Entrare nel mondo della traduzione enogastronomica
Thread poster: MSilvia

MSilvia  Identity Verified
Italy
Local time: 18:55
English to Italian
+ ...
Jan 19, 2014

Salve a tutti,

mi chiamo Silvia e ho da poco intrapreso la mia carriera di traduttrice freelance dopo una laurea triennale in mediazione linguistica, un master in traduzione specializzata (medico-scientifica) e uno stage come traduttrice in-house e consulenza linguistica presso un'azienda cosmetica.

Chiedo a voi traduttori esperti un consiglio riguardo a come intraprendere la strada verso l'ambito che davvero sento "nelle mie corde": l'enogastronomia. Sono una vera appassionata del settore, lo sono sempre stata, fin da bambina. La mia vita al di fuori del lavoro (che non c'è ancora) gira attorno alla cucina: i libri che leggo, i programmi TV che guardo, i luoghi che visito... Questo mio interesse, poi, tocca anche ambiti affini alla cucina, come quello salutistico (scienza della nutrizione, dietologia).

Per fare qualche passo avanti, frequenterò un corso di traduzione enogastronomica, giusto per acquisire nozioni specifiche legate a tale ambito.

A livello lavorativo, mi sto limitando a contattare case editrici e aziende in ambito enologico, principalmente.

Mi chiedevo, qualcuno di voi ha esperienza nel settore? Potreste darmi qualche consiglio sul tipo di formazione necessaria e su come dovrei muovermi in questo mondo?

Grazie!

Silvia


Direct link Reply with quote
 

Daniela Zambrini  Identity Verified
Italy
Local time: 18:55
Member (2005)
English to Italian
+ ...
conferenza "Food and Culture in Translation" (Forlì, maggio 2014) Jan 20, 2014

Buongiorno Silvia,

forse può interessarti la conferenza "FaCT: Food and Culture in Translation" che si terrà dal 22 al 24 maggio 2014 presso il CeUB - Centro residenziale Universitario di Bertinoro, Bertinoro (Forlì), Italia

http://fact.sitlec.unibo.it/default.htm

Fino al 30 gennaio si può usufruire della tariffa "early bird"

http://fact.sitlec.unibo.it/registration.asp

Ciao

D.


Direct link Reply with quote
 

Bruno Depascale  Identity Verified
Italy
Local time: 18:55
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Tradurre l'enogastronomia verso l'italiano? Jan 20, 2014

Ciao Silvia,
sicuramente il settore dell'enogastronomia è molto interessante, però permettimi di dirti che mi lascia alquanto perplesso in quanto a flussi di lavoro.
Il motivo è che l'Italia è un esportatore di prodotti enogastronomici, non un importatore.
Quindi, deduco che dovresti tradurre verso l'inglese e non verso l'italiano. Sicuramente in tal senso potresti trovare ampi sbocchi professionali.
Per quanto riguarda l'aspetto più "medico-scientifico" del settore, ovvero dietologia, nutrizione, ecc., la vedo comunque dura trovare committenti che ti garantiscano flussi di lavoro stabili.
Ovviamente potrei anche sbagliarmi, e sono curioso di sentire le opinioni degli altri colleghi, però la mia personale opinione è che questa specializzazione non può funzionare granché nella combinazione inglese-italiano, semmai in quella italiano-inglese.
In bocca al lupo comunque!

p.s. Mi è venuto in mente che magari nell'ambito del sottotitolaggio di programmi tipo "masterchef" ci possono essere ampie possibilità..ma non c'è il rischio che si tratti di mode passeggere?

[Edited at 2014-01-20 17:34 GMT]


Direct link Reply with quote
 

MSilvia  Identity Verified
Italy
Local time: 18:55
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie per le vostre indicazioni Jan 20, 2014

Grazie per le vostre risposte.

Ho già preso contatti con una collega per andare alla conferenza "Food and Culture in Translation", grazie mille Daniela per avermela indicata!



Bruno Depascale wrote:

Ciao Silvia,
sicuramente il settore dell'enogastronomia è molto interessante, però permettimi di dirti che mi lascia alquanto perplesso in quanto a flussi di lavoro. (...) Per quanto riguarda l'aspetto più "medico-scientifico" del settore, ovvero dietologia, nutrizione, ecc., la vedo comunque dura trovare committenti che ti garantiscano flussi di lavoro stabili.


Certo, credo infatti che, almeno all'inizio, dovrò integrare con traduzioni legate agli ambiti in cui mi sono specializzata (medico e tecnologico), sebbene alla traduzione non editoriale vorrei affiancare quella editoriale (so che è un ambiente difficile, ma non ho intenzione di lasciarmi scoraggiare)


Quindi, deduco che dovresti tradurre verso l'inglese e non verso l'italiano. Sicuramente in tal senso potresti trovare ampi sbocchi professionali.


Purtroppo le PMI (e anche alcune agenzie di traduzione) spesso si rivolgono a traduttori italiani per lavori in attiva, il che, secondo il mio parere di "novellina", è comunque preferibile rispetto a una traduzione fatta da un impiegato interno all'azienda con una conoscenza base di business English. In questa prospettiva, ho già preso accordi con una madrelingua per la revisione.


Silvia


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Entrare nel mondo della traduzione enogastronomica

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search