Pages in topic:   [1 2 3] >
Come comportarsi con le Memorie di traduzione?
Thread poster: Cartrad

Cartrad
Italy
Local time: 08:33
English to Italian
+ ...
Sep 12, 2016

Buon pomeriggio colleghi/e,

chiedo la Vs opinione in merito al tema in oggetto. Traduco per alcune agenzie che mi chiedono espressamente di lavorare con Trados, però mi viene un dubbio su come comportarmi con le TM.

Queste agenzie mi chiedono espressamente di mandare loro la TM aggiornata al termine di ogni traduzione.

Se la TM me l'hanno fornita loro mi sembra giusto ridargliela, ma come comportarsi in caso di TM create ex novo da me (con file in cui non vi erano repetitions di nessun genere ma era tutto da tradurre ex novo)? E' giusto professionalmente ed eticamente che queste agenzie in futuro possano dare ad altri traduttori TM create interamente da me?


Mi è sorto questo dubbio.

Che ne dite?


Grazie


Direct link Reply with quote
 

Anthony Green  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Italian to English
certo Sep 12, 2016

loro sono il committente ed è una loro richiesta.
E' un modo per facilitare il loro lavoro che potrebbero anche svolgere facendo un alignment, ma è più collaborativo condividere un TM


Direct link Reply with quote
 

Gianluca Attoli  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
- Sep 15, 2016

È giusto, è prassi, è parte del servizio per cui vieni pagato, ed è anche uno dei motivi d'essere delle TM.

Direct link Reply with quote
 

Mirko Mainardi  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
Prassi Sep 15, 2016

Gianluca Attoli wrote:

È giusto, è prassi, è parte del servizio per cui vieni pagato, ed è anche uno dei motivi d'essere delle TM.


Magari sarà anche "prassi", ma per il resto...

Il lavoro per cui veniamo pagati è tradurre un testo da X a Y, punto. L'uso di uno strumento CAT, con memorie di traduzione e glossari, aumenta la coerenza del testo e facilita l'uniformità di stile anche tra traduttori diversi, il che rappresenta di per sé un valore aggiunto per il cliente, valore aggiunto per cui il cliente paga... meno. Infatti, a questo "valore aggiunto" offerto al cliente, "nella prassi", si contrappongono molto spesso tariffe più basse (matrici di "sconti", calcoli di "fuzzy interni" e amenità varie), costi più alti per il traduttore (il costo di uno o più CAT, di imparare a usarlo, degli aggiornamenti, ecc.), una maggior facilità di essere sostituiti da altri (o di vedere un lavoro diviso tra n traduttori diversi), e non sempre aumenti rilevanti a livello di produttività.

Questa "prassi" è, secondo me, il risultato di uno squilibrio di "potere" in favore di agenzie e sviluppatori di CAT rispetto al mondo assolutamente non regolamentato, frammentato e disomogeneo dei traduttori, ma non direi sicuramente che questo "è giusto"...


Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 07:33
Member (2008)
Italian to English
A me Sep 17, 2016

A me mi sembra una fregatura. Motivo per cui dico sempre che non uso i CAT tools.

[Edited at 2016-09-17 07:57 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Mirko Mainardi  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
Clienti Sep 17, 2016

Tom in London wrote:

A me mi sembra una fregatura. Motivo per cui dico sempre che non uso i CAT tools.


Beh, penso che dipenda molto dai clienti che hai (o con cui vorresti lavorare) e da quello che traduci...

Se sei un traduttore letterario o lavori soprattutto con clienti diretti, immagino non sia un gran problema...


Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 07:33
Member (2008)
Italian to English
Dico Sep 17, 2016

Mirko Mainardi wrote:

Tom in London wrote:

A me mi sembra una fregatura. Motivo per cui dico sempre che non uso i CAT tools.


Beh, penso che dipenda molto dai clienti che hai (o con cui vorresti lavorare) e da quello che traduci...

Se sei un traduttore letterario o lavori soprattutto con clienti diretti, immagino non sia un gran problema...


Ho scritto "DICO sempre....."


Direct link Reply with quote
 

Mirko Mainardi  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
Leggo Sep 17, 2016

Tom in London wrote:

Mirko Mainardi wrote:

Tom in London wrote:

A me mi sembra una fregatura. Motivo per cui dico sempre che non uso i CAT tools.


Beh, penso che dipenda molto dai clienti che hai (o con cui vorresti lavorare) e da quello che traduci...

Se sei un traduttore letterario o lavori soprattutto con clienti diretti, immagino non sia un gran problema...


Ho scritto "DICO sempre....."


E io l'ho letto...


Direct link Reply with quote
 

Paolo Sebastiani  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
Nessuno potrà fermare il progresso Sep 17, 2016

Mirko Mainardi wrote:

Gianluca Attoli wrote:

È giusto, è prassi, è parte del servizio per cui vieni pagato, ed è anche uno dei motivi d'essere delle TM.


Magari sarà anche "prassi", ma per il resto...

Il lavoro per cui veniamo pagati è tradurre un testo da X a Y, punto. L'uso di uno strumento CAT, con memorie di traduzione e glossari, aumenta la coerenza del testo e facilita l'uniformità di stile anche tra traduttori diversi, il che rappresenta di per sé un valore aggiunto per il cliente, valore aggiunto per cui il cliente paga... meno. Infatti, a questo "valore aggiunto" offerto al cliente, "nella prassi", si contrappongono molto spesso tariffe più basse (matrici di "sconti", calcoli di "fuzzy interni" e amenità varie), costi più alti per il traduttore (il costo di uno o più CAT, di imparare a usarlo, degli aggiornamenti, ecc.), una maggior facilità di essere sostituiti da altri (o di vedere un lavoro diviso tra n traduttori diversi), e non sempre aumenti rilevanti a livello di produttività.

Questa "prassi" è, secondo me, il risultato di uno squilibrio di "potere" in favore di agenzie e sviluppatori di CAT rispetto al mondo assolutamente non regolamentato, frammentato e disomogeneo dei traduttori, ma non direi sicuramente che questo "è giusto"...


Il progresso nell'ambito del settore delle traduzioni (soprattutto tecniche) è l'uso dei CAT TOOL e delle TM, chi non ama questo sistema può certamente continuare a tradurre nella maniera tradizionale. Se uno può permettersi il lusso di accettare solo progetti con traduzione tradizionale lo può fare liberamente ma non può opporsi alla rivoluzione che sta avvenendo nel nostro settore della traduzione. I cat tool sono una realtà innovativa così come sono tantissimi altri software per tantissimi altri settori dell'attività umana..... e qui non sto a nominare tutti i vari AUTOCAD che hanno abbattuto il povero geometra o architetto tradizionalista, che si ostinava ad usare la matita e ed il righello per tracciare le linee rette!!! Il progresso va avanti, nascono continuamente nuovi metodi e nuove soluzioni per qualsiasi attività umana, però se uno ha intenzione di arare ancora il proprio appezzamento di terra con un vomero di legno trainato da due mucche può certamente continuare a farlo, ma senza tirare in ballo chissà quale principio etico o morale che dovrebbe dominare tutti noi!
Questo è il mio pensiero e spero che possa essere condiviso dalla maggior parte di voi ma chi non lo condivide potrà comunque essere sempre un bravissimo traduttore tradizionale. Buon lavoro a tutti!

[Modificato alle 2016-09-17 09:50 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Mirko Mainardi  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
Non ho detto il contrario... Sep 17, 2016

Paolo Sebastiani wrote:

Mirko Mainardi wrote:

Gianluca Attoli wrote:

È giusto, è prassi, è parte del servizio per cui vieni pagato, ed è anche uno dei motivi d'essere delle TM.


Magari sarà anche "prassi", ma per il resto...

Il lavoro per cui veniamo pagati è tradurre un testo da X a Y, punto. L'uso di uno strumento CAT, con memorie di traduzione e glossari, aumenta la coerenza del testo e facilita l'uniformità di stile anche tra traduttori diversi, il che rappresenta di per sé un valore aggiunto per il cliente, valore aggiunto per cui il cliente paga... meno. Infatti, a questo "valore aggiunto" offerto al cliente, "nella prassi", si contrappongono molto spesso tariffe più basse (matrici di "sconti", calcoli di "fuzzy interni" e amenità varie), costi più alti per il traduttore (il costo di uno o più CAT, di imparare a usarlo, degli aggiornamenti, ecc.), una maggior facilità di essere sostituiti da altri (o di vedere un lavoro diviso tra n traduttori diversi), e non sempre aumenti rilevanti a livello di produttività.

Questa "prassi" è, secondo me, il risultato di uno squilibrio di "potere" in favore di agenzie e sviluppatori di CAT rispetto al mondo assolutamente non regolamentato, frammentato e disomogeneo dei traduttori, ma non direi sicuramente che questo "è giusto"...


Il progresso nell'ambito del settore delle traduzioni (soprattutto tecniche) è l'uso dei CAT TOOL e delle TM, chi non ama questo sistema può certamente continuare a tradurre nella maniera tradizionale. Se uno può permettersi il lusso di accettare solo progetti con traduzione tradizionale lo può fare liberamente ma non può opporsi alla rivoluzione che sta avvenendo nel nostro settore della traduzione. I cat tool sono una realtà innovativa così come sono tantissimi altri software per tantissimi altri settori dell'attività umana..... e qui non sto a nominare tutti i vari AUTOCAD che hanno abbattuto il povero geometra o architetto tradizionalista, che si ostinava ad usare la matita e ed il righello per tracciare le linee rette!!! Il progresso va avanti, nascono continuamente nuovi metodi e nuove soluzioni per qualsiasi attività umana, però se uno ha intenzione di arare ancora il proprio appezzamento di terra con un vomero di legno trainato da due mucche può certamente continuare a farlo, ma senza tirare in ballo chissà quale principio etico o morale che dovrebbe dominare tutti noi!
Questo è il mio pensiero e spero che possa essere condiviso dalla maggior parte di voi ma chi non lo condivide potrà comunque essere sempre un bravissimo traduttore tradizionale. Buon lavoro a tutti!


Scusa Paolo, ma non mi sembra proprio di aver detto il contrario. Anzi, ho detto che "l'uso di uno strumento CAT, con memorie di traduzione e glossari, aumenta la coerenza del testo e facilita l'uniformità di stile" e crea "valore aggiunto", ma ho aggiunto anche che spesso e volentieri a questo si contrappone un peggioramento delle condizioni economiche per il traduttore che ne fa uso, il che mi sembra decisamente paradossale.

Il tuo paragone con i software CAD non regge da questo punto di vista, perché non credo che il geometra/architetto che usa programmi CAD venga pagato meno dai suoi clienti perché usa uno strumento che rende più agevole e preciso il suo lavoro, o sbaglio?


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 07:33
Member (2004)
English to Italian
Il cliente ti paga il lavoro... Sep 17, 2016

quindi le traduzioni sono sue! Se non vuoi dargli le memorie, l'unico modo per evitarlo è non usare un CAT, o dire di non usarlo... Se lo usi, anche se non gli dai le memorie, il cliente si importa tranquillamente i file bilingui nella sua memoria... e anche se non usi un CAT, il cliente può allineare i file, creare una memoria e darla a un altro traduttore.

Per quanto riguarda l'inarrestabile tecnologia a cui non ci si può sottrarre, io non ho nulla in contrario... quello a cui sono contrario è quando si usa la tecnologia (acquistata da noi) per pagare meno. Ironicamente, dovremmo essere pagati di più perché abbiamo acquistato uno strumento che ci consente di fare un lavoro migliore. Credo che il settore delle traduzioni sia davvero un caso unico e raro da questo punto di vista... prova a dire a un idraulico che lo paghi di meno perché usa attrezzi modernessimi........


Direct link Reply with quote
 

Paolo Sebastiani  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
In effetti non si è pagati di meno Sep 17, 2016

Giovanni Guarnieri MITI, MIL wrote:

quindi le traduzioni sono sue! Se non vuoi dargli le memorie, l'unico modo per evitarlo è non usare un CAT, o dire di non usarlo... Se lo usi, anche se non gli dai le memorie, il cliente si importa tranquillamente i file bilingui nella sua memoria... e anche se non usi un CAT, il cliente può allineare i file, creare una memoria e darla a un altro traduttore.

Per quanto riguarda l'inarrestabile tecnologia a cui non ci si può sottrarre, io non ho nulla in contrario... quello a cui sono contrario è quando si usa la tecnologia (acquistata da noi) per pagare meno. Ironicamente, dovremmo essere pagati di più perché abbiamo acquistato uno strumento che ci consente di fare un lavoro migliore. Credo che il settore delle traduzioni sia davvero un caso unico e raro da questo punto di vista... prova a dire a un idraulico che lo paghi di meno perché usa attrezzi modernessimi........


Ciao Giovanni,

In effetti, non è che chi usa i CAT TOOL sia pagato di meno, semplicemente lo scenario in cui ci troviamo è questo: l'agenzia ci da un documento da tradurre di 10,000 parole ma ci da anche una TM che contiene 3000 parole FULL MATCH e diciamo altre 2000 parole FUZZY MATCH inerenti al documento da tradurre.
Praticamente anche se apparentemente l'agenzia ci ha dato un documento che conta 10,000 parole in effetti sarebbero decurtate effettivamente a 7000 perché ci sono 3000 parole Full Match che non richiedono nessun nostro intervento e poi ci sono altre 2000 parole (di queste 7000 rimaste), che sono all'interno di frasi già parzialmente tradotte (sempre grazie alla TM che l'agenzia ci ha mandato) quindi il nostro intervento per queste 2000 parole è minimo o marginale.

Pertanto, stando a questo scenario l'agenzia ci pagherà come segue:

3000 parole FULL MATCH: 10% della tariffa concordata (ma noi non le dobbiamo neanche toccare queste parole!)
2000 parole FUZZY MATCH: 50% della tariffa concordata (dobbiamo intervenire solo marginalmente su queste frasi)
5000 parole NO MATCH: pagate a tariffa piena (solo queste sono le parole che devono essere integralmente tradotte dal traduttore)

Se poi il documento contiene delle frasi che si ripetono all'interno del documento stesso, independentemente dalla TM collegata al progetto (le cosddette REPETITIONS) verremmo pagati solo per la prima occorrenza e non anche per le eventuali ripetizioni e questo mi sembra che rientri in una certa logica, non lo vedo come un comportamento usurpante da parte dell'agenzia.

Quindi effettivamente quando diciamo che veniamo pagati di meno, come si deduce da questo scenario, le cose non stanno proprio così, però non è che voglio portare avanti una campagna pubblicitaria a favore dei CAT TOOL, lo so bene che esistono aziende come SDL in primis, che ci sta marciando molto su questo e di fatto impone ai suoi utenti di cambiare software ogni 18 o 24 mesi, (sborsando altri quattrini) il che sinceramente, nessuno ne sente il vero bisogno.

Spero di non avervi annoiato con questo lungo sermone.

Ciao
Paolo


Direct link Reply with quote
 

Mirko Mainardi  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
Teoria vs. pratica Sep 17, 2016

Paolo Sebastiani wrote:

...

Pertanto, stando a questo scenario l'agenzia ci pagherà come segue:

3000 parole FULL MATCH: 10% della tariffa concordata (ma noi non le dobbiamo neanche toccare queste parole!)
2000 parole FUZZY MATCH: 50% della tariffa concordata (dobbiamo intervenire solo marginalmente su queste frasi)
5000 parole NO MATCH: pagate a tariffa piena (solo queste sono le parole che devono essere integralmente tradotte dal traduttore)

...


Questa è la teoria, poi le cose possono benissimo andare (e spesso vanno) diversamente nella pratica, per un numero infinito di ragioni legate al singolo caso concreto, che si tratti di utilizzo di memorie legacy di "bassa qualità" (a livello di qualità delle traduzioni o di coerenza interna, per esempio); di 100%/ripetizioni che in realtà possono fare riferimento a cose totalmente diverse in base al contesto in cui sono inserite; di utilizzo di tag/placeholder diversi in segmenti altrimenti uguali, ma che vanno controllati uno a uno per significato/accordo grammaticale/ecc., pur producendo match del 99 o del 100%; di segmenti che, isolati, sono match al 100% o ripetizioni, ma che in contesto necessitano di modifiche (punteggiatura, sintassi, unione/divisione di segmenti); del fatto che, anche se ti ritrovi un match completo o parziale di qualcun altro, devi comunque controllarlo per verificare che sia giusto/adatto al contesto; ecc.

E comunque, anche se le cose stessero sempre come nel tuo esempio (e non è così), cioè come "da manuale", ciò non toglie che, come dicevo, a fronte della produzione di un valore aggiunto, il traduttore viene, di fatto, pagato meno rispetto a quanto verrebbe pagato senza l'utilizzo di uno strumento CAT (e quindi senza l'offerta al cliente di quel valore aggiunto). Questa non è un'opinione, ma un dato di fatto.


Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 07:33
Member (2008)
Italian to English
Ah sì- il progresso. Ma c'è ancora qualcuno che ci crede? Sep 17, 2016

Caro Paolo,

L'idea che esista un cosa chiamata il "progresso" e che essa ci porti verso un futuro sempre migliore risale al '600, ed è legata ad una concezione lineare del tempo. Benché l'idea del "progresso" ormai abbia direi un aspetto piuttosto buffo, pittoresco o antiquato, per qualcuno "il progresso" rappresenta un valore assoluto e indiscutibile, anzi una credenza, nel senso religioso.

Ti suggerisco una bella lettura:

"Il progresso può definirsi come un processo che accumula tappe, la più recente delle quali è sempre giudicata preferibile e migliore, ossia qualitativamente superiore a quella che l’ha preceduta......Si tratta dunque di un cambiamento orientato, e orientato verso il meglio, al contempo necessario (non si ferma il progresso) e irreversibile (non c’è globalmente un ritorno indietro possibile). Essendo il miglioramento ineluttabile, se ne deduce che domani sarà sempre migliore."

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=14809

Come architetto, aggiungo che il CAD non ha migliorato l'architettura. Anzi....

[Edited at 2016-09-17 14:13 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Paolo Sebastiani  Identity Verified
Italy
Local time: 08:33
Member
English to Italian
+ ...
È vero ogni progetto ha le sue peculiarità Sep 17, 2016

Si hai perfettamente ragione che la vita lavorativa non sempre rispecchia lo scenario ideale che ho presentato nel post precedente, d'altronde il mio era solo un esempio semplificatore, spesso la realtà è ben diversa e piena di ostacoli. Tuttavia se l'agenzia ci chiede di rivedere anche le frasi che il CAT considera FULL MATCH, è ovvio che dobbiamo pretendere una percentuale di pagamento maggiore rispetto al 10% che avevo paventato.
Se l'agenzia richiede di revisionare i FULL MATCHES e pretende di non pagarceli o di pagarceli una miseria, noi traduttori abbiamo la libera scelta di declinare l'offerta e di passare oltre!
Purtroppo nel business vince chi ha maggior capacità contrattuale, così come in amore vince "chi meno ama" come recitava una vecchia canzone di Marco Ferradini degli anni 80'.
Chi ha veramente bisogno di lavorare per sopravvivere dovrà accettare spesso anche dei soprusi perpetrati dalle agenzie più spavalde, mentre chi non ha problemi di sopravvivenza così impellenti potrà permettersi il lusso di declinare l'offerta quando questa non incontra le proprie aspettative.
Dal mio punto di vista non credo che ci si debba scandalizzare o addirittura indignare quando vediamo una richiesta di tradzuione con una tariffa di 3 centesimi a parola, magari anche urgente e con un linguaggio molto specifico.
Basta non rispondere oppure rispondere per declinare l'offerta, d'altronde noi siamo liberi di accettare o rifiutare qualunque cosa ma anche l'agenzia o chiunque altro è libero di offrire e proporre qualunque cosa. O no?
Non c'è bisogno di fare tutte quelle polemiche che spesso leggo in giro per aver ricevuto una proposta indecente!!!
Basta non accettarla, tutto qui.
Siamo in un mondo globalizzato dove possiamo venire a contatto con qualsiasi offerta o richiesta, ma per fortuna siamo anche in un mondo libero dove ancora possiamo scegliere......
Un saluto a tutti e buon weekend!
Ciao Paolo

[Modificato alle 2016-09-17 14:15 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Come comportarsi con le Memorie di traduzione?

Advanced search






LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »
Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search