Si indica la P.IVA anche per i paesi non EU
Thread poster: Pamela Brizzola

Pamela Brizzola  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Jul 6, 2004

Cari Colleghi,
sappiamo che per i clienti EU non applichiamo l'IVA (indicando la dovuta dicitura) ma dobbiamo specificare il VAT Reg. No.
Cosa accade con clienti di paesi extra-europei, ad esempio Australia, Nuova Zelanda, Giappone?
L'intetazione del cliente deve includere anche il suo VAT Reg. No.?

Grazie per il vostro tempo
Pam


Direct link Reply with quote
 
Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
English to Italian
+ ...
Direttiva 2001/115/CE, Jul 6, 2004

Per gli stati extra UE non saprei esattamente; per quanto riguarda l'europa, la legge vigente dovrebbe essere la nuova direttiva 2001/115/CE, approvata il 20 dicembre 2001, applicabile in Italia sulla base di quanto prescritto nel Decreto Legislativo 20 febbraio 2004, n. 52 (Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica ed armonizza le modalità di fatturazione in materia di IVA). L'articolo 2 di questa norma sembrerebbe prescrivere l'indicazione della P.IVA in fattura


2. La fattura e' datata e numerata in ordine progressivo per anno solare e contiene le seguenti indicazioni:

a) ditta, denominazione o ragione sociale, residenza o domicilio dei soggetti fra cui e' effettuata l'operazione, del rappresentante fiscale nonche' ubicazione della stabile organizzazione per i soggetti non residenti e, relativamente al cedente o prestatore, ***numero di partita IVA***. Se non si tratta di imprese, società o enti devono essere indicati, in luogo della ditta, denominazione o ragione sociale, il nome e il cognome;




Giacomo


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Sì secondo il mio commercialista Jul 6, 2004

Io lo faccio sempre e poi visto che è una cosa che non costa niente (sempre più rare al giorno d'oggi ;((( )
Giusi


Direct link Reply with quote
 

Pamela Brizzola  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
Member (2004)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Meglio abbondare.... Jul 6, 2004

Grazie amici,
certo che metterla non fa male, ma lo chiedevo perché un mio cliente non l'ha indicata nella sua intestazione, quindi a questo punto dovrò richiederla.

Grazie ancora
Pamela


Direct link Reply with quote
 

Marco Oberto  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Clienti nel Regno Unito? Jul 6, 2004

Un nuovo cliente nel Regno Unito mi chiede fattura, ma non mi fornisce il num. della sua partita IVA.

Esiste anche in Inghilterra la partita IVA o un equivalente? Diversamente cosa devo indicare in fattura?

Marco


Direct link Reply with quote
 

Pamela Brizzola  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
Member (2004)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Sì, come dice Giacomo Jul 6, 2004

Come dice Giacomo
credo che il Regno Unito preveda un trattamento come per i paesi europei, quindi è necessario indicare il VAT Reg. No. del tuo cliente quando gli emetti fattura.

Saluti
Pam


Direct link Reply with quote
 
Giacomo Camaiora  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
English to Italian
+ ...
Ecco la legge europea Jul 6, 2004

Marco Oberto wrote:

Un nuovo cliente nel Regno Unito mi chiede fattura, ma non mi fornisce il num. della sua partita IVA.

Esiste anche in Inghilterra la partita IVA o un equivalente? Diversamente cosa devo indicare in fattura?

Marco



La direttiva europea 2001/115/CE è valida in tutta la UE ma ogni paese UE la recepisce con una propria legge attuativa. Nel caso italiano questa legge di attuazione (Decreto Legislativo 20 febbraio 2004) impone l'obbligo di indicare la P.IVA.
Sotto ho riportato le prescrizioni della legge europea, e mi pare che il punto 3 faccia specifico riferimento a ciò che noi chiamiamo VAT number (o partita IVA in Italia). Quindi, in teoria, tutte le fatture emesse in europa dovrebbero in cludere questo dato; tuttavia ciascun paese è libero di omettere alcuni dati (vedere la parte in grassetto in fondo al testo, dopo il punto 11).

Morale della favola, un italiano deve indicare il numero di P.IVA nelle sue fatture, un inglese deve farlo se ciò è contemplato nella legge attuativa del suo paese.

Almeno questo è quello che ho capito io; comunque mi sono stampato queste direttive e poi con calma me le studio; qui ormai passiamo il tempo a studiare le leggi invece che lavorare.



Indicazioni obbligatorie da riportare in fattura
La Direttiva elenca una serie di elementi che dovranno essere obbligatoriamente inseriti nella fattura, tra i quali:


1 - la data del suo rilascio;
2 - un numero sequenziale, che identifichi la fattura in modo univoco;
3 - il numero di identificazione ai fini dell´ imposta sul valore aggiunto;
4 - nome e indirizzo completo del soggetto passivo e del suo cliente;
5 - quantità e natura dei beni ceduti o entità e natura dei servizi resi;
6 - data in cui è effettuata la cessione di beni o la prestazione di servizi o data in cui è corrisposto l´acconto, se diversa dalla data di emissione;
7 - base imponibile per ciascuna aliquota o esonero, prezzo unitario, nonché eventuali sconti, riduzioni o ristorni se non sono compresi nel prezzo unitario;
8 - aliquota d´imposta pertinente;
9 - importo dell´imposta da pagare;
10 - in caso di esenzione o quando il cliente è debitore dell´ imposta, il riferimento alla relativa disposizione comunitaria, alla disposizione nazionale corrispondente o a altre informazioni che indichino che la cessione è esonerata o soggetta alla procedura di reverse charge ;
11 - in caso di cessione intracomunitaria di mezzi di trasporto nuovi, i dati relativi alla qualifica del bene.

Per facilitare le piccole imprese, gli Stati membri possono prevedere che nelle fatture non compaiano alcune delle indicazioni menzionate quando l´importo della fattura è esiguo o quando le pratiche commerciali o amministrative del settore di attività interessato o le condizioni tecniche di emissione delle suddette fatture rendono difficile il rispetto di tutti gli obblighi indicati in precedenza.



Giacomo


[Edited at 2004-07-06 22:08]


Direct link Reply with quote
 
xxxItaliano
Local time: 08:28
Polish to Italian
+ ...
in alcuni paesi una ditta individuale puo' essere esonerata dall'IVA Jul 14, 2004


Per facilitare le piccole imprese, gli Stati membri possono prevedere che nelle fatture non compaiano alcune delle indicazioni menzionate quando l´importo della fattura è esiguo o quando le pratiche commerciali o amministrative del settore di attività interessato o le condizioni tecniche di emissione delle suddette fatture rendono difficile il rispetto di tutti gli obblighi indicati in precedenza.



Per esempio in Polonia fino a 10000 euro l'anno di incassi
si è esenti IVA. Non è poco, qui la vita costa poco,
un'impiegato guadagna massimo 4000 euro l'anno.
so che altri paesi hanno questa possibilita dell'esonero,
mi sembra l'UK, e altri no, come la spagna..

guardatevi anche l'articolo 38 del DL 331/93..


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 08:28
German to Italian
+ ...
i miei 2 cent Jul 14, 2004

Marco Oberto wrote:

Un nuovo cliente nel Regno Unito mi chiede fattura, ma non mi fornisce il num. della sua partita IVA.

Esiste anche in Inghilterra la partita IVA o un equivalente? Diversamente cosa devo indicare in fattura?

Marco


Proprio oggi un cliente mi ha detto che in UK la partita IVA non è sempre obbligatoria. Quanto a cosa indicare in fattura, banalmente direi che nel dubbio un'informazione in più è meglio che una in meno. Solo da qualche mese, per esempio, per le fatture a clienti tedeschi bisogna indicare la partita IVA e alcuni altri dati che da italiano ho sempre dato per scontati (qualcuno diceva che per gli italiani affrontare la burocrazia degli altri paesi è come per un torero affrontare una mucca ).


Direct link Reply with quote
 

PatriziaM.  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
English to Italian
+ ...
la P. IVA di chi? Sep 23, 2004

Giacomo Camaiora wrote:

Nel caso italiano questa legge di attuazione (Decreto Legislativo 20 febbraio 2004) impone l'obbligo di indicare la P.IVA.


Ma la P. IVA di chi? Del prestatore di servizio o del cliente?
Grazie per qualsiasi chiarimento.


Direct link Reply with quote
 

Pamela Brizzola  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
Member (2004)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
La P Iva del cliente Sep 25, 2004

La mia domanda era diretta a chiedere se era necessario inserire la p iva del cliente.

Alcuni clienti dicono di non averla, soprattutto quelli lontani dall'Europa (leggasi Nuova Zelanda) per cui non capiscono il motivo di una partita IVA.

Tutti gli altri clienti la forniscono senza fare storie, quindi io indico la mia p-iva (naturalmente) e anche la loro.

Meglio abbondare .....


Direct link Reply with quote
 

PatriziaM.  Identity Verified
Italy
Local time: 08:28
English to Italian
+ ...
Testo della legge vago? Oct 6, 2004

Pamela Brizzola wrote:

La mia domanda era diretta a chiedere se era necessario inserire la p iva del cliente.

Alcuni clienti dicono di non averla, soprattutto quelli lontani dall'Europa (leggasi Nuova Zelanda) per cui non capiscono il motivo di una partita IVA.

Tutti gli altri clienti la forniscono senza fare storie, quindi io indico la mia p-iva (naturalmente) e anche la loro.

Meglio abbondare .....



Ti ringrazio per il chiarimento, è vero: è meglio abbondare.
In realtà avevo già capito che tu chiedevi se era necessaria la p. iva del cliente, però non mi è chiaro il testo della legge:
"3 - il numero di identificazione ai fini dell´ imposta sul valore aggiunto;
4 - nome e indirizzo completo del soggetto passivo e del suo cliente;"

Mentre nel punto n. 4 si specifica "del soggetto passivo e del suo cliente", nel punto n. 3 non si specifica niente, quindi si potrebbe intendere che si riferisce alla p. iva di chi emette la fattura.

Ciao


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Si indica la P.IVA anche per i paesi non EU

Advanced search






Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search