Pages in topic:   < [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12] >
BB e legge italiana sulla diffamazione
Thread poster: Angie Garbarino

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Esatto, Grazie per aver postato Feb 16, 2006

tiny wrote

Quindi il rischio esiste. E' vero che poi il danno sarebbe tutto da dimostrare, però è vero che intanto ti devi prendere un avvocato (con relative spese connesse), per non parlare dell'aspetto psicologico, non trascurabile, del doversi difendere sapendo invece di essere stati noi a subire un torto.

Valentina


[Edited at 2009-12-30 09:36 GMT]

[Edited at 2009-12-30 09:39 GMT]


 

paolamonaco  Identity Verified
Italy
Local time: 07:26
English to Italian
+ ...
grazie per aver sollevato il problema Feb 16, 2006

Se il problema esiste, è bene esserne informati. Grazie dunque per aver sollevato la questione.

Credo che questa sia la ragione per cui alcuni traduttori inseriscono nella blueboard un voto senza aggiungere alcun commento.

Quello che mi chiedo è questo:
il problema può essere aggirato appellandosi al fatto che il sito è americano?
Se il server è fisicamente in America, non valgono le leggi americane?

Paola



[Edited at
... See more
Se il problema esiste, è bene esserne informati. Grazie dunque per aver sollevato la questione.

Credo che questa sia la ragione per cui alcuni traduttori inseriscono nella blueboard un voto senza aggiungere alcun commento.

Quello che mi chiedo è questo:
il problema può essere aggirato appellandosi al fatto che il sito è americano?
Se il server è fisicamente in America, non valgono le leggi americane?

Paola



[Edited at 2006-02-16 17:01]
Collapse


 

Angie Garbarino  Identity Verified
Member (2003)
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
putroppo no mi sono informata a suo tempo chiedendo anche a Henry Feb 16, 2006

paolamonaco wrote:

Se il problema esiste, è bene esserne informati. Grazie dunque per aver sollevato la questione.

Credo che questa sia la ragione per cui alcuni traduttori inseriscono nella blueboard un voto senza aggiungere alcun commento.

Quello che mi chiedo è questo:
il problema può essere aggirato appellandosi al fatto che il sito è americano?
Se il server è fisicamente in America, non valgono le leggi americane?

Paola



[Edited at 2006-02-16 17:01]


Lo speravo tanto anch'io

Se accedi dall'Italia sei soggetto alla legge Italiana

Ciao


 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 13:26
Member (2004)
Italian to English
+ ...
Mi dispiace davvero per le colleghe Feb 16, 2006

E mi dispiace che Angioletta ha dovuto imparare a sue spese quanto può essere ingiusta la legge.
Se questa è la situazione vuol dire che sulla BB possiamo inserire solo commenti positivi, allora? Non possiamo dire neanche "non ci lavorerò più"...???? Dobbiamo chiarire.
Il fatto che il sito è Americano, secondo me, cambia ben poco - anzi, peggiora le cose, perché il cliente criticato potrà accampare la scusa di maggiori danni.
Certo che il cliente di Angioletta ha saputo
... See more
E mi dispiace che Angioletta ha dovuto imparare a sue spese quanto può essere ingiusta la legge.
Se questa è la situazione vuol dire che sulla BB possiamo inserire solo commenti positivi, allora? Non possiamo dire neanche "non ci lavorerò più"...???? Dobbiamo chiarire.
Il fatto che il sito è Americano, secondo me, cambia ben poco - anzi, peggiora le cose, perché il cliente criticato potrà accampare la scusa di maggiori danni.
Certo che il cliente di Angioletta ha saputo il fatto suo - se si sparge la voce, ci sarà uno tsunami di denunce in un battibaleno.
Personalmente non inserisco commenti negativi (il peggiore che ho scritto è stato "sono bravissime persone ma trovano sempre la banca chiusa" o giù di lì) per paura di ritorsioni ... se scrivi "non m'ha pagato" e quello ti risponde "la tua traduzione era inguardabile", non è che ci fai bella figura. Unica consolazione è che adesso sappiamo (grazie all'intervento di Angioletta) che possiamo denunciare, a nostro turno, chi parla male di noi!
Slt
Angela




paolamonaco wrote:

Se il problema esiste, è bene esserne informati. Grazie dunque per aver sollevato la questione.

Credo che questa sia la ragione per cui alcuni traduttori inseriscono nella blueboard un voto senza aggiungere alcun commento.

Quello che mi chiedo è questo:
il problema può essere aggirato appellandosi al fatto che il sito è americano?
Se il server è fisicamente in America, non valgono le leggi americane?

Paola



[Edited at 2006-02-16 17:01]
Collapse


 

paolamonaco  Identity Verified
Italy
Local time: 07:26
English to Italian
+ ...
link utili per fare chiarezza (o ulteriore confusione?) Feb 16, 2006

Da quello che ho capito, la legislazione è abbastanza carente e non è molto chiara nel definire la competenza territoriale in caso di diffamazione via internet. Allego alcune informazioni sperando che possano essere utili.

Per poi individuare quale potere ha l'autorità giudiziaria italiana in merito a casi di diffamazione su siti che si trovano all'estero, è essenziale ricordare la sentenza n. 4741 del 27 dicembre 2000, con la quale la Suprema Corte di Cassazione si dichiarava f
... See more
Da quello che ho capito, la legislazione è abbastanza carente e non è molto chiara nel definire la competenza territoriale in caso di diffamazione via internet. Allego alcune informazioni sperando che possano essere utili.

Per poi individuare quale potere ha l'autorità giudiziaria italiana in merito a casi di diffamazione su siti che si trovano all'estero, è essenziale ricordare la sentenza n. 4741 del 27 dicembre 2000, con la quale la Suprema Corte di Cassazione si dichiarava favorevole alla applicabilità della legge italiana in un caso di diffamazione a mezzo internet pur se avvenuta da parte di un sito ubicato all'estero. La Corte, infatti, citando l'art. 595 c.p., spiegava come fosse la stessa formulazione normativa a prevedere ciò, laddove indicava la consumazione coincidente con la percezione del messaggio pubblicato sul sito, da parte di più soggetti estranei all'agente ed al soggetto offeso. Dunque, essendo stato appreso il contenuto della diffamazione in territorio italiano, la tutela alla persona offesa doveva essere assegnata ad un giudice italiano....

Però nel 2001:

il Tribunale di Lecce, il quale con sentenza del 24 febbraio 2001, stabiliva che nel caso di diffamazione a mezzo internet in rete è territorialmente competente il giudice civile dove si trova il server sul quale sono caricate le pagine contenenti le dichiarazioni diffamanti, salvo che manchino prove certe riguardo all'ubicazione del server, nel qual caso la competenza va attribuita al foro del luogo di residenza del danneggiante.

http://www.consulentelegaleinformatico.it/approfondimentidett.asp?id=12
e ancora http://www.infogiur.com/news/diffamazione_e_competenza.asp

HTH
Collapse


 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
In memoriam
Allora, un po' hai ragione e un po' torto Feb 16, 2006

Correggo la mia affermazione dopo aver parlato con 2 avvocati.

[Però il discorso deve essere articolato su 2 binari, uno giuridico e uno del tipo di tutela dei propri diritti secondo Giustizia (ho messo la G maiuscola per distinguerla da quella dei tribunali).]

Discorso giuridico:
* se affermo su un mezzo telematico (tipo la BB) che il mio cliente, a x mesi dalla scadenza della fattura, non mi ha ancora pagato, vado incontro ai rischi di cui parla Angioletta;
... See more
Correggo la mia affermazione dopo aver parlato con 2 avvocati.

[Però il discorso deve essere articolato su 2 binari, uno giuridico e uno del tipo di tutela dei propri diritti secondo Giustizia (ho messo la G maiuscola per distinguerla da quella dei tribunali).]

Discorso giuridico:
* se affermo su un mezzo telematico (tipo la BB) che il mio cliente, a x mesi dalla scadenza della fattura, non mi ha ancora pagato, vado incontro ai rischi di cui parla Angioletta;
* se affermo su un mezzo telematico tipo la BB che il mio cliente, a x mesi dalla scadenza della fattura, non mi ha ancora pagato, e avvio un'azione giudiziaria per ottenere il pagamento dell'importo dovuto, NON posso essere querelato.

Siccome non sono un avvocato, non voglio addentrarmi nei meandri della giurisprudenza e quindi rinuncio a capire. Ma sembra che sia proprio così.

A mio avviso il mezzo telematico in questione dovrebbe essere accessibile solo agli iscritti e dovrebbe essere effettuata una verifica dell'identità degli stessi. Poiché questo è più facile dire che da fare, lo strumento migliore è quello costituito dalle chiacchierate telefoniche, meglio se su un mezzo come Skype, con colleghi fidati, senza lasciare tracce. Un altro mezzo è quello utilizzato su Langit. "Avete informazioni sul cliente xx? Risposte IN PRIVATO, per favore."
Così come funziona il passaparola per trovare clienti, funziona anche per sapere quali sono i clienti da cui tenersi lontano. Fa parte della market intelligence.

Discorso di tutela dei propri diritti
Poiché prima o poi nel corso della propria carriera ci si trova in una situazione di cliente disonesto, che con motivi pretestuosi omette il pagamento, bisogna avere dei mezzi per difendersi. Tenendo presente che i tempi della giustizia italiana sono molto lunghi. Occorre tuttavia evitare di __calare le brache__, rivolgersi a un avvocato o al giudice di pace, a seconda dell'importo, accettare di spendere quello che c'è da spendere (non è poi tanto) e avere tanta ma tanta pazienza.

In genere poi basta ventilare la possibilità di segnalare il comportamento scorretto sulla BB o su Payment Practices per ottenere il pronto pagamento della fattura. Se invece la controparte è una persona tosta, disposta anche a querelare, occorre avviare un'azione giudiziaria per ottenere il pagamento. Se non altro, per cautelarsi contro il rischio di querela. Poi magari tra cinque anni verremo anche pagati, con gli interessi di legge. Sempre che il cliente "abbia qualcosa al sole", che la sua società non sia svanita nel nulla, ad esempio per effetto di una procedura fallimentare.

Una delle fregature che ho avuto, insieme a vari colleghi, è stata dovuta al fatto che la società di traduzioni è stata dichiarata fallita. A fronte di debiti per centinaia di milioni, c'era il controvalore di qualche scrivania e qualche vecchio computer. La somma degli importi dovuti ai creditori era cinquanta volte superiore al valore di questi beni strumentali. Quindi ognuno ha ricevuto (o avrebbe dovuto ricevere) 1/50 del suo credito.
Per la cronaca, la titolare ha poi riaperto una nuova agenzia di traduzioni a nome di un parente e questa agenzia è tuttora attiva. Ma non mi chiedete quale.





angioletta garbarino wrote:

Maurizio Valente wrote:

I rischi esistono solo se tu fai illazioni. Ma se tu dici che "sono passati x mesi e non mi ha ancora pagato" puo' querelarti solo se il fatto NON corrisponde a verità (e deve dimostrarlo).

Sono sotto consegna ma mi riservo di intervenire + tardi perché mi sembra ci sia confusione sul concetto di querela.

tiny wrote:

Angioletta,

innanzitutto ti esprimo la mia totale solidarietà. Mi dispiace molto per quello che ti è successo e immagino quello che hai passato.
Sembra che il tuo post caschi proprio a fagiolo: io qualche giorno fa ho rischiato una denuncia (non so quanto reale o solo minacciata) esattamente per lo stesso motivo.

Stanca del ritardo nel pagamento di una mia fattura da parte di un cliente (non italiano), e dopo una telefonata molto vaga e per nulla rassicurante sull'esito della situazione, ho postato un commento negativo sulla BB, indicando anche il presunto motivo del mancato pagamento (difficoltà finanziarie del cliente, convinta che quest'informazione potesse e dovesse essere nota agli altri colleghi prima di imbarcarsi in progetti per questo cliente con il rischio di non essere pagati o pagati in ritardo). Il giorno dopo mi è arrivato un mail durissimo da parte del cliente in cui mi minacciava di azioni legali per i danni arrecati dal mio commento se non lo avessi cancellato.

Per il momento la situazione è congelata. Ho dato un termine ultimo al cliente per pagare, concedendogli il beneficio del dubbio, dopodiché vorrei postare un commento definitivo sulla BB; a questo punto, dato quello che ha scritto anche Angioletta, starò molto, ma molto attenta a quello che scriverò.

Quindi il rischio esiste. E' vero che poi il danno sarebbe tutto da dimostrare, però è vero che intanto ti devi prendere un avvocato (con relative spese connesse), per non parlare dell'aspetto psicologico, non trascurabile, del doversi difendere sapendo invece di essere stati noi a subire un torto.

Valentina



NON SI PUO SCRIVERE NULLA DI NEGATIVO NEMMENO SE E LA VERITA

Pensatela come vi pare, io vi ho informati a fin di bene ma vedo che molti di voi compreso il moderator non mi credete, ma a me poco importa io so che è cosi, perchè me l'ha confermato la squadra mobile oltre al mio avvocato

e leggetevi la vicenda del giornalista denunciato e condannato per aver scritto che era indagato uno che era indagato, ERA LA VERITA.

non intervengo più, io volevo aiutarvi e mi deridete? non volete nemmeno informarvi meglio?, affari vostri

Ciao a tutti
Collapse


 

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Member (2005)
Italian to English
+ ...
Angioletta non te la prendere Feb 16, 2006

Qui ognuno sta soltanto esprimendo la propria opinione, nessuno voleva offenderti.

Hai tutta la mia solidarietà.
Hai trovato un cliente che ha preferito pagare so avvocato invece dei suoi traduttori.

Il sistema funziona cosi.
Ho qualcosa da pagare.
Trovo un pretesto per non pagare e do tutto in mano al mio avvocato che manda una lettera minaccioso indicando varie leggi che possono essere più o meno applicabili a secondo del caso, non importa. L’imp
... See more
Qui ognuno sta soltanto esprimendo la propria opinione, nessuno voleva offenderti.

Hai tutta la mia solidarietà.
Hai trovato un cliente che ha preferito pagare so avvocato invece dei suoi traduttori.

Il sistema funziona cosi.
Ho qualcosa da pagare.
Trovo un pretesto per non pagare e do tutto in mano al mio avvocato che manda una lettera minaccioso indicando varie leggi che possono essere più o meno applicabili a secondo del caso, non importa. L’importante è che chi devo pagare si spaventa abbastanza e smette di pretendere di essere pagato, tanto la parcella del mio avvocato per una lettere costa molto meno.

A volta magari avrò tutte le ragioni per non pagare, ma non è detto.
Comunque il sistema funziona quasi sempre.

Purtroppo al mondo ci sono persone cosi, ma fatti rispettare.

E’ vero che con la legge sulla privacy, sulla diffamazione, e varia altre chiunque ti può portare in tribunale anche per averli mandato a quel paese mentre cercava di metterti sotto sulle strisce.

Ma se vince o perde in tribunale non dipende solo dal suo avvocato. Dipende dai fatti dimostrabili, gli atti, gli avvocati, tu, lui, e anche il giudice.

Una lettera è solo un pezzo di carta, non una condanna.
Collapse


 

Pamela Brizzola
Italy
Local time: 13:26
English to Italian
+ ...
Attenzione al relativismo! Feb 16, 2006

Mi rincresce per Angioletta e le colleghe, davvero.

Ma allora a cosa servono più le BB? A scrivere letterine d'amore ai nostri outsourcer? Le BB sono nate per avvisare se l'agenzia è buona o cattiva. Oppure mi sbaglio?

Non servono per fare in modo che i colleghi dispongano di informazioni sull'affidabilità dell'agenzia prima di accettare o rifiutare un lavoro?

Sarebbe utile se Henry si informasse con i propri avvocati, anzichè lasciare che i singoli tra
... See more
Mi rincresce per Angioletta e le colleghe, davvero.

Ma allora a cosa servono più le BB? A scrivere letterine d'amore ai nostri outsourcer? Le BB sono nate per avvisare se l'agenzia è buona o cattiva. Oppure mi sbaglio?

Non servono per fare in modo che i colleghi dispongano di informazioni sull'affidabilità dell'agenzia prima di accettare o rifiutare un lavoro?

Sarebbe utile se Henry si informasse con i propri avvocati, anzichè lasciare che i singoli traduttori come Angioletta facciano le spese di queste situazioni.

Credo che chi ha messo in piedi il sistema BB ci supporti in questo caso. Se la BB non ha più senso, perché continuare a usarla?

Oppure, creiamo una intelligence segreta e ci passiamo le informazioni privatamente.

Che ne dite?
Collapse


 

Seyring  Identity Verified
Local time: 13:26
German to Italian
+ ...
Art. 595 e 596 del codice penale Feb 16, 2006

Maurizio Valente wrote:

Correggo la mia affermazione dopo aver parlato con 2 avvocati.

[Però il discorso deve essere articolato su 2 binari, uno giuridico e uno del tipo di tutela dei propri diritti secondo Giustizia (ho messo la G maiuscola per distinguerla da quella dei tribunali).]

Discorso giuridico:
* se affermo su un mezzo telematico (tipo la BB) che il mio cliente, a x mesi dalla scadenza della fattura, non mi ha ancora pagato, vado incontro ai rischi di cui parla Angioletta;
* se affermo su un mezzo telematico tipo la BB che il mio cliente, a x mesi dalla scadenza della fattura, non mi ha ancora pagato, e avvio un'azione giudiziaria per ottenere il pagamento dell'importo dovuto, NON posso essere querelato.

Siccome non sono un avvocato, non voglio addentrarmi nei meandri della giurisprudenza e quindi rinuncio a capire. Ma sembra che sia proprio così.



Non so se può essere utile, ma inserisco gli articoli del codice penale che fanno riferimento a quello che hai affermato:

Art. 595 Diffamazione
Chiunque, fuori dei casi indicati nell'articolo precedente, 594. (ingiuria)comunicando con piu' persone, offende l'altrui reputazione, e' punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a lire due milioni.
Se l'offesa consiste nell'attribuzione di un fatto determinato, la pena e' della reclusione fino a due anni, ovvero della multa fino a lire quattro milioni.
Se l'offesa e' recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicita', ovvero in atto pubblico, la pena e' della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore a lire un milione.
Se l'offesa e' recata a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza, o ad una Autorita' costituita in collegio, le pene sono aumentate.

Art. 596 Esclusione della prova liberatoria
Il colpevole dei delitti preveduti dai due articoli precedenti non e' ammesso a provare, a sua discolpa, la verita' o la notorieta' del fatto attribuito alla persona offesa.
Tuttavia, quando l'offesa consiste nell'attribuzione di un fatto determinato, la persona offesa e l'offensore possono, d'accordo prima che sia pronunciata sentenza irrevocabile, deferire ad un giuri' d'onore il giudizio sulla verita' del fatto medesimo.
Quando l'offesa consiste nella attribuzione di un fatto determinato, la prova della verita' del fatto medesimo e' pero' sempre ammessa nel procedimento penale:
1) se la persona offesa e' un pubblico ufficiale ed il fatto ad esso attribuito si riferisce all'esercizio delle sue funzioni;
2) se per il fatto attribuito alla persona offesa e' tuttora aperto o si inizia contro di essa un procedimento penale;
3) se il querelante domanda formalmente che il giudizio si estenda ad accertare la verita' o la falsita' del fatto ad esso attribuito.
Se la verita' del fatto e' provata o se per esso la persona, a cui il fatto e' attribuito e', per esso condannata dopo l'attribuzione del fatto medesimo, l'autore della imputazione non e' punibile, salvo che i modi usati non rendano per se' stessi applicabili le disposizioni dell'articolo 594 (ingiuria), comma primo, ovvero dell'articolo 595 comma primo (1).
(1) Articolo cosi' modificato dal D.Lgs.Lgt. 14 novembre 1944, n. 288.


E' chiaro che poi, come al solito, spetta agli avvocati farli applicare.....

[Edited at 2006-02-16 19:21]


 

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Member (2005)
Italian to English
+ ...
Volevo aggiungere Feb 16, 2006

Che per quante ne so, se scrivi pubblicamente:
“Mr X non mi ha pagato una fattura in 5 mesi” e lo puoi dimostrare, ti può arrivare la lettera minacioso del avvocato, la querela, indagine, e puoi anche andare in tribunale. Ma sarà molto difficile che ti arriva una condanna. E le spese sono a carico di chi perde la causa, incluso eventuali danni che vuoi aggiungere, ovviamente incluso il pagamento della fattura, magari discusso in separata sede.

Se invece scrivi:
... See more
Che per quante ne so, se scrivi pubblicamente:
“Mr X non mi ha pagato una fattura in 5 mesi” e lo puoi dimostrare, ti può arrivare la lettera minacioso del avvocato, la querela, indagine, e puoi anche andare in tribunale. Ma sarà molto difficile che ti arriva una condanna. E le spese sono a carico di chi perde la causa, incluso eventuali danni che vuoi aggiungere, ovviamente incluso il pagamento della fattura, magari discusso in separata sede.

Se invece scrivi:
“Quel figlio di put***** Mr X non mi ha pagato una fattura in 5 mesi” e puoi dimostrare che effettivamente Mr X non ha pagato la fattura, ma non riesci a dimostrare che suo madre faceva il lavoro più antico al mondo, allora questo è diffamazione.
Stessa cosa se scrivi "questa agenzia non è seria" o "non paga" perchè sono tutte 2 generallizzazioni e magari paga sempre, ma non nel tuo caso per un suo valido motivo.

Se perdi la causa per diffamazione, probabile nel secondo caso, questo non vuol dire che non deve pagarti la fattura. Nel secondo caso hai effettivamente dannegiato chi hai diffamato.

Perciò conviene sempre essere educati, anche quando hai a che fare con chi ha torto.
Cosa non sempre facile ovviamente.




[Edited at 2006-02-16 18:58]
Collapse


 

Vittorio Preite  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 12:26
English to Italian
+ ...
Denuncia? E poi? Feb 16, 2006

Cara Angioletta,
ti ringrazio dell'avvertimento che ci hai dato ma...una minaccia o promessa di denuncia non significa molto. E anche se ci fosse la denuncia? Non possiamo essere imbavagliati da prepotenti che tentano lo spauracchio denuncia per non assolvere ai propri obblighi. Certo, se nel BB esprimi opinioni, devi poi sostenerle in un eventuale azione giuridica ma se, come dicono i colleghi, ti attieni al fattuale, ben venga la denuncia, il pessimo comportamento commerciale dell'altra
... See more
Cara Angioletta,
ti ringrazio dell'avvertimento che ci hai dato ma...una minaccia o promessa di denuncia non significa molto. E anche se ci fosse la denuncia? Non possiamo essere imbavagliati da prepotenti che tentano lo spauracchio denuncia per non assolvere ai propri obblighi. Certo, se nel BB esprimi opinioni, devi poi sostenerle in un eventuale azione giuridica ma se, come dicono i colleghi, ti attieni al fattuale, ben venga la denuncia, il pessimo comportamento commerciale dell'altra parte sarà riconfermato in tribunale, prove alla mano.
Per finire, è solo un giochetto che i prepotenti usano come spauracchio. La raccomandazione di tutti mi sembra che sia: attenersi ai FATTI e non alle opinioni.
Collapse


 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 13:26
French to Italian
+ ...
Informare il creatore del sito Feb 16, 2006

Pamela Brizzola wrote:

Mi rincresce per Angioletta e le colleghe, davvero.

Ma allora a cosa servono più le BB? A scrivere letterine d'amore ai nostri outsourcer? Le BB sono nate per avvisare se l'agenzia è buona o cattiva. Oppure mi sbaglio?

Non servono per fare in modo che i colleghi dispongano di informazioni sull'affidabilità dell'agenzia prima di accettare o rifiutare un lavoro?

Sarebbe utile se Henry si informasse con i propri avvocati, anzichè lasciare che i singoli traduttori come Angioletta facciano le spese di queste situazioni.

Credo che chi ha messo in piedi il sistema BB ci supporti in questo caso. Se la BB non ha più senso, perché continuare a usarla?

Oppure, creiamo una intelligence segreta e ci passiamo le informazioni privatamente.

Che ne dite?


Mi pare sensato. Del resto non può essere a conoscenza delle implicazioni in ogni paese.

Purtroppo la parte lesa, in Italia, spesso non riceve giustizia. E ancora più spesso accade che oltre al danno subisca la beffa.

Solidarietà alle colleghe.


 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 13:26
Member (2004)
Italian to English
+ ...
Già si fa! Feb 16, 2006

Ma anche qui bisogna fare attenzione cosa dici, come lo dici, e a chi lo dici e perché lo dici. Non credo di dover esplicitare.

La BB è strutturata a punteggio da 1 a 5. Se tu dai 1 è chiaro a tutti che qualcosa non va. Anche (e specialmente) se non fai commenti. La gente ti scrive in privato e dopo decidi a chi vuoi affidare i dettagli.

Storiella: tempo fa ho tradotto il catalogo per una mostra, pubblicato da una casa editrice prestigiosa e tramite agenzia.
... See more
Ma anche qui bisogna fare attenzione cosa dici, come lo dici, e a chi lo dici e perché lo dici. Non credo di dover esplicitare.

La BB è strutturata a punteggio da 1 a 5. Se tu dai 1 è chiaro a tutti che qualcosa non va. Anche (e specialmente) se non fai commenti. La gente ti scrive in privato e dopo decidi a chi vuoi affidare i dettagli.

Storiella: tempo fa ho tradotto il catalogo per una mostra, pubblicato da una casa editrice prestigiosa e tramite agenzia.
La traduzione (ma guarda un po') era urgente e l'ho divisa (meno male) con una collega.
Dopo un po' mi chiama l'agenzia e mi dice che la redattrice (madrelingua americana) aveva contestato il lavoro. "Tutto?" dico io. "Si, perché?". "Ma non ti ricordi che l'abbiamo fatto a 4 mani... possibile che abbiamo fatto schifo in 2?". Pausa. Silenzio. Rumore di rotelle arrugginite. "Allora che si fa?". "Te la riguardo e se c'è da correggere, correggo".
L'ho riguardata, ho corretto qualcosa giusto perché c'è sempre da correggere. Hanno respinto anche quella. Poi hanno sputato il rospo: la traduzione era stata riletta dalla moglie dell'artista che faceva la mostra, e essendo esperta d'inglese perché era Francese (non fa una piega) si era data la briga si esprimere parere negativo.
La redattrice aveva paura di contestarla perché era un'amica di un pezzo grosso (Silvi*************), per cui voleva far passare per scema a me....
Ho chiamato l'agenzia, dicendo che aveva il dovere di tutelare le sue collaboratrici ... altrimenti mi tutelavo io e chiamavo il mio avvocato perché la signora moglie di artista mi stava rovinando la reputazione. Ha funzionato. E' stato chiamato un terzo traduttore che ha giudicato ottima la traduzione, ha caldamente consigliato all'agenzia di tenersi strette le sue traduttrici che erano bravine e di denunciare la signora moglie di artista.
La redattrice si è sentita dire dall'agenzia che sarebbe arrivata una denuncia per diffamazione se non pagavano subito. Indovina?
L'agenzia ha gongolato per mesi su questo fatto... ogni volta che la redattrice apriva bocca le dicevano "mai oui, je me souviens de la femme de l'artiste" .... ma se non tiravo fuori IO il discorso della diffamazione, stavano ancora lì, come delle allocche.

Per dire - a volte non serve neanche l'avvocato - serve sapere quali sono i nostri diritti.
E mi dispiace tanto che Angioletta ci abbia rimesso tempo, soldi e serenità.
Il mio consiglio alla terza collega è di contrabbattere e farsi pagare i danni per tutti è tre voi.

Angela


Pamela Brizzola wrote:

Mi rincresce per Angioletta e le colleghe, davvero.

Ma allora a cosa servono più le BB? A scrivere letterine d'amore ai nostri outsourcer? Le BB sono nate per avvisare se l'agenzia è buona o cattiva. Oppure mi sbaglio?

Non servono per fare in modo che i colleghi dispongano di informazioni sull'affidabilità dell'agenzia prima di accettare o rifiutare un lavoro?

Sarebbe utile se Henry si informasse con i propri avvocati, anzichè lasciare che i singoli traduttori come Angioletta facciano le spese di queste situazioni.

Credo che chi ha messo in piedi il sistema BB ci supporti in questo caso. Se la BB non ha più senso, perché continuare a usarla?

Oppure, creiamo una intelligence segreta e ci passiamo le informazioni privatamente.

Che ne dite?




Collapse


 
Pages in topic:   < [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

BB e legge italiana sulla diffamazione

Advanced search






Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »
WordFinder Unlimited
For clarity and excellence

WordFinder is the leading dictionary service that gives you the words you want anywhere, anytime. Access 260+ dictionaries from the world's leading dictionary publishers in virtually any device. Find the right word anywhere, anytime - online or offline.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search