Pages in topic:   [1 2] >
Coworking, questo sconosciuto???
Thread poster: Federica D'Alessio

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Mar 21, 2011

Cari colleghi/e,
c'è qualcuno di voi che sarebbe interessato a condividere un ufficio a Roma? Avrei tanta voglia di riorganizzare un po' tempi e spazi di vita riuscendo a separare un po' di più il luogo di lavoro da quello di vita e soprattutto di...riposo (!), e mi piacerebbe condividere l'affitto di un ufficio con qualche collega. Possibilmente in centro a Roma (Termini-San Giovanni-Esquilino o giù di lì, insomma in centro ma non in stile Parioli...), ma anche in altri luoghi purché siano limitrofi al centro. C'è qualcuno interessato o che conosce altri, non necessariamente traduttori, che potrebbero essere interessati e mi ci potrebbe mettere in contatto?
Contattatemi anche via email se preferite.
Grazie,
Federica


 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
A che punto è il coworking? Mar 25, 2011

Cari colleghi,
a questa mia richiesta è seguito il nulla più totale. Nessuna chiamata, nessuna risposta, nessuna reazione di nessun tipo. Onestamente la cosa mi lascia piuttosto sconcertata, e allora ho deciso di cambiare titolo al filone e vedere se qualche foglia si muove.
Il co-working è un'esperienza che molti professionisti autonomi in altri luoghi del mondo e in altre città d'Italia (altre da Roma, intendo, dove vivo e dove vorrei avviare quest'esperienza) stanno vivendo con soddisfazione. Un modo diverso di lavorare, sì da autonomi ma insieme ad altri face-to-face, non solo face-book, per capirci, fisicamente con altre persone che magari neanche svolgono lo stesso lavoro e questo a volte può significare scambiarsi competenze ed idee o meglio metterle in comune per tirar fuori qualcosa di nuovo a vantaggio di tutti.
A Milano ci sono almeno una quindicina di uffici in co-working e alcuni sono gestiti direttamente da ACTA - Associazione Consulenti del Terziario Avanzato.
Vedi: http://www.actainrete.it/servizi/il-nostro-cowo/
A me sembra che questa idea del co-working sia fantastica per rendere il nostro lavoro più lavoro e meno hobby, più comunicazione e meno alienazione, più in comune e meno in solitudine, e soprattutto meno totalizzante, meno invasivo rispetto agli spazi della vita intima che - dopo due anni di lavoro solo esclusivamente da casa, specie se la casa in questione è tutto fuorché una reggia, mi sono resa conto che è davvero così, almeno per me - è sano, salutare e vitale rimangano ben distinti da quelli della vita lavorativa.
Eppure, nessuna risposta. In qualche modo credo che c'entri il fatto che l'ho proposto a Roma dove la rete CoWo è minima rispetto a quella milanese e per di più è sbattuta nell'estrema periferia tiburtina. Però why, perché è così? Cosa c'è che non va/che è diverso? Che ne pensate?
Sono proprio curiosa di conoscere a questo punto le vostre opinioni.
F.

http://barcamp.org/w/page/32466005/cowocamp2011


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 16:08
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Qualche idea Mar 25, 2011

Ciao Federica,

anzitutto anche cambiando l'oggetto del tuo messaggio, il titolo del filone resta identico.

Ecco comunque qualche idea che potrà essere utile al tuo scopo:

1. scrivere la tua richiesta attraverso il sito Acta (chiedi se è possibile)

2. scrivere la tua richiesta in forum di professionisti vari (architetti, geometri, ecc.)

3. selezionare su ProZ colleghi domiciliati a Roma e contattarli direttamente per vedere se qualcuno di loro è interessato

A quel punto, forse qualcosa si muoverà.

Ciao

Silvia


 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Sì grazie Silvia Mar 25, 2011

Silvia P. wrote:

Ciao Federica,

anzitutto anche cambiando l'oggetto del tuo messaggio, il titolo del filone resta identico.


Ciao

Silvia


Sì Silvia, è che non sapevo che ora in Proz per editare devono trascorrere 24 ore dall'ultimo post che hai inserito. Quindi per quello non posso cambiare il titolo del filone, ho chiesto alle mod di farlo per me spero che possano.
Quanto al resto, sì grazie, il mio scopo non era avere consigli su chi o dove altro rivolgermi e/o dove altro rivolgermi per realizzare il mio scopo, lo so già e ovviamente potrei contattare uno a uno i traduttori romani ma credo tu sappia già che evidentemente la cosa richiede più tempo e contattare le persone direttamente è cosa che a mio parere va fatta con molta delicatezza. Questo era anche un iniziale modo di gettare il sasso e vedere quanto l'idea del coworking vi interessa, visto che sicuramente è tutto fuorché diffusa e ancor più tra i traduttori. Evidentemente poco.


 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 16:08
Italian to English
+ ...
Ciao Federica Mar 25, 2011

Io ho indagato questa possibilità un po' di tempo fa ma alla fine ho deciso di restare a casa. Però se vuoi ti posso dare l'indirizzo di un ufficio coworking che sta a Quintiliani.

 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 15:08
Member (2004)
English to Italian
Silenzio assordante... Mar 25, 2011

forse perché chi ha deciso di fare il libero professionista ha fatto questa scelta proprio perché così non deve andare in ufficio?icon_wink.gif

G


 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ecco Mar 25, 2011

Giovanni Guarnieri MITI, MIL wrote:

forse perché chi ha deciso di fare il libero professionista ha fatto questa scelta proprio perché così non deve andare in ufficio?icon_wink.gif

G


Ecco questa mi sembra una sensata obiezione... anch'io all'inizio la pensavo così, ma ora ho decisamente cambiato idea!! Anche perché sento che non riesco più a distinguere i tempi di lavoro da quelli della vita (che non è solo lavoro, eehhhh!), mi si accavalla tutto!!
A voi non succede di sentire il bisogno di separare per bene le due cose?


 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 16:08
Italian to English
+ ...
separazione Mar 25, 2011

Federica D'Alessio wrote:

Giovanni Guarnieri MITI, MIL wrote:

forse perché chi ha deciso di fare il libero professionista ha fatto questa scelta proprio perché così non deve andare in ufficio?icon_wink.gif

G


Ecco questa mi sembra una sensata obiezione... anch'io all'inizio la pensavo così, ma ora ho decisamente cambiato idea!! Anche perché sento che non riesco più a distinguere i tempi di lavoro da quelli della vita (che non è solo lavoro, eehhhh!), mi si accavalla tutto!!
A voi non succede di sentire il bisogno di separare per bene le due cose?


Sì, come detto 18 mesi fa ho deciso di cercare una stanza fuori casa (ho cominciato anche un thread qui) e avevo l'intenzione di farlo tornando dalle vacanze. Poi una volta tornata ero così contenta di stare con i gatti che sono rimasta a casa per un po', poi mi sono resa conto di non aver nessuna voglia di dover viaggiare, con una borsa pesante di portatile e hardware, per 40 minute ogni mattina ed ogni sera per arrivare al lavoro quando potevo continuare di alzarmi e fare 4 passi per arrivare nel mio studio a casa.



[Edited at 2011-03-25 12:54 GMT]


 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 16:08
Italian to English
+ ...
coworking Mar 25, 2011

Ecco un link utile postato da Hilary Bruce nel mio vecchio thread:

http://coworkingproject.com


 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 15:08
Member (2004)
English to Italian
Sì... Mar 25, 2011

Federica D'Alessio wrote:

A voi non succede di sentire il bisogno di separare per bene le due cose?


certo! Ache a me piacerebbe poter separare tutto quanto. Chiudere la porta dell'ufficio dietro di me alle 5-6 e via. Il problema è che questa "separazione" non solo costa parecchio, ma è molto poco pratica se hai figli. Chi lavora poi per clienti in altri fusi orari dovrà essere comunque rintracciabile anche la sera. Personalmente, credo che finirei per arrivare a casa alle 8-9 di sera ogni santo giorno...

Molti di noi scelgono questa professione per la sua flessibilità e l'ufficio ha poco o nulla di flessibile...icon_smile.gif


 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie Marie-Hélène! Mar 25, 2011

Marie-Hélène Hayles wrote:

Ecco un link utile postato da Hilary Bruce nel mio vecchio thread:

http://coworkingproject.com



Grazie Marie-Hélène,
questi uffici di co-working (progetto CoWo ecc.) sono sostanzialmente spazi messi a disposizione, a pagamento ovviamente, da agenzie di vario tipo che hanno un po' di spazio in più e lo condividono con altri professionisti garantendo loro la possibilità di lavorare, utilizzare anche risorse dell'ufficio tipo stampante, ADSL ecc. pagando una retta mensile, settimanale ecc. A fronte appunto di non meno di una decina, forse molti di più, di CoWo a Milano, a Roma ce ne saranno due o tre in tutto, e già questa è una cosa che non mi spiego tanto vista la quantità di uffici, studi di design ecc. ecc. che esistono nella capitale, ma in realtà, e proprio perché tanti CoWo non ci sono, io stavo pensando che sarebbe utile co-affittare, se si dice così, un ufficio con altri professionisti, insomma dividere le spese per l'affitto di un ufficio. Cosa che fra l'altro ha un senso se uno pensa di poter allargare la propria attività in futuro, di insomma non dover per forza essere freelance a vita.
Chi di voi lavora in un ufficio? Avrebbe voglia di condividere le sue esperienze?
Probabilmente su questo tema ci saranno già state discussioni in passato, però riprenderle potrebbe essere interessante...


 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Flessibilità vs... Mar 25, 2011

Giovanni Guarnieri MITI, MIL wrote:

Federica D'Alessio wrote:

A voi non succede di sentire il bisogno di separare per bene le due cose?


certo! Ache a me piacerebbe poter separare tutto quanto. Chiudere la porta dell'ufficio dietro di me alle 5-6 e via. Il problema è che questa "separazione" non solo costa parecchio, ma è molto poco pratica se hai figli. Chi lavora poi per clienti in altri fusi orari dovrà essere comunque rintracciabile anche la sera. Personalmente, credo che finirei per arrivare a casa alle 8-9 di sera ogni santo giorno...

Molti di noi scelgono questa professione per la sua flessibilità e l'ufficio ha poco o nulla di flessibile...icon_smile.gif



Ecco, virtù e vizi del lavoro freelance. Diciamo che già stavo pensando a queste cose poi quando ho letto quest'articolo mi sono convinta ancora di più che essere freelance può diventare anche molto pericoloso....
http://www.repubblica.it/economia/2011/03/21/news/lavoro_h24-13890971/index.html?ref=search
soprattutto perché tutta questa frequentazione così troppo virtuale e così poco multi-sensoriale con gli altri esseri umani alla lunga ci rende un po' strani :S !!


 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie mod Mar 25, 2011

Grazie alla moderatrice per aver cambiato il titolo del thread...!

 

Rita D'Ettorre  Identity Verified
Italy
Local time: 16:08
English to Italian
Milano vs Roma Mar 28, 2011

Provo ad azzardare una risposta sul perché a Milano sì e a Roma no.
Roma è più grande, dispersiva, caotica. Il trasporto pubblico è meno efficiente e il trasporto privato è una croce. Per chi vuole sfruttare il coworking a Roma, è fondamentale trovare un ufficio non troppo lontano da casa. Quante probabilità ci sono obiettivamente di trovare altri due o tre professionisti che condividono questo desiderio nel tuo stesso quartiere? Sicuramente il fatto che questa pratica stenti a decollare a Roma dipende anche da altri fattori, ma questo mi sembra un elemento importante.

Anche a me piace molto l'idea del coworking e in futuro ci penserò seriamente. Ora però, con due bimbi molto piccoli, la comodità di mettermi al PC di sera tardi o mattina presto quando loro dormono o controllare la posta mentre giocano rende accettabili tutti i lati negativi del lavoro da casa che hai citato.


 

Federica D'Alessio
Italy
Local time: 16:08
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Hai ragione Mar 28, 2011

Rita D'Ettorre wrote:

Provo ad azzardare una risposta sul perché a Milano sì e a Roma no.
Roma è più grande, dispersiva, caotica. Il trasporto pubblico è meno efficiente e il trasporto privato è una croce. Per chi vuole sfruttare il coworking a Roma, è fondamentale trovare un ufficio non troppo lontano da casa. Quante probabilità ci sono obiettivamente di trovare altri due o tre professionisti che condividono questo desiderio nel tuo stesso quartiere? Sicuramente il fatto che questa pratica stenti a decollare a Roma dipende anche da altri fattori, ma questo mi sembra un elemento importante.

Anche a me piace molto l'idea del coworking e in futuro ci penserò seriamente. Ora però, con due bimbi molto piccoli, la comodità di mettermi al PC di sera tardi o mattina presto quando loro dormono o controllare la posta mentre giocano rende accettabili tutti i lati negativi del lavoro da casa che hai citato.


Cara Rita,
mi sa che hai proprio ragione, è questo il problema a Roma. Bisognerebbe trovare un luogo nel proprio quartiere o comunque raggiungibile in tempi brevi perché la cosa possa essere davvero interessante. E a Roma di breve non c'è niente!
Io però ti aspetto paziente fino a quando i piccolini andranno a scuolaicon_wink.gif
Buona giornata,
Fe


 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Coworking, questo sconosciuto???

Advanced search






Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »
Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search