contratto di collaboratore autonome
Thread poster: Anne R

Anne R
Italy
Local time: 21:42
English to French
+ ...
Jun 15, 2012

Salve a tutti,

La mia domanda è la seguente, e mi scuso in anticipo che non sono forse nel forum giusto.

Io lavoro da poco come indipendente, ho aperta la partita IVA ma continuo per il momento anche a lavorare part time con un contratto a progetto per il datore di lavoro per qui lavoro già da 8 anni, e questo, legalmente è tutto ok. Lavoro fino a adesso con clienti all'estero non ho ancora avuto richieste da clienti in Italia..

La settimana scorsa una ONG italiana a chi avevo mandato il mio CV nel passato mi ha chiesto un preventivo per traduzioni. Ho preparato questo preventivo, ben dettagliato, e richiesto che venga firmato e ritornato se loro accetavano la mia proposta, affinche possa cominciare con le traduzioni. Mi hanno prima risposto che avevanno trovato qualcuno per fare le traduzioni gratis, ma poi dopo due giorni mi hanno detto che le circonstanze erano cambiate e mi chiedevano se potevo fare io la traduzione.

Ho confermato che posso farle la settimana prossima e ieri mi hanno mandato il preventivo firmato - una firma senza timbra anche se l'ho chiesto, ma va ben direi.. visto che il cambio di mail dovrebbe cmq avere forza di legalità., e dovrei cominciare le traduzioni lunedi. Oggi mi hanno chiamata e mi hanno chiesto se sarebbe possibile di fare - invece della mia fattura - un "contratto di collaboratore autonomo" per questo progetto - appena più di 5000 parole - sottolineando che lo fanno sempre con traduttori.

Io gli ho detto che dovrei informarmi sia con il mio commercialista - a chi ho scritto, e sia con il mio datore di lavoro con il quale lavoro ancora part time. Ma vorrei capire se succede ogni tanto ad alcuni di voi di lavorare cosi con quel tipo di contratto, anche se avete la partita IVA, se è legale, e sopratutto, se non ci sono dei svantaggi per me qua ad accettare la loro offerta.
Supongo che se dico di si allora sarà io a dover 'sottoponermi' alle loro condizioni, e non semplice a dire questo è la mia fattura, questo sono le traduzioni, il pagamento dovuto entro il...

Sarei grata di tutto commento/suggerimento! Grazie

Anne


Direct link Reply with quote
 

Dragomir Kovacevic  Identity Verified
Italy
Local time: 21:42
Italian to Serbian
+ ...
"dichiarazione di intenti" Jun 16, 2012

Molto probabilmente il tu cliente ha un giro piccolo di IVA, e se gli fatturassi con IVA, avrà un credito nei confronti con lo stato, o comunque, vorrebbe che questo sia minimo.

Se siano esenti dal pagamento IVA sui servizi, il che è molto probabile, potresti innanzitutto verificare con loro il tale fatto, inoltre verifica con il tuo commercialista o con la persona di fiducia ed esperienza, la possibilità che l'Onlus ti emettesse una dichiarazione degli intenti, con la dicitura che sono esenti dal pagamento IVA e simile...


Anne R wrote:

Salve a tutti,

La mia domanda è la seguente, e mi scuso in anticipo che non sono forse nel forum giusto.

Io lavoro da poco come indipendente, ho aperta la partita IVA ma continuo per il momento anche a lavorare part time con un contratto a progetto per il datore di lavoro per qui lavoro già da 8 anni, e questo, legalmente è tutto ok. Lavoro fino a adesso con clienti all'estero non ho ancora avuto richieste da clienti in Italia..

La settimana scorsa una ONG italiana a chi avevo mandato il mio CV nel passato mi ha chiesto un preventivo per traduzioni. Ho preparato questo preventivo, ben dettagliato, e richiesto che venga firmato e ritornato se loro accetavano la mia proposta, affinche possa cominciare con le traduzioni. Mi hanno prima risposto che avevanno trovato qualcuno per fare le traduzioni gratis, ma poi dopo due giorni mi hanno detto che le circonstanze erano cambiate e mi chiedevano se potevo fare io la traduzione.

Ho confermato che posso farle la settimana prossima e ieri mi hanno mandato il preventivo firmato - una firma senza timbra anche se l'ho chiesto, ma va ben direi.. visto che il cambio di mail dovrebbe cmq avere forza di legalità., e dovrei cominciare le traduzioni lunedi. Oggi mi hanno chiamata e mi hanno chiesto se sarebbe possibile di fare - invece della mia fattura - un "contratto di collaboratore autonomo" per questo progetto - appena più di 5000 parole - sottolineando che lo fanno sempre con traduttori.

Io gli ho detto che dovrei informarmi sia con il mio commercialista - a chi ho scritto, e sia con il mio datore di lavoro con il quale lavoro ancora part time. Ma vorrei capire se succede ogni tanto ad alcuni di voi di lavorare cosi con quel tipo di contratto, anche se avete la partita IVA, se è legale, e sopratutto, se non ci sono dei svantaggi per me qua ad accettare la loro offerta.
Supongo che se dico di si allora sarà io a dover 'sottoponermi' alle loro condizioni, e non semplice a dire questo è la mia fattura, questo sono le traduzioni, il pagamento dovuto entro il...

Sarei grata di tutto commento/suggerimento! Grazie

Anne


Direct link Reply with quote
 

Anne R
Italy
Local time: 21:42
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
strano pero Jun 16, 2012

Dragomir Kovacevic wrote: Molto probabilmente il tu cliente ha un giro piccolo di IVA, e se gli fatturassi con IVA, avrà un credito nei confronti con lo stato, o comunque, vorrebbe che questo sia minimo. Se siano esenti dal pagamento IVA sui servizi, il che è molto probabile, potresti innanzitutto verificare con loro il tale fatto, inoltre verifica con il tuo commercialista o con la persona di fiducia ed esperienza, la possibilità che l'Onlus ti emettesse una dichiarazione degli intenti, con la dicitura che sono esenti dal pagamento IVA e simile...


Grazie Dragomir,
no ci avevo pensato. Io sono sotto regime dei minimi e quindi non fatturo l'iva, il quale gli avevo anche scritto la prima volta che ho mandato un CV tempo fa. Forse glielo scrivo lunedi, visto che non ho sentito del mio commercialista.

Spero che questo risolvera il problema.
Ancora grazie!
Anne


Direct link Reply with quote
 

Anne R
Italy
Local time: 21:42
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
niente contratto di lavoro autonomo per traduzioni per chi ha la Partita IVA da traduttore Jun 19, 2012

Anne R wrote:

Grazie Dragomir,
no ci avevo pensato. Io sono sotto regime dei minimi e quindi non fatturo l'iva, il quale gli avevo anche scritto la prima volta che ho mandato un CV tempo fa. Forse glielo scrivo lunedi, visto che non ho sentito del mio commercialista.

Spero che questo risolvera il problema.
Ancora grazie!
Anne


Per la vostra informazione, mi sono informata e sarebbe proprio illegale da parte mia di accettare un contratto di lavoro autonomo per un lavoro di traduzione, visto che la partita IVa ce l'ho esattamente per questo, servizi di lavoro.

Volevo communicarlo in caso questo viene chiesto ad altri traduttori. L?ONG che mi ha chiesto le traduzioni dovvrebe infatti anche saperlo..


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

contratto di collaboratore autonome

Advanced search






Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search