Pages in topic:   [1 2 3] >
Traduzioni sporadiche... Cosa devo fare fiscalmente?
Thread poster: xxxSynesia

xxxSynesia
Italy
Feb 6, 2015

Grazie a tutti per l'attenzione.
Non sono una traduttrice professionista come voi, ma spero potrete darmi una mano.

Sono una psicologa che ha collaborato anche alla stesura di articoli per molti portali, e conosco molto bene l'inglese per aver vissuto all'estero.
Purtroppo per gravi problemi di salute sono "rinchiusa in casa" e mi piacerebbe poter svolgere qualche traduzione, visto che conosco una seconda lingua e ho esperienza di scrittura creativa.
Mi farebbe proprio bene potermi impegnare un poco - vi prego, non prendete questa mia affermazione come se fosse uno svilire questa attivitá!

Il problema é, ammesso che trovi occasioni:

- per piccole traduzioni poco pagate, che cosa devo fare? Non posso certo aprirmi una seconda partita IVA, visto che ne ho giá una a languire. So che c'é il lavoro occasionale, ma in teoria dovrebbe essere proposto a te senza essere cercato (nel mondo delle fate);

- se un'offerta di lavoro del genere venisse dall'America o dall'Inghilterra, posso? O in questi Paesi c'è a loro volta un insieme di regole fiscali che ostacolano?

Grazie mille!


Direct link Reply with quote
 

Giuseppe C.  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member
English to Italian
Hai già un commercialista immagino Feb 6, 2015

Synesia wrote:

Grazie a tutti per l'attenzione.
Non sono una traduttrice professionista come voi, ma spero potrete darmi una mano.

Sono una psicologa che ha collaborato anche alla stesura di articoli per molti portali, e conosco molto bene l'inglese per aver vissuto all'estero.
Purtroppo per gravi problemi di salute sono "rinchiusa in casa" e mi piacerebbe poter svolgere qualche traduzione, visto che conosco una seconda lingua e ho esperienza di scrittura creativa.
Mi farebbe proprio bene potermi impegnare un poco - vi prego, non prendete questa mia affermazione come se fosse uno svilire questa attivitá!

Il problema é, ammesso che trovi occasioni:

- per piccole traduzioni poco pagate, che cosa devo fare? Non posso certo aprirmi una seconda partita IVA, visto che ne ho giá una a languire. So che c'é il lavoro occasionale, ma in teoria dovrebbe essere proposto a te senza essere cercato (nel mondo delle fate);

- se un'offerta di lavoro del genere venisse dall'America o dall'Inghilterra, posso? O in questi Paesi c'è a loro volta un insieme di regole fiscali che ostacolano?

Grazie mille!


Se hai già una partita IVA come psicologa, il tuo commercialista sarà perfettamente in grado di spiegarti come gestire le prestazioni occasionali in Italia e per l'estero, che non pressuppongono alcun divieto di offrire la propria collaborazione, e darti lumi sullapossibilità di operare come traduttrice occasionale malgrado la tua attività di psicologa. Inoltre potrebbe anche suggerirti un modo per poter fatturare le traduzioni come prestazione professionale contemplata dalla tua partita IVA.

Altrimenti, dato il tempo a disposizione, in questo forum troverai una miriade informazioni sui dettagli relativi alle prestazioni occasionali tra le risposte a quesiti analoghi posti in precedenza.

Auguri di pronta guarigione e "scarcerazione".icon_smile.gif

Giuseppe


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Ciao Feb 6, 2015

Ciao Synesia,

permettimi un paio di considerazioni:

- innanzitutto venire in un portale di traduttori a parlare di piccole traduzioni poco pagate, rischia di scatenare una bagarre, di cui tu saresti vittima. La stessa bagarre che susciterebbe nel forum dell'Ordine degli Psicologi un conselour che chiedesse indicazioni su come fornire sostegno psicologico di breve durata poco pagato. Ça va sans dire, è inopportuno.

- che senso ha cercare lavori "poco pagati" per "riempirsi il tempo"? Per riempirsi il tempo ci sono un sacco di hobby, ci sono le traduzioni per il volontariato, il decoupage, il cinema ecc. ecc., oppure, se si ha davvero il tempo e un'altra attività professionale, si potrebbe investire il proprio tempo sì in una professione diversa, ma nel formarsi e nello scoprire orizzonti diversi, proprio perché si è in condizione di non aver nessun bisogno dei lavori "poco pagati", che invece vengono accettati solo quando si è in condizione di bisogno (altrimenti che senso avrebbe?). Insomma, io se avessi tempo da investire in una professione nuova, non accetterei lavori poco pagati, ma solo lavori almeno equamente pagati, meglio se molto pagati, a cui potrei in compenso dedicare 2, 3...10 volte tanto il tempo che normalmente può dedicarvi un libero professionista che vive di quello. Scusami, ma accettare di farsi sfruttare perché si ha del tempo libero (o cmq sostenere di farlo per questo) va al di là della mia comprensione.icon_smile.gif

- che io sappia fino a 5000 euro/anno puoi fatturare con la tua partita Iva anche incarichi di natura diversa, ma chiedi al commercialista. Il lavoro occasionale non credo che sia un'opzione possibile visto che hai già una partita IVA e, in ogni caso, l'entità della tassazione sarebbe tale da non renderlo conveniente. In generale, per il fisco fa fede il tuo paese di residenza, non quello del cliente.

Ciao


Direct link Reply with quote
 

xxxSynesia
Italy
TOPIC STARTER
Non l ho... Feb 6, 2015

Grazie. Purtroppo avevo appena iniziato a fare la psicologa quando mi son ammalata, per cui mi è servita la commercialista un solo anno. Non ne ho una mia...

Direct link Reply with quote
 

xxxSynesia
Italy
TOPIC STARTER
Grazie e scusate Feb 6, 2015

Grazie e scusate. Comprendo il punto di vista.
Come avevo scritto, non volevo irritare nessuno.
È che dovendo stare stesa non si può far molto.
Come non detto.
Grazie


Direct link Reply with quote
 

Fiona Grace Peterson  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member
Italian to English
Fare i conti in tasca degli altri non mi sembra il caso Feb 6, 2015

A_Nespoli wrote:

- innanzitutto venire in un portale di traduttori a parlare di piccole traduzioni poco pagate, rischia di scatenare una bagarre, di cui tu saresti vittima. La stessa bagarre che susciterebbe nel forum dell'Ordine degli Psicologi un conselour che chiedesse indicazioni su come fornire sostegno psicologico di breve durata poco pagato. Ça va sans dire, è inopportuno.



Tra tariffe basse e fare lavori occasionali che non incassano molto c'è un mare di differenza, attenzione. €200, per esempio, magari non sono molti soldi, ma c'è differenza se li ho guadagnati facendo 4 cartelle, o facendo 40...

A_Nespoli wrote:
- che senso ha cercare lavori "poco pagati" per "riempirsi il tempo"? Per riempirsi il tempo ci sono un sacco di hobby, ci sono le traduzioni per il volontariato, il decoupage, il cinema ecc. ecc., oppure, se si ha davvero il tempo e un'altra attività professionale, si potrebbe investire il proprio tempo sì in una professione diversa, ma nel formarsi e nello scoprire orizzonti diversi, proprio perché si è in condizione di non aver nessun bisogno dei lavori "poco pagati", che invece vengono accettati solo quando si è in condizione di bisogno (altrimenti che senso avrebbe?). Insomma, io se avessi tempo da investire in una professione nuova, non accetterei lavori poco pagati, ma solo lavori almeno equamente pagati, meglio se molto pagati, a cui potrei in compenso dedicare 2, 3...10 volte tanto il tempo che normalmente può dedicarvi un libero professionista che vive di quello. Scusami, ma accettare di farsi sfruttare perché si ha del tempo libero (o cmq sostenere di farlo per questo) va al di là della mia comprensione.icon_smile.gif


Synesia è venuta qui a chiedere un consiglio fiscale, non morale; dire agli altri come impiegare il proprio tempo mi sembra come minimo fuori luogo, e - al mio umile avviso - offensivo.

La cosa migliore in questo caso sarebbe chiedere conferma al commercialista. Con la legge di stabilità di dicembre 2014 sono cambiate tante cose. So che fino ad un certo punto si può emettere delle ricevute di prestazione occasionale, ma per non incorrere in spiacevoli inconvenienti, è sempre meglio chiedere consiglio a chi è aggiornato e se ne intende.

In bocca al lupo!


Direct link Reply with quote
 

Valeria Uva  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member (2013)
Spanish to Italian
+ ...
qualche dritta Feb 6, 2015

Ciao Synesia,
provo a darti qualche risposta che spero possa esserti utile.

> Mi farebbe proprio bene potermi impegnare un poco - vi prego, non prendete questa mia affermazione come se fosse uno svilire questa attivitá!

Io credo che se porti avanti questo tuo proposito con serietà e con una buona dose di senso etico, non stai svilendo niente. Per esperienza ti dico che quest'attività non si avvia dall'oggi al domani. Non ci si improvvisa traduttori. Oltre alla conoscenza della lingua di origine e all'ottima padronanza della lingua di arrivo (cosa che, ti avverto, ha poco a che vedere con la scrittura creativa), devi sviluppare una serie di abilità e competenze specifiche per tradurre. Trovarsi di fronte a un testo da trasporre in una lingua diversa comporta dover operare una serie di scelte a vari livelli, dallo stile alla terminologia al registro linguistico fino all'impaginazione del documento che consegnerai. Se non ti procuri la tua personale bussola, rischi di perderti nei limbi dell'interlingua.

Quindi, in primo luogo ti consiglio di farti una "cultura" sulla traduzione, i procedimenti, le tecniche, gli strumenti, le risorse, la professione...

C'è chi questo lo fa studiando e c'è chi lo fa con l'esperienza sul campo, mettendosi in gioco magari con qualche lavoro gratis o pagato poco. Questa è una scelta soggettiva, ma spesso anche il semplice frutto delle circostanze. Può capitare per caso di fare una traduzione e poi rendersi conto che è un'attività che appaga e rientra nelle proprie corde. Se vuoi studiare, ora come ora ci sono molte risorse in rete (forum, riviste, pubblicazioni...), se te la senti di affrontare questo percorso da autodidatta puoi farlo tranquillamente.


> So che c'é il lavoro occasionale

Puoi lavorare come prestazione occasionale. Su questo argomento trovi tantissimo in rete, anche nel forum di proz c'è tanto. Ma come ha già detto qualcuno, le regole cambiano spesso quindi meglio rivolgerti a un commercialista (ci sono anche tanti forum di commercialisti da consultare in rete, dove puoi anche porre i tuoi quesiti).

> ma in teoria dovrebbe essere proposto a te senza essere cercato

Certo, se non hai un'attività almeno un po' avviata è molto improbabile che tu possa ricevere incarichi da clienti diretti. Puoi provare, però, a lavorare con le agenzie di traduzione. Fai una ricerca in internet, contattale, compila i questionari. Un'altra strada da percorrere nel tuo caso è quella della traduzione editoriale. Fai una selezione delle case editrici che pubblicano opere di psicologia e proponiti.


In bocca al lupo!


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Offensiva' Feb 6, 2015

Fiona Peterson wrote:

Synesia è venuta qui a chiedere un consiglio fiscale, non morale; dire agli altri come impiegare il proprio tempo mi sembra come minimo fuori luogo, e - al mio umile avviso - offensivo.



In realtà io non intendevo essere offensiva e non credo di esserlo stata, visto che il succo del mio messaggio era che, se si intende investire il proprio tempo in una professione diversa e non per necessità economica, è molto più efficace dedicarsi alla formazione e alla ricerca di lavori ben retribuiti (che valgano l'investimento di tempo maggiore rispetto a una persona esperta).
Potrei aver frainteso, ma per me "lavori poco pagati" ha una sola sfumatura e non è equivocabile, ma, in realtà, temo che chi non conosce il mercato della traduzione (come in questo caso Synesia) supponga che l'offrirsi per "lavori poco pagati" non influisca sui professionisti, il che può essere in parte vero per i professionisti affermati con una clientela solida, ma invece certamente non è vero per tanti neolaureati, giovani traduttori che si affacciano alla professione, che devono fare i conti con una concorrenza spietata fondata quasi esclusivamente sulle tariffe e che scrivono anche su questo forum.

A mio personalissimo parere, inoltre, invitare gli utenti, nuovi o meno nuovi, a riflettere su cosa si scrive e sui destinatari del messaggio, è un invito più che sensato e utile sia a livello generale, sia per le inevitabili conseguenze che questa riflessione ha sull'attività del traduttore.
Se poi questa riflessione porta alla conclusione che la richiesta di delucidazioni su piccoli lavori poco pagati in un forum che dovrebbe essere frequentato da professionisti è profondamente infelice e inopportuna, siamo solo nel campo nella dura realtà.
Se la realtà offende, non mi riguarda più di tanto.

Ciao



[Modificato alle 2015-02-06 16:59 GMT]

[Modificato alle 2015-02-06 17:08 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Beh un po' si Feb 6, 2015

A_Nespoli wrote:



In realtà io non intendevo essere offensiva e non credo di esserlo stata, visto che il succo del mio messaggio era che, se si intende investire il proprio tempo in una professione diversa e non per necessità economica, è molto più efficace dedicarsi alla formazione e alla ricerca di lavori ben retribuiti (che valgano l'investimento di tempo maggiore rispetto a una persona esperta).


O almeno io mi sarei offesa, questa persona ci ha detto che deve stare distesa a letto, che ne sai delle sue necessita' economiche. E come farebbe a trovare lavori ben retribuiti se non sta bene?

Io credo che un minimo di tatto non guasterebbe.


Direct link Reply with quote
 

Ivan Patti  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
English to Italian
+ ...
Applausi! Feb 6, 2015

A_Nespoli wrote:

Fiona Peterson wrote:

Synesia è venuta qui a chiedere un consiglio fiscale, non morale; dire agli altri come impiegare il proprio tempo mi sembra come minimo fuori luogo, e - al mio umile avviso - offensivo.



In realtà io non intendevo essere offensiva e non credo di esserlo stata, visto che il succo del mio messaggio era che, se si intende investire il proprio tempo in una professione diversa e non per necessità economica, è molto più efficace dedicarsi alla formazione e alla ricerca di lavoro ben retribuiti (che valgano l'investimento di tempo maggiore rispetto a una persona esperta).
Potrei aver frainteso, ma per me "lavori poco pagati" ha una sola sfumatura e non è equivocabile, ma, in realtà, temo che chi non conosce il mercato della traduzione (come in questo caso Synesia) supponga che l'offrirsi per "lavori poco pagati" non influisca sui professionisti, il che può essere in parte vero per i professionisti affermati con una clientela solida, ma invece certamente non è vero per tanti neolaureati, giovani traduttori che si affacciano alla professione, che devono fare i conti con una concorrenza spietata fondata quasi esclusivamente sulle tariffe e che scrivono anche su questo forum.

A mio personalissimo parere, inoltre, invitare gli utenti, nuovi o meno nuovi, a riflettere su cosa si scrive e sui i destinatari del messaggio, è un invito più che sensato e utile sia a livello generale, sia per le inevitabili conseguenze che questa riflessione ha sull'attività del traduttore.
Se poi questa riflessione porta alla conclusione che la richiesta di delucidazioni su piccoli lavori poco pagati in un forum che dovrebbe essere frequentato da professionisti è profondamente infelice e inopportuna, siamo solo nel campo nella dura realtà.
Se la realtà offende, non mi riguarda più di tanto.

Ciao



[Modificato alle 2015-02-06 16:59 GMT]


Ça va sans dire, Alessandra, che concordo con ogni singola lettera dei tuoi post. Specie con le ultime 2 frasi di quello citato: semplicemente, hai detto le cose come stanno e come sono.
Personalmente, non so se definirmi più basito o più esasperato da alcune risposte che provengono da professionisti... mi raccomando, lamentiamoci tutti sempre e comunque che i clienti non capiscono, che non lavoriamo, che non vogliono pagarci il giusto, che è colpa delle associazioni e blah blah blah per poi alimentare con le nostre stesse mani il circolo vizioso di cui sopra!
Non aggiungo altro perché credo di essere stato sufficientemente chiaro.
Ivan


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member (2007)
German to Italian
+ ...
... Feb 6, 2015

Synesia wrote:

Grazie e scusate. Comprendo il punto di vista.
Come avevo scritto, non volevo irritare nessuno.
È che dovendo stare stesa non si può far molto.
Come non detto.
Grazie


Synesia, come ho scritto nel messaggio precedente, io spero di non averti offesa e, per altro, non mi hai irritato.

La mia indicazione era sostanzialmente di formarti nel settore della traduzione e di puntare a lavori ben retribuiti e non a lavori poco retribuiti per diverse ragioni:
da una parte sarebbe dumping, ma qui è una questione etica tua personale, dall'altra non avendo esperienza ti troveresti a investire molto tempo per due soldi, il che si rivela in sé frustrante e non credo che il senso del tuo tentativo sia accumulare frustrazione.
Oltretutto a lavorare per chi paga poco si impara poco o niente, perché i clienti che pagano poco hanno generalmente esigenze basse in termini di qualità, non forniscono feedback sensati e c'è il forte rischio di restare invischiati in un settore del mercato che ha come unico determinante la tariffa.

Il senso del mio messaggio è che se vuoi fare una cosa e hai l'opportunità di non farla per necessità, puoi farla bene.
La stessa cosa, se non vuoi/puoi investire il tempo e le risorse necessarie, puoi anche farla (se metti qualche annuncio online sulle bacheche degli studenti, qualcuno a cui serve una traduzione da EN o verso EN per la tesi lo trovi sicuramente e difficilmente uno studente ha il budget per pagare una traduzione anche ai livelli più infimi del mercato). A quel punto potresti anche fregartene della questione fiscale (come si fa tra studenti), però ovviamente, non sarebbe questo il posto adatto dove chiedere informazioni.

Ciao


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member (2007)
German to Italian
+ ...
.... Feb 6, 2015

Angie Garbarino wrote:

A_Nespoli wrote:



In realtà io non intendevo essere offensiva e non credo di esserlo stata, visto che il succo del mio messaggio era che, se si intende investire il proprio tempo in una professione diversa e non per necessità economica, è molto più efficace dedicarsi alla formazione e alla ricerca di lavori ben retribuiti (che valgano l'investimento di tempo maggiore rispetto a una persona esperta).


O almeno io mi sarei offesa, questa persona ci ha detto che deve stare distesa a letto, che ne sai delle sue necessita' economiche. E come farebbe a trovare lavori ben retribuiti se non sta bene?

Io credo che un minimo di tatto non guasterebbe.





A parte che il "distesa a letto" è apparso dopo la mia risposta, ma tant'è.
Vorrei capire dove ho avuto poco tatto, perché ripeto a me non è parso e non cambierei il mio messaggio di una virgola.

L'altra cosa che francamente non mi è chiara, è il presupposto per cui una patologia fisica impedirebbe di trovare lavori ben retribuiti, ma non i lavori mal retribuiti. Mistero.

Poi, sinceramente, pace: ho solo espresso il mio pensiero, del quale sono convinta. Se si vuole investire del tempo in una professione nuova e se si ha la possibilità (il tempo) di essere più efficaci in questo investimento, tanto vale essere più efficaci.
Francamente, nascondersi dietro ai limiti personali (di salute, ma perché non economici?), per giustificare quello che teoricamente non giustificheremmo, mi sembra solo buonismo.
Allora va bene anche la ragazzetta che interviene sul forum a chiedere se 0,01 - 0,02 Euro sono concorrenziali o no. Magari lei è povera. La salute sì e la miseria no?

Ale

(PS: non piacerà, ma visto che parlo con cognizione di causa per aver avuto sia problemi personali economici e di salute, molto seri, continuo a non sentirmi per nulla acida o priva di tatto)


Direct link Reply with quote
 

Mattia Marcon  Identity Verified
Local time: 05:55
English to Italian
+ ...
Mah, basito pure io Feb 6, 2015

Sinceramente basito è un eufemismo per quel che mi farebbe venir voglia di scrivere un post del genere in un sito di presunti professionisti.
Mi rallegra solamente pensare alla faccia che farebbe il medico o l'avvocato (ma fosse anche il falegname o l'idraulico, se non lo psicologo stesso) con un passante che gli va a chiedere "scusa ho guardato tanto episodi di doctor house/ally mcbeal, come faccio a fare il tuo lavoro, però senza alcuna preparazione, puntando al massimo su un po' di sano dumping e su chi si accontenta, mi aiuti con qualche indicazione?".
E c'è gente che gli risponde anche!!!

Se ancora ci si offende o si preoccupa di non offendere, non so proprio dove andremo a finire.


Direct link Reply with quote
 

Giuseppe C.  Identity Verified
Italy
Local time: 05:55
Member
English to Italian
Le risposte le ha avute Feb 6, 2015

Angie Garbarino wrote:



O almeno io mi sarei offesa, questa persona ci ha detto che deve stare distesa a letto, che ne sai delle sue necessita' economiche. E come farebbe a trovare lavori ben retribuiti se non sta bene?

Io credo che un minimo di tatto non guasterebbe.






Scusa Angie,

ma stavolta non sono d'accordo con te (cosa alquanto strana per me). Un minimo di tatto occorre averlo soprattutto quando si pongono domande del genere. Sinceramente a me dapprima era sembrato perfino uno scherzo o una provocazione gratuita. Prima si dice di non volere sminuire la nostra attività e subito dopo che si intende svolgerla dietro compenso perché si ha esperienza con una lingua estera, mirando a lavori poco pagati e perché non si ha nulla da fare per ammazzare il tempo a causa di un malanno non meglio identificato, che potrebbe essere gravissimo, ma potrebbe anche non esistere affatto.

L'utente non è verificato su proz mi pare, la storia regge pochissimo, ivi compresa l'aggiunta del commercialista per un solo anno (raramente si avvia un'attività e si ricorre a un commercialista per un solo anno, dato che occorre sistemare molte cosette ben oltre l'anno di lavoro effettivo). Già averle fornito informazioni di base, per quanto condite da qualcuno di sane osservazioni sull'opportunità di cercare "lavori poco pagati", dopo una domanda del genere mi pare sia più che sufficiente.

Credo nessuno alla fin fine possa ritenersi offeso. La cosa mi pare più barzellettistica che seria.
icon_smile.gif


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Però Giuseppe Feb 6, 2015

La tua risposta è ben diversa, e io nella tua il tatto lo vedo. ma non voglio iniziare una polemica perciò

Alla prossima....


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Traduzioni sporadiche... Cosa devo fare fiscalmente?

Advanced search






TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »
WordFinder Unlimited
For clarity and excellence

WordFinder is the leading dictionary service that gives you the words you want anywhere, anytime. Access 260+ dictionaries from the world's leading dictionary publishers in virtually any device. Find the right word anywhere, anytime - online or offline.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search