Aprire il conto in Italia per uno straniero non residente e pagare le tasse in Russia. Possibile?
Thread poster: Timote Suladze

Timote Suladze  Identity Verified
Russian Federation
Local time: 21:00
Italian to Russian
+ ...
Jan 6, 2014

Buongiorno a tutti!

Vorrei informarmi se uno straniero non residente potrà aprire il conto presso una banca italiana per ricevere i pagamenti da clienti italiani (e raramente anche da altri Paesi dell'UE, dagli USA e da Paesi terzi) pagando le tasse presso la propria residenza fiscale, cioè nel mio caso, in Russia.

Per quanto riguarda le normative abbiamo la Convenzione tra Italia e Russia per evitare le doppie imposizioni, il cui art. 14 dice quanto segue:

Articolo 14
Redditi da professioni indipendenti.
1. I redditi che un residente di uno Stato Contraente ritrae dall'esercizio di una libera professione o da altre attività di carattere indipendente sono imponibili soltanto in detto Stato, a meno che tale residente non disponga abitualmente nell'altro Stato Contraente di una base fissa per l'esercizio delle sue attività. Se egli dispone di tale base fissa, i redditi sono imponibi li nell'altro Stato ma unicamente nella misura in cui sono imputabili a detta base fissa.
2. L'espressione "libera professione" comprende in particolare le attività indipendenti di carattere scientifico, letterario, artistico, educativo o pedagogico, nonché le attività indipendenti dei medici, avvocati, ingegneri, architetti, dentisti e contabili.

http://www.fiscooggi.it/files/immagini_articoli/fnmold/russia-it.pdf

Non è molto chiaro cosa vuol dire "a meno che tale residente non disponga abitualmente nell'altro Stato Contraente di una base fissa per l'esercizio delle sue attività". Non credo però che si tratti di una semplice apertura del conto per semplificare i rapporti con i clienti locali.

La domanda più importante è questa. Se una banca italiana può arpire il conto ad uno straniero non residente che è arrivato lì con il visto turistico o perfino online, senza nemmeno andare apposta in Italia?

E poi quali banche italiane sono più affidabili e non falliscono mai in nessun caso?

Grazie delle risposte, ogni consiglio è grato e ben accetto.

Timote.


Direct link Reply with quote
 

Gabriele Metzler  Identity Verified
Italy
Local time: 19:00
Italian to German
+ ...
conto in Italia Jan 6, 2014

Credo che per aprire un conto in Italia ci vuole il CODICE FISCALE.

Direct link Reply with quote
 

Timote Suladze  Identity Verified
Russian Federation
Local time: 21:00
Italian to Russian
+ ...
TOPIC STARTER
Non è un problema Jan 6, 2014

Gabriele Metzler wrote:

Credo che per aprire un conto in Italia ci vuole il CODICE FISCALE.


Il codice fiscale in Italia può avere chiunque, anche uno straniero. Me ne sono già informato.


Direct link Reply with quote
 

veronica drugas  Identity Verified
Italy
Local time: 19:00
Italian to Romanian
+ ...
Residenza in Italia - requisito obbligatorio Jan 7, 2014

Io ho avuto a lungo la residenza in Rep. San Marino e finché non mi sono traferita anagraficamente in Italia, non ho potuto aprire un conto bancario presso nessuna banca italiana.

Ulteriormente, ho deciso di trasferire il conto da un'altra banca e la prima cosa che mi è stata chiesta era - appunto - la carta di identità italiana, sinonimo di residenza italiana.

Su questo campo penso che i requisiti siano rimasti gli stessi.

Buona giornata,
Veronica


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Ti consiglio di chiamare una banca Jan 7, 2014

Chiama una banca organizzata, come ad es. Fineco, e loro ti sapranno dare informazioni. A me risulta che non è necessario comprovare la residenza per aprire un conto italiano.

Direct link Reply with quote
 
il barbaro
Italy
Local time: 19:00
Dal sito Fineco Jan 7, 2014

Conti privati
L'adesione al conto privato Fineco è concessa a persone fisiche maggiorenni che abbiano la residenza fiscale italiana (ossia che siano residenti in Italia e paghino le tasse allo stato italiano. Quindi una persona con cittadinanza sia italiana sia francese che paga le tasse in Italia, può aprire un conto Fineco).

Dal punto di vista normativo, non esiste alcun ostacolo all'apertura di conti correnti per non residenti: chiunque abbia interesse, anche senza la residenza in Italia, può aprire un conto corrente presso una banca italiana optando tra le differenti opzioni dedicate offerte dagli istituti di credito.
È tuttavia necessario specificare che il cittadino non residente può accedere solo ed esclusivamente al cosiddetto conto corrente estero. Altresì, tale conto estero può essere sottoscritto sia in euro, sia in una valuta estera tra le principali (generalmente la valuta straniera più diffusa sono i dollari americani e le sterline).
Spesso, a fronte di un tasso di interesse allineato alla media dei conti residenziali, i costi dei conti non residenti sono più elevati, in particolare per le commissioni applicate alle registrazione sul conto bancario.
Per l'apertura del conto corrente estero è necessario presentare all'agenzia della banca il passaporto, un indirizzo italiano ed una tratta in euro (banker's draft).
Nel caso di residente in paese con valuta diversa dall'euro, all'apertura del conto non residenti è consigliato sempre mantenere il conto corrente nel paese di origine per conservare denaro nella propria moneta locale, dato che le commissioni di cambio valuta sono sempre molto elevate.
In merito all'imposizione fiscale degli interessi maturati sul conto corrente non residenti, non vi è alcuna differenza rispetto ai conti residenti quando la ritenuta viene dedotta alla fonte nella misura del 20%
Tra le principali offerte dedicate, si evidenzia il conto corrente non residenti in euro di Credito Valtellinese, Veneto Banca, UniCredit Genius One non residenti, Banco Popolare conto international e il conto corrente per non residenti in divisa e in euro di Banca Popolare di Milano.



[Edited at 2014-01-07 08:51 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Aliseo Japan  Identity Verified
Japan
Local time: 03:00
Member
Italian to Japanese
+ ...
Jan 7, 2014



[Edited at 2014-01-07 23:43 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 19:00
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Concordo Jan 7, 2014

Giuseppina Gatta, MA (Hons) wrote:

Chiama una banca organizzata, come ad es. Fineco, e loro ti sapranno dare informazioni. A me risulta che non è necessario comprovare la residenza per aprire un conto italiano.


Non mi risulta che la residenza sia obbligatoria e nel caso consiglio Fineco (bassissime commissioni)


Direct link Reply with quote
 

texjax DDS PhD  Identity Verified
Local time: 13:00
Member (2006)
English to Italian
+ ...
. Jan 8, 2014

Timote Suladze wrote:

E poi quali banche italiane sono più affidabili e non falliscono mai in nessun caso?



Qualche anno fa ti avrei risposto Monte dei Paschi di Siena...


Direct link Reply with quote
 

SEA-words  Identity Verified
English to Italian
+ ...
Se si può poi fanno storie Jan 9, 2014

Timote Suladze wrote:
La domanda più importante è questa. Se una banca italiana può aprire il conto ad uno straniero non residente che è arrivato lì con il visto turistico o perfino online, senza nemmeno andare apposta in Italia?
Timote.



1) Difficilmente le banche aprono conti a non residenti
2) So di italiani emigrati all'estero che hanno comunicato alla propria banca di essere emigrati e la banca gli ha chiuso il conto
3) Legalmente non c'è alcun impedimento ad avere il conto in Italia se sei straniero, è solo una situazione che le banche EVITANO perché comporta lungaggini burocratiche dalla loro parte che non porta loro alcun ritorno economico.
4) Ai conti correnti italiani è applicata una tassazione che per un non-residente non dovrebbe essere applicata, poiché il non-residente paga le tasse all'estero. Però le banche non sono disposte a applicare questa differente tassazione perché dovrebbero dedicare troppo tempo a giustificarsi con il fisco italiano.
5) Sempre più frequentemente è richiesto di presentarsi fisicamente in banca per aprire il conto, specie se non hai già un conto in Italia.
6) Confermo la bontà di Fineco come conto corrente multivaluta per i traduttori, ha commissioni di solito nulle (nella mia esperienza). Però quando ho aperto il conto Fineco hanno voluto che mi recassi in filiale per identificarmi, anche se avevo già due conti correnti italiani (si trattava di conti con banche online e per Fineco non era una garanzia d'identità).

Riepilogando: vedo molto difficile aprire un conto corrente in Italia come non residente e senza recarsi fisicamente in banca.

L'unica opzione che puoi provare è cercare un banca italiana o internazionale in Russia disposta ad aprirti un conto in Italia.


Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Member (2004)
Italian to German
+ ...
Burocrazia infinita:-( Jan 9, 2014

come scrive SEA-words.

Un mio amico, straniero, con la residenza in Germania, possiede una casa in campagna in Italia vicino a un piccolo comune, e pensava di aprire un conto italiano. Gli avrebbe fatto comodo avere il conto presso una delle banche (Bancoposta compresa) che hanno una filiale in questo comune in quanto magari poteva avere bisogno di fare un versamento di persona o un prelievo col bancomat senza pagare spese, escludendo ad ogni modo un conto online per vari motivi. Quindi, la sua scelta per forza di cose era limitata alle tre o quattro banche presenti in questo comune (più l'ufficio postale che sarebbe stata la prima scelta perché tra le banche concorrenti offriva il conto con meno spese).

Ebbene, non c'è stato verso, anche se in teoria sembrerebbe possibile, tanto più che lui si è pure presentato di persona allo sportello. Veniva guardato con molto sospetto e con molte perplessità. Bancoposta è la più anacronistica se possibile di tutte da quello che ho sentito.

Tutto sommato mi pare che sia più facile andare sulla luna:-)


Direct link Reply with quote
 

Timote Suladze  Identity Verified
Russian Federation
Local time: 21:00
Italian to Russian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie a tutti! Jan 11, 2014

Grazie delle vostre risposte.

Per ora ho contattato UniCredit Italia e Banca Intesa Russia. Nel primo caso mi è stato detto che si può aprire il conto Genius One per non residenti, presendandomi però allo sportello e non online. Nel secondo caso mi hanno risposto che possono aprire il conto presso loro banca, ma sicome sono una banca italiana operante in Russia, anche il conto sarà considerato russo e non italiano.

Poi i colleghi russi mi suggeriscono che non conviene aprire il conto all'estero, perché in ogni caso non sarà sufficiente dichiarare le entrate in Russia, ma bisogna anche trasferire gli importi dichiarati ad una delle "banche autorizzate" russe (come recita la norma). Quindi saranno le spese extra.

[Modificato alle 2014-01-11 09:51 GMT]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Aprire il conto in Italia per uno straniero non residente e pagare le tasse in Russia. Possibile?

Advanced search






CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »
Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search