Come inviare una invoice a un cliente straniero
Thread poster: Martina Eco

Martina Eco  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 13:25
English to Italian
+ ...
Mar 5, 2012

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti.

Ho recentemente trovato il mio primo lavoro (yuppie!) qui su proz.

Ora la domanda è questa: io non ho ancora la partita iva e soprattutto non ho idea di come si debba mandare una invoice.

Mi spiego: devo aggiungere un x% di tasse che verrebbero detratte in automatico? Se si, quanto?

Dato che ci sono altre possibilità di lavorare con questa stessa agenzia con sede in Grecia, mi conviene aspettare di avere un po' più di soldi da riscuotere?

Infine (e questo lo chiedo a tutti voi dopo essermi informata a lungo su internet, giusto per avere un parere più ampio): quanto sarebbe una tariffa decente e apprezzabile per una trascrizione ITA-ITA di un film/serie tv?

Grazie a tutti,

M.


Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 13:25
Member (2008)
Italian to English
Yuppie? Mar 5, 2012

Yuppie = Young Urban Professional

Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 14:25
English to Italian
+ ...
Fattura e fattucchiera Mar 5, 2012

Don't joke with invoices, che le può fare solo chi ha una partita IVA.
E (non mi sono tenuta aggiornata) dubito che legalmente tu possa fare un documento che sistemi la cosa

Tasse detratte in automatico per ora non ce ne sono, ma non parlarne troppo che se metti la pulce nell'orecchio a qualche ministro potrebbe succedere anche questo.

Di che importo parli? Non si può dire se è meglio aspettare altri (sicuri o fantomatici?) lavori da fatturare senza dare cifre, poi è anche una questione di organizzazione personale.

Ma prima assicurati di poter emettere qualche documento, ovverosia di non aver lavorato né in nero né per la gloria, e se hai tempo fatti un giretto tra i forum che trovi indicazioni in merito.

... ma scusa se sono polemica: ammesso e non concesso che a scuola non si impari il "day to day" lavorativo, perché non occupare qualche ora a studiarlo per conto proprio?

Buona giornata.
Manuela


Direct link Reply with quote
 

Martina Eco  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 13:25
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ritenuta d'acconto? Mar 5, 2012

Beh, per i pochi lavori che ho svolto fino a oggi sono sempre stata pagata con ritenuta d'acconto. Ma chiaramente si è sempre trattato di clienti italiani, e quindi sottostanti alla legislatura italiana.
Appurato che per il momento non mi conviene aprire la partita iva, dato che comunque i miei introiti sono davvero bassi e il gioco non varrebbe la candela, per ora, cosa dovrei mandare a questi committenti stranieri per farmi pagare restando in regola?
Ho provato a fare ricerche su internet, ma non trovo nulla di chiaro e omogeneo.
Grazie


Direct link Reply with quote
 

LuciaC
United Kingdom
Local time: 13:25
English to Italian
+ ...
In inglese... Mar 5, 2012

quel documento che serve a farsi pagare si chiama "invoice", a prescindere dal fatto che uno abbia o meno la P.IVA. La distinzione fattura/notula (ad es.) esiste solo per l'italiano.



[Edited at 2012-03-05 10:25 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Pierluigi Bernardini  Identity Verified
Italy
Local time: 14:25
English to Italian
+ ...
Ricevuta per prestazione occasionale Mar 5, 2012

Ciao Martina,

in questo forum troverai molte discussioni in merito, comunque cerco di riassumere in breve il tutto.

Ti basta emettere una semplice ricevuta per prestazione occasionale o notula, in cui, però, a differenza di quelle emesse per l'Italia, non includerai la ritenuta d'acconto (20%) perché il cliente è estero e non può pagarla al tuo posto.
Quindi in questo caso il lordo (compenso delle traduzioni) corrisponderà al netto che il cliente dovrà pagare.

Se l'importo supera 77,47 euro dovrai applicare una marca da bollo da 1,81 euro che andrai ad aggiungere all'importo (a meno che non voglia pagarla tu, ma in genere è il cliente a doverla pagare, anche se il documento va all'estero).

Di modelli puoi trovarne molti in rete. Deciderai se mandare un avviso di notula e poi la ricevuta effettiva a pagamento avvenuto, oppure direttamente la ricevuta, questo anche a seconda di come sono gli accordi col cliente e soprattutto le sue modalità amministrative (essendo un'agenzia). Spesso vogliono direttamente il documento finale.

Dovrai inserire anche questa dicitura (se non è cambiato nulla in quanto a leggi, ma non credo, eventualmente qualcuno mi correggerà):

(Il sottoscritto) DICHIARA
sotto la propria responsabilità:

- che la prestazione ha carattere del tutto occasionale, ai sensi dell’art. 67 lettera l del TUIR D.P.R. n. 917/86;
- che la prestazione è esclusa dal campo di applicazione dell’IVA, ai sensi dell’art. 5 D.P.R. n. 633/72.


Ti consiglio inoltre di redigere la ricevuta, se non altro per le parti più importanti, in due lingue, italiano e inglese.

Come già ti è stato detto, non puoi emettere una fattura perché non hai partita iva.

Tra i tuoi dati ricordati di inserire il codice fiscale.


Buon lavoro
Pierluigi

[Modificato alle 2012-03-05 14:01 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 14:25
English to Italian
+ ...
va bene tutto, però.... Mar 5, 2012

LuciaC wrote:

quel documento che serve a farsi pagare si chiama "invoice", a prescindere dal fatto che uno abbia o meno la P.IVA. La distinzione fattura/notula (ad es.) esiste solo per l'italiano.



Vorresti dirmi che siamo a livello di non sapere usare il termine italiano e che va bene così?


Perché se ragioniamo "extra commercialmente", è sufficiente che si invii un'e-mail con scritto "devi mandarmi X euro" e fare un pagamento usando Paypal, ma non mi sembra che si dia un messaggio corretto.

Manuela


Direct link Reply with quote
 

Giuliano Boscaino  Identity Verified
Italy
Local time: 14:25
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Fiscalità... Mar 5, 2012

Tom in London wrote:
Yuppie = Young Urban Professional



Martina Eco wrote:
Beh, per i pochi lavori che ho svolto fino a oggi sono sempre stata pagata con ritenuta d'acconto. Ma chiaramente si è sempre trattato di clienti italiani, e quindi sottostanti alla legislatura italiana.
Appurato che per il momento non mi conviene aprire la partita iva, dato che comunque i miei introiti sono davvero bassi e il gioco non varrebbe la candela, per ora, cosa dovrei mandare a questi committenti stranieri per farmi pagare restando in regola?
Ho provato a fare ricerche su internet, ma non trovo nulla di chiaro e omogeneo.
Grazie
Sei riuscita a calcolare da sola la convenienza dell'apertura di partita IVA col nuovo regime fiscale 2012, ma non come rapportarti con un cliente con partita IVA in ambito CEE. Eh, c'è sempre qualcosa che sfugge... Per questo esistono i commercialisti. Oppure puoi telefonare al Dipartimento delle Finanze e chiedere a loro come devi fare.

Comunque, dall'anno scorso non sono sicura sia fiscalmente corretto emettere notule per un soggetto avente partita IVA in un paese CEE per servizi di traduzione tecnica. Questo è possibile se ricade nella legge dei diritti d'autore. Le ricevute dovranno essere comunque dichiarate nel 730 e, se non dovessero risultare in regola, lì potrebbero cominciare i guai. Già certi CAF fanno un sacco di storie per tutto...

Molte agenzie già non accettano più di lavorare con traduttori senza partita IVA abilitata, è una materia un po' complessa nella quale non intendo dilungarmi, ma troverai varie discussioni in questo forum. Quindi mi accodo al consiglio della collega.

Ciao


Direct link Reply with quote
 

Silvia Pizzato  Identity Verified
Italy
Local time: 14:25
German to Italian
Jan 15, 2013



[Edited at 2013-01-15 15:27 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Agnese Leo  Identity Verified
Italy
Local time: 14:25
French to Italian
+ ...
Se il cliente é extra Unione Europea? Oct 4, 2014

Salve, ho appena terminato anche io il mio primo lavoro, un V.O. In italiano per un cliente indiano.
Mi ha chiesto l'invoice, e pensavo di fargli anche io una sorta di notula.
Solo che non so bene come chiedergli di mandarmi i suoi dati fiscali ( mi manca il vocabolario specifico)
Potete aiutarmi a trovare la dicitura corretta?:)

Grazie


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Come inviare una invoice a un cliente straniero

Advanced search






BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »
Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search