Pages in topic:   [1 2] >
Educazione continua in medicina per i traduttori
Thread poster: Bruno Depascale

Bruno Depascale  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Mar 11, 2012

Salve a tutti,
scrivo per chiedere un parere ai traduttori specializzati in ambito medico.
Una qualità importante della nostra professione è sicuramente l'aggiornamento professionale e il costante miglioramento delle proprie capacità.
Nell'ambito della traduzione medica, questo può essere ottenuto mediante l'auto-apprendimento e la partecipazione a congressi medici.
È proprio in merito a quest'ultimo aspetto che vorrei porvi due domande. La prima domanda è la seguente:
Per poter partecipare a congressi medici tenuti in Italia, è necessario già possedere le conoscenze altamente specialistiche che servono da base per la comprensione dei contenuti, come ad esempio le conoscenze nell'ambito della cardiologia, dell'urologia ecc. oppure chiunque con una sufficiente base di conoscenze mediche può partecipare e comprendere i contenuti di tali congressi?
Nel mio caso specifico, infatti, pur avendo frequentato un corso in traduzione medica ed operando da diversi anni nell'ambito della traduzione medica, non posso certo affermare di possedere una conoscenza specialistica in nessun ambito medico, come la possiede invece un medico specialista.
La seconda domanda è la seguente:
Come poter partecipare ai congressi medici, visto che sono rivolti esclusivamente a operatori sanitari e quindi rigorosamente a numero chiuso?
Vi ringrazio in anticipo per i vostri contributi e i vostri suggerimenti.
Bruno


 

Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
English to Italian
+ ...
Se bastasse assistere ai congressi... Mar 11, 2012

Bruno Depascale wrote:

Nell'ambito della traduzione medica, questo può essere ottenuto mediante l'auto-apprendimento e la partecipazione a congressi medici.




A mio avviso, per capire la terminologia medica ci vuole una laurea in medicina e anni di pratica come medico.

Se bastasse assistere ai congressi si potrebbero abolire le facoltà di medicina.


Giacomo

[Edited at 2012-03-11 19:07 GMT]


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
Italian to Spanish
+ ...
La laurea in medicina non è un requisito indispensabile Mar 12, 2012

Giacomo Camaiora wrote:

A mio avviso, per capire la terminologia medica ci vuole una laurea in medicina e anni di pratica come medico.

Se bastasse assistere ai congressi si potrebbero abolire le facoltà di medicina.
Giacomo


Non sono d'accordo con questa affermazione. Avere una laurea in medicina è un grosso aiuto per tradurre in campo medico ma non è indispensabile e non è l'unico.
Per tradurre in ambito medico è indispensabile tanto studio e la pratica nel settore specifico, questo sì (dire "medicina" in generale mi sembra troppo), ma non necessariamente si deve essere laureati in medicina per essere buoni traduttori scientifici.

Per rispondere a Bruno, la mia opinione è che frequentare i congressi medici di un ambito specifico (dire medicina è troppo ampio) è UNO dei vari modi per specializzarsi. All'inizio non capirai tutta la terminologia, ci vai proprio per quello, ma se poi vai avanti con le tue ricerche in quel campo, pian piano, magari dopo anni, ci arrivi. La specializzazione non si fa in un giorno solo. Quindi, i congressi possono aiutarti molto. Per poter accedervi, basta farsi invitare dai propri clientiicon_smile.gif E comunque non ti limitare solo ai congressi.

Una seconda cosa: la medicina è un insieme di discipline, non una sola.
Si può essere specializzati in odontoiatria, per esempio, e non esserlo in cardiologia o in oncologia.
E chi è specializzato in odontoiatria, può rivolgere il suo interesse verso una nicchia più specifica ancora: si può essere specializzati in gnatologia e non in implantologia o in materiali o in chirurgia orale.
Più specifico è l'ambito e più si può diventare traduttori veramente specialisti.

María José

[Modificato alle 2012-03-12 11:08 GMT]


 

Bruno Depascale  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
Member (2009)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
La specializzazione non si fa in un giorno solo Mar 12, 2012

María José Iglesias wrote:
Non sono d'accordo con questa affermazione. Avere una laurea in medicina è un grosso aiuto per tradurre in campo medico ma non è indispensabile.
Per un traduttore in ambito medico è indispensabile lo studio e la pratica settore specifico, questo sì (dire medicina in generale mi sembra troppo), ma non necessariamente si deve essere laureati in medicina per essere un buon traduttore medico-scientifico.

Per rispondere a Bruno, la mia opinione è che frequentare i congressi medici di un ambito specifico in cui tu voglia specializzati è UNO dei vari modi per specializzarsi. All'inizio non capirai tutta la terminologia ma se poi vai avanti con le tue ricerche in quel campo, pian piano, magari dopo anni, si arriva. La specializzazione non si fa in un giorno solo.


Grazie mille Giacomo e María per i vostri contributi.
In realtà, credo che partecipare ai congressi sia molto utile per essere aggiornati sugli ultimi sviluppi in un settore medico specifico e sulla terminologia utilizzata.
Ho contattato diverse segreterie organizzative e mi è stato risposto questa mattina che è possibile partecipare nella maggior parte dei casi a titolo gratuito, in qualità di uditori.
Credo quindi che seguirò anche questa strada per migliorare le mie competenze.
Grazie ancora,
Bruno


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
Italian to Spanish
+ ...
Ottimo Mar 12, 2012

Bravissimo, ottima scelta.

 

Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
English to Italian
+ ...
Può darsi Mar 12, 2012

María José Iglesias wrote:

Non sono d'accordo con questa affermazione. Avere una laurea in medicina è un grosso aiuto per tradurre in campo medico ma non è indispensabile e non è l'unico.
Per tradurre in ambito medico è indispensabile tanto studio e la pratica nel settore specifico, questo sì (dire "medicina" in generale mi sembra troppo), ma non necessariamente si deve essere laureati in medicina per essere buoni traduttori scientifici.




Io ho parlato di terminologia e non di traduzione, e questa tendenza al “fai da te” mi lascia un po’ perplesso.

Lo sviluppo di una “inter-disciplina” medico-linguistica dovrebbe essere frutto di accordi a livello di competenti associazioni di categoria come AITI e ordine dei medici, con tanto di codice deontologico e criteri di acquisizione dei titoli professionali.

Non so quanto Bruno sia o meno bene intenzionato, e spinto da seri moventi professionali, mi limito ad osservare che l’esperienza pratica di tutti i giorni porta a pensare male, basta vedere cosa succede nella terminologia tecnica, ma queste sono mie opinioni, e preferisco fermarmi qui.


Comunque auguro a Bruno buon lavoro

Giacomo


 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
La mia opinione Mar 12, 2012

Premesso che non sono assolutamente d'accordo sul fatto che per tradurre medicina si debba essere medici, credo tra l'altro che i medici siano molto utili altrove.

Dunque secondo questa opinione per tradurre il legale bisogna essere avvocati?

Io traduco quasi solo legale e ti posso assicurare che ce la faccio senza problemi (e non sono certo la sola).

Le specializzazioni si costruiscono nel tempo, con applicazione e studio (a mio avviso basato su prove concrete).


Ciao a tutti


 

Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
English to Italian
+ ...
Vi state contraddicendo da sole Mar 12, 2012

María José Iglesias wrote:
…. indispensabile tanto studio e la pratica nel settore specifico, ….


Prof. Angie G. wrote:
… , con applicazione e studio (a mio avviso basato su prove concrete).…
Ciao a tutti



Vi state contraddicendo da sole. Premesso che forse dovevo formulare meglio il mio primo intervento, il concetto calza con le vostre affermazioni. Infatti, secondo voi, può una persona costruirsi nel tempo, con applicazione e studio, una seria e sana specializzazione in tutti campi indicati sotto? Quante ore studia al giorno? … Oppure si tratta della solita metodologia del CAT Google Machine? si studia un po’ qua, un po’ là, poi si abassano le tariffe e via.

Comunque, passo e chiudo, il forum sta prendendo vie che non gradisco, e ... preferisco tenere per me le mie valutazioni.



Specializes in

Advertising / Public Relations
Engineering (general)
Medical (general)
Biology (-tech,-chem,micro-)
Medical: Health Care
Livestock / Animal Husbandry
Chemistry; Chem Sci/Eng
Medical: Pharmaceuticals
Medical: Cardiology
Medical: Instruments


Also work in

Agricolture
Zoology
Nutrition
Petroleum Eng/Sci
Social Science, Sociology, Ethics, etc.
Wine / Oenology / Viticulture
Geology
Anthropology
Business/Commerce (general)
Medical: Dentistry
Energy / Power Generation
Food & Dairy
Journalism
Cooking / Culinary
Marketing / Market Research
Government / Politics
Materials (Plastics, Ceramics, etc.)
Paper / Paper Manufacturing
Science (general)
Sports / Fitness / Recreation
Geography
Computers (general)
Botany
Cosmetics, Beauty
Education / Pedagogy
Environment & Ecology
Transport / Transportation / Shipping
Genetics
Forestry / Wood / Timber
Tourism & Travel


 

2G Trad  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
Member (2000)
English to Italian
+ ...
Esperti e professionisti Mar 12, 2012

Giacomo Camaiora wrote:
A mio avviso, per capire la terminologia medica ci vuole una laurea in medicina e anni di pratica come medico.

Se bastasse assistere ai congressi si potrebbero abolire le facoltà di medicina.


Quindi si può dire, analogamente, che un medico può svolgere solo traduzioni mediche (ma solo relative alla sua specializzazione, altrimenti decade il criterio della terminologia), un ingegnere solo traduzioni strettamente relative al suo settore, un architetto solo traduzioni di architettura, un farmacista solo traduzioni sui farmaci...

E un qualsiasi madrelingua esperto nel suo lavoro, può svolgere traduzioni nel suo campo (es. il meccanico sarà esperto di automotive)? icon_wink.gif

Ciao!
Gianni


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
Italian to Spanish
+ ...
Non capisco il senso del tuo discorso, Giacomo Mar 12, 2012

Giacomo Camaiora wrote:

María José Iglesias wrote:
…. indispensabile tanto studio e la pratica nel settore specifico, ….


Vi state contraddicendo da sole.


Non ho capito niente del tuo discorso, Giacomo. Ma se hai deciso di chiudere perché il "forum sta prendendo una brutta piega" forse non vale la pena neanche che ti chieda il perché della tua affermazione. Probabilmente non ti interessa ascoltare altri punti di vista.

Quanto alla tua citazione, non mi sembra di essermi contraddetta.
E il tuo discorso, applicato a questo post specifico di Bruno, non fila. Vedo dal suo CV che da quando ha concluso i suoi studi universitari ha lavorato per lo più in campo medico e scientifico. Quindi una certa esperienza pare che l'abbia acquisita. La tua affermazione quindi

Quante ore studia al giorno? … Oppure si tratta della solita metodologia del CAT Google Machine? si studia un po’ qua, un po’ là, poi si abassano le tariffe e via.

mi sembra inoltre del tutto gratuita, a meno che tu non sappia quante ore al giorno studia Bruno e quali tariffe applica. Mi sembrano congetture senza fondamento.
Forse sei arrabbiato per altri motivi?

Le tariffe di Bruno in campo medico non mi sembra che rispondano nemmeno alle tue considerazioni di cui sopra sulle tariffe. Né ho visto in quanto ho letto negli interventi di questa discussione niente sulla traduzione automatica a cui tu accenni. Per questo dico che non capisco. Comunque non importa.

Quanto alla terminologia, è chiaro che serve alla traduzione; qui non parliamo di conoscere la terminologia medica per il puro piacere di conoscerla o per curare un malato ma logicamente per applicarla alla traduzione, che è il nostro campo di lavoro.
E anche la terminologia, come la specializzazione in qualsiasi campo, si acquisisce con studio, lavoro e pratica, non necessariamente con una laurea. Era questo, se non ho capito male io, il senso della sua domanda. Bruno chiedeva se frequentare i convegni del settore potrebbe aiutarlo. Io non ho detto che bisogna farlo in tutti i campi che hai elencato sotto, ho parlato addirittura di un settore di nicchia dentro ai macrosettori.
Come ho detto, a me sembra che per specializzarsi o comunque aggiornarsi, visto che la specializzazione in un traduttore è qualcosa che non finisce mai, partecipare ai congressi di un dato settore possa essere utile e proficuo, anche per la terminologia specifica. Nessuna contraddizione, quindi.

Non ho altro tempo. Ho detto quello che penso.
Saluti.


 

Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
English to Italian
+ ...
Anch'io non ho capito niente dei tuoi discorsi Mar 12, 2012

María José Iglesias wrote:

Non ho capito niente del tuo discorso, Giacomo. Ma se hai deciso di chiudere perché il "forum sta prendendo una brutta piega" forse non vale la pena neanche che ti chieda il perché della tua affermazione. Probabilmente non ti interessa ascoltare altri punti di vista.

Come ho detto, a me sembra che per specializzarsi o comunque aggiornarsi, visto che la specializzazione in un traduttore è qualcosa che non finisce mai, partecipare ai congressi di un dato settore possa essere utile e proficuo, anche per la terminologia specifica. Nessuna contraddizione, quindi.



Anch'io non ho capito niente dei tuoi discorsi, Maria. Il principio io voglio tradurre in "ristorazione", quindi mi specializzo in questo settore senza necessità di applicarmi come cuoco è una farsa, è invece corretto dire io voglio tradurre in "ristorazione", quindi mi organizzo per vivere in stretta simbiosi con il mondo dei cuochi, quel tanto che serve per poter sintetizzare concretamente dei testi di cucina"


Il traduttore è un "sistemista", un regista che gestisce e cuce un insieme di esperienze specifiche di cui non conosce nulla e di cui non avrà mai piena padronanza, salvo in alcuni settori congruenti con la propria formazione scolastica e professionale. Ed è per questo che a mio avviso un traduttore nel campo medico può anche andare a tutti i congressi che vuole, la terminologia la potrà ottenere solo e soltanto da un medico, e la revisione della traduzione la deve fare un medico.

Ma quanto sopra non è una novità, vale per tutti i settori, nessuno è tuttologo. Anche un ingegnere opera come un regista che organizza esperienze diverse di cui non sa nulla e di cui non saprà mai nulla. Prendiamo ad esempio un ingegnere in Power Generation che dovesse realizzare una centrale elettrica, gli capiterebbe di confrontarsi con: esperti in geologia, sicurezza, impatto ambientale, trattamento acque, urbanisti, strutturisti, meccanici, carpentieri, cablatori, logistici, trasportatori, marketing, magazzinieri, amministrazione pubblica, informatici, commercialisti, …ecc. Ora, questo ingegnere non si sognerebbe mai di andare a un congresso di geologi per risolvere i suoi problemi, andrebbe direttamente da un geologo, e basta.

Alla fine della fiera, così come il compito di un ingegnere è centralizzare le attività industriali, il compito di un dottore è centralizzare le attività sanitarie, il compito di un magistrato è centralizzare le attività della giustizia, il compito di un generale è centralizzare le attività militari, il compito di un linguista "dovrebbe essere quello di centralizzare le attività multilingue, ma non è così". C'è una parte dei linguisti che fa il suo mestiere, cioè avvia agenzie, studi, società di traduzione, o in generale cura attività d'impresa nel settore linguistico, ma la maggior parte fa soltanto delle grandi nefandezze per proprio tornaconto personale devastando campi di cui non capisce nulla.

Colgo l'occasione per ricordare il modello di processo di traduzione che descrissi in un precedente forum.

Giacomo Camaiora wrote:

Grosso modo, gli ingredienti di un processo di produzione di documenti multilingue soni i seguenti:

-Trasmutazione (specialisti): traslitterazione dei significati da una lingua all'altra (medici, dottori, ingegneri, avvocati, ... )
-Traduzione (linguisti puri): traduzione generale e compilazione dei testi in lingua target.
-Revisore (formazione classica): aggiustamento della forma del testo secondo l'arte del ben scrivere.
-Impaginazione (esperti DTP): impaginazione dei testi (la cui lunghezza varia passando da una lingua all'altra).



Ecco, il ruolo del linguista lo vedo come PM, capocommessa dei progetti, regista d'insieme di un lavoro di traduzione,…ecc,e basta.


No, non sono arrabbiato con voi, sono un po' arrabbiato con me stesso perché dovevo starmene zitto e lasciare che il mondo dei linguisti continui pure con il suo andazzo.

Ora passo e chiudo definitivamente, non perché,"non voglio sentire altre opinioni",, ma perché sono convinto che ,siamo fatti per NON intenderci,, con voi che in maggioranza andate ai congressi di chicchessia, ed io che non riesco nemmeno a immaginare di poter solo pensare di andare un giorno a un congresso di medici, di cuochi, avvocati, …o quant'altro, e con lo scopo poi di mettermi a scrivere testi nel loro slang. Semplicemente fulminante.


Anch'io ho detto quel che penso, mi scuso se sono stato un po' lungo, e anche per il cattivo italiano, visto che è tardi e ho scritto di getto senza rileggere.

Ciao e cordiali saluti.
Giacomo


 

Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
English to Italian
+ ...
Bravo, quasi esatto Mar 12, 2012

2G Trad wrote:


Quindi si può dire, analogamente, che un medico può svolgere solo traduzioni mediche (ma solo relative alla sua specializzazione, altrimenti decade il criterio della terminologia), un ingegnere solo traduzioni strettamente relative al suo settore, un architetto solo traduzioni di architettura, un farmacista solo traduzioni sui farmaci...

E un qualsiasi madrelingua esperto nel suo lavoro, può svolgere traduzioni nel suo campo (es. il meccanico sarà esperto di automotive)? icon_wink.gif

Ciao!
Gianni



Bravo, ma va corretto così

- un medico è depositario della terminoligia e dello slang medico, e solo di quello che mastica tutti i giorni, delle cose di cui non capisce nulla non deve parlare.
- un ingegnere è depositario della terminoligia tecnica, e strettamente di quello che mastica tutti i giorni, delle cose di cui non capisce nulla non deve parlare.
- un farmacista è depositario della terminoligia farmacologica, limitatamente alla sua nicchia di attività.
- un meccanico è depositario della terminoligia meccanica, limitatamente alla sua nicchia di attività.
- un linguista è un traduttore ed in linea di principio depositario di nessuna terminologia (fatto salvo il caso di effettiva esperienza in un settore; ad esempio un linguista potrebbe essere anche una cuoca).

I signori di cui ai primi 4 punti sopra sono degli specialisti, dei fornitori di bozze, non dei traduttori veri e propri, salvo capacità più o meno estese di saper fare anche i traduttori, ma in generale si può fare bene solo un mestiere.


Ma perché avevi dei dubbi, pensavi che un traduttore potesse scrivee un testo di automotive senza confrontarsi con un meccanico? anche tu sei un tipo che va ai congressi dei meccanici?



Giacomo


 

Manuela Dal Castello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
English to Italian
+ ...
comunicare? Mar 12, 2012

Giacomo Camaiora wrote:

I signori di cui ai primi 4 punti sopra sono degli specialisti, dei fornitori di bozze, non dei traduttori veri e propri, salvo capacità più o meno estese di saper fare anche i traduttori, ma in generale si può fare bene solo un mestiere.


Forse sono io che non capisco, ma seguendo il tuo discorso si vivrebbe in un mondo di compartimenti stagni: medici che parlano solo con medici, esperti di coccinelle solo con esperti di coccinelle, solo nella loro lingua (perché tanto non sono linguisti e quindi non possono usare altre lingue)....
Fermo restando che bisogna (bisogna, no "è meglio" o "sarebbe meglio") specializzarsi e sapere di che cosa si sta parlando quando si sta traducendo, credo che la prima capacità di un traduttore debba essere quella di comunicare per mettere in comunicazione altre persone che, senza l'intermediazione del traduttore, non sarebbero in grado di comunicare.
Sbaglio?

Aggiungo una domanda che non vuol essere polemica, ma solo curiosa: per tradurre Proust, oppure Joice, in che cosa bisognerebbe specializzarsi?


 

Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
English to Italian
+ ...
Per tradurre proust ? Mar 13, 2012

Manuela Dal Castello wrote:

Aggiungo una domanda che non vuol essere polemica, ma solo curiosa: per tradurre Proust, oppure Joice, in che cosa bisognerebbe specializzarsi?



Per tradurre Proust o Joice bisogna avere il supporto di filosofi e letterati veri, non informazioni limitate sentite nei congressi.


Giacomo

[Edited at 2012-03-13 09:12 GMT]


 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 02:05
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Verità Mar 13, 2012

Leggendo gli interventi in questa discussione, sono emerse tre verità:

1) essere esperto in un settore non fa di nessuno un buon traduttore

2) chi ha problemi a far passare il proprio messaggio, altrettanti ne avrà a far passare messaggi di terzi

3) si può cambiare opinione, ma non il fatto di aver ragione

Buona giornata a tutti icon_smile.gif


 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Educazione continua in medicina per i traduttori

Advanced search






Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search