Direttiva Europea su traduzioni ed estero
Thread poster: Luciano drusetta

Luciano drusetta
Italy
Local time: 06:41
Hungarian to Italian
+ ...
Nov 9, 2011

Conoscete per caso questo documento?

Il regolamento di esecuzione (UE) n. 282/2011 del Consiglio del 15 marzo 2011 chiarisce, al paragrafo (24) del preambolo, che:
"Taluni servizi specifici quali la concessione di diritti di ritrasmissione televisiva di partite di calcio, la traduzione di testi, i servizi relativi alle richieste di rimborsi dell’IVA e i servizi di intermediazione forniti a una persona che non è soggetto passivo implicano operazioni transfrontaliere o la partecipazione di operatori economici stabiliti al di fuori della Comunità. Occorre definire chiaramente il luogo della prestazione di tali servizi ai fini di una maggiore certezza del diritto."

Più avanti, l'Articolo 29 recita:
"Fatto salvo l’articolo 41 del presente regolamento, le prestazioni di servizi di traduzione di testi rientrano nell’ambito di applicazione degli articoli 44 e 45 della direttiva 2006/112/CE."

L'articolo 44 della direttiva citata dice:
"Il luogo delle prestazioni di servizi effettuate da un intermediario che agisce in nome e per conto terzi, diverse da quelle di cui agli articoli 50, 54 e 56, paragrafo 1 è il luogo di effettuazione dell'operazione principale, in conformità delle disposizioni della presente direttiva.
Tuttavia, allorché il destinatario della prestazione di servizi resa dall'intermediario è identificato ai fini dell'IVA in uno Stato membro diverso da quello nel cui territorio è effettuata tale operazione, il luogo della prestazione resa dall'intermediario si considera situato nel territorio dello Stato membro che ha attribuito al destinatario il numero."

L'articolo 45 invece riguarda le prestazioni di servizi relative a beni immobili, dunque mi pare di capire che non abbia nulla a che fare con le traduzioni.

La mia domanda è: alla luce di queste (nuove?) informazioni, vi risulta che cambi qualcosa nel bailamme di IVA-non IVA, INTRASTAT e compagnia bella? O non cambia nulla, perché questa informazione non aggiunge nulla di nuovo a quanto già si sapeva?

Grazie da
Luciano


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 06:41
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Privati Mar 6, 2012

Sì, si sapeva già da un po'.

La chiave di tutto è "forniti a una persona che non è soggetto passivo", cioè in pratica diventa complicato fatturare a un privato residente in uno dei paesi CE. E credo proprio per questo molte agenzie di traduzione nei paesi CE evitano di acquistare servizi da traduttori senza partita IVA, che di fatto non sono soggetti passivi.

Quindi anche per chi ha chiesto in questo forum "Posso farmi aiutare da un collega a tradurre e poi fattura a me?", non bisogna sottovalutare questo aspetto del collaboratore senza P.I.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Direttiva Europea su traduzioni ed estero

Advanced search






Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »
BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search