurea non è più possibile insegnare, nemmeno in una scuola materna, ma ci sono ancora tantissimi insegnanti che hanno frequentato solo la scuola magistrale. Questa è la situazione attuale. Ci sono traduttori che non collaborano per scelta con agenzie di traduzione, ma le agenzie permettono in genere di avere un flusso di lavoro continuo. Senza, la situazione diventa molto più frammentata e complessa. Potrebbe anche accadere che, vista la precedente esperienza come traduttrice per aziende private, qualche agenzia possa mettere alla prova le tue competenze chiedendoti di svolgere un test di traduzione, che viene poi fatto revisionare da altri professionisti.

Flordetrebol wrote:
basta la conoscenza della propria lingua e quella del italiano per poter sperare di lavorare seriamente come traduttrice?
Seriamente? No.

Flordetrebol wrote:
oppure dovrei prendere una laurea o fare dei corsi specifici?
A mio modo di vedere, se non hai ancora deciso quale strada intraprendere, in questo periodo di transizione, o in qualsiasi periodo di transizione della propria vita, dedicare del tempo alla formazione e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze non è mai una perdita di tempo. Ci sono corsi gratuiti organizzati da comuni e regioni, qui in Lombardia è così (non so nella tua regione). Se vuoi orientarti specificamente verso la traduzione, comincia ad informarti su tutto quanto è disponibile per la tua combinazione linguistica, su cosa richiedono per es. le agenzie spagnole, quali siano i titoli più richiesti, ecc. Ritengo sia un buon modo per cominciare a capire il mercato nel quale vuoi entrare. La tua intraprendenza e le tue capacità di traduttrice dovranno fare il resto.

[Edited at 2011-02-17 06:34 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 09:24
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Camera di Commercio Feb 17, 2011

Flordetrebol wrote:
Andrò a vedere nella camera di commercio del mio paese, mi sembra un buon punto d'inizio. Nel frattempo mi sto dando da fare con le tecnologie richieste dalle aziende di traduzione per cercare di essere più veloce e mi sono scritta alle diverse mailing-list.

Per iscriversi alla Camera di Commercio locale bisogna avere partita IVA, almeno così mi risulta. L'iscrizione alla Camera di Commercio non è indispensabile per poter esercitare, anzi, molti di noi non sono iscritti, perché è una spesa (annua) in più e non tutti ne ricavano un qualche beneficio.


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 09:24
English to Italian
+ ...
Il dono della sintesi Feb 17, 2011

Riccardo Schiaffino wrote:
Sì, è vero ci sono anche buoni traduttori che non hanno studiato traduzione. Ma: 1) di solito sono almeno laureati e specialisti in altri campi specifici, e 2) Checché ne dicano, non è che sono diventati buoni traduttori perché non hanno fatto studi specifici, ma nonostante ciò.



Questa frase riassume molte delle passate discussioni sull'argomento.

Per quanto riguarda i tuoi studi, forse non hai sottolineato abbastanza la questione dell'aver approfondito l'italiano... conoscere bene la lingua target non è né un fatto secondario, né qualcosa da dare per scontato!!!

Manuela


Direct link Reply with quote
 
xxxMilena Bosco  Identity Verified
Italy
Local time: 09:24
English to Italian
+ ...
Mi permetto di aggiungere... Feb 17, 2011

Io ho una specializzazione universitaria tecnico-scientifica. Oltre and una ferrea conoscenza dei campi in cui lavoro e dell'aspetto linguistico, (non si smette mai di imparare di confrontarsi e di studiare!), credo che l'aspetto che mi ha aiutato di più sia stato il fatto che sono "portata" a fare la traduttrice.
Bisogna avere una certa forma mentis, che dipende dal campo in cui si lavora. Credo che le doti naturali, per un traduttore, siano almeno tanto importanti quanto quelle che deve avere un attore o un ballerino.

Hai queste doti? Forse potresti rivolgerti ad un docente in qualche scuola specializzata che possa indirizzarti personalmente e meglio di noi, perché può valutare la situazione più "da vicino".

Felice giornata.


Direct link Reply with quote
 
xxxLionel_M
Local time: 09:24
English to French
+ ...
Bravissimo Feb 17, 2011

Riccardo Schiaffino wrote:

corallia wrote:
Penso non sia molto importante avere una laurea, importante quello che sai fare,.. quindi tradurre bene.


Infatti, a Trieste ho passato anni, per decine d'ore alla settimana, a non fare o imparare niente di utile. Salvo:

  • iniziare almeno ad imparare come si traduce (più di venticinque anni dopo, sto ancora imparando),
  • approfondire due lingue straniere (e la lingua italiana),
  • vedere tutte le settimane le mie traduzioni criticate, corrette e migliorate non solo dai docenti ma dagli altri studenti, e fare lo stesso per le traduzioni dei compagni di corso,
  • discutere in gruppo a lungo come meglio tradurre una determinata parola, per poi passare alla frase successiva e attaccare una nuova discussione,
  • imparare come si fa ricerca (o almeno come la si faceva in quell'epoca preinformatica).


Niente d'importante, insomma. Tanto si sa che la traduzione è un mestiere che uno può improvvisare quando vuole: basta "sapere le lingue".

Poi si vedono certi risultati

Sì, è vero ci sono anche buoni traduttori che non hanno studiato traduzione. Ma: 1) di solito sono almeno laureati e specialisti in altri campi specifici, e 2) Checché ne dicano, non è che sono diventati buoni traduttori perché non hanno fatto studi specifici, ma nonostante ciò.





Ti quoto in pieno e aggiungo che si vedono anche tanti laureati bravissimi nella loro specialità, ma che non capisco "le lingue" e pretendono di tradurre nella loro lingua e specialità discorsi che non capisco alla fonte ! Per loro l'importante è che abbia un senso compiuto nella lingua target, la loro lingua, e poco importa cosa c'era scritto l'originale; quello che conta è il concetto no ?
Questo è ancora peggio !

[Modificato alle 2011-02-17 14:34 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Luca Ruella  Identity Verified
United States
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Quoto Feb 17, 2011



Infatti, a Trieste ho passato anni, per decine d'ore alla settimana, a non fare o imparare niente di utile. Salvo:


Quoto tutto quel che dici. In questi forum si dice sempre che tutti possono fare tutto.


Direct link Reply with quote
 
Flordetrebol
Local time: 09:24
Italian to Spanish
TOPIC STARTER
in poche parole Feb 19, 2011

Innanzi tutto grazie a tutti per aver espresso delle opinioni sincere riguardo a quanto ho chiesto. Me ne rendo conto che con il mio messaggio magari ho potuto urtare la sensibilità di chi ha passato anni a studiare e approfondire il suo mestiere, ma non era assolutamente la mia intensione farlo ne tanto meno dire che si può diventare professionisti senza aver studiato. Semplicemente avendo passato molti anni della mia vita a insegnare l'spagnolo a adulti e ragazzi e avendo riscontrato che il mio modo d'insegnare è risultato molto valido, sia per i risultati ottenuti dalle persone che si sono rivolte a me per preparare esami specifici che per le persone che hanno voluto solo imparare la lingua, mi sono chiesta se mi potevo permettere di fare di questa mia conoscenza un vero mestiere. Per quanto riguarda le traduzioni mi è capitato di farle per agenzie che lavorano con l'estero e per diverse scuole che offrono servizi di traduzione, nonché per amici che lavorano nel cinema e volevano inviare i suoi progetti in italia. Ma non avevo mai tentato di farle per agenzie specializzate e vedendo in giro le loro richieste mi sono domandata se era valido tentare anche senza le credenziali da loro richieste. Per quanto riguarda i miei studi, ho fatto un liceo con orientamento pedagogico e per quanto riguarda l'italiano ho studiato questa lingua per più di cinque anni in argentina e ho continuato a studiarla da quando sono in italia, per me le lingue sono una passione, parlo l'inglese e anche il tedesco (ma non mi permetto d'insegnarli o di tentare di tradurre perché non considero di avere una conoscenza cosi profonda della loro grammatica e della loro struttura culturale) e quindi cerco sempre d'imparare di più; ho fatto esami di linguistica, di semantica e di semiotica italiana. Ma come molti di voi dicevano non si finisce mai d'imparare ed è per questo che ho chiesto consiglio.
Questo delle traduzioni è per me un mondo nuovo e sto cercando di capire come fare al meglio. Qual'è la strada giusta da seguire rispetto ai corsi da fare e alle scelte da prendere riguardo le tecnologie richieste, di modo tale di (magari!!!) poter vivere di questo.
Ancora grazie a tutti!


Direct link Reply with quote
 
Post removed: This post was hidden by a moderator or staff member for the following reason: empty post

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 09:24
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Gia' Feb 20, 2011

Lionel_M wrote:
Ti quoto in pieno e aggiungo che si vedono anche tanti laureati bravissimi nella loro specialità, ma che non capisco "le lingue" e pretendono di tradurre nella loro lingua e specialità discorsi che non capisco alla fonte ! Per loro l'importante è che abbia un senso compiuto nella lingua target, la loro lingua, e poco importa cosa c'era scritto l'originale; quello che conta è il concetto no ?
Questo è ancora peggio !


Come si vede piuttosto spesso nei kudoz, dove alcune persone insistono nel tradurre dall'italiano (che per loro ammissione non capiscono), nella loro lingua madre, creando solo confusione.

Breve OT (scusate mod, se e' un problema cancello e apro un nuovo filone)
Bisognerebbe forse proporre allo staff di mettere una funzione che impedisca di rispondere (se non forse ai termini easy) a chi non lavora in quella data coppia.


Direct link Reply with quote
 

eva maria bettin
Local time: 09:24
German to Italian
+ ...
IO sono laureata in niente Feb 20, 2011

ma ho fatto i miei bei 4 anni alla scuola interpreti e traduttori esistente all'epoca. dopo 2 anni bisognava scegliere- int. o trad. e una o più specialità. e poi si andava all'università come uditori. Quindi ti facevi "un doppio mazzo" - scusate il termine, che il tempo lo dovevi trovare oltre le ore quotidiane di lezioni.
quando sono stata assunta in pianta stabile in un azienda farmaceutica, ci ho trovato una "rivale" laureata con una tesi su Tiecke (roba del 1700, letteratura ted) che non distingueva una supposta da una caramella. MA ERA LAUREATA.
Come carriera ha fatta una brutta fine.

Io penso che l'importante sia individuare un campo specifico per te. Non mi perderei nelle lezioni private o cose simili- a meno che non hai fame, ma a quel punto è meglio fare le pulizie, che guadagni forse anche di più e non hai l'assillo di ragazzini che magari neanche sopporti. E intanto cerca di capire qual'è il campo che ti interessa davvero.

Mando un saluto ad Angio - e auguri a te.


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

consiglio per una non professionale

Advanced search






BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search