Presentazione e domanda su agenzie
Thread poster: Eleonora_P

Eleonora_P  Identity Verified
Italy
Local time: 20:27
Member (2012)
English to Italian
+ ...
May 16, 2012

Salve a tutti, cari colleghi!icon_biggrin.gif

E' il mio primo post, quindi approfitto subito per presentarmi.
Mi chiamo Eleonora e sono diventata membro Proz da pochi giorni, nonostante sia iscritta sul sito già da diversi mesi.
Devo dire che questo forum è pieno zeppo di preziosissime informazioni e non potete immaginare quanto si sia rivelato utile leggerlo, soprattutto per l'apertura della partita Iva e per avere notizie sulle fatture per l'estero (che a quanto pare sono argomenti molto dibattuti, ahimè!), quindi non posso fare altro che ringraziarvi per l'aiuto che mi avete dato finora.

Tornando a noi, ho deciso di iscrivermi per capire se Proz può essere veramente un valido strumento per trovare lavoro come molti di voi affermano.
Dopo aver lavorato per alcuni anni soprattutto nel settore degli audiovisivi, traducendo e adattando dialoghi per la tv, ho deciso di concentrarmi prevalentemente sulla traduzione "normale" (basta sync labiale e minutaggio da rispettare, please!) e quindi ho ripreso la mia ricerca di potenziali clienti cui spedire il CV.
Tra questi, inutile dirlo, ci sono soprattutto agenzie, sia italiane che straniere, a cui mi sono rivolta dopo aver consultato per benino la Blue Board (strumento davvero utile, tra l'altro).
Il punto è questo: io scrivo, mando CV, mi propongo come traduttrice... ma nessuno si fa mai vivo!icon_frown.gif
Voglio dire, trovare clienti diretti non è proprio facile, e questo lo sappiamo tutti, ma pensavo che con le agenzie ci fosse un po' più di speranza o quanto meno che si degnassero almeno di rispondere con il famigerato "Grazie, Le faremo sapere" (nemmeno fossimo a un provino per la tv)!
Che ok, non sarà il massimo della felicità perché comunque significa che veniamo sempre messi in un angolino in attesa, ma almeno ci fa capire che dall'altra parte dello schermo c'è vita!
Vorrei quindi capire da voi, che siete di certo più esperti di me in materia, se è normale tutto ciò o se sono io che sbaglio in qualcosa (forse il modo di presentarmi?).
Avete consigli da darmi? Anche voi mandate CV alle agenzie e poi passano secoli prima che vi contattino?
Bene colleghi, grazie mille fin d'ora per l'attenzione e per le risposte che vorrete darmi.
Buona giornata e buon lavoro a tutti!


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 20:27
Italian to Spanish
+ ...
Il perché del silenzio May 16, 2012

Eleonora_P wrote:

Voglio dire, trovare clienti diretti non è proprio facile, e questo lo sappiamo tutti, ma pensavo che con le agenzie ci fosse un po' più di speranza o quanto meno che si degnassero almeno di rispondere con il famigerato "Grazie, Le faremo sapere" (nemmeno fossimo a un provino per la tv)!


Penso sia esattamente al contrario. A me sembra più facile che un traduttore trovi da lavorare con clienti diretti che non con agenzie.
Forse molti traduttori preferiscono lavorare con agenzie solo per un motivo organizzativo ma non perché sia più facile trovarle.

Per quanto riguarda il silenzio che si sente dall'altro lato dello schermo dopo una candidatura spontanea, a me sembra sia dovuto al fatto che alle agenzie arrivano tutte le settimane e tutti i giorni centinaia di curriculum. Se dovessero guardare ogni volta quel curriculum appena arrivato, dovrebbe esserci solo una persona dedicata a tempo pieno a rispondere. E in un'agenzia di solito c'è ben altro da fare nel quotidiano.

D'altra parte penso che la maggior parte delle agenzie, tranne quelle di recente apertura, lavorano già con un team di traduttori per ogni combinazione linguistica e si preferisce che sia sempre lo stesso traduttore a prendersi cura del lavoro dello stesso cliente. Questo in linea di massima. Quindi a meno che non si abbia un'urgenza per un lavoro che non accetta nessuno del team, è difficile che vengano contattati tutti i giorni molti nuovi traduttori e/o che si risponda.

Dall'altra parte dello schermo c'è quasi sempre vita, ma la vita è intensa...icon_smile.gif e non sempre la prima priorità dell'agenzia è quella di avere nuovi collaboratori.

Certo, anche il modo di presentarsi è importante. Nel marketing è sempre importante distinguersi dalla massa. Sì, fa' conto che è ogni volta come fare un "provino".


[Modificato alle 2012-05-16 09:47 GMT]


 

Monica Paolillo
Italy
Local time: 20:27
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Null'altro da aggiungere May 16, 2012

all'intervento, sempre pertinente, di Marìa José. Direi che la cosa importante da capire è che, nonostante siamo chiusi tra quattro mura, non siamo soli. Ho una piccola impresa e vengo tempestata di CV anch'io. Non sempre trovo il tempo di rispondere. Spesso, purtroppo, mi capita di segnalare che il candidato non ha determinati requisiti di base o che il suo modo di proporsi è completamente inadeguato nella speranza di fornire un orientamento di fondo che possa aiutare. Ma è chiaro che c'è tanto da fare e se non riesco a rispondere, non mi fascio la testa.

L'unico consiglio che mi sento di darti è di leggere bene quali sono le prerogative e gli orientamenti dell'azienda che ti interessa. Se, ad esempio, sul loro sito o profilo online è chiaramente indicato che non si occupano di questo o quel settore, di questa o quella combinazione linguistica, proporsi dà solo l'impressione che tu non abbia fatto molta ricerca ma stai facendo semplicemente un marketing di massa non mirato. Di conseguenza, può dare l'idea di una potenziale perdita di tempo, più che della concreta opportunità di ampliare la propria rete di collaboratori.

Buona fortuna!


 

Eleonora_P  Identity Verified
Italy
Local time: 20:27
Member (2012)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Vi ringrazio May 16, 2012

Grazie mille María José e Monica per i vostri interventi!icon_smile.gif
Essendo poi voi stesse titolari di un'agenzia, per lo meno avete saputo darmi una visione "di parte".
Immagino anche io che non sia facile stare dietro a tutti i CV ricevuti quotidianamente, dal momento che la competizione è altissima e ormai il mercato della traduzione è quello che è (purtroppo!).
Io comunque non demordo e continuo a spedirne, sperando che prima o poi qualcosa di buono arrivi, ovviamente (e qui mi rivolgo soprattutto a Monica) valutando prima bene il profilo dell'agenzia in questione... di certo non voglio passare per una "spammona" che manda inutili email a raffica!icon_wink.gif

Grazie ancora e buon lavoro.


 

sailingshoes
Local time: 20:27
Spanish to English
Two cents May 17, 2012

a) Rispondere a offerte di lavoro urgenti su proz. Se lavori bene, dopo ti manderano di più.
b) Cambiare il tuo profilo per includere business/commercial/marketing se ti lo senti.
c) Stop using those nasty little face things!


 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 12:27
Member (2003)
English to Italian
+ ...
CV alle agenzie May 17, 2012

Eleonora_P wrote:

...ma nessuno si fa mai vivo! ... o quanto meno che si degnassero almeno di rispondere con il famigerato "Grazie, Le faremo sapere... se è normale tutto ciò o se sono io che sbaglio in qualcosa (forse il modo di presentarmi?).
Avete consigli da darmi?


A quello che hanno detto le colleghe vorrei aggiungere qualcosa:

  1. "si degnassero almeno di rispondere". Quel "degnassero" mi sta un po' di traverso: se tu mandi un curriculum a un'agenzia, senza che questa te lo abbia chiesto, nessuna risposta ti è dovuta, quindi è normalissimo non ricevere risposta. A braccio direi che per ogni cento agenzie contattate, dovresti considerare un ottimo tasso di successo se ricevi una risposta o due (comprese quelle negative).

  2. "sono io che sbaglio qualcosa (forse il modo di presentarmi)". Non sapendo come ti presenti, un po' difficile dirlo, quindi magari stai già facendo tutto giusto. Gli errori più comuni che vedo nei curriculum che mi arrivano sono:
    1. Messaggi
      • Messaggi indirizzati a "Dear Sir or Madam": se non identifichi a chi specificamente inviare un messaggio, dai l'impressione di averlo mandato a casaccio, sparando sul mucchio. Ben difficile che qualcuno ti risponda.
      • Messaggi vuoti. Se non c'è un messaggio, ma solo un curriculum in allegato, è probabile che nessuno li veda - vanno direttamente nella cartella dello spam.
      • Messaggi troppo lunghi. Nessuno ha tempo di leggerli.
      • Oggetto del messaggio non chiaro. "Traduttore EN>IT con esperienza pluriennale in traduzioni in campo ortopedico" va benissimo. "Application for translation position", invece, è pessimo. L'oggetto del messaggio mi deve dire chiaramente cosa mi posso aspettare dal messaggio stesso, e inoltre anche invogliarmi a leggerlo.
      • Messaggi sgrammaticati, con errori di ortografia ecc. Niente di peggio per un traduttore vantare la qualità del proprio servizio in un messaggio infarcito di errori. Per "infarcito" intendo dire anche un solo errore di ortografia, grammatica o punteggiatura è già troppo.
        Fare particolare attenzione ai messaggi scritti in lingua straniera e indirizzati alle agenzie estere.
    2. Curricula
      • Curricula che non indicano chiaramente nell'intesazione nome, cognome, combinazione linguistica, e servizio offerto. "Tizio Caio, Traduttore informatico EN>IT", o "Jane Doe, ES>EN Court Interpreter and Legal Translator" vanno bene. "Curriculum Vitae di Sempronio Rossi", invece, no.
      • Curricula in formato "Euro" (salvo che il potenziale cliente non l'abbia specificamente richiesto)
      • Curricula troppo lunghi. Limitarsi a una pagina sola, salvo casi eccezionali di grande esperienza comprovata. In ogni caso non superare mai le tre pagine.
      • Curricula che riportano nell'esperienza tutti i progetti fatti (salvo per i principianti).
      • Curricula che indicano come specializzazione l'intero scibile umano (rendendo quindi chiaro di non essere specializzati in niente)
      • Curricula che non indicano alcuna specializzazione (salvo che per i veri principianti)
      • Curricula che riportano informazioni che si danno già per scontate: ad esempio indicare MS Word tra il software che si sa usare non aggiunge niente di utile al curriculum - è scontato che un traduttore, nel XXI secolo, sappia utilizzare i più comuni strumenti del mestiere
      • Curricula con affermazioni vaghe ma roboanti "l'assoluta attenzione alla massima qualità è ciò che sempre mi spinge nel mio lavoro" non mi dice niente. Sarebbe più interessante trovare un curriculum che affermi "la qualità del mio lavoro è a volte un po' mediocre, ma di solito non faccio errori troppo gravi" (almeno il candidato avrebbe messo in evidenza la sua onestà, se non le sue capacità professionali)
      • Curricula con affermazioni in palese contraddizione tra loro "Highest quality and lowst rates", "Exceptionally quick and accurate".


 

Susanna Celotti
Italy
Local time: 20:27
English to Italian
Grazie! May 18, 2012

Utilissimo il post di Riccardo, grazie per i dettagliati consigli.
Anch'io mi sto affacciando adesso alla libera professione e sapere come vengono effettivamente giudicate le mie proposte dall'altro lato dello schermo è fondamentale.

Buon lavoro a tutti e tutte!


 

Eleonora_P  Identity Verified
Italy
Local time: 20:27
Member (2012)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Sono d'accordo May 18, 2012

Concordo con Susanna, utilissimo il post di Riccardo che ovviamente ringrazio anch'io per il contributo e i preziosi consigli.


ps. Ovviamente quel "si degnassero" non voleva essere polemico, so bene anch'io che nulla è dovuto a questo mondo, però sai com'è... dopo un po' la cosa comincia a diventare frustrante... comunque aspettiamo, sono certa che prima o poi qualcosa di buono arriverà!


 

Timote Suladze  Identity Verified
Russian Federation
Local time: 21:27
Italian to Russian
+ ...
Strategia dello sviluppo May 26, 2012

Eleonora_P wrote:
Il punto è questo: io scrivo, mando CV, mi propongo come traduttrice... ma nessuno si fa mai vivo!icon_frown.gif


Ecco la risposta esatta:
María José Iglesias wrote:
Per quanto riguarda il silenzio che si sente dall'altro lato dello schermo dopo una candidatura spontanea, a me sembra sia dovuto al fatto che alle agenzie arrivano tutte le settimane e tutti i giorni centinaia di curriculum.


Aggiungo soltanto la risposta ottenuta da un'agenzia italiana, chiamiamola X.


Buongiorno,
la ringraziamo per l’interesse mostrato per lavorare con X.
Il modo migliore di iniziare una collaborazione con la nostra società come traduttore è di registrarsi on line dal seguente link:
http://link/
Riceviamo più di 1000 candidature al mese da traduttori di tutto il mondo. Solo alcuni di queste saranno approvate e riceveranno una proposta per effettuare un test di traduzione o per essere impiegati in
un progetto reale.
È pertanto possibile che non riceva alcuna comunicazione da noi a breve termine.


Ricevuta tale risposta (non per la prima volta) ho preso una sola decisione possibile e giusta: mai e poi mai mandare il CV a chiunque a meno che un eventuale contraente non me lo chieda.
Cercando di acquisire committenti nuovi ho elaborato la strategia molto semplice.
1. La dignita professionale. Ho valutato quanto costo ed ho stabilito le tariffe minime. Sin da allora non accetto nessuna commissione con le tariffe inferiori.
2. La parità assoluta nei rapporti tra un committente e me, perché un rapporto "committente-traduttore/interprete" è di natura civilistica e non prevede acluna dipendenza di una parte da un'altra, né subordinazione in generale.
3. Gli investimenti nel business. Il lavorare da traduttore e interprete è un business ed ogni tipo del business richiede gli investimenti. Ho creato il sito personale, ho stampato i biglietti da visita, ho infine acquisito la partecipazione professionale su questo sito, così come te poci giorni fa.
4. Le attività di PR. Come ha detto il mio collega avvocato di Mosca (sono laureato in legge): "Se nessuno ti conosce vuol dire che non esisti". Pertanto obbligatoriamente bisogna presentarsi agli eventi dove potrai incontrare eventuali committenti (nel mio caso sono, ad esempio, le serate italo-russe organizzate dagli italiani che risiedono a Mosca), partecipare alle reti sociali, ai forum ecc.
Facendo così troverai i committenti buoni, te lo posso garantire. Abbi solo la pazienza: ci vorrà qualche tempo.

[Modificato alle 2012-05-26 00:58 GMT]

[Modificato alle 2012-05-26 01:00 GMT]


 

Marco Cianci  Identity Verified
Local time: 20:27
English to Italian
come fare? May 28, 2012

María José Iglesias wrote:
A me sembra più facile che un traduttore trovi da lavorare con clienti diretti che non con agenzie.
Forse molti traduttori preferiscono lavorare con agenzie solo per un motivo organizzativo ma non perché sia più facile trovarle.


Concordo con la seconda parte della frase e quindi ti chiedo: come trovare lavoro con clienti diretti senza passare da agenzie? Su proz? Ogni lavoro ha un miliardo di risposte ed è un miracolo se ti chiamano...annunci? dove metterli? e come? conoscenze? onestamente non conosco nessuno che abbia bisogno di un traduttore...Qualsiasi consiglio sarebbe bene accetto, ovviamente anche da parte di altri!


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 20:27
Italian to Spanish
+ ...
Individuare i potenziali clienti May 28, 2012

Ciao Marco,

forse stai aprendo con la tua domanda un campo che va un po' fuori dall'argomento della conversazione di questo thread, che è come presentarsi alle agenzie.
Comunque sono di fretta e provo a risponderti qui. Se poi preferirai aprire un'altra discussione con questo argomento, scriverò di nuovo lì il mio intervento.

Tutte le aziende di medie-grandi dimensioni hanno sempre necessità di traduzioni.
Facciamo qualche esempio:

Il produttore di una società che produce macchinari di un certo tipo ha l'obbligo di redigere le istruzioni originali. Quando la macchina viene messa in commercio all'estero deve anche far tradurre le istruzioni nella lingua del Paese o dei Paesi in cui vuole commercializzare la sua attrezzatura. Così prevede la Direttiva CE.
Se tu fai il traduttore tecnico di manualistica, questo fabbricante potrebbe essere un tuo potenziale cliente.

Un altro esempio: ci sono studi legali che vengono commissionati da clienti (privati o società) per il recupero di un credito da parte di un cliente straniero. Per notificare all'estero il ricorso, è necessaria la traduzione asseverata dell'atto. Quindi un altro potenziale cliente, se tu traduci in questo campo, può essere lo studio legale.

Una società che decide di costituire un'altra società all'estero o di aprire una sede secondaria in un altro Paese, avrà bisogno di tradurre gli atti costitutivi, le visure camerali, i bilanci... e magari si rivolge a un commercialista per farsi consigliare al meglio. Ecco, anche i commercialisti possono essere dei clienti o possono consigliare i propri clienti di rivolgersi a te se ti occupi di traduzioni in questo ambito.

Un cliente privato che si rivolge a un notaio per conferire una procura a qualcun altro che deve agire a suo nome all'estero, deve farla tradurre...

Una rivista scientifica o un ricercatore universitario che desidera pubblicare all'estero un contributo, deve trovare un traduttore che si occupi della sua traduzione...

Gli esempi sarebbero infiniti. Da dove pensi che le agenzie ottengano gli incarichi che vengono poi commissionati a te? Dai clienti, ovvio! Il cliente contatta direttamente il fornitore di traduzioni (se quest'ultimo ha una buona visibilità sul mercato) oppure anche il traduttore stesso può contattarlo con una azione di marketing mirata facendo conoscere il tipo di servizio che fornisce.
Per esempio, se tu traduci manualistica tecnica, puoi cercare nella tua città ma non solo, anche fuori o anche all'estero, società che si occupino del tipo di materiale che tu solitamente traduci. Ricordati che l’importante è definire molto bene il target. Questo riduce anche il rischio che la tua proposta, se inviata via email, venga considerata spam e quindi cestinata.

I modi con cui arrivare ai clienti possono essere molto diversi: lettera personalizzata e ben curata (mai a casaccio) con le tue competenze specifiche (al cliente non serve sapere se hai la patente B, se hai fatto il servizio militare o se adori gli animali o hai fatto il baby-sitter)
icon_wink.gif
Puoi anche aggiungere un breve CV se ti viene richiesto, o farti una brochure sulla tua attività di traduttore, ecc.

Puoi anche farti un sito web e posizionarlo bene (con delle tecniche SEO mirate); in questo modo saranno i clienti a contattarti se il messaggio sarà convincente, se tu fornisci esattamente il tipo di servizio che a loro serve e se il sito sarà ben posizionato sui motori di ricerca, in particolare su Google.

Le strategie di marketing sono moltissime. E i clienti, specie quando non si hanno, vanno cercati e contattati. Poi sono loro che cercano te.

Oggi come oggi non è difficile reperire gli indirizzi dei tuoi potenziali clienti su Internet. La scelta è vastissima e quindi, proprio per questo, dovrai farla con molta cura. Rivolgersi al target giusto è la strategia vincente. E… dimenticavo: prima di contattare un cliente diretto, tieni presente che il prezzo va rivisto! Al cliente diretto devi dare tutto pronto, non puoi lasciare NIENTE al caso. Anche dal modo di presentarsi il cliente percepisce o meno la professionalità del fornitore.

Per rispondere all'ultima parte della tua domanda, su ProZ.com non troverai per la maggior parte clienti diretti (qualche volta anche sì); la maggior parte dei lavori sono postati da agenzie di traduzioni.

Annunci... (tipo vendo-offro) personalmente non mi piacciono e sempre che ne trovo qualcuno mi sa tanto di gente improvvisata che per arrotondare o per guadagnare qualche spicciolo decide di fare traduzioni. Meglio rivolgersi direttamente al potenziale cliente nel modo più personalizzato e professionale possibile.

Scusami ma non ho tanto altro tempo adesso di riguardare bene ciò che ti ho scritto, sono un po' di fretta. Ci sarebbero sicuramente altri aspetti, ma spero che almeno qualcosa di quello che ti ho suggerito possa esserti utile.




[Modificato alle 2012-05-28 17:11 GMT]


 

Marco Cianci  Identity Verified
Local time: 20:27
English to Italian
Grazie May 29, 2012

María José Iglesias wrote:

Ciao Marco,

forse stai aprendo con la tua domanda un campo che va un po' fuori dall'argomento della conversazione di questo thread, che è come presentarsi alle agenzie.
Comunque sono di fretta e provo a risponderti qui. Se poi preferirai aprire un'altra discussione con questo argomento, scriverò di nuovo lì il mio intervento.

Tutte le aziende di medie-grandi dimensioni hanno sempre necessità di traduzioni.
Facciamo qualche esempio:

Il produttore di una società che produce macchinari di un certo tipo ha l'obbligo di redigere le istruzioni originali. Quando la macchina viene messa in commercio all'estero deve anche far tradurre le istruzioni nella lingua del Paese o dei Paesi in cui vuole commercializzare la sua attrezzatura. Così prevede la Direttiva CE.
Se tu fai il traduttore tecnico di manualistica, questo fabbricante potrebbe essere un tuo potenziale cliente.

Un altro esempio: ci sono studi legali che vengono commissionati da clienti (privati o società) per il recupero di un credito da parte di un cliente straniero. Per notificare all'estero il ricorso, è necessaria la traduzione asseverata dell'atto. Quindi un altro potenziale cliente, se tu traduci in questo campo, può essere lo studio legale.

Una società che decide di costituire un'altra società all'estero o di aprire una sede secondaria in un altro Paese, avrà bisogno di tradurre gli atti costitutivi, le visure camerali, i bilanci... e magari si rivolge a un commercialista per farsi consigliare al meglio. Ecco, anche i commercialisti possono essere dei clienti o possono consigliare i propri clienti di rivolgersi a te se ti occupi di traduzioni in questo ambito.

Un cliente privato che si rivolge a un notaio per conferire una procura a qualcun altro che deve agire a suo nome all'estero, deve farla tradurre...

Una rivista scientifica o un ricercatore universitario che desidera pubblicare all'estero un contributo, deve trovare un traduttore che si occupi della sua traduzione...

Gli esempi sarebbero infiniti. Da dove pensi che le agenzie ottengano gli incarichi che vengono poi commissionati a te? Dai clienti, ovvio! Il cliente contatta direttamente il fornitore di traduzioni (se quest'ultimo ha una buona visibilità sul mercato) oppure anche il traduttore stesso può contattarlo con una azione di marketing mirata facendo conoscere il tipo di servizio che fornisce.
Per esempio, se tu traduci manualistica tecnica, puoi cercare nella tua città ma non solo, anche fuori o anche all'estero, società che si occupino del tipo di materiale che tu solitamente traduci. Ricordati che l’importante è definire molto bene il target. Questo riduce anche il rischio che la tua proposta, se inviata via email, venga considerata spam e quindi cestinata.

I modi con cui arrivare ai clienti possono essere molto diversi: lettera personalizzata e ben curata (mai a casaccio) con le tue competenze specifiche (al cliente non serve sapere se hai la patente B, se hai fatto il servizio militare o se adori gli animali o hai fatto il baby-sitter)
icon_wink.gif
Puoi anche aggiungere un breve CV se ti viene richiesto, o farti una brochure sulla tua attività di traduttore, ecc.

Puoi anche farti un sito web e posizionarlo bene (con delle tecniche SEO mirate); in questo modo saranno i clienti a contattarti se il messaggio sarà convincente, se tu fornisci esattamente il tipo di servizio che a loro serve e se il sito sarà ben posizionato sui motori di ricerca, in particolare su Google.

Le strategie di marketing sono moltissime. E i clienti, specie quando non si hanno, vanno cercati e contattati. Poi sono loro che cercano te.

Oggi come oggi non è difficile reperire gli indirizzi dei tuoi potenziali clienti su Internet. La scelta è vastissima e quindi, proprio per questo, dovrai farla con molta cura. Rivolgersi al target giusto è la strategia vincente. E… dimenticavo: prima di contattare un cliente diretto, tieni presente che il prezzo va rivisto! Al cliente diretto devi dare tutto pronto, non puoi lasciare NIENTE al caso. Anche dal modo di presentarsi il cliente percepisce o meno la professionalità del fornitore.

Per rispondere all'ultima parte della tua domanda, su ProZ.com non troverai per la maggior parte clienti diretti (qualche volta anche sì); la maggior parte dei lavori sono postati da agenzie di traduzioni.

Annunci... (tipo vendo-offro) personalmente non mi piacciono e sempre che ne trovo qualcuno mi sa tanto di gente improvvisata che per arrotondare o per guadagnare qualche spicciolo decide di fare traduzioni. Meglio rivolgersi direttamente al potenziale cliente nel modo più personalizzato e professionale possibile.

Scusami ma non ho tanto altro tempo adesso di riguardare bene ciò che ti ho scritto, sono un po' di fretta. Ci sarebbero sicuramente altri aspetti, ma spero che almeno qualcosa di quello che ti ho suggerito possa esserti utile.




[Modificato alle 2012-05-28 17:11 GMT]

E meno male che andavi di fretta! La tua risposta è stata veramente molto esauriente e coglierò anche al volo il tuo consiglio, aprendo una nuova discussione sull'argomento. Quindi, se vorrai leggere la mia risposta, ti rimando a quello. Ancora grazie!


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Presentazione e domanda su agenzie

Advanced search






BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »
Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search