Diritti di traduzione con un'opera self-published
Thread poster: Susanna Celotti

Susanna Celotti
Italy
Local time: 23:30
English to Italian
Feb 5, 2012

Buongiorno a tutti,

avrei bisogno del vostro aiuto in una materia in cui non sono molto ferrata...

Tempo fa ho letto un libro di un'autrice americana che mi è piaciuto molto. Ho verificato che non è mai stato tradotto in Italia e, volendolo tradurre, ho contattato direttamente l'autrice per sapere se il suo editore aveva dei contatti in Italia e se sarebbe stata interessata a vedere il suo lavoro tradotto.

Mi risponde:

As I am self-published, I don't have a publishing company to deal with things like translation rights. At this point, I think I'm going to stick with the English language editions [...] The new move into self-publishing is opening up all kinds of opportunities, and there are companies starting up to offer translation services. All of this is very new, so I'm going to see how things settle as the industry matures.

Questo significa (se ho capito correttamente) che non ha un editore, ma si è pubblicata il libro a sue spese. Quindi, non pensa di farlo tradurre all'estero.

La domanda è: ma se io comunque lo traduco, posso poi proporlo a una casa editrice/distributore qui in Italia, affinchè contatti l'autrice e concordino qualcosa? O deve comunque partire tutto dall'autrice?

Scusate se sono stata prolissa, ma ci tenevo che fosse chiara la questione.

Grazie per il vostro aiuto!
Susanna


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:30
Member (2008)
Italian to English
Non vuole Feb 5, 2012

susannacelotti wrote:

.....Mi risponde:

As I am self-published, I don't have a publishing company to deal with things like translation rights. At this point, I think I'm going to stick with the English language editions...The new move into self-publishing is opening up all kinds of opportunities, and there are companies starting up to offer translation services. All of this is very new, so I'm going to see how things settle as the industry matures.


Ovviamente se non sei sicura di aver capito il senso della risposta dell'autrice, non dovresti proporti come traduttrice del suo libro !

Per la precisione: in modo garbato e sottotono l'autrice ti sta dicendo che preferisce che nessuno traduca il libro e che **eventualmente** ci penserà lei stessa.

Sopratutto non fare una traduzione non autorizzata e non cercare di farla pubblicare senza l'esplicito accordo scritto dell'autrice. Sarebbe scorrettissimo e.... illegale.

Casomai potresti trovare un editore italiano disposto a commissionare e pubblicarne la traduzione; tale editore dovrebbe egli stesso contattare l'autrice con una proposta concreta. Ma pare che in questo momento l'autrice proprio non vuole. Insistere le darebbe solo fastidio.

[Edited at 2012-02-05 16:24 GMT]


 

Susanna Celotti
Italy
Local time: 23:30
English to Italian
TOPIC STARTER
Non che non avessi capito il senso della sua risposta... Feb 5, 2012

Non che non avessi capito il senso della sua risposta... Ma mi chiedevo se c'era una modalità attraverso la quale una scrittrice che si pubblica in proprio, e che quindi immagino non abbia i fondi nè gli strumenti per far tradurre (o anche solo pensare di far tradurre) il suo libro, possa raggiungere orizzonti più lontani.

Chi si pubblica in proprio, spesso pensa in piccolo, mentre secondo me il suo lavoro in Italia venderebbe.

Ovviamente, non mi sogno nemmeno lontanamente di pubblicare un'opera all'insaputa della sua autrice... per chi mi hai presa?

L'idea di farla contattare direttamente da un editore, però, presuppone che l'editore il libro l'abbia letto, e dubito che quel libro possa finire casualmente sulla scrivania di qualche editore italiano... Dovrei mettercelo io, sottolineando che, se fosse interessato, la traduzione sarebbe già pronta.

Nessuno di voi ha mai tradotto qualcosa (parlo di letteratura) senza che gli/le fosse commissionato, per poi vedere se qualche editore fosse interessato?


 

Domenica Pate
Local time: 23:30
English to Italian
Lascia stare Feb 5, 2012

Sono assolutamente d'accordo con Tom In London, l'autrice non vuole che tu traduca il suo libro. Forse lo farà in futuro, ma sostanzialmente ti ha detto che sarà lei eventualmente a fare il primo passo. Metterti a tradurlo lo stesso sarebbe tempo sprecato e soprattutto rischi di avere seri guai legali.

 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Non funziona così Feb 6, 2012

In primo luogo, se io fossi una scrittrice e autopubblicassi il mio libro, farei la stessa cosa anche con le traduzioni (ed è quello che ti sta dicendo lei). Fare diversamente non avrebbe molto senso, secondo me.
In secondo luogo, le case editrici hanno normalmente i loro lettori che scelgono e propongono i libri. Io non ho mai agito come vorresti fare tu, credo sia solo una grossa perdita di tempo e un'inutile frustrazione.


 

Susanna Celotti
Italy
Local time: 23:30
English to Italian
TOPIC STARTER
Ok Feb 6, 2012

Capisco quello che mi state dicendo, ma mi chiedo se parlate perché ne siete sicuri o se è una vostra opinione personale... Oppure qualcuno di voi lavora o ha lavorato in una casa editrice? Esiste la possibilità di proporre un lavoro, non su commissione? Veramente, avrei bisogno del parere di qualcuno che sa di che cosa sta parlando.

E poi, perché dovrei avere "seri guai legali" se traducessi qualcosa? Faccio qualcosa di illegale se lo vendo o se lo distribuisco senza autorizzazione. Tradurre, di per sé, è sempre possibile, non è un atto illegale, di qualsiasi cosa si tratti.

Per Giuseppina: come è possibile autopubblicare una traduzione? Da un punto di vista tecnico, intendo, se l'autrice non sa l'italiano, come fa a tradurre il suo libro? A chi potrebbe rivolgersi? Ecco, è in quel punto che mi piacerebbe poter intervenire...

[Edited at 2012-02-06 11:23 GMT]


 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 22:30
Member (2008)
Italian to English
Sicuro Feb 6, 2012

susannacelotti wrote:

Capisco quello che mi state dicendo, ma mi chiedo se parlate perché ne siete sicuri


Ne sono sicuro.


 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Scusa... Feb 6, 2012

...se avessi dato uno sguardo al mio profilo avresti visto che ho tradotto un numero considerevole di opere, e non perché un giorno l'ho deciso io, ma perché mi sono state commissionate. A questo punto, la prossima volta mi guarderò bene dal rispondere, visto che le mie risposte vengono considerate come date a vanvera...

 

Pzit (X)
English to Italian
Diritti di traduzione Feb 6, 2012

Un'opera è legalmente traducibile solo dopo che tramite contratto l'autore dell'opera ne cede i diritti di traduzione. Se qualcuno si mette a tradurre qualcosa e poi lo lascia lì e non lo fa vedere a nessuno, credo che - oltre a una certa inutilità di tanta impresa - non se ne lamenterà nessuno, nemmeno l'autore. Diventa illegale se inizi a venderne/distribuirne copie, perché, semplicemente, non ne hai il diritto.

Viceversa, un traduttore potrebbe tentare la strada dell'acquisto dei diritti di traduzione di un'opera e lasciarla lì fino a quando si fa avanti un editore. È la strada meno battuta per via delle dinamiche dell'editoria. In primis, tocca a te traduttore avere fiuto per gli affari, stomaco per le scommesse, una certa somma da investire (per autori con vendite buone nel loro paese d'origine potrebbe trattarsi anche di poche migliaia di euro) e abilità da PR per contattare con successo - e convincere - l'editore dell'opera originale. E dico l'editore, perché di norma l'autore pubblica un libro tramite editore cedendo a questi i vari diritti di sfruttamento e riproduzione, inclusi quelli di traduzione, dietro compensi percentuali sul numero di copie vendute.

Ora, degli autori self-published non ne so nulla... né quanto vendono, né che tipo di attenzione ricevono da osservatori interessati come gli editori. Ma come altri colleghi che hanno commentato prima di me non vedo molte possibilità di un ibrido self-published + pubblicazioni di tipo editoriale in altri paesi/lingue... l'editoria ha le sue regole, è un mondo molto strutturato. Al limite ci si troverà con un soggetto privato che paga un traduttore per tradurre un'opera, lo paga solo per la prestazione e non fa altro, non cede diritti né promette altri compensi. Io non vorrei trovarmi in situazioni di questo tipo, non tutelate, ambigue... se un privato mi chiedesse di tradurre un suo libro self-published sono sicuro che non accetterei il lavoro (e per ribadire: sì, ne sono sicuro...)


 

Susanna Celotti
Italy
Local time: 23:30
English to Italian
TOPIC STARTER
Grazie Feb 6, 2012

Grazie Stefano, sei stato molto chiaro. Non sapevo che un traduttore potesse comprare i diritti di traduzione di un'opera da un'editore (che nel caso del self-publishing sarebbe l'autore stesso)... Grazie davvero.

Per Giuseppina: non ho detto che la tua risposta è stata data a vanvera, ma hai scritto una cosa che, nel caso specifico, non ha molto senso. Dici "se io fossi una scrittrice e autopubblicassi il mio libro, farei la stessa cosa anche con le traduzioni" e io, giustamente, ti chiedo "e chi te lo traduce il tuo libro? come ti autopublichi una traduzione in italiano, se non sai l'italiano?". A questo potresti rispondere, vista la tua esperienza? Sai, sono contenta che ti abbiano commissionato un numero considerevole di opere, magari un giorno anche il mio profilo sarà altrettanto ricco, ma per adesso faccio la gavetta e il lavoro me lo devo andare a cercare, a procurare, anche magari andando incontro a fatiche e frustrazioni, anche magari traducendo per niente o per poco... Si comincia dal basso, come si può. Io ci provo così.

Grazie a tutti per l'aiuto.


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Diritti di traduzione con un'opera self-published

Advanced search






Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »
PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search