Stipendio traduttore freelance full-time
Thread poster: Irene Fioravanzo

Irene Fioravanzo
Italy
Local time: 02:04
German to Italian
+ ...
May 11

Ciao a tutti,

probabilmente questa domanda è già stata fatta un milione di volte ma abbiate pazienda e datemi qualche consiglio per favore:
c'è per me l'opportunità di lavorare full time come freelance per un'agenzia tedesca: mi è stato chiesto quanto vorrei guadagnare netto al mese.
Considerato che dovrei aprire una P. IVA, e che la tassazione in Italia è folle, quanto dovrei guadagnare per portare a casa alla fine del mese circa 1.200€ netti?
Dovrei poi comprare sicuramente un CAT Tool e far tradurr il contratto per l'agenzia delle entrate.
Dovrei inoltre rivolgermi ad un commercialista, avere un timbro dalla camera di commercio, emettere fatture (in tedesco e italiano??).

Traduttori freelance di tutti il mondo, unitevi e datemi qualche dritta (se secondo voi ne vale la pena).


Direct link Reply with quote
 

Chiara Santoriello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:04
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Traduttore freelance full-time May 12

Ciao Irene,

chiedi la tua tariffa a parola oppure oraria in base al tipo di lavoro e fattura le parole o le ore in base ai progetti che ti vengono assegnati. Un importo forfait potrebbe andare a loro vantaggio. Ricordati che full-time non vuol dire essere dipendente. La tariffa da te proposta è a mio avviso troppo bassa. Calcola che devi anche pagarci le tasse.

Good luck
Chiara

Irene Fioravanzo wrote:

Ciao a tutti,

probabilmente questa domanda è già stata fatta un milione di volte ma abbiate pazienda e datemi qualche consiglio per favore:
c'è per me l'opportunità di lavorare full time come freelance per un'agenzia tedesca: mi è stato chiesto quanto vorrei guadagnare netto al mese.
Considerato che dovrei aprire una P. IVA, e che la tassazione in Italia è folle, quanto dovrei guadagnare per portare a casa alla fine del mese circa 1.200€ netti?
Dovrei poi comprare sicuramente un CAT Tool e far tradurr il contratto per l'agenzia delle entrate.
Dovrei inoltre rivolgermi ad un commercialista, avere un timbro dalla camera di commercio, emettere fatture (in tedesco e italiano??).

Traduttori freelance di tutti il mondo, unitevi e datemi qualche dritta (se secondo voi ne vale la pena).



[Modificato alle 2018-05-12 17:27 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Mirko Mainardi  Identity Verified
Italy
Local time: 02:04
Member
English to Italian
Esclusività May 12

Irene Fioravanzo wrote:

c'è per me l'opportunità di lavorare full time come freelance per un'agenzia tedesca: mi è stato chiesto quanto vorrei guadagnare netto al mese.


Se intendi dire che lavoreresti solo per loro, va anche tenuto conto che questo ti renderebbe una "falsa partita IVA".

Quanto alla somma, se vuoi avere circa 1200 € netti al mese (spese escluse), penso che dovresti incassare minimo 1800 (ipotizzando un regime dei minimi o forfettario).

Non credo che mandare il contratto di collaborazione all'AdE o essere registrati presso una camera di commercio siano obblighi previsti.

Rivolgersi a un commercialista/CAF per una consulenza penso sarebbe una buona idea.


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Il doppio a mio modesto avviso May 12

[quote]Mirko Mainardi wrote:

Irene Fioravanzo wrote:


Quanto alla somma, se vuoi avere circa 1200 € netti al mese (spese escluse), penso che dovresti incassare minimo 1800 (ipotizzando un regime dei minimi o forfettario).


Se con partita iva almeno 3000 lordi secondo me. Per il resto concordo in tutto con te Mirko.
Ah consiglio le fatture in inglese ormai accettate praticamente in tutta Europa. (Io le faccio in inglese).


Direct link Reply with quote
 

Irene Fioravanzo
Italy
Local time: 02:04
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie May 12

Grazie mille Mirko e Angie, mi siete stati di grande aiuto. Non so ancora se deciderò di imbarcarmi in questa avventura!

Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 01:04
Member (2008)
Italian to English
Attenzione May 12

Attenzione: non per fare il guastafeste ma non è permesso "lavorare full time come freelance" per un solo cliente. Ad ogni effetto di Legge tu saresti una impiegata dell'agenzia tedesca.

Ove il fisco italiano, e forse più importantemente il fisco tedesco, dovesse venire a sapere (ad esempio nel corso di un controllo) la vera natura del vostro rapporto, le implicazioni sia per l'agenzia sia per te potrebbero essere problematiche.

Lo dico come uno che si è trovato in una situazione molto simile, ormai diversi anni fa ma che ancora mi toglie il sonno.

Per aggirare il problema ti suggerirei di NON lavorare esclusivamente, e neppure prevalentemente, per quel unico cliente. Dovresti continuare ad accettare altri lavori, fatturando a clienti diversi e in modo tale che le tue fatture al cliente tedesco non siano sempre per la medesima cifra.

Consultarti con un commercialista che abbia le ***** quadrate.

[Edited at 2018-05-12 14:55 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Irene Fioravanzo
Italy
Local time: 02:04
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie 2 May 12

Grazie mille anche a te Tom, a quanto pare non è proprio una questione da prendere alla leggera.

Direct link Reply with quote
 

Chiara Santoriello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:04
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Il mio parere May 12

Se si fattura a parola/ora in base al progetto secondo me questo pericolo è scongiurato.



Tom in London wrote:

Attenzione: non per fare il guastafeste ma non è permesso "lavorare full time come freelance" per un solo cliente. Ad ogni effetto di Legge tu saresti una impiegata dell'agenzia tedesca.

Ove il fisco italiano, e forse più importantemente il fisco tedesco, dovesse venire a sapere (ad esempio nel corso di un controllo) la vera natura del vostro rapporto, le implicazioni sia per l'agenzia sia per te potrebbero essere problematiche.

Lo dico come uno che si è trovato in una situazione molto simile, ormai diversi anni fa ma che ancora mi toglie il sonno.

Per aggirare il problema ti suggerirei di NON lavorare esclusivamente, e neppure prevalentemente, per quel unico cliente. Dovresti continuare ad accettare altri lavori, fatturando a clienti diversi e in modo tale che le tue fatture al cliente tedesco non siano sempre per la medesima cifra.

Consultarti con un commercialista che abbia le ***** quadrate.

[Edited at 2018-05-12 14:55 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Traduzioni Asseverate
Italy
Local time: 02:04
Non stipendio ma compenso May 12

Buongiorno Irene,

anzitutto dirti che un traduttore freelance, ovvero un libero professionista, non ha stipendio. Per questo è proprio libero professionista e autonomo nella gestione del proprio lavoro.

Quindi se il tuo lavoro presso questa agenzia sarà, come hai scritto, come "freelance" e con obbligo di aprire Partita IVA, devi parlare di compenso e non di stipendio. Inoltre, i professionisti parlano sempre in termini di compenso lordo e non netto.

Se invece l'agenzia vuole assumerti con un contratto a tempo pieno e con carattere di esclusività, allora saresti una dipendente, non una freelance. Normalmente a un freelance nessuno chiede quanto vuole guadagnare al mese.icon_wink.gif

La terza ipotesi è che l'agenzia voglia firmare con te un contratto di esclusività senza Partita IVA, e cioè assumendoti come dipendente, fisicamente sul posto oppure, su accordo, a distanza (tipo telelavoro).

Se confermerai con l'agenzia che il lavoro che ti è stato offerto è freelance con P. IVA e con esclusività, il compenso deve essere proporzionato ai tuoi rischi di impresa, perché dal momento che apri la Partita IVA devi assumere tutti gli oneri connessi: apertura della Partita IVA (non è gratis), fra l'altro a metà anno, relative tasse e INPS, acquisto di software, aggiornamento-acquisto hardware, materiale di lavoro, bollette, eventuali corsi di aggiornamento, ecc.). D'altra parte, l'esclusività comporterebbe per te che non potresti assumere altri incarichi di traduzione da nessun altro cliente per il tutta la durata del contratto.

Considerando tutti questi fattori, l'importo netto che vorresti guadagnare (già libero di imposte e di spese), dovresti moltiplicarlo almeno per tre. E quello sarà il costo dell'agenzia straniera per averti come fornitore di traduzioni. Altrimenti è una fregatura.
Infine, considera che il mercato tedesco prevede in generale tariffe più elevate e compensi più alti rispetto al mercato italiano.

Saluti

[Modificato alle 2018-05-12 17:52 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 01:04
Member (2008)
Italian to English
Sì ma May 13

Chiara Santoriello wrote:

Se si fattura a parola/ora in base al progetto secondo me questo pericolo è scongiurato.


Sì ma se tutte le fatture sono sempre per il medesimo cliente.....

[Edited at 2018-05-13 07:25 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Chiara Santoriello  Identity Verified
Italy
Local time: 02:04
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Secondo me nel nostro caso non dovrebbero esserci problemi May 13

Scusa ma se uno è agli inizi e non ha altri clienti come deve fare? Anch'io quando ho iniziato e ho aperto la Partita IVA avevo un solo cliente.

https://www.regimeminimi.com/limiti-ai-compensi-da-un-solo-committente/

Tom in London wrote:

Chiara Santoriello wrote:

Se si fattura a parola/ora in base al progetto secondo me questo pericolo è scongiurato.


Sì ma se tutte le fatture sono sempre per il medesimo cliente.....

[Edited at 2018-05-13 07:25 GMT]


[Modificato alle 2018-05-13 14:34 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 01:04
Member (2008)
Italian to English
Rischio May 13

Chiara Santoriello wrote:

Scusa ma se uno è agli inizi e non ha altri clienti come deve fare? Anch'io quando ho iniziato e ho aperto la Partita IVA avevo un solo cliente.

https://www.regimeminimi.com/limiti-ai-compensi-da-un-solo-committente/

Tom in London wrote:

Chiara Santoriello wrote:

Se si fattura a parola/ora in base al progetto secondo me questo pericolo è scongiurato.


Sì ma se tutte le fatture sono sempre per il medesimo cliente.....

[Edited at 2018-05-13 07:25 GMT]


[Modificato alle 2018-05-13 14:34 GMT]


Mah... ho detto soltanto la mia, in base alla mia esperienza personale quando facevo il libero professionista in Italia ma lavoravo esclusivamente con uno studio in Inghilterra. Per riservatezza preferirei non "svelare" gli ulteriori dettagli di cosa è accaduto quando il commercialista dello studio ha notato che mi stavano pagando la s tessa cifra ogni mese ma non ero iscritto sul libro paghe....


Direct link Reply with quote
 

Maria Giovanna Polito  Identity Verified
Italy
Local time: 02:04
Member (2009)
French to Italian
+ ...
A proposito di avere un unico committente (da titolare di partita IVA)... May 13

Perdonate l'intervento che probabilmente non è completamente azzeccato, perché non riguarda il nostro settore, ma mi sembra pertinente. A me non è capitato di lavorare per un solo committente dall'apertura della partita IVA, però a un amico che lavora come perito assicurativo è stato proposto di aprire la partita IVA e lavorare come collaboratore esterno per un'unica azienda che gli paga uno stipendio fisso. Dunque credo che sia legale, anche se ovviamente va a vantaggio dell'azienda e non del "dipendente" (virgolettato perché dipendente a tutti gli effetti non è), dato che la prima non paga contributi e quant'altro, e il secondo paga invece tutto l'ambaradan che ben conosciamo legato alla partita IVA, ma questa è l'Italia... (e a quanto pare non solo).

Ciò detto, mi sorge il dubbio sollevato da Tom e ne parlerò con il mio amico che comunque ha aperto la partita IVA e ha iniziato questo percorso, quindi deduco ne abbia parlato prima con un commercialista.

Buona giornata a tutti!

[Edited at 2018-05-13 16:03 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Tom in London
United Kingdom
Local time: 01:04
Member (2008)
Italian to English
Infatti May 13

Infatti per tutto quel tempo il mio commercialista in Italia mai sollevò alcun problema. Era stato il commercialista dello studio a Londra che ha avvertito loro che se venissero "scoperti" (non dal fisco italiano ma da quello inglese) avrebbero dovuto versare tutte le tasse che non avevano detratto da quanto mi avevano pagato, più i contributi ecc ecc ovviamente con un effetto indotto anche su di me.

Per fortuna poco dopo ho terminato quel rapporto e sono passati diversi anni. Poi lo studio ha chiuso e ormai io ed i titolari dell'ex studio siamo fuori pericolo. Ma quella collaborazione era durata per diversi anni e non era stato un gran divertimento scoprire che potenzialmente era quella la situazione!

[Edited at 2018-05-13 16:24 GMT]


Direct link Reply with quote
 

SYLVY75  Identity Verified
Italy
Local time: 02:04
English to Italian
+ ...
Concordo May 14

Tom in London wrote:

Infatti per tutto quel tempo il mio commercialista in Italia mai sollevò alcun problema. Era stato il commercialista dello studio a Londra che ha avvertito loro che se venissero "scoperti" (non dal fisco italiano ma da quello inglese) avrebbero dovuto versare tutte le tasse che non avevano detratto da quanto mi avevano pagato, più i contributi ecc ecc ovviamente con un effetto indotto anche su di me.

Per fortuna poco dopo ho terminato quel rapporto e sono passati diversi anni. Poi lo studio ha chiuso e ormai io ed i titolari dell'ex studio siamo fuori pericolo. Ma quella collaborazione era durata per diversi anni e non era stato un gran divertimento scoprire che potenzialmente era quella la situazione!

[Edited at 2018-05-13 16:24 GMT]




Concordo pienamente con Tom.

Attenzione a questo tipo di collaborazioni! Essere mono-cliente è sempre un lavoro a rischio poiché è al pari di una 'falsa partita IVA'. Se l'agenzia vuole i tuoi servizi in esclusiva e conta di darti un compenso fisso a fine mese, ti dovrebbe assumere come dipendente (con contributi, malattia, annessi e connessi). La mia commercialista mi ha sempre messo in guardia da questo tipo di rapporto lavorativo. Il mio consiglio è di informarti bene, possibilmente evitando ogni rapporto di esclusività e continuando ad avere clienti diversi.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Stipendio traduttore freelance full-time

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search