Traduzioni asseverate: loghi, timbri e immagini
Thread poster: Elena Simonelli

Elena Simonelli  Identity Verified
Spain
Local time: 03:19
English to Italian
+ ...
Aug 12, 2015

Cari colleghi,
vorrei sapere come vi comportate con la traduzione di loghi e immagini nelle traduzioni asseverate.
Io in genere li segnalo, come mi avevano insegnato nei miei studi, scrivendo qualcosa del genere:
[consta logo dell'azienda]
[consta sigillo rotondo dello studio notarile]
[consta timbro del seguente tenore: ...]

Mi chiedo però se questo non sia retaggio di un'epoca in cui per il traduttore era impossibile riportare tali timbri e loghi. Oggi non è affatto difficile scannerizzare le immagini di un documento (che vi venga consegnato dal cliente in originale o in pdf) e riportarle identiche nella traduzione.

Cosa ne pensate?


 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 03:19
Italian to Spanish
+ ...
Io faccio così Aug 13, 2015

No, io non sono dell'idea di fare alcuna scansione dei timbri, loghi, ecc, né di riportare nella traduzione l'intestazione che risulta nella carta intestata. Il motivo è che i timbri sono stati apposti sull'originale e non sulla traduzione, quindi non ne vedo l'opportunità di tale scelta.

Io continuo a fare in questo modo:

Per i timbri, li segnalo brevemente fra parentesi quadre.
Per esempio: [timbro del Tribunale di Padova] oppure [timbro del Comune di Milano per copia conforme all'originale].

Per i loghi non sempre li riporto nella traduzione, a meno che non ci sia la dicitura accanto o siano fondamentali.

Per l'intestazione e pie di pagina su carta intestata non riporto tutto. Semplicemente nella traduzione scrivo: [in carta intestata di...] Per esempio: [in carta intestata della società xxx srl]

Per le immagini, se contengono testo chiedo al cliente se è necessario tradurle. Se la risposta è sì riporto in questo modo:
[immagine]: E qui il contenuto

Se la risposta è no, semplicemente lascio traccia nella traduzione che a quel punto del testo c'è un'immagine.


 
Apr 10

Salve a tutte,
sto traducendo un programma degli insegnamenti dallo spagnolo all’italiano e avevo dei dubbi su come mettere tra parentesi quadre i timbri e le annotazioni del traduttore. Ho visto che tutto si mette tra parentesi quadre, ma volevo capire se deve essere messo in corsivo.

Inoltre, in ogni pagina c’è il timbro della facoltà, e alla fine di ogni pagina scrivo (TRADUZIONE DEL TIMBRO:….) questo va anche messo tra parentesi quadre in corsivo oppure può andare bene con parentesi normali e senza usare il corsivo?

Poi, in questo programma ho visto che su alcune pagine ci sono insegnamenti (o parti dello stesso) che non vanno tradotti perché sono materie che il cliente non ha frequentato. Vorrei sapere se si deve fare una annotazione tra parentesi quadre.

Grazie mille

[Edited at 2018-04-10 14:13 GMT]


 

Traduzioni Asseverate
Italy
Local time: 03:19
Non c'è una regola precisa: l'importante è la chiarezza e la completezza Apr 10

Ciao María,

il discorso delle parentesi quadre ha senso, perché una parentesi normale potrebbe trovarsi anche nel testo originale, mentre se usi sempre il criterio delle parentesi quadre [ ] si capisce meglio che è qualcosa di aggiunto da te o una spiegazione che nel testo non c'è.
Il corsivo francamente non serve a nulla ma c'è chi lo mette. Se lo vuoi inserire, sempre per distinguerlo dal resto, va bene, ma è una scelta tua; non c'è un criterio o una regola che lo stabilisca.

Se una parte del documento non deve essere tradotta perché te l'ha chiesto espressamente il cliente o perché veramente non serve, allora sempre su parentesi quadre si usa scrivere [omissis]. Con questa espressione stai dicendo in pratica che ometti una parte non determinante. Ma tieni comunque presente che, anche se in una traduzione giurata si può omettere occasionalmente, con un criterio preciso, qualche parte, se sono molte le parti che non devi tradurre sarebbe meglio toglierle dal documento o cancellarle direttamente sull'originale, in modo che nessuno ti possa mai dire che la tua traduzione è incompleta. Poi nella traduzione inserisci [omissis] per quelle parti cancellate.

Se ti è più facile, ti suggerisco di inserire una nota a pie di pagina [N.T.] spiegando: "su richiesta del committente si omette la traduzione dalla pag. "x" alla pag. "y" non essendo influenti nel caso specifico". (o qualcosa del genere). Ripeto che non c'è una regola precisa, ma una consuetudine. L'importante è che si capisca e che sia tutto chiaro.icon_wink.gif
Tieni sempre in mente che il traduttore è tenuto a tradurre tutto; solo in casi molto specifici e per motivi di chiarezza puoi saltare la regola, ovviamente non in modo arbitrario. Si deve capire perché. Se le tue parentesi quadri o N.T a pie di pagina sono abbastanza chiare, non dovresti avere problemi.


 
Grazie mille!!!! Apr 12

La ringrazio moltisimo.

Le parte che devo omettere sono poche e si trovano in pagine specifiche, ma a volte occupano la maggior parte della pagina. Comunque penso che possa andare bene come mi ha suggerito lei, usando le parentesi quadre [omissis].

Per quanto riguarda a "togliere o cancellare", i documenti sono cartacei in originali, quindi meglio "cancellare". Tuttavia, con questo termine, si intende con una penna?

Un'altra questione riguardo a questi documenti. Entrambi possiedono l'Apostille dell'aja e vanno spillati con un certificato all'inizio dei documenti. Inoltre, nel centro delle due pagine hanno messo due timbri (uguali). Io ho scritto questo [N. T.: questa pagina è unita alla prossima tramite spillatura ed entrambi condividono due timbri identici: xxx] pensa che possa andare bene?

Grazie mille


 

Traduzioni Asseverate
Italy
Local time: 03:19
Sì, perché no! Apr 18

In realtà in Italia è a discrezione del traduttore. Per me va benissimo come hai messo. Io tendo a sintetizzare, magari inserendo, ad esempio: [timbro di congiunzione della Prefettura di Milano fra le pagine dell'originale]
[due timbri rotondi del Comune di Foggia]. Oppure [timbro]: Il funzionario incaricato.
E così via.
Personalmente non mi piacciono le spiegazioni troppo prolisse nelle traduzioni asseverate.

Quanto a cancellare alcune parti, basta che siano poche cose. Se su richiesta del cliente non sono effettivamente da tradurre (ma bisogna esserne sicuri), allora fai cancellare al cliente a penna. E tu nella traduzione riporti, ad esempio, [omissis parti cancellate a penna].

Spero ti siano utili queste indicazioni.

P.S.- Edito per aggiungere che sul verbale di asseverazione è riportato che il tuo scopo è far conoscere la verità. Quindi l'importante è che prevalga la buona fede se per qualsiasi motivo importante ritieni di saltare pagine o parti di esse. A volte non tradurre quelle parti può riflettere meglio una situazione (immagina, per esempio, un piano di studi dove siano riportate tutte le materie di un certo percorso accademico ma che l'interessato non ha eseguito). Ecco, in un caso così meglio omettere per fare onore alla verità.
Se invece il cliente vuole omettere parti che a lui "non conviene" tradurre perché altrimenti pensa di non raggiungere uno scopo (per esempio la cittadinanza italiana) allora non cedere a compromessi e traduci tutto.
Un altro esempio che mi viene in mente adesso: se un fascicolo è composto da 10 pagine, tutte su carta intestata, non serve tradurre tutto. In quei casi si inserisce solitamente: [su carta intestata di...] In questo modo fai risparmiare al cliente un po' di marche da bolloicon_wink.gif. Quindi tutto con criterio, poi non ti fossilizzare nella forma, perché come ti dicevo, in Italia c'è molta "flessibilità"icon_wink.gif Chiamiamola così.icon_biggrin.gif

¡Que tengas suerte!

[Modificato alle 2018-04-18 22:10 GMT]


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Traduzioni asseverate: loghi, timbri e immagini

Advanced search






SDL Trados Studio 2019 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2019 has evolved to bring translators a brand new experience. Designed with user experience at its core, Studio 2019 transforms how new users get up and running, helps experienced users make the most of the powerful features, ensures new

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search