Se il cliente diventa un fantasma...
Thread poster: Letizia S.

Letizia S.
Italy
Local time: 04:21
French to Italian
+ ...
May 20, 2015

Buonasera a tutti.
Ho bisogno di un vostro consiglio riguardo al comportamento da tenere con un cliente francese che mi aveva commissionato un lavoro a NOVEMBRE e che ora, a lavoro non ancora ultimato, non si sta più facendo vivo. Cercherò di spiegarvi tutto per bene senza essere eccessivamente prolissa:
A novembre mi ero offerta come traduttrice per il suo sito internet di prodotti per rievocazioni storiche, ci siamo conosciuti personalmente perché lui di trovava in Italia per una fiera (insomma: esiste sul serio, non è un fantasma!) ma solo a dicembre inoltrato abbiamo realmente definito la tariffa e dato inizio al lavoro. Lui ha voluto procedere per fasi e ogni tot giorni mi inviava alcune frasi da tradurre (pochi segmenti, che in un paio d'ore io gli rispedivo tradotti). Abbiamo proseguito così fino a metà marzo, quando finalmente mi ha comunicato che eravamo quasi alla fine e che la data entro la quale avrebbe messo on line il lavoro sarebbe stata il 15 aprile (tant'è che sul suo sito internet dovrebbe apparire un messaggio che dice che da tale data il sito sarà disponibile anche in lingua italiana).

Oggi siamo al 20 maggio. Ho già sollecitato più volte le ultime traduzioni per poter concludere il lavoro e ricevere quei pochi soldi che mi spettano, ma lui risponde sempre che è pieno di lavoro e che al momento non riesce a inviarmi le ultime parti di testo.

Beninteso: ora come ora non dipendo da quei soldi, ma vorrei far valere la mia professionalità mettendogli un po' di fretta ma senza apparire scortese, dato che spero che la collaborazione possa avere proseguire, se non con lui almeno con altri suoi "colleghi rievocatori" più puntuali.

Come potrei rapportarmi?
Chiedendogli di saldare ciò che mi spetta per il lavoro svolto finora (ma avendo fatto un prezzo a forfait [veterani non commentate, mi sto già mangiando le mani da sola...] sarebbe difficile da calcolare) oppure chiedendogli cortesemente di inviarmi il lavoro restante entro tot tempo e in caso contrario di saldare l'intera cifra?

Vorrei un consiglio

Grazie


Direct link Reply with quote
 

Giuseppe C.  Identity Verified
Italy
Local time: 04:21
Member
English to Italian
Fatti saldare il tutto May 20, 2015

Letizia S. wrote:

Buonasera a tutti.
Ho bisogno di un vostro consiglio riguardo al comportamento da tenere con un cliente francese che mi aveva commissionato un lavoro a NOVEMBRE e che ora, a lavoro non ancora ultimato, non si sta più facendo vivo. Cercherò di spiegarvi tutto per bene senza essere eccessivamente prolissa:
A novembre mi ero offerta come traduttrice per il suo sito internet di prodotti per rievocazioni storiche, ci siamo conosciuti personalmente perché lui di trovava in Italia per una fiera (insomma: esiste sul serio, non è un fantasma!) ma solo a dicembre inoltrato abbiamo realmente definito la tariffa e dato inizio al lavoro. Lui ha voluto procedere per fasi e ogni tot giorni mi inviava alcune frasi da tradurre (pochi segmenti, che in un paio d'ore io gli rispedivo tradotti). Abbiamo proseguito così fino a metà marzo, quando finalmente mi ha comunicato che eravamo quasi alla fine e che la data entro la quale avrebbe messo on line il lavoro sarebbe stata il 15 aprile (tant'è che sul suo sito internet dovrebbe apparire un messaggio che dice che da tale data il sito sarà disponibile anche in lingua italiana).

Oggi siamo al 20 maggio. Ho già sollecitato più volte le ultime traduzioni per poter concludere il lavoro e ricevere quei pochi soldi che mi spettano, ma lui risponde sempre che è pieno di lavoro e che al momento non riesce a inviarmi le ultime parti di testo.

Beninteso: ora come ora non dipendo da quei soldi, ma vorrei far valere la mia professionalità mettendogli un po' di fretta ma senza apparire scortese, dato che spero che la collaborazione possa avere proseguire, se non con lui almeno con altri suoi "colleghi rievocatori" più puntuali.

Come potrei rapportarmi?
Chiedendogli di saldare ciò che mi spetta per il lavoro svolto finora (ma avendo fatto un prezzo a forfait [veterani non commentate, mi sto già mangiando le mani da sola...] sarebbe difficile da calcolare) oppure chiedendogli cortesemente di inviarmi il lavoro restante entro tot tempo e in caso contrario di saldare l'intera cifra?

Vorrei un consiglio

Grazie


No comment sul fatto che non hai pattuito una tariffa, bensì un "forfait" non meglio identificato e di cui è forse meglio non chiedere i dettagli. Ovviamente, immagino che non avrai nemmeno ritenuto di farti inviare un ordine di acquisto.
Stai pagando quindi le conseguenze dell'avere agito in modo assolutamente avventato e per nulla professionale.
In ogni caso, l'unica cosa che ti si può consigliare per recuperare un minimo di credibilità e quanto ti è dovuto è quella di inviare la fattura con la cifra concordata e chiedere che la onori, comunicandogli che se lui non ha tempo per inviarti quanto dovresti tradurre per ultimare il lavoro, tu a tua volta non hai ulteriore tempo da dedicare a questo incarico senza riceverne immediatamente il relativo compenso.

In ogni caso, la colpa del disastro è tutta tua e non hai quasi alcun titolo per reclamare il compenso per un lavoro i cui termini in pratica non sono stati nemmeno realmente definiti.

Mal che vada, sarà una ottima lezione sulla necessità di comportarsi in modo razionale e credibile la prossima volta.

In bocca al lupo!

Giuseppe


Direct link Reply with quote
 

Valter Ebagezio  Identity Verified
Italy
Local time: 04:21
Member (2006)
English to Italian
Rischi del mestiere May 20, 2015

Non darti troppe colpe, Letizia. Il nostro mestiere (come molti altri, del resto, anche più tradizionali) è soggetto a questo rischio.
Può capitare a chiunque e non ci sono molte vie di uscita. Se il cliente non vuole pagare cosa puoi fare? Fargli causa? Già è difficile per un cliente italiano, figuriamoci per uno straniero.
Piuttosto, credo sia molto più sicuro lavorare per agenzie piuttosto che per clienti privati. Un'agenzia, specie se di una certa dimensione, ha un'immagine da difendere se vuole a sua volta avere clienti, e di solito non si permette di non pagare.


Direct link Reply with quote
 
C.O.  Identity Verified
Germany
Local time: 04:21
Member (2010)
German to Italian
+ ...
Proposta May 21, 2015

Buongiorno,

a livello commerciale la situazione purtroppo è una catastrofe ma da questi errori si impara.

Potresti:
inviare la fattura per il 50% dell'importo pattuito. Con la fattura comunicherai un termine entro il quale il cliente DEVE mandarti il resto del lavoro.
Qualora il cliente non inviasse nulla entro quella data, fatturerai il restante 50% dichiarandoti disponibile a concludere il lavoro, SOLO SE sarà presentato entro una data ben precisa.

Fatturare tutto non ti sarà di grande aiuto: il cliente non pagherà e avrà una ragione per non farlo. Con una fatturazione parziale, gli segnali invece che vuoi il compeso ma sei comunque ancora disponibile nei suoi contronti.

Chiaramente puoi modificare le percentuali relazionando il volume già tradotto a quello rimanente.

Farei anche presente la questione dei diritti d'autore: per una pubblicazione in Internet la cosa mette sempre un po' in soggezione. Immagino che non esista alcun contratto in cui cedi i diritti al cliente...

Se proprio vuoi tenerti questo cliente (non capisco perché ma è una tua scelta), opta per un pagamento anticipato (completo o almeno di una parte del compenso) e non iniziare a lavorare prima di aver ricevuto il pagamento.


Buona fortuna


Direct link Reply with quote
 

Gaia de Zambiasi  Identity Verified
Italy
Local time: 04:21
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Fattura pro forma May 21, 2015

Buon pomeriggio,
per ricollegarmi a quanto già detto dai colleghi, invierei una fattura pro forma aggiungendo la dicitura "Regolare fattura sarà emessa a pagamento avvenuto”.
My two cents,

Gaia


Direct link Reply with quote
 

Domenico Trimboli  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 03:21
Member (2013)
English to Italian
Potrebbe andar peggio May 21, 2015

La situazione non è delle migliori, ma con i clienti diretti ogni tanto capitano cose strane. Il fatto che comunque non sia sparito dai radar, ma risponda alle tue email, mi pare una manifestazione di buone intenzioni, per quanto condita da un'evidente incapacità di gestire la cosa.

Prendi in mano la situazione: con toni pacati ma decisi, fai presente al cliente che essendo ormai vicini alla conclusione del progetto ti farebbe piacere portarlo a termine entro tot [15 gg?], in modo che il tutto sia compatibile con altri impegni (quali siano questi impegni, lui non è tenuto a saperlo). Dare una data precisa è fondamentale, perché implica una scadenza ben definita in questo mare di tarallucci e vino.

Già dalla sua risposta a questa sollecitazione dovresti avere delle basi per capire se ti sta prendendo in giro, se intende tirarla per le lunghe o se è armato di buone intenzioni.

Se vedi che fa ancora orecchie da mercante, allora segui quanto detto dai colleghi, adottando una tattica un po' più diretta.
La situazione non è la migliore, ma mi pare di capire che sia proprio partita con presupposti sbagliati. Nulla di necessariamente disastroso, comunque: all'inizio capita (anche) questo. Buona fortuna!


Direct link Reply with quote
 

Letizia S.
Italy
Local time: 04:21
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie!! May 21, 2015

Ciao a tutti,
grazie delle risposte, sia per quelle severe che per quelle comprensive... Bastone e carote è sempre la cura migliore!

Solo una precisazione riguardo al forfait: il cliente non aveva voluto sentir parlare di tariffa a parola (sulla quale mi basavo per fargli un preventivo) perché gli sembrava troppo alta, quindi avevo calcolato la lunghezza del lavoro (tot volte il primo documento inviatomi come esempio) per proporgli il mio totale, sulla base della tariffa a parola da me offerta in origine. Proprio per questo sarebbe difficile capire con esattezza quanto lavoro mi manca e quanto quindi dovrei fatturargli nelle due tranches!
Anche perché per ben due volte mi ha rimandato lo stesso documento che io gli avevo già tradotto e inviato pochi giorni prima (per fortuna che uso una memoria, altrimenti glielo avrei fatto notare e glieli avrei fatturati)

Ieri sera gli ho ri-scritto in maniera decisa comunicandogli che se entro il weekend non si fosse rifatto vivo avrei preteso il pagamento di quanto da me tradotto finora e... Stamattina mi ha risposto! dicendo che è stato molto impegnato e che provvede a inviarmi al più presto i testi rimanenti, oppure che se preferisco provvede a pagarmi intanto quello che ho già tradotto.

Come prima esperienza, la fortuna di aver trovato un cliente che non si è approfittato della mia inesperienza ha compensato la mia leggerezza nell'accettare un lavoro senza garanzie a mio favore.
Sono perfettamente cosciente delle mie colpe e dei miei errori ma credo di poter affermare in tutta onestà di aver trovato un cliente per molti versi meno esperto di me...

Ho imparato e la prossima volta sicuramente non sbaglierò!

Grazie davvero.

Letizia


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Se il cliente diventa un fantasma...

Advanced search






Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search