Pages in topic:   [1 2] >
Primi passi nel mondo freelance
Thread poster: FedericaB83

FedericaB83
Local time: 14:10
Feb 25, 2011

Buongiorno a tutti!
Mi chiamo Federica, ho 27 anni e ho avuto una breve esperienza nel mondo delle traduzioni. Infatti ho fatto uno stage qualche anno fa presso un'agenzia a Modena, in cui ho avuto modo di avvicinarmi ad ogni tipo di testo: tecnico, siti web, legali (il centro era affiliato con il tribunale), medico, istruzioni per giochi, principalmente dall'inglese e spagnolo verso l'italiano. Durante la mia esperienza lavorativa come commericale estero ho potuto avvicinarmi a manuali specifici del settore in cui lavoravo.
Ora che mi sono licenziata, perchè ho deciso di finire e laurearmi nella specialistica che ho iniziato un paio di anni fa in lingue, con un indirizzo in cui compaiono materie come diritto ed economia (ho una laurea triennale in lingue e letterature straniere), ho deciso di avvicinarmi al mondo dei traduttori freelance. E' sempre stata la mia passione e adesso vorrei trasformare questa mia passione in qualcosa di più serio. Vorrei sapere però da voi traduttori più navigati come muovermi: dovrei prima cercare i clienti e poi aprirmi una partita IVA (anche se so che molte ditte richiedono fattura per le traduzioni diciamo così privaate, perhcè molti manuali sono marchiati CE e pertanto in caso di controlli devono dimostrare la fatturazion, che può avvenire solo se uno possiede la partita IVA giusto?) oppure quali sono le mosse giuste per non perdere troppo tempo e soprattutto per non sprecare tropp soldi?

Grazie mille!

[Edited at 2011-02-25 07:28 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Holly Nathan  Identity Verified
Italy
Local time: 14:10
Italian to English
commercialista Feb 25, 2011

parla con il commercialista o passa dall'agenzie delle entrate e chiedi li. Se non superi 5.000 lordo all'anno puoi lavorare senza partita IVA MA PARLA CON IL COMMERCIALISTA!!! Vedi come sei messa con i clienti quando stai per superare questa soglia.

Direct link Reply with quote
 

FedericaB83
Local time: 14:10
TOPIC STARTER
primi passi nel mondo freelance Feb 25, 2011

Grazie per il consiglio... parlerò con il commercialista e poi comincerò a darmi da fare per trovare qualche cliente.

Direct link Reply with quote
 

2G Trad  Identity Verified
Italy
Local time: 14:10
Member (2000)
English to Italian
+ ...
Soglia Feb 25, 2011

holly nathan:
Se non superi 5.000 lordo all'anno puoi lavorare senza partita IVA


La soglia dei 5000 euro riguarda l'obbligo di iscrizione alla gestione separata INPS.

L'apertura della P. IVA è invece obbligatoria quando l'attività di lavoratore autonomo da occasionale diventa continuativa, indipendentemente dal fatturato.

Ciao!
Gianni


Direct link Reply with quote
 

FedericaB83
Local time: 14:10
TOPIC STARTER
primi passi nel mondo freelance Feb 25, 2011

Se una ditta mi contatta per tradurre ad esempio un manuale, come mi devo comportare? accetto anche se non ho P.IVA e quidni non posso fatturare? O dovrei sentire dalla ditta direttamente su come muovermi? Non vorrei fare la figura della sprovveduta.... (anche se in realtà sto muovendo i miei primi passi...)

Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 14:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Consigli Feb 25, 2011

Ciao federica

FedericaB83 wrote:
ho fatto uno stage qualche anno fa...
Ora che mi sono licenziata


Tra lo stage e il tuo ultimo lavoro a quale attività ti sei dedicata? Hai tenuto in esercizio l'uso delle lingue? E l'attività di traduzione? Quanto tempo è passato da quella vecchia esperienza?

FedericaB83 wrote:
dovrei prima cercare i clienti e poi aprirmi una partita IVA?

Mi sembra un po' un buttarsi allo sbaraglio, così. Consiglierei di preparare prima un piano di lavoro (a chi intendi proporre i tuoi servizi, come, quali veicoli di comunicazione utilizzare, preparare un listino, un elenco di servizi che puoi/vuoi offrire, i software utilizzati, preparazione di presentazioni, ecc.)

Soprattutto, dovrai capire se il livello del servizio che offri sia in linea con le richieste del mercato, con gli standard delle agenzie di traduzione, ecc.

FedericaB83 wrote:
so che molte ditte richiedono fattura per le traduzioni diciamo così privaate


Cosa sono le traduzioni private? Per i privati? Le aziende solitamente hanno bisogno di fattura, per i privati non credo sia un'esigenza. Chi non emette fattura, emette una ricevuta o notula. Come ti hanno consigliato, rivolgiti ad un consulente fiscale o commercialista.

FedericaB83 wrote:
perhcè molti manuali sono marchiati CE e pertanto in caso di controlli devono dimostrare la fatturazion, che può avvenire solo se uno possiede la partita IVA giusto?


Cosa c'entra la marcatura CE sui manuali? La marcatura serve a dichiarare la conformità alle norme europee...

FedericaB83 wrote:
quali sono le mosse giuste per non perdere troppo tempo e soprattutto per non sprecare tropp soldi?


Cerca nel forum tutti i consigli dati dai traduttori a chi intende intraprendere l'attività di traduttore freelance. Avrai da leggere per giorni. Temo che avrai bisogno di tempo e probabilmente anche di soldi. Forse però per qualche investimento è meglio aspettare... e vedere se questa attività fa per te.

FedericaB83 wrote:
Se una ditta mi contatta per tradurre ad esempio un manuale, come mi devo comportare? accetto anche se non ho P.IVA e quidni non posso fatturare? O dovrei sentire dalla ditta direttamente su come muovermi? Non vorrei fare la figura della sprovveduta....


Se chiedi al cliente, quest'ultimo finirà probabilmente per rivolgersi a qualcun altro, intuendo una tale sprovvedutezza. Ritorno al consiglio di un buon piano di lavoro. Ordine del giorno: fare il punto della situazione. Prima si fanno le regole e poi si comincia a giocare. Non il contrario.


Direct link Reply with quote
 

FedericaB83
Local time: 14:10
TOPIC STARTER
primi passi nel mondo freelance Feb 25, 2011

Ciao silvia,
grazie sei stata molto esauriente. effettivamente ho un pò di confusione: non so bene come muovermi e ho fatto alcune domande partendo dalla mia poca esperienza universitaria e lavorativa. Come mi hai consigliato te giustamente, dovrei prima buttar giù un piano di lavoro partendo anche dall'esperienza di traduttori navigati.
Partendo dalle tue domande cercherò di organizzarmi il meglio possibile: la passione c'è devo solo capire come sfruttarla.
grazie ancora


Direct link Reply with quote
 

Luca Ruella  Identity Verified
United States
Member (2005)
English to Italian
+ ...
stage Feb 26, 2011

FedericaB83 wrote:

Buongiorno a tutti!
Mi chiamo Federica, ho 27 anni e ho avuto una breve esperienza nel mondo delle traduzioni. Infatti ho fatto uno stage qualche anno fa presso un'agenzia a Modena,

Grazie mille!

[Edited at 2011-02-25 07:28 GMT]
ù

Quanto è durato il tuo stage?


Direct link Reply with quote
 

FedericaB83
Local time: 14:10
TOPIC STARTER
stage Feb 26, 2011

il mio stage è durato 250 ore: 8 ore al giorno al CET di modena

Direct link Reply with quote
 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 14:10
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Passo dopo passo Feb 26, 2011

FedericaB83 wrote:

Se una ditta mi contatta per tradurre ad esempio un manuale, come mi devo comportare? accetto anche se non ho P.IVA e quidni non posso fatturare? O dovrei sentire dalla ditta direttamente su come muovermi? Non vorrei fare la figura della sprovveduta.... (anche se in realtà sto muovendo i miei primi passi...)


Ciao omonima
Ti vorrei dare un consiglio, visto che l'hai chiesto. Secondo me nel mondo della traduzione, comincia bene chi comincia piano. Non avere fretta di farti i clienti. Inizia, come si dice, dai 'contenuti': ambiti di specializzazione, testi su cui hai già lavorato, vocabolari specifici che possiedi eccetera. Comincia collaborando con altri colleghi che possono rivedere il tuo lavoro, i traduttori hanno sempre tanto bisogno di altri traduttori che possano far loro da spalla e coadiuvarli in momenti di eccessivo carico lavorativo. Trovati colleghi pazienti che sulla scorta di un'iniziale simpatia, affinità ecc. abbiano voglia di affidarti alcuni lavori che poi rivedranno loro stessi prima di consegnarli al cliente. Questo passaggio è una sorta di 'apprendistato freelance' che si rivelerà decisivo nel farti subito render conto di tue potenzialità ed eventuali limiti, compreso, può succedere, fare i conti con un'eventuale inadeguatezza per questo mestiere o invece un talento straordinario che si possiede.
I clienti fatteli un poco alla volta e selezionali bene. Scegli quelli che pagano di più e meglio. Comincia con uno, due, con poco lavoro per poterlo svolgere accuratamente e imparare a gestire la vita da freelance. Abbi cura di avere un secondo lavoro per mantenerti o altra fonte di sostentamento in modo da non stare mai con l'acqua alla gola. Poi alza il livello piano piano, arriverà un momento che potrai fare un salto e cominciare a guadagnare anche cifre importanti lavorando come traduttrice. Ma non subito, e non in fretta.
Per le questioni fiscali hanno già risposto altri. Io volevo darti un consiglio più generale.
In bocca al lupo, Federica


Direct link Reply with quote
 

FedericaB83
Local time: 14:10
TOPIC STARTER
passo dopo passo Feb 27, 2011

Ciao a te omonima.
Sì effettivamente mi sono fatta prendere dalla foga di voler fare tutto e subito ma come tutte le cose per essere fatte bene, devono essere pianificate e coltivate.
Grazie.


Direct link Reply with quote
 

Luca Ruella  Identity Verified
United States
Member (2005)
English to Italian
+ ...
stage Feb 27, 2011

FedericaB83 wrote:

il mio stage è durato 250 ore: 8 ore al giorno al CET di modena


secondo me è poco 250 ore per fare la freelance da sola. ti consiglio di fare almeno 1 anno di esperienza in qualche studio\agenzia.


Direct link Reply with quote
 

Flordetrebol
Local time: 14:10
Italian to Spanish
ancora qualche domanda Feb 28, 2011

Ciao a tutti, come Federica, qualche giorno fa ho chiesto dei consigli poiché anch'io sto cercando di capire come funziona il mondo dei free lance, ho letto tutti i consigli, sono andata a vedere ovunque potessi trovare delle informazioni ed infatti rispetto ai primi giorni ho capito una serie di cose...ma ho ancora delle domande. Tutti parlano di professionalità ma in giro si vedono tante pagine web di agenzie nelle quali ci sono errori, anche gravi, nelle traduzioni; arrivano delle richieste alle liste, da parte dei traduttori, che mi sembrano troppo semplici da esaudire per non parlare poi delle traduzioni che ho visto in certi manuali. Allora mi chiedo: " come fare a capire se sono in grado o meno di fare questo mestiere?. Chi è che lo dovrebbe giudicare?". Tutti parlano di trovare clienti che paghino, ma riguardo alle tariffe da applicare c'è molta confusione, sembra che tutti facciano riferimento all'esperienza e alla professionalità, ma poi la realtà del mercato è molto semplice: ciascuno fa per se! Ancora non riesco a capire come fare a trovare veramente il primo lavoro, le agenzie sembrano volere solo gente già collaudata, con partita IVA, ma fino a che non capisco se posso veramente aspirare a trovare dei clienti non mi posso permettere di aprirla, poi per quanto riguarda i clienti privati, a meno che uno non sia del giro, difficilmente vengono a cercare chi non ha esperienza. Ho avuto come consiglio d'iniziare a lavorare per un'agenzia, però non tutti hanno la fortuna di essere assunti per un posto del genere. Insomma da tutto quello che ho potuto leggere non sono ancora certa di aver intravisto la strada per iniziare davvero a lavorare. Chiedo queste cose a voi poiché non conosco nessuno che faccia questo mestiere per poterglielo chiedere direttamente. Magari questo messaggio vi farà ricordare i vostri inizi e sono certa che saprete capire chi per il momento brancola nel buio!
Grazie a tutti


Direct link Reply with quote
 

Chiara Foppa Pedretti  Identity Verified
Italy
Local time: 14:10
English to Italian
+ ...
Scusa... Feb 28, 2011

Flordetrebol, ci sono moltissimi thread in questo forum in cui si è discusso di questi stessi tuoi dubbi... ti suggerisco di partire da lì, e anche di tenere presente che sarebbe bene essere sicura di quello che fai prima di iniziare: se tu stessa ti chiedi se sei capace o no a fare la traduttrice, mi viene il dubbio che forse tu non abbia la preparazione adeguata... proprio perché hai visto gli strafalcioni altrui, occhio a non farne tu stessa!

Direct link Reply with quote
 

Flordetrebol
Local time: 14:10
Italian to Spanish
sei scusata Mar 1, 2011

Ciao Chiara, grazie del consiglio! come tanti altri sentiti in questo forum è molto carino, molto giudizioso, sicuramente giusto.......ma poco utile nella pratica! La mia voleva essere una riflessione, visto che voi fatte questo mestiere da tempo e siete disposti a condividerla! Non ho dubbi sul fatto che posso tradurre, ma molti sulla qualità che viene richiesta dal mercato e su come comportarsi di conseguenza!
Continuerò a cercare di capire meglio! ma ancora grazie della tua risposta!


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Primi passi nel mondo freelance

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 only €415 / $495
Get the cheapest prices for SDL Trados Studio 2017 on ProZ.com

Join this translator’s group buy brought to you by ProZ.com and buy SDL Trados Studio 2017 Freelance for only €415 / $495 / £325 / ¥60,000 You will also receive FREE access to our getting started eLearning program!

More info »
WordFinder Unlimited
For clarity and excellence

WordFinder is the leading dictionary service that gives you the words you want anywhere, anytime. Access 260+ dictionaries from the world's leading dictionary publishers in virtually any device. Find the right word anywhere, anytime - online or offline.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search