Pages in topic:   [1 2] >
Le agenzie lasciano o infilano errori "volutamente" nelle prove di traduzione?
Thread poster: Giuseppe Bellone

Giuseppe Bellone
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Mar 10, 2011

Forse la domanda può apparire pretestuosa o permalosa, chiamatela come volete ma quando in una prova di traduzione mi trovo un termine una volta scritto in maiuscolo, un'altra in minuscolo, poi di nuovo in maiuscolo oppure mi trovo un punto finale mancante o altri errori di vario genere, può venirmi il dubbio che qualcosa di strano ci sia? Posso pensare che siano stati infilati volutamente, o sono troppo permaloso? Ho molti, molti dubbi in proposito!

Allora, le possibilità sono due, entrambi causa di eventuale errore, o giudicato tale da chi leggerà la prova di traduzione:

- Se nella traduzione / testo target correggo mi possono dire che dovevo attenermi al testo originale e non avrei dovuto cambiare nulla!

- Se non lo correggo e non uniformo le varie occorrenze della stessa voce, o non correggo eventuali errori, mi possono sempre dire che avrei dovuto notare l'errore/gli errori e scrivere correttamente nella mia traduzione, insomma avrei dovuto per forza notare la cosa e, pena la credibilità delle mie capacità mentali, scrivere la mia traduzione come se il testo source fosse stato scritto correttamente e senza gli errori.
Ma IO devo accorgermene?? Non potevano mandare un testo sensato e senza errori??

Nella realtà con un cliente certamente si può far notare la cosa ma in una prova, dove nessuno prima dice nulla, al massimo ti mandano linee guida (molto sibilline, in riferimento proprio a quanto ho detto prima) in automatico e sempre in automatico si rimanda la traduzione prova, si deve e si può solo sottoporre la propria traduzione di prova come richiesto e , tenendo dita incrociate, sperare che chi leggerà la prova abbia la mente sufficientemente elastica e capisca che se si è scritto in un certo modo non è perché non si siano visti gli errori o perché uno sia ubriaco quando lavora ma perché non si voleva prevaricare l'autore del testo originale!!

In qualunque modo però si faccia, possono sempre dare la colpa al traduttore.

Ho infatti appena mandato una prova e ho usato il mio buon senso, sperando che anche chi la leggerà faccia altrettanto!
Ma ho i miei dubbi che tutto sia considerato corretto proprio per le semplici ragioni esposte sopra.
Vi sembra logico fare questi giochini per vedere come se la cava il traduttore?

Vorrei avere un vostro parere e un consiglio sul comportamento da tenere, visto che prove ne arrivano spesso e molti di noi ovviamente rispondono e si sottopongono al test.

Grazie infinite.icon_smile.gif)

Beppe


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 22:10
English to Italian
+ ...
c'è anche una terza opzione... Mar 10, 2011

... che tu non hai considerato (quindi non sei proprio così permaloso o "malpensante"): che le prove in realtà sono traduzioni reali, quindi è il testo originale - cioè quello mandato dal cliente finale - ad essere fatto così.

Scartando questa opzione, sinceramente non vedo nulla di eccessivamente strano nel fatto che in una prova ci siano volutamente errori o stranezze, che servono a vedere appunto come si comporta il traduttore in questi casi (se può interessarti, io avevo un titolare non in ambito traduzione che ogni tanto "metteva dentro" qualche stranezza o incongruenza nei progetti, o lasciava che certi errori procedessero in modo che poi chi li aveva commessi fosse costretto a pensare al modo di risolverli perché li considerava occasioni di crescita... certi imprenditori sono diaboliciicon_smile.gif eh?).

Se è una prova... di che cosa ti possono incolpare?
Al massimo ti possono chiedere di giustificare certe scelte che sembrano un po' strane, ma puoi anche aggiungere tu una nota finale per spiegarle quando consegni la prova.

Almeno questa è la mia modesta opinione.
Manuela


 

Giuseppe Bellone
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Certo Manuela, c'è anche di peggio, figuriamoci! Mar 10, 2011

Io sono permalosetto di solito, e infatti l'ho sottolineato.
La prova che ho appena spedito NON permetteva chiaramente di aggiungere NOTE, cosa che avrei fatto molto volentieri per le ragioni di cui sopra. (Veniva detto chiaro di non aggiungere altro oltre il testo tradotto; cosa anche questa sibillina! Se devo spiegare qualcosa, dove la scrivo???)
I trucchetti non mi sono mai piaciuti, e dico semplicemente che li detesto, quindi se per caso mi verrà scartata la prova (anche se NON mi diranno mai il motivo, suppongo!) non esiterò ad inviare una bella mail chiarificatrice. Adesso non posso ancora farlo, aspetto l'esito.
Ciao,
Beppe


 

Rosa0501
Local time: 22:10
Italian to German
+ ...
errori nel testo originale Mar 10, 2011

Buongiorno,

Ci tengo a precisare che personalmente non ho mai tradotto per clienti “esterni” e che non sono una traduttrice professionista. Sono comunque riuscita ad ottenere prime esperienze in merito, per quanto ho lavorato per 5 anni presso un’agenzia di traduzioni, come tramite e da ca. 2 anni sono impiegata come segretaria, occupandomi esclusivamente di traduzioni di documentazioni interne.

Io – come molti traduttori con i quali ho collaborato – sono del parere che la traduzione debba restare tale: Riportare il testo originale nella lingua target. Nel caso di errori nel testo originale, l’unica cosa logica è informare sempre il cliente e chiedere come procedere.

Da mia esperienza, i clienti hanno sempre reagito in modo positivo, quando sono state fatte domande mirate (non solo su errori, ma anche per chiarire qualsiasi tipo di dubbi). Certamente non sono mai riuscita a capire se gli errori erano stati fatti appositamente come test o se erano capitati per caso, ma almeno il cliente nota che il traduttore lavora attentamenteicon_smile.gif

Ribadisco, ho poca esperienza nel settore e sarei interessata a sapere, cosa ne pensano i veri traduttori.

Buon lavoro!


 

Giuseppe Bellone
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie Rosa Mar 10, 2011

Sì credo anch'io che far notare sia indice di serietà. Il fatto che nel mio caso NON potessi, pena scarto a priori della prova, aggiungere note o commenti mi ha spiazzato totalmente oltre a farmi infuriare non poco!
Buon lavoro,
Beppe


 

Rosa0501
Local time: 22:10
Italian to German
+ ...
gare d'appalto... Mar 10, 2011

...resteranno un eterno amore-odio per me....

Sempre parlando dei miei ex-collaboratori:

Loro tali casi li risolvevano o via e-mail/ documento a parte oppure telefonicamente. MAI aggiungendo annotazioni nel documento. Certo che poi dipende molto dalla disponibilità del cliente, però ti assicuro che, vedendo entrambi lati, sia quello dei traduttori che quello dei clienti, che i clienti seri hanno sempre collaborato perfettamente ed hanno sempre lodato la serietà e discrezione dei traduttori che ponevano le domande.

Spesso la nostra agenzia è riuscita a aggiudicarsi l'ordine, esclusivamente grazie alle domande e la collaborazione molto attiva del traduttore, in fase preliminare.icon_smile.gif

Con questa..buon pranzo e buona giornata


Rosa


 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 21:10
Member (2004)
English to Italian
Il testo deve essere corretto in italiano... Mar 10, 2011

non avrebbe senso usare Fiat e poi FIAT, no? Se il testo originale non è uniforme o coerente e non puoi chiedere, fai affidamento al buon senso e uniforma. Per quanto riguarda la punteggiatura, come ho detto prima, deve essere corretta in italiano. Quindi, se in fondo a una frase non c'è il punto, io ce lo metterei... puoi spiegare tutti questi aspetti nell'e-mail di accompagnamento all'agenzia.

 

Giuseppe Bellone
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie anche a te Giovanni Mar 10, 2011

Certo, concordo. Infatti avrei preferito di gran lunga ci fosse la possibilità di infilare delle spiegazioni ma purtroppo era tassativamente detto di non inserire commenti di sorta.
Come ho detto prima, aspetto il resoconto, se mai arriverà, e poi, come un fulmine, invierò i commenti necessari, su questo non ci piove!
Grazie, ciao.
Beppe


 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 22:10
English to Italian
+ ...
C'è caso e caso Mar 10, 2011

Rosa0501 wrote:

Io – come molti traduttori con i quali ho collaborato – sono del parere che la traduzione debba restare tale: Riportare il testo originale nella lingua target. Nel caso di errori nel testo originale, l’unica cosa logica è informare sempre il cliente e chiedere come procedere.



Informare il cliente sì ma ci sono casi in cui l'errore è evidente e non ha senso riprodurlo in italiano. Se io per sbaglio in un documento legale invece di "ho intentato causa alla ditta X" scrivessi "ho intentato casa alla ditta X" e un collega lo traducesse letteralmente lo prenderei per un deficiente!
Proprio oggi, per un cliente francese che ha un sito plurinlingue, ho tradotto un testo in cui nella versione francese invece di "pose" (posa, montaggio, riferito a materiali di costruzione e d'arredo) per errore era scritto "pause" (pausa). Oltre a questo vi erano altri refusi (dettati evidentemente dalla fretta perché in genere sono testi accurati). In questo caso sarebbe stato assurdo riprodurre i vari errori in italiano ma li ho segnalati perché fossero corretti nell'originale.


 

Giuseppe Bellone
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Elisa, certo concordo ma Mar 10, 2011

nel mio caso, essendo un test di traduzione mi ha fatto infuriare non poco e dubitare tanto che una volta un nome fosse maiuscolo e un'altra minuscolo, cosa che poteva benissimo essere sempre in un modo o sempre nell'altro, non avrebbe avuto molta importanza, ma il problema era la coerenza in tutto il testo. Io ho lasciato tal quale, volutamente, cioè ho lasciato lo stesso vocabolo (target) maiuscolo dove era maiuscolo (in source) e minuscolo dove era minuscolo, solo questo il problema.
Ma non potendo spiegare che avevo notato la cosa, mi sono infuriato parecchio perchè posso essere sembrato io scemo ma in realtà ho voluto lasciare tal quale perchè così si erano premuniti di specificare nelle linee guida: il testo target deve rispecchiare il testo source, quindi problemi loro se una volta hanno preferito scrivere "Università" e dopo "università", tanto per fare un esempio.
Ma non è corretto ingannare in questo modo chi deve sottoporsi ad una prova e trarlo (suppongo molto molto volutamente) in inganno e per giunta non dando neppure la possibilità di spiegare.
Grazie Elisa, ciao
Beppe


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Query Mar 10, 2011

Ciao Beppe,

anche se vige divieto espresso di inserire note nel testo, avresti potuto creare un file excel con le cosiddette "query" e i vari riferimenti nel testo. Questo è solo indice di professionalità. Nel caso in cui l'agenzia scelga di ignorare tali segnalazioni, non potrà in seguito contestare i punti segnalati.

Un punto a sfavore di certi strumenti di traduzione assistita è il fatto di proporre al traduttore segmenti slegati tra loro che, se in combinazione con il fatto di non avere il testo sorgente nella sua formattazione originale o integrale, possono apparire errati o poco chiari proprio perché decontestualizzati. Un Fiat e un FIAT hanno senso se il primo è all'interno di un paragrafo e il secondo all'interno di un titolo. Un segmento senza punteggiatura a fine frase può far parte di un elenco in cui è accettabile l'assenza di punteggiatura a fine enunciato, e così via.

Io stessa ho consegnato una prova di traduzione in cui erano presenti dei refusi. L'ho segnalato. Forse era per mettere alla prova la mia abilità di aguzzare la vista? Oppure la precisione...

Addirittura, senti questa, una società mi ha chiesto di consegnare all'ora X, io ho consegnato con 45 minuti di ritardo (quel giorno è stato veramente denso, non avevo quasi il tempo di respirare, ma ce l'ho messa tutta per preparare anche la prova!). Morale? Prova superata "ma il file è stato consegnato con un ritardo di 45 minuti". Parlandone con una collega, mi ha detto: "Se cominciano così, chissà dopo per lavorarci!!!". Forse ha ragione...


 

Giuseppe Bellone
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ciao Silvia... Mar 10, 2011

Certo hai ragione, ma confesso che non sapevo proprio come diavolo fare per segnalare e quindi ho deciso come ho detto sopra, tenendo dita incrociate. Lo so che sarò stato scemo ma tutto serve a far imparare, la prossima volta mi sveglierò e segnalerò comunque, tanto sarà sempre un essere umano con gli occhi normali (forse con occhiali o lenti a contatto, dipende!!!!) a leggere e quini si beccherà anche le note (pur proibite!!).
Ribadisco però che ho avuto subito un pensiero verso la loro subdola astuzia, subito subito..., poi magari sbaglio, ma pur se il dubbio è peccato, spesso si indovina!
Grazie per le info, ciao
Beppe


 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 14:10
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Le agenzie possono senz'altro inserire errori e trabocchetti nelle prove di traduzione Mar 10, 2011

MisterBeppe wrote:

Posso pensare che siano stati infilati volutamente, o sono troppo permaloso? Ho molti, molti dubbi in proposito!



Ovviamente non ti so dire se questo sia il caso per il cliente che ti ha inviato la prova, ma in certi casi nelle prove di traduzione si inseriscono deliberatamente errori e "trabocchetti", proprio allo scopo di vedere come il traduttore se la cava.

Quando anni fa lavoravo in una grossa società di software, i nostri test di traduzione erano progettati sia per verificare le capacità traduttive dei candidati, sia per vedere chi seguiva le istruzioni e chi no: mandavamo testi di circa 700-1000 parole, delle quali circa 300 da tradurre e le altre da considerare solo come contesto di riferimento. Indicando quali paragrafi dovevano essere tradotti e quali, invece, saltati.

Una primissima scrematura dei candidati avveniva proprio riguardo alla loro capacità di attenersi alle istruzioni: c'era chi includeva nel testo le alternative di traduzione (cosa che le istruzioni dicevano di non fare), chi traduceva tutto il testo (invece che solo i paragrafi che chiedevamo) e così via.

Quando cerchi un traduttore, non cerchi solo qualcuno in grado di ben tradurre il testo sorgente: cerchi anche un professionista in grado di attenersi alle istruzioni ricevute.



[Edited at 2011-03-10 21:36 GMT]


 

Giuseppe Bellone
Italy
Local time: 22:10
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie Riccardo Mar 10, 2011

Quanto pensavo, infatti. Ti ringrazio per aver, purtroppo, confermato quanto già mi era sembrato evidente. Come ho già detto, I'm keeping my fingers crossed!
Grazie.
Beppe


 

Rita D'Ettorre  Identity Verified
Italy
Local time: 22:10
English to Italian
altro tipo di trabocchetto? Mar 13, 2011

Ultimamente mi è capitato invece più volte di trovare la traduzione del test pubblicata interamente su internet. Secondo voi in quel caso l'agenzia non se n'è resa conto oppure è anche quello fatto apposta per valutare la capacità di fare ricerche e copiare bene? icon_wink.gif

 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Le agenzie lasciano o infilano errori "volutamente" nelle prove di traduzione?

Advanced search






WordFinder Unlimited
For clarity and excellence

WordFinder is the leading dictionary service that gives you the words you want anywhere, anytime. Access 260+ dictionaries from the world's leading dictionary publishers in virtually any device. Find the right word anywhere, anytime - online or offline.

More info »
Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search