Pages in topic:   [1 2] >
Come avviare una carriera da traduttore
Thread poster: Marco Cianci

Marco Cianci  Identity Verified
Local time: 18:10
English to Italian
Apr 4, 2012

Ciao a tutti
mi sono appena laureato in lingue e comunicazione internazionale in inglese, arabo e spagnolo, e volevo iniziare a trovare qualche lavoretto giusto per iniziare ma mi sto accorgendo che è moooooooooooooolto più complesso di come pensavo...mi sono iscritto alla lista di langit (non so se serve..), oltre ovviamente ai vari siti di ricerca lavoro tipo infojobs o monster. qualcuno mi può dare qualche consiglio?
Inoltre qualcuno mi spiega gentilmente come funziona questo sito? Mi sono appena iscritto e non ci sto capendo molto...grazie.


Direct link Reply with quote
 

Cartrad
Italy
Local time: 18:10
English to Italian
+ ...
Getting established Apr 5, 2012

Ciao Marco,

anch'io ho fatto i tuoi stessi studi, poi ho proseguito con master in traduzione tecnico scientifica organizzato dalla regione Piemonte in collaborazione con il Fondo Sociale europeo e l'Università San Pio di Roma. E un master gratuito e vieni ammesso su selezione con delle prove di traduzione e dura un anno, si svolge a Torino. Devo dire che mi ha dato una bella preparazione, cosa che l'università su molti aspetti non aveva fatto. Ora è un anno che lavoro come freelance e mi trovo molto bene, anche se la mia ricerca di nuovi clienti è sempre in progress... Detto ciò, che consigli darti....Innanzitutto di cercare di specializzarti, se ti è possibile, in uno o più settori che ti interessano e appassionano maggiormente. Io ho la passione per il turismo, quello è stato il tema della mia tesi e mi porto dietro questa passione leggendo libri, guide turistiche e riviste online e ovviamente viaggiando il più possibile...money permettendo direi.
Quindi il primo consiglio è questo. Secondo consiglio: il volontariato. Io appena finito il master ho fatto qualche traduzione per associazioni di volontariato, ovviamente non retribuite ma di danno modo di cimentarti davvero con il testo. Scegli quelle che più ti piacciono....ambiente, bambini, religione, diritti umani....e invia loro una mail con la tua disponibilità. Terzo: lo stage....Argomento controverso. In teoria sarebbe opportuno fare uno stage in agenzia di traduzioni che ti consenta di apprendere al meglio tutti gli aspetti del lavoro di traduttore (la traduzione in se, i cat tools, i preventivi, il rapporto con i clienti ecc, i linguaggi ecc...) questo in teoria...ma in pratica io ne ho fatti tre e mi son serviti davvero a poco. Tutti vanno sempre di fretta e lo stagista è un fastidio, una palla al piede e ti danno una marea di lavori inutili che non avranno mail il tempo di correggerti....in piu non prendi un euro e devi anche pagarti il pranzo e i trasporti....Quindi quello che sento di dirti è: ok allo stage....ma deve essere davvero costruttivo.....se dopo due settimane vedi che fai le radici alla scrivania...scappa a gambe levate! Altri consigli....parti magari con una tariffa bassa (non da sfruttamento però) in modo da farti qualche cliente, poi con l'esperienza puoi anche alzarla un pochino. Io ho iniziato con tariffe "basse" e mi sono accaparrata due agenzie che attualmente mi stanno mandando parecchio lavoro che mi permette di sopravvivere con la crisi attuale, quando ho provato ad alzare anche solo di un centesimo mi è stato detto che era troppo e ho perso lavori anche di 5000/6000 parole...quindi non ne è valsa la pena. Poi ognuno valuta la sua situazione e i suoi obiettivi ovviamente...Questa è la mia esperienza personale. Che altro dirti...in bocca al lupo. Un bacione Sara


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Sarà.... Apr 6, 2012

Sarò forse vecchia, rimbambita, inacidita e proveniente dal secolo scorso, ma vedo tanti, troppi profili che vantano master a destra e a manca, titoli, lauree di qua e di là, appartenenza a questa e quella associazione, e sono poi scritti in un italiano improbabile, con errori di vario genere, dall'ortografia, alla sintassi, ecc.
Prima pertanto di affrontare una qualsiasi professione che includa la produzione di testi scritti, non solo nel campo della traduzione, è davvero il caso di verificare in modo approfondito le proprie conoscenze dell'italiano. Anzi, direi anche che prima ancora di affrontare lo studio di una lingua straniera, è il caso di chiedersi se si conosca bene la propria, altrimenti onestamente nessuno prenderà sul serio chi vanta lo studio pluriennale di 2, 3 e più lingue straniere, e poi non è in grado di produrre un testo decente nella propria lingua madre. Questo è il principale consiglio che mi sento di dare e lo ripeterò fino a quando sarò completamente incartapecorita (a meno che l'involuzione della lingua italiana non sia considerata attualmente un elemento positivo e io non me ne sia accorta...)


[Modificato alle 2012-04-06 04:40 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Simona R
Germany
Local time: 18:10
German to Italian
+ ...
D'accordo Apr 6, 2012

Giuseppina Gatta, MA (Hons) wrote:

Sarò forse vecchia, rimbambita, inacidita e proveniente dal secolo scorso, ma vedo tanti, troppi profili che vantano master a destra e a manca, titoli, lauree di qua e di là, appartenenza a questa e quella associazione, e sono poi scritti in un italiano improbabile, con errori di vario genere, dall'ortografia, alla sintassi, ecc.
Prima pertanto di affrontare una qualsiasi professione che includa la produzione di testi scritti, non solo nel campo della traduzione, è davvero il caso di verificare in modo approfondito le proprie conoscenze dell'italiano. Anzi, direi anche che prima ancora di affrontare lo studio di una lingua straniera, è il caso di chiedersi se si conosca bene la propria, altrimenti onestamente nessuno prenderà sul serio chi vanta lo studio pluriennale di 2, 3 e più lingue straniere, e poi non è in grado di produrre un testo decente nella propria lingua madre. Questo è il principale consiglio che mi sento di dare e lo ripeterò fino a quando sarò completamente incartapecorita (a meno che l'involuzione della lingua italiana non sia considerata attualmente un elemento positivo e io non me ne sia accorta...)


[Modificato alle 2012-04-06 04:40 GMT]


Poiché leggendo gli interventi di Giuseppina mi ritrovo regolarmente d'accordo con lei suppongo di essere anche io "vecchia, rimbambita e inacidita". Di sicuro provengo dal secolo scorso. Comunque sia, ritengo che master, tirocini, iscrizioni ad associazioni professionali & Co. abbiano senso soltanto se prima si è provveduto a imparare BENE la propria lingua madre. Io un lavoro a chi vanta quattro master ma continua imperterrito a scrivere "qual'è" (e sono parecchi) non lo assegnerei...

Per tornare al quesito di marcocio: fai benissimo a informarti in Internet, ma ricorda nel frattempo di non trascurare le lingue che hai studiato e, soprattutto, l'italiano.


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 18:10
Spanish to Italian
+ ...
forse... Apr 6, 2012

Mi inserisco nella discussione, rischiando di andare fuori tema, solo per sottolineare che, a mio modesto avviso, forse l'italiano che viene usato per scrivere post in un forum non è (si spera) lo stesso che si usa per la propria professione.

Nel mio caso specifico cerco di curarlo il più possibile anche per gli interventi nelle comunità virtuali, ma posso supporre che altri (o io stessa, a volte!), magari per la fretta e la contestuale esigenza di fornire una consistente quantità di informazioni, trascurino ortografia e sintassi: con questo non voglio certo dire che non siano importanti, anzi! Mio malgrado non mi sfuggono gli errori di battitura ormai sempre più diffusi, dai quotidiani (sigh!) ai siti aziendali o più in generale in tutto quello che rappresenta "parola scritta", ma bisogna pur sempre considerare che l'italiano usato in forum e social network tende ad appiattirsi sempre di più al "parlato tipico". La valutazione di questa tendenza la lasciamo agli esperti, che si vada perdendo la capacità di differenziare le due modalità, beh, questo sì che potrebbe essere un problema!

Ma, ribadisco, questa è solo una mia opinione. Suppongo che stia al buon senso di ognuno intuire che in un forum di traduttori forse la lingua che si una nei post possa costituire anche un "biglietto da visita" per potenziali committenti.

E... tantissimi cari auguri di una serena Pasqua, a tutti!


Giulia


Direct link Reply with quote
 

Marco Cianci  Identity Verified
Local time: 18:10
English to Italian
TOPIC STARTER
Grazie Apr 6, 2012

Cartrad wrote:

Ciao Marco,

anch'io ho fatto i tuoi stessi studi, poi ho proseguito con master in traduzione tecnico scientifica organizzato dalla regione Piemonte in collaborazione con il Fondo Sociale europeo e l'Università San Pio di Roma. E un master gratuito e vieni ammesso su selezione con delle prove di traduzione e dura un anno, si svolge a Torino. Devo dire che mi ha dato una bella preparazione, cosa che l'università su molti aspetti non aveva fatto. Ora è un anno che lavoro come freelance e mi trovo molto bene, anche se la mia ricerca di nuovi clienti è sempre in progress... Detto ciò, che consigli darti....Innanzitutto di cercare di specializzarti, se ti è possibile, in uno o più settori che ti interessano e appassionano maggiormente. Io ho la passione per il turismo, quello è stato il tema della mia tesi e mi porto dietro questa passione leggendo libri, guide turistiche e riviste online e ovviamente viaggiando il più possibile...money permettendo direi.
Quindi il primo consiglio è questo. Secondo consiglio: il volontariato. Io appena finito il master ho fatto qualche traduzione per associazioni di volontariato, ovviamente non retribuite ma di danno modo di cimentarti davvero con il testo. Scegli quelle che più ti piacciono....ambiente, bambini, religione, diritti umani....e invia loro una mail con la tua disponibilità. Terzo: lo stage....Argomento controverso. In teoria sarebbe opportuno fare uno stage in agenzia di traduzioni che ti consenta di apprendere al meglio tutti gli aspetti del lavoro di traduttore (la traduzione in se, i cat tools, i preventivi, il rapporto con i clienti ecc, i linguaggi ecc...) questo in teoria...ma in pratica io ne ho fatti tre e mi son serviti davvero a poco. Tutti vanno sempre di fretta e lo stagista è un fastidio, una palla al piede e ti danno una marea di lavori inutili che non avranno mail il tempo di correggerti....in piu non prendi un euro e devi anche pagarti il pranzo e i trasporti....Quindi quello che sento di dirti è: ok allo stage....ma deve essere davvero costruttivo.....se dopo due settimane vedi che fai le radici alla scrivania...scappa a gambe levate! Altri consigli....parti magari con una tariffa bassa (non da sfruttamento però) in modo da farti qualche cliente, poi con l'esperienza puoi anche alzarla un pochino. Io ho iniziato con tariffe "basse" e mi sono accaparrata due agenzie che attualmente mi stanno mandando parecchio lavoro che mi permette di sopravvivere con la crisi attuale, quando ho provato ad alzare anche solo di un centesimo mi è stato detto che era troppo e ho perso lavori anche di 5000/6000 parole...quindi non ne è valsa la pena. Poi ognuno valuta la sua situazione e i suoi obiettivi ovviamente...Questa è la mia esperienza personale. Che altro dirti...in bocca al lupo. Un bacione Sara


ti ringrazio, sei stata molto esauriente. In effetti mi aspettavo che lo stage fosse uno sfruttamento, però tutti me lo consigliano..e tutti mi consigliano anche di iniziare con il volontariato, credo proprio che inizierò a cercare qualche associazione che possa darmi un lavoro. Ancora grazie.

Sarò forse vecchia, rimbambita, inacidita e proveniente dal secolo scorso, ma vedo tanti, troppi profili che vantano master a destra e a manca, titoli, lauree di qua e di là, appartenenza a questa e quella associazione, e sono poi scritti in un italiano improbabile, con errori di vario genere, dall'ortografia, alla sintassi, ecc.
Prima pertanto di affrontare una qualsiasi professione che includa la produzione di testi scritti, non solo nel campo della traduzione, è davvero il caso di verificare in modo approfondito le proprie conoscenze dell'italiano. Anzi, direi anche che prima ancora di affrontare lo studio di una lingua straniera, è il caso di chiedersi se si conosca bene la propria, altrimenti onestamente nessuno prenderà sul serio chi vanta lo studio pluriennale di 2, 3 e più lingue straniere, e poi non è in grado di produrre un testo decente nella propria lingua madre. Questo è il principale consiglio che mi sento di dare e lo ripeterò fino a quando sarò completamente incartapecorita (a meno che l'involuzione della lingua italiana non sia considerata attualmente un elemento positivo e io non me ne sia accorta...)


di grazia, sarebbero i miei improbabili errori di vario genere?


Direct link Reply with quote
 

Simona R
Germany
Local time: 18:10
German to Italian
+ ...
Puntualizzazione Apr 6, 2012

Giulia Bassi wrote:

Mi inserisco nella discussione, rischiando di andare fuori tema, solo per sottolineare che, a mio modesto avviso, forse l'italiano che viene usato per scrivere post in un forum non è (si spera) lo stesso che si usa per la propria professione.

Nel mio caso specifico cerco di curarlo il più possibile anche per gli interventi nelle comunità virtuali, ma posso supporre che altri (o io stessa, a volte!), magari per la fretta e la contestuale esigenza di fornire una consistente quantità di informazioni, trascurino ortografia e sintassi: con questo non voglio certo dire che non siano importanti, anzi! Mio malgrado non mi sfuggono gli errori di battitura ormai sempre più diffusi, dai quotidiani (sigh!) ai siti aziendali o più in generale in tutto quello che rappresenta "parola scritta", ma bisogna pur sempre considerare che l'italiano usato in forum e social network tende ad appiattirsi sempre di più al "parlato tipico". La valutazione di questa tendenza la lasciamo agli esperti, che si vada perdendo la capacità di differenziare le due modalità, beh, questo sì che potrebbe essere un problema!

Ma, ribadisco, questa è solo una mia opinione. Suppongo che stia al buon senso di ognuno intuire che in un forum di traduttori forse la lingua che si una nei post possa costituire anche un "biglietto da visita" per potenziali committenti.

E... tantissimi cari auguri di una serena Pasqua, a tutti!


Giulia


Buongiorno Giulia,

nel mio intervento in realtà non mi riferivo tanto agli errori di battitura che molti (io compresa) commettono scrivendo nel forum, quanto agli strafalcioni che purtroppo mi è capitato tante volte di leggere nei profili redatti da italiani in italiano.
Buona Pasqua anche a te


Direct link Reply with quote
 

linguandre Russo
Italy
Local time: 18:10
English to Italian
+ ...
La fretta... Apr 6, 2012

Giulia Bassi wrote:

Mi inserisco nella discussione, rischiando di andare fuori tema, solo per sottolineare che, a mio modesto avviso, forse l'italiano che viene usato per scrivere post in un forum non è (si spera) lo stesso che si usa per la propria professione.

Nel mio caso specifico cerco di curarlo il più possibile anche per gli interventi nelle comunità virtuali, ma posso supporre che altri (o io stessa, a volte!), magari per la fretta e la contestuale esigenza di fornire una consistente quantità di informazioni, trascurino ortografia e sintassi: con questo non voglio certo dire che non siano importanti, anzi! Mio malgrado non mi sfuggono gli errori di battitura ormai sempre più diffusi, dai quotidiani (sigh!) ai siti aziendali o più in generale in tutto quello che rappresenta "parola scritta", ma bisogna pur sempre considerare che l'italiano usato in forum e social network tende ad appiattirsi sempre di più al "parlato tipico". La valutazione di questa tendenza la lasciamo agli esperti, che si vada perdendo la capacità di differenziare le due modalità, beh, questo sì che potrebbe essere un problema!

Ma, ribadisco, questa è solo una mia opinione. Suppongo che stia al buon senso di ognuno intuire che in un forum di traduttori forse la lingua che si una nei post possa costituire anche un "biglietto da visita" per potenziali committenti.

E... tantissimi cari auguri di una serena Pasqua, a tutti!


Giulia


Va bene, ma non mi pare che c'insegua nessuno: si può sempre rispondere piú tardi, quando s'avrà tempo. A meno che non si tratti d'una questione di vita o di morte, ma non credo sia il caso di questo fòro. Il refuso ci può stare naturalmente, e nessuno e perfetto, ma dovrebbe essere un automatismo del traduttore (o aspirante tale) curare la forma anche nelle comunità virtuali.




Per tornare al tema della discussione, quest'estate ho in programma di svolgere un tirocinio (a distanza) di traduzione. Vedremo se potrà aiutare...


Direct link Reply with quote
 
rosa marseglia
Local time: 18:10
English to Italian
+ ...
... Apr 6, 2012

ma il punto è: noi poveri studenti appena laureati in lingue, traduzione, interpretariato ecc come facciamo ad avviarci??Se tutte le agenzie vogliono persone con esperienza noi come iniziamo???????

Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 18:10
Italian to Spanish
+ ...
Voi "poveri studenti" Apr 6, 2012

Cominciate, come è stato detto, curando la vostra lingua madre, la punteggiatura e la redazione delle lettere di presentazione che accompagnano il vostro CV. E poi studiando il mercato prima di accettare qualsiasi lavoro. Questo aiuterà voi "poveri" studenti a presentarvi in un modo più adeguado e professionale.
Rosa, non per farti una critica, ma guarda con attenzione la frase che hai scritto qui:
ma il punto è: noi poveri studenti appena laureati in lingue, traduzione, interpretariato ecc come facciamo ad avviarci??Se tutte le agenzie vogliono persone con esperienza noi come iniziamo???????

Vedi qualche errore? Ecco, direi di cominciare da qui. Anche nei forum girano potenziali clienti che fanno attenzione a queste "piccole" cose. A volte l'esperienza non è l'elemento determinante.


Direct link Reply with quote
 

2G Trad  Identity Verified
Italy
Local time: 18:10
Member (2000)
English to Italian
+ ...
OT: refusi Apr 6, 2012

linguandre:
Il refuso ci può stare naturalmente, e nessuno e perfetto


Concordo

Ciao!
Gianni


Direct link Reply with quote
 

linguandre Russo
Italy
Local time: 18:10
English to Italian
+ ...
E dire che i due tasti son lontani... Apr 6, 2012

2G Trad wrote:

linguandre:
Il refuso ci può stare naturalmente, e nessuno e perfetto


Concordo

Ciao!
Gianni


L'avevo detto che il refuso ci poteva stare! Ma nemmeno a farlo apposta!


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 18:10
Spanish to Italian
+ ...
grazie Apr 7, 2012

Simona R wrote:
Buongiorno Giulia,

nel mio intervento in realtà non mi riferivo tanto agli errori di battitura che molti (io compresa) commettono scrivendo nel forum, quanto agli strafalcioni che purtroppo mi è capitato tante volte di leggere nei profili redatti da italiani in italiano.
Buona Pasqua anche a te


Simona,

grazie per la precisazione. Purtroppo girano "strafalcioni", oltre a sviste ortografiche e involuzioni sintattiche.

Grazie mille per gli auguri!

Giulia


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 18:10
Spanish to Italian
+ ...
a proposito.. Apr 7, 2012

Giulia Bassi wrote:

Suppongo che stia al buon senso di ognuno intuire che in un forum di traduttori forse la lingua che si usa nei post possa costituire anche un "biglietto da visita" per potenziali committenti.

Giulia


Ops! Correzione lampo


Direct link Reply with quote
 

Giulia Bassi  Identity Verified
Italy
Local time: 18:10
Spanish to Italian
+ ...
io... Apr 7, 2012

rosa marseglia wrote:

ma il punto è: noi poveri studenti appena laureati in lingue, traduzione, interpretariato ecc come facciamo ad avviarci??Se tutte le agenzie vogliono persone con esperienza noi come iniziamo???????


Mentre ero ancora "una povera studentessa" al II anno della magistrale in Traduzione specializzata alla SSLMIT di Forlì mi venne la strana idea di iniziare a mandare la mia presentazione a qualche agenzia di traduzione... Per qualche particolare alchimia, una piccola percentuale rispose, ebbi modo di ricevere test di traduzione (brevi!), li superai... e arrivarono così anche i primi incarichi!

[Modificato alle 2012-04-07 08:03 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Come avviare una carriera da traduttore

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search