per estratto di nascita per permesso di soggiorno serve apostille della procura?
Thread poster: Giuseppina Lacarbonara

Giuseppina Lacarbonara  Identity Verified
Italy
Local time: 15:27
Italian to English
+ ...
Jun 30, 2015

Salve,

in merito a un estratto di nascita che arriva e varrà in Italia dalla Francia e va tradotto dal francese, volevo sapere se era necessario passare dalla procura per l'apposizione dell'apostille.
Il dubbio mi sovviene poichè penso che sia superflua, infatti il cliente sostiene che servano entrambe e che sarà la prefettura del luogo che accoglie a legalizzare. Allora l'iter è questo?: legalizzazione paese emanante - apostille -legalizzazione di destinazione? Leggendo in giro varie informazioni le due procedure non sono compatibili; inoltre i Paesi sono entrambi sottoscriventi dell'Aja e per questo la legalizzazione non dovrebbe servire a nessuno. Allora farei bene a chiedere al cliente ulteriori documenti a corredo del certificato da tradurre, semplicemente da aggiungere al giuramento? E' normale che io debba apostillare il timbro del sindaco?
Grazie ai gentilissimi che risponderanno.

[Modificato alle 2015-06-30 15:26 GMT]

[Modificato alle 2015-06-30 15:41 GMT]

[Modificato alle 2015-06-30 15:42 GMT]


Direct link Reply with quote
 

xxxPLR TRADUZIO  Identity Verified
Italy
Local time: 15:27
English to French
+ ...
Ciao Giuseppina Jul 1, 2015

Siamo su PROZ e la tua domanda mi sembra più da forum per giudici...
Tuttavia mi viene una curiosità: il cittadino è Francese ? Perché se lo è non ho capito a cosa serve il "permesso di soggiorno" ?


Direct link Reply with quote
 

Cristina intern  Identity Verified
Austria
Local time: 15:27
Member (2008)
German to Italian
+ ...
Traduzione e legalizzazione dei documenti rilasciati da autorità straniere Jul 2, 2015

Fonte: http://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari/traduzionelegalizzazionedocumenti.html

Traduzione e legalizzazione dei documenti

(Ufficio di Riferimento: D.G.IT. - Ufficio IV)

Per poter essere fatti valere in Italia, gli atti e i documenti rilasciati da autorità straniere devono essere legalizzati dalle rappresentanze diplomatico-consolari italiane all’estero.
Tali atti e documenti, eccetto quelli redatti su modelli plurilingue previsti da Convenzioni internazionali, devono inoltre essere tradotti in italiano.
Le traduzioni devono recare il timbro “per traduzione conforme”. Nei Paesi dove esiste la figura giuridica del traduttore ufficiale la conformità può essere attestata dal traduttore stesso, la cui firma viene poi legalizzata dall’ufficio consolare.
Nei Paesi nei quali tale figura non è prevista dall’ordinamento locale occorrerà necessariamente fare ricorso alla certificazione di conformità apposta dall’ufficio consolare.

Per procedere alla legalizzazione il richiedente dovrà presentarsi, previo appuntamento, presso l’Ufficio consolare munito dell’atto (in originale) da legalizzare.
Al fine di ottenere il certificato di conformità della traduzione il richiedente dovrà presentarsi, previo appuntamento, presso l’Ufficio consolare munito del documento originale in lingua straniera e della traduzione.

Gli atti di cui sopra sono soggetti al pagamento dei diritti di cui alla Tariffa consolare attualmente vigente.

L’apostille

Nei Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione de L’Aia del 5 ottobre 1961 relativa all’abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri, la necessità di legalizzare gli atti e i documenti rilasciati da autorità straniere è sostituita da un’altra formalità: l’apposizione della “postilla” (o apostille).
Pertanto, una persona proveniente da un Paese che ha aderito a questa Convenzione non ha bisogno di recarsi presso la Rappresentanza consolare e chiedere la legalizzazione, ma può recarsi presso la competente autorità interna designata da ciascuno Stato - e indicata per ciascun Paese nell’atto di adesione alla Convenzione stessa (normalmente si tratta del Ministero degli Esteri) - per ottenere l’apposizione dell’apostille sul documento. Così perfezionato, il documento viene riconosciuto in Italia.

L’elenco aggiornato dei Paesi che hanno ratificato la Convenzione de L’Aja e delle autorità competenti all’apposizione dell’apostille per ciascuno degli Stati è disponibile sul sito web della Conferenza de L’Aja di diritto internazionale privato:
http://www.hcch.net


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
ecco qua Jul 7, 2015

PLR TRADUZIONI wrote:

Siamo su PROZ e la tua domanda mi sembra più da forum per giudici...
Tuttavia mi viene una curiosità: il cittadino è Francese ? Perché se lo è non ho capito a cosa serve il "permesso di soggiorno" ?



1. I cittadini dell'Unione europea

I cittadini dei 26 Paesi dell'Unione europea hanno diritto d'ingresso in Italia dove
possono soggiornare per un periodo non superiore a tre mesi senza alcuna
formalità. E' sufficiente essere in possesso della carta d'identità.
Il diritto di soggiorno fino a tre mesi è comunque subordinato alla disponibilità di risorse economiche che gli impediscono di diventare un onere per lo Stato italiano, e finché non costituiscono un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Il diritto al soggiorno superiore a tre mesi, invece, è riconosciuto solo se sussiste uno dei seguenti requisiti:
- si tratta di un lavoratore subordinato o autonomo;
- il cittadino dell'Unione dispone, per sé stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti e di un'assicurazione sanitaria;
- si tratta di studente iscritto presso un istituto pubblico o privato riconosciuto per seguirvi un corso di studi o di formazione professionale e dispone di risorse economiche sufficienti e di un'assicurazione sanitaria.
In questi casi il cittadino dell'Unione, a partire dall'11 aprile 2007, NON dovrà più richiedere la carta di soggiorno alla questura in quanto questo documento è stato abolito.
Dovrà, invece, richiedere l'iscrizione all'anagrafe del comune dove intende stabilirsi.
Infatti ora spetta ai comuni e non più alle questure accertare se sussiste o meno il diritto al soggiorno del cittadino comunitario.
Per ottenere l'iscrizione anagrafica il cittadino comunitario deve dimostrare con idonea documentazione che è in possesso dei requisiti che ora abbiamo indicato e cioè l’attività lavorativa esercitata, ovvero la disponibilità di risorse economiche e di una assicurazione sanitaria, ecc..


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 15:27
Italian to Spanish
+ ...
La Apostille sull'originale va apposta dall'autorità governativa del Paese che lo ha emesso Jul 7, 2015

Ciao Giuseppina,

se il certificato di nascita è stato emesso in Francia, è esclusiva competenza del Governo francese apporre l'Apostille dell'Aja sull'originale. Tale timbro dell'Apostille viene semplicemente a legalizzare la firma che risulta apposta nel documento originale.

L'Apostille pertanto va apposta in Francia sull'originale PRIMA di procedere con la traduzione.

Il governo italiano, dopo la traduzione e l'asseverazione, non richiede una seconda Apostille sul verbale di asseverazione (che andrebbe a legalizzare la firma del cancelliere del tribunale davanti al quale il traduttore presta giuramento e non la firma che risulta sull'originale). L'importante, come dico, è che l'ufficio territoriale del Governo in Francia la apponga sull'originale e sei a posto.

Saluti

[Modificato alle 2015-07-07 16:21 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Lacarbonara  Identity Verified
Italy
Local time: 15:27
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
dati forniti insufficienti Jul 23, 2015

il cittadino è francese.... ciò dato, confermi che il quesito posto da questo cittadino non è del tutto chiara. Grazie e buon proseguimento!

Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Lacarbonara  Identity Verified
Italy
Local time: 15:27
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
manca apostille di partenza Jul 23, 2015

allora credo di aver fatto bene ad avergli chiesto un documento di verifica prima di iniziare a tradurre, cosa che non ha poi fatto, il che può significare che la legalizzazione doveva ancora farsela apporre. Molte cose sono cambiate dalla precedente convenzione del 1957, tant'è che per l'espatrio valeva già la carta d'identità... nel caso in cui il ragazzino, inoltre, fosse minorenne e orfano, o minorenne e disabile, egli era soggetto all'equiparazione dei coniugi, informazione deducibile dal certificato. grazie per il link!

Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Lacarbonara  Identity Verified
Italy
Local time: 15:27
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
il diritto di soggiorno è un'ipotesi possibile Jul 23, 2015

Angie Garbarino wrote:



Il diritto al soggiorno superiore a tre mesi, invece, è riconosciuto solo se sussiste uno dei seguenti requisiti:

- il cittadino dell'Unione dispone, per sé stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti e di un'assicurazione sanitaria;




Avente assicurazione sanitaria, il qui presente è un caso.

Le informazioni in possesso del cliente sono "aggiornate al 2007"; se capiterà che si faccia risentire, lo invito a rivolgersi all'ufficio anagrafe per maggiori informazioni. Grazie anche a te! Grazie mille a tutte!

[Modificato alle 2015-07-23 08:37 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Lacarbonara  Identity Verified
Italy
Local time: 15:27
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
il diritto di soggiorno è un'ipotesi possibile Jul 23, 2015

Angie Garbarino wrote:



Il diritto al soggiorno superiore a tre mesi, invece, è riconosciuto solo se sussiste uno dei seguenti requisiti:

- il cittadino dell'Unione dispone, per sé stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti e di un'assicurazione sanitaria;



e il qui presente è un caso.

Il mio cliente è rimasto "aggiornato al 2007", se si fosse fatto risentire l'avrei invitato a rivolgersi all'ufficio anagrafe per maggiori informazioni. Grazie anche a te! Grazie mille a tutte!


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

per estratto di nascita per permesso di soggiorno serve apostille della procura?

Advanced search






Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search