Pages in topic:   [1 2 3] >
Partita IVa e fatture all'estero?
Thread poster: Anne R

Anne R
Italy
Local time: 21:46
English to French
+ ...
Feb 27, 2012

Ciao a tutti,

ho appena aperto la famosa partita IVA, e, avendo ancora pochi clienti, ho preferito rivolgermi ad un CAF che offre un servizio di commercialista a prezzi diciamo più bassi. Spero che questo sarà una decisione giusta per i primi anni ma la mia domanda è altra.

Anche se vivo in Italia sono traduttrice dall 'inglese verso il francese e quindi per avere più chance di trovare clienti cerco sopratutto di mandare il mio CV all'estero, in Europa e fuori. Cosi ho trovato il mio primo cliente, un associazione internazionale, ma il mio contatto e chi mi pagherà sono in Sud Africa.

Il commercialista dell CAF me ha detto che non posso fare le fatture in inglese anche se il cliente è fuori Italia, ma che devo usare un modello italiano che lui mi mandera appena ho ricevuto il numero di partita iva, e ci alleghero la traduzione in inglese. Chiedendo a un amica inglese - non traduttrice - che vive a roma e che anche lei ha clienti sopratutto americani e inglese, cosa ne pensa, mi ha detto che lei fa solo fatture in inglese per questi clienti e che non ha mai avuto problemi.

quindi non so cosa pensare. Io francamente posso fare una fattura in italiano 'per la forma' e poi una 'vera' in inglese e dire al cliente che mando l'italiana solo perche devo, ma non capisco bene questa obligazione di farla in italiano. Sarebbe forse solo perche al mio CAF fa commodo? Voglio dire, al mio CAF dovrò mostrare tutte le copie delle mia fatture supponge, ma cosa puo sapere che è il modello italiano che userà il mio cliente, dal suo lato, per pagarmi. Mi sembra un po' assurdo il tutto, sopra tutto per avendo lavorato dal lato 'cliente' tanti anni fa, sono sicura che i nostri traduttori italiani ci mandavano le fatture in inglese.

Qualche riflessione sul soggetto mi farebbe aiutarebbe.

Grazie!


 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 21:46
Italian to English
+ ...
Fatture in inglese Feb 27, 2012

riprovo, poiché l'ultimo post è sparito nel nulla!

Sono oltre 8 anni che emetto fatture in inglese per i miei clienti all'estero, senza problemi. Scrivo in italiano solo la dicitura Operazione fuori campo IVA secondo art. 7, comma 4, lett. D, DPR 633, 20/10/1972.



[Edited at 2012-02-27 11:08 GMT]


 

Vincent Lemma  Identity Verified
Italy
Local time: 21:46
Member (2008)
Italian to English
+ ...
Esatto, occhio ai CAF Feb 27, 2012

Attenzione ai CAF, spesso danno informazione incompleta, anche se hanno costo decisamente inferiore rispetto ai commercialisti tradizionali.

Ti consiglio, in ogni caso, di fissare un appuntamento di consulenza basilare con un commercialista, meglio se è uno che tratta anche case editrici o servizi web internazionali.

Un salto alla Camera di Commercio del tuo comune potrebbe essere utile per identificarne uno, se non hai un commercialista consigliato da colleghi di fiducia.

Ma non dovrebbero esserci problemi per la fatturazione in inglese, come ha postato Marie.

HIH.

Vince


 

Anne R
Italy
Local time: 21:46
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie a tutti due Feb 27, 2012

Grazie atutti due,

sicuramente i CAF non sono sempre la soluzione ideale, ma penso che per l'inizio puo andare bene, e cmq si puo sempre cambiare più tardi se vedo dopo un anno che il servizio non è quello che mi aspetterei, ma adesso ho firmato con loro dopo aver visto 1 o 2 commercialisti e anche notato che non erano dei grandi entusiasti a prendere come cliente una traduttrice che ancora non ha clienti..quindi..

Devo ancora aspettare di vedere arrivare questo modello di fattura, ma infatti se basta la dicitura: dicitura Operazione fuori campo IVA secondo art. 7, comma 4, lett. D, DPR 633, 20/10/1972., allora gia è piiù semplice. Ultimissima domanda se posso: mi ha anche detto quella persona del CAf che dovrei firmare e usare un timbro mio su tutte le mie fatture. Voi lo fatte?


 

Mailand  Identity Verified
Local time: 21:46
Italian to German
+ ...
Marca da bollo? Feb 27, 2012

Ciao Anne,

vivo da oltre 20 anni in Italia e tuttora, quando si parla del fisco italiano, mi viene da piangere ...
Non ho esperienza con i CAF e non so quale dei vari regimi fiscali viene applicato nel tuo caso, ma ho la sensazione che qualosa sia sfuggito al Centro, informati bene: é probabile che tu faccia parte di quelli che non devono - per ora - pagare l´Iva, ma devono usare una marca da bollo (da € 1,81) sulla fattura (piuttosto che un timbro - non ne ho mai sentito parlare). Informati bene e chiedi se ricadi in questo:
Compenso soggetto a regime fiscale di vantaggio ex art. 27, commi 1 e 2 D.L. 98/2011; operazione non soggetta a IVA e ritenuta d’acconto
Auguri e tieni duro ....

Scusa - tu parli dell´estero, allora l´articolo che ho indicato non vale probabilmente comunque!
Non cancello il testo del mio post, perché potrebbe essere comunque utile nel caso lavorassi per un cliente italianoicon_smile.gif

[Edited at 2012-02-27 13:16 GMT]


 

Rossinka
Italy
Local time: 21:46
Italian to Russian
+ ...
Nessuna firma, timbro, bollo! Feb 27, 2012

Io non metto niente di ciò.
Mando un file Excel, oppure in pdf.

Scrivo tutte le diciture in due lingue (italiano e inglese),
le intestazioni escluse,
riga sotto riga,
così la fattura è subito pronta per le ambedue parti.


 

Rossinka
Italy
Local time: 21:46
Italian to Russian
+ ...
Lasci perdere quel CAF! Feb 27, 2012

Per trovare un commercialista, spargi la voce
e vedrà che si trovano dei ragazzi giovani, che non chiedono molti soldi, che hanno voglia di imparare anche loro (eh si, imparano sulla ns pelle anche), che si informano e non dicono baggianate come quella del CAF.


 

Anne R
Italy
Local time: 21:46
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
mi viene da piangere Feb 27, 2012

quando si parla del fisco italiano, mi viene da piangere ...


anche a me viene GIA da piangere.
Mi hanno dato il regime agevolato, quindi non devo fatturare l'iva, e non la pago, apparentemente, pero per il timbro, in effetti gli ho chiesto se intendeva dire la marca da bollo ma apparentemente no, lui dice, no, un proprio timbro col mio nome e numero di partita iva devo mettere sopra la mia fattura..

bah.. per me tutto questo mondo dei liberi professionisti italiani è nuovo, spero che non sarà cosi complicato..


 

Anne R
Italy
Local time: 21:46
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
le diciture Feb 27, 2012

Rossinka wrote:

Scrivo tutte le diciture in due lingue (italiano e inglese),
le intestazioni escluse,
riga sotto riga,
così la fattura è subito pronta per le ambedue parti.


Che buon idea, grazie!


 

Susanna Celotti
Italy
Local time: 21:46
English to Italian
Caf o commercialista, per me pari sono... Feb 27, 2012

Ciao Anne,

la tua domanda mi ricorda da vicino questa: http://www.proz.com/forum/italian/218509-partita_iva_agevolata.html

Come vedi, la questione della possibilità o no di fatturare a un cliente estero (e, nel caso, come farlo), ottiene diverse risposte a seconda della persona cui si chiede. Un commercialista non è necessariamente più informato o più competente di un Caf.

Tanti auguri con la tua attività!
Su


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 21:46
English to Italian
+ ...
Non ho nemmeno un timbro Feb 27, 2012

Anne Rabier wrote:

quando si parla del fisco italiano, mi viene da piangere ...


anche a me viene GIA da piangere.
Mi hanno dato il regime agevolato, quindi non devo fatturare l'iva, e non la pago, apparentemente, pero per il timbro, in effetti gli ho chiesto se intendeva dire la marca da bollo ma apparentemente no, lui dice, no, un proprio timbro col mio nome e numero di partita iva devo mettere sopra la mia fattura..

bah.. per me tutto questo mondo dei liberi professionisti italiani è nuovo, spero che non sarà cosi complicato..


e lavoro da 4 anni.
L'importante è che sulla fattura ci siano i dati (nome, indirizzo, partita IVA). Poi che si faccia uscire con la stampante, che ci si faccia stampare la carta intestata dalla tipografia o che si facciano gli stampini con le patate... è affare di chi emette la fattura.


 

Stefano Papaleo  Identity Verified
Italy
Local time: 21:46
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Meglio bilingue Feb 28, 2012

Io da tanti anni le faccio sempre bilingui ed eventualmente con le 2 valute così tutti sono contenti commercialista compreso. La fattura deve rispettare le norme del Paese in cui viene emessa, è un documento fiscale non una "robetta" che scrivi tanto per farti pagare quindi devono essere certi specifici dati e rispettare determinate regole.

Per quello che chiedi tu, ti consiglio questo articolo (lascia perdere che tratta in particolare della fattura elettronica e concentrati su COME DEVE ESSERE FATTA UNA FATTURA), così hai anche degli elementi in più per capire se il commercialista ti sta dicendo la verità o meno. Affidarsi a un consulente va bene ma, visto che ormai in rete si trova tutto, è sempre una buona idea documentarsi almeno un poco per conto proprio.

http://www.professionisti24.ilsole24ore.com/art/AreaProfessionisti/Fisco/Dossier/Fatturazione%20Elettronica/Documenti/Forum%20Fiscale%205%202004_54-58.pdf

In particolare:

Fatture estere
Il comma 3 dell’art. 21, D.P.R. 633/1972, disci- plina, tra l’altro, le modalità di emissione della fat- tura estera, dicendo che «le fatture in lingua stra- niera devono essere tradotte in lingua nazionale a richiesta dell’amministrazione finanziaria e gli im- porti possono essere espressi in qualsiasi valuta purché l’imposta sia indicata in euro».
Al fine di rendere la fattura un documento rico- noscibile ed integrato in un ambiente internazionale e non limitato al solo territorio italiano, l’art. 21 prevede che le fatture estere abbiano due caratteri- stiche.

In altre parole le fatture potranno essere scritte e figurare nella lingua del Paese di appartenenza di colui che la emette fino a richiesta dell’Ammini-
strazione finanziaria di tradurla in lingua italiana ove lo ritenga opportuno.
Per quanto riguarda poi la valuta in cui sarà espresso il valore totale della fattura, il Legislatore non ha posto particolari vincoli se non riferiti al solo importo dell’Iva che dovrà sempre essere indi- cato in euro.

Specie se acquisti anche beni/servizi all'estero (e di solito le fatture le riceverai nella lingua del Paese d'emissione) ti consiglio di trovarti qualcuno che abbia famigliarità con queste tematiche e ricordati che per poter operare all'estero, la tua partita IVA deve essere iscritta al VIES: http://www1.agenziaentrate.it/servizi/vies/vies.htm

Spulciati pure per bene il sito dell'Ag. delle Entrate che è la fonte principale per queste cose... se scrivono inesattezze, almeno puoi dire che è "colpa loro"icon_wink.gif

Buona burocrazia... sigh!:(


 

Anne R
Italy
Local time: 21:46
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
Stampini con le patata Feb 29, 2012

Manuela Dal Castello wrote:

Poi che si faccia uscire con la stampante, che ci si faccia stampare la carta intestata dalla tipografia o che si facciano gli stampini con le patate... è affare di chi emette la fattura.


Grazie, mi viene da ridere!icon_smile.gif


 

Anne R
Italy
Local time: 21:46
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
VIES Feb 29, 2012

Stefano Papaleo wrote:



Specie se acquisti anche beni/servizi all'estero (e di solito le fatture le riceverai nella lingua del Paese d'emissione) ti consiglio di trovarti qualcuno che abbia famigliarità con queste tematiche e ricordati che per poter operare all'estero, la tua partita IVA deve essere iscritta al VIES: http://www1.agenziaentrate.it/servizi/vies/vies.htm

Spulciati pure per bene il sito dell'Ag. delle Entrate che è la fonte principale per queste cose... se scrivono inesattezze, almeno puoi dire che è "colpa loro"icon_wink.gif

Buona burocrazia... sigh!:(


Grazie anche per queste informazioni e links!


 

Anne R
Italy
Local time: 21:46
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
fatture all'estero niente regime agevolato!? Mar 7, 2012

Cari tutti,

La mia saga iscrizione partita IVa ecc continua. Questa mattina il CAF mi ha mandato il numero di partita iva ma mi ha detto che non posso avere il regime agevolato perche fatturerò all'estero, il quale pero gli avevo detto dall inizio, che visto che traducco dall'inglese verso il francese avrei sopratutto cercato clienti fuori dell'italia.

Sono sorpresa e non so neanche in quale regime sono 'caduta'.. Ma è vero questa cosa che se uno fattura all estero, non puo avere accesso ad un regime dei minimi/agevolato come traduttore? Io al momento sto cercando clienti e non è che sono già tutti a bussare alla mia porta.. quindi mi chiedo francamente se non ho fatto un errore a rivolegermi ad un CAF e non a un commercialista "vero"...

I am baffled...
icon_frown.gif(


 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Partita IVa e fatture all'estero?

Advanced search






Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search