Tempistiche di traduzione EN-ITA - ambito giuridico
Thread poster: Akikorossella

Akikorossella  Identity Verified
Italy
Local time: 22:31
Japanese to Italian
+ ...
Oct 22

Cari colleghi,
vi sottopongo una questione perché ho bisogno di un parere.
Ho svolto una traduzione dall'inglese all'italiano, che si è rivelata di 119.862 parole e 794.071 caratteri, spazi inclusi, in circa due mesi (oltre ad una pausa di circa due settimane), in materia di diritto internazionale privato.
Secondo il committente, avrei dovuto finire il tutto in 30 giorni, compresa la correzione delle prime venti pagine in inglese e la nuova traduzione di 40 pagine, nel frattempo modificate dagli autori, oltre ad un numero non precisato di casi pratici (che non ho ancora tradotto).
Tutto il testo è stato scritto da non madrelingua, quindi presenta parecchi errori in origine e punti non chiari, ed ha molti rimandi a citazioni di norme e sentenze, di cui ho dovuto ricercare e confrontare la traduzione originale e le vicende descritte nei vari casi.
A ciò si aggiunge il fatto che le ultime trenta pagine (su 325 totali) le ho ricevute soltanto durante l'ultima settimana, in quanto il committente non ha voluto fornirmele prima di avere il resto della traduzione.
Secondo voi tale mole di lavoro sarebbe stata possibile in un mese soltanto?
Sapete dirmi dove potrei ottenere un parere ufficiale (ad esempio dall'AITI) o un documento in cui sono scritte nero su bianco le tempistiche di traduzione medie, anche solo indicative, di un traduttore professionista?

N.B.: Il bando relativo a questa traduzione parlava di "180/200 pagine" e non faceva riferimento al numero di caratteri o parole, anche perché il lavoro originale era ancora in itinere al momento della conclusione del contratto con la pubblica amministrazione.


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 16:31
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Non si può pretendere di più. Ma sono importanti gli accordi e le comunicazioni scritte. Oct 22

Secondo gli standard generalmente accettati nella nostra professione 200 cartelle dovrebbero essere meno di 55.000 parole circa e una velocità di 3.000 parole giornaliere, salvo casi particolari, è difficilmente raggiungibile o superabile. Se il testo originale presenta problemi e se le esigenze del cliente richiedono lavoro supplementare, i tempi si allungano.

Un mese comprende circa 21 giorni lavorativi, per cui si deve considerare irragionevole presumere *tacitamente* che in questo tempo si possano tradurre più di 63.000 parole e per giunta soddisfare problematiche e richieste aggiuntive.

Tralascio la questione delle "due settimane di pausa" non mi risulta chiara. Ma comunque un punto delicato è la comunicazione tra te e il cliente: come è possibile che la protesta del cliente sia arrivata solo a cose fatte, cioè un mese dopo la data in cui si aspettava la consegna? Come mai avete parlato di "pagine" senza specificarne la densità? Lui aveva comunicato preventivamente la richiesta di completare la traduzione in 30 giorni? E se sì, quando hai ricevuto il testo l'hai avvertito che non era possibile soddisfarla? Hai ottenuto un chiaro consenso, (al limite anche implicito, ma dimostrabile) a procedere comunque?

Riguarda bene il tuo PO o, in mancanza di PO, lo scambio di email con cui avete concordato il lavoro. Se vi trovi conferme *scritte* dell'irragionevolezza delle aspettative del cliente, faglielo presente in modo documentato e se necessario fagli capire che sei pronta a andare fino in fondo. Se invece noti qualche carenza nelle comunicazioni (come purtroppo può capitare soprattutto in un contesto di forte urgenza) sarà meglio spiegare l'origine del malinteso e cercare la più giusta soluzione di compromesso.

Se possibile ti conviene presumere che il cliente protesti, seppure a torto, in buona fede. Può anche capitare che qualcuno "ci marci", nel senso che chiede consegne al limite massimo dell'urgenza, poi avanza ulteriori richieste o anche suppliche "di aiuto" con l'apparente sottointeso che l'importante è completare il lavoro più presto possibile, dà segni di apprezzare che stai cercando di fare il massimo umanamente possibile e di accontentarsene, e invece alla fine si appiglia al tempo supplementare che è stato necessario per contestare il pagamento. Mi è successo una volta: ho lavorato tutta la notte per poi prendermi un'inutile arrabbiatura. Ma è sempre imperativo concordare per iscritto i termini relativi ad ogni esigenza non concordata (ad es. a causa dei problemi di qualità substandard del testo originale) e di ogni richiesta supplementare. In mancanza di questo, anche in caso di disonestà le tue armi di difesa risulteranno più o meno spuntate.

[Edited at 2017-10-22 22:38 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Educare il cliente Oct 25

Ha ragione Luca in tutto quello che dice: sono tutte cose che vanno chiarite prima di iniziare il lavoro - anzi, prima ancora di fare il preventivo. 794.000 battute (presumo che per "caratteri" tu intenda "caratteri + spazi", che già così le parole sono piuttosto lunghe) sono 529 cartelle da 1500 battute. Visto che lavoro anche con altri clienti, normalmente chiederei 100 giorni lavorativi per un lavoro del genere (circa cinque mesi) ma potrei anche decidere di lavorare qualche fine settimana e, se per qualche motivo non volessi accettare altro lavoro, potrei scendere a un minimo di 10 settimane, diciamo, anche se non sarei contento di fare un lavoro così in fretta. Pensare di tradurre 529 cartelle e trovarsi con un testo vagamente comprensibile in un solo mese sarebbe ridicolo. Sarebbe possibile farlo dividendo il lavoro fra più traduttori ma questo è una cosa che io, personalmente, non farei.

ciao
Simon


Direct link Reply with quote
 

Marcella Marino  Identity Verified
Italy
Local time: 22:31
Member (2016)
English to Italian
+ ...


Posted via
ProZ.com Mobile


Sono d'accordo nell'educare il cliente Oct 28

Ciao Rossella,

sono d'accordo sia con Luca sia con Simon. È necessario accordarsi prima e soprattutto educare il cliente, nel senso fargli capire tutto il lavoro e l'impegno che ci sono dietro una traduzione professionale di alto livello, da cui derivano poi il compenso e le tempistiche richieste. Fortunatamente tanti lo sanno e se ne rendono conto, ma sempre meglio chiarire il concetto.

Riguardo la domanda su eventuali linee guida relative alle tempistiche, credo che non troverai scritto da nessuna parte "traduzione in ambito x di x parole/cartelle = x tempistiche circa". Queste dipendono da tanti fattori, l'ambito della traduzione, la complessità del testo, la lunghezza, se il testo di partenza è scritto bene o meno, tra le altre cose.
Perciò mi accodo al consiglio di Luca: riguarda le comunicazioni con il cliente. Se noti qualche carenza, cerca il miglior compromesso, facendogli però capire cosa c'è dietro il tuo lavoro.

Spero che la situazione si risolverà nel migliore dei modi!


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Tempistiche di traduzione EN-ITA - ambito giuridico

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search