Pages in topic:   [1 2] >
Usare Paypal o no
Thread poster: italia

italia  Identity Verified
Germany
Local time: 00:31
Italian to German
+ ...
May 31, 2006

Buondì a tutt*, siccome mi sono imbattuta recentemente in tante offerte di lavoro in cui si richiedeva un conto PAYPAL, volevo sapere la vostra in merito.
Da quello che ho capito navigando sul sito di PAYPAL si può attivare un conto di base che consente sia di trasferire sia di prelevare delle somme, smentitemi pure se ho travisto qualcosa. Ora mi chiedevo se effettivamente era un mezzo utile e se a voi è servito anche dal punto di visto lavorativo (portandovi + lavoro:)))
Vi ringrazio sin d'ora per i vostri pareri augurandovi
Buon lavoro!


Direct link Reply with quote
 
tandream  Identity Verified
Local time: 00:31
English to Italian
+ ...
può essere utile May 31, 2006

Io lo uso da diverso tempo, la sua dote è che puoi effettuare pagamenti senza usare la carta di credito, in realtà però la carta di credito devi darla proprio a Paypal la prima volta che ti registri (o anche un altro tipo di carta, anche Postepay va bene), ma poi insersci la tua mail e una tua password per pagare e viceversa e soprattutto sul tuo conto Paypal puoi anche ricevere denaro, starà a te poi con una semplicissima operazione far riversare quei soldi sul tuo conto corrente oppure utilizzarli in altro modo direttamente sulla rete.
Una volta registrata poi devi fare molta attenzione alle fake mail, che spesso sono molto ben fatte e possono rubarti la password (ma solo se ci caschi!).
Per il lavoro almeno per fino ad ora non è servito, ma ho fatto pochissime traduzioni via internet. Le agenzie francesi ho notato che sono un po' riluttanti a usarlo...
Il suo vantaggio è quello di essere estremamente rapido. Spero che ti risponda qualcuno che riceva i pagamenti con questo metodo.


Direct link Reply with quote
 

claudia quadri  Identity Verified
Italy
Local time: 00:31
English to Italian
+ ...
mi sono posta anch'io il problema recentemente May 31, 2006

perchè un cliente mi ha chiesto se avevo un account paypal.
Ho provato a guardare sul sito e a chiedere a chi già lo usa.

Mi è stato detto che per effettuare pagamenti basta inserire il numero della carta di credito che verrà automaticamente collegata alla tua email. Così non sarebbe più necessario dare il numero del conto o della carta, ma basterebbe l'email.

Invece per ricevere i pagamenti da parte dei clienti sembra sia necessario passare dal conto basic (gratuito) a quello più avanzato e mi han detto che chiedono una percentuale del 3,5% ad ogni versamento ricevuto.

Spero non sia così...altrimenti conviene ancora la banca...

Voi che dite?

Claudia


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:31
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Confermo May 31, 2006

Io ricevo da parecchio tempo pagamenti con Paypal, che poi trasferisco sul mio conto corrente abituale. Lo ritengo un servizio molto costoso e per questo cerco di usarlo il meno possibile. Il costo per le transazioni è del 3,4% a cui si aggiungono 0,35 euro (costo fisso), nonché 1 euro di spesa per il trasferimento sul c/c. Pertanto, per un importo basso, ad esempio di 200 euro, ho una spesa di 6,8 euro + 0.35 + 1 = totale 8,15 euro. Fatevi voi due conti se gli importi sono più alti!!

Direct link Reply with quote
 

Paola Grassi
Local time: 00:31
English to Italian
+ ...
io mi trovo benissimo May 31, 2006

ciao,

io lo uso da anni e mi trovo benissimo, semplifica di molto i pagamenti (soprattutto quelli di molte agenzie estere che lo preferiscono), ed è comodo e facile da utilizzare.

un solo consiglio: sin dal primo momento ho sempre preferito la versione premier (credo si chiami così), insomma non quella basic, perchè con quel tipo di conto è pur vero che non si pagano spese, ma il cliente o l'agenzia che devono accreditare un pagamento sul tuo conto, non possono farlo utilizzando la carta di credito. Quindi il basic è sostanzialmente inutile per farsi pagare.

E' vero ci sono le commissioni, ma non mi sembrano una tragedia, e comunque a volte si tratta di offrire un metodo di pagamento molto amato all'estero.

Ovviamente non è detto che ci si debba far pagare sempre e solo tramite paypal, l'importante è poterne disporre all'occorrenza.
In tutti gli altri casi, e quando il cliente o l'agenzia lo accettano, si può sempre restare su accordi di pagamento tramite conto bancario.

ciao
paola


[Edited at 2006-05-31 08:36]


Direct link Reply with quote
 

Joris Bogaert  Identity Verified
Italy
Local time: 00:31
Italian to Dutch
+ ...
Dipende dall'uso che se ne fa May 31, 2006

Ciao,

Io uso paypal come 'terzo conto' cioè non trasferisco le somma dal mio account Paypal verso il mio conto corrente (il che è la cosa più costosa, quindi da evitare); ma accetto solo paypal per pagamenti sino a 120 € circa. Questo piace molto ai miei clienti all'estero che non sempre sono disposti a pagare con bonifico bancario...

Questo sistema diventa più interessante se si fanno pagamenti con paypal, ad esempio acquistando credito skype o prodotti su ebay. Altro vantaggio: si possono acquistare prodotti/servizi in altra valuta (dollatri, sterline...) in modo comodo e sicuro. Ovvio: chi non acquista mai nulla del genere avrà poco da guadagnarci.

La mia paura maggiore rimane la sicurezza... Non abbiamo nessun controllo sulla sicurezza deo server di paypal, e quindi potrebbe accadere di tutto... C'è da dire però che da quel punto di vista ogni loro errore sarebbe fatale per il loro proprio interesse.

Joris


Direct link Reply with quote
 

italia  Identity Verified
Germany
Local time: 00:31
Italian to German
+ ...
TOPIC STARTER
Sono ancora più indecisa che mai May 31, 2006

Grazie di cuore a tutti voi! Devo proprio ammettere che sono + indecisa che mai. Mi sa che attenderò ancora prima di attivarne uno...
Grazie ancora e Buon lavoro!!!


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:31
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Il costo May 31, 2006

Il costo maggiore è la percentuale fissa, NON il trasferimento dell'importo ricevuto sul proprio conto corrente, che ammonta ad un solo euro. Anch'io comunque normalmente mi regolo con un "tetto" pari a circa 150,00 euro. Oltre questa cifra non accetto pagamenti con Paypal, perché verrebbero a costare molto più di un semplice bonifico.

Direct link Reply with quote
 

Joris Bogaert  Identity Verified
Italy
Local time: 00:31
Italian to Dutch
+ ...
Hai ragione... conviene per pagamenti piccoli e basta May 31, 2006

Si, è proprio come dici tu: la percentuale supera comuqnue il costo del trasferimento. Io però intendevo trasferimenti di 'piccole somme' come lavoretti da 15-20 € (a me capitano spesso).
Se si paga 1€ per un importo di 15 € (su cui già si paga la percentuale fissa), allora conviene aspettare finché la somma non diventi più alta prima di fare un trasferimento.




Mariella Bonelli wrote:

Il costo maggiore è la percentuale fissa, NON il trasferimento dell'importo ricevuto sul proprio conto corrente, che ammonta ad un solo euro. Anch'io comunque normalmente mi regolo con un "tetto" pari a circa 150,00 euro. Oltre questa cifra non accetto pagamenti con Paypal, perché verrebbero a costare molto più di un semplice bonifico.


Direct link Reply with quote
 

Laura Gentili  Identity Verified
Italy
Local time: 00:31
Member (2003)
English to Italian
+ ...
La mia esperienza May 31, 2006

Personalmente mi trovo meglio con MoneyBookers, dove ogni operazione ha un costo fisso di 1,80 euro, indipendentemente dall'importo. PayPal sembra anche a me un po' caro. Esempio: ieri ho ricevuto 172 dollari e me ne hanno detratti automaticamente 7 di "spese".
Sia con MoneyBookers sia con PayPal, non sai che cambio ti applicano, ho l'impressione che sia più svantaggioso di quello applicato dalla banca (ma qui non ho dati certi).
Io uso PayPal per lavori piccoli di clienti americani che non farebbero comunque un bonifico a loro spese e manderebbero magari un assegno (costo per l'incasso: 8 euro). Insomma, ci si perde un po' ma con certi clienti non c'è alternativa: o PayPal o niente (oppure alternative costose = bonifico a tue spese o scomodo = assegno che non si sa mai se e quando arriva).

Laura


Direct link Reply with quote
 

italia  Identity Verified
Germany
Local time: 00:31
Italian to German
+ ...
TOPIC STARTER
magari un'idea May 31, 2006

Leggendo i vostri interventi mi è venuto il genio:))) ovvero che si potrebbero sommare gli imponibili e così facendo evitare commissioni onerose o sbaglio?
Grazie ancora per i vs pareri!!!!


Direct link Reply with quote
 

Yaotl Altan  Identity Verified
Mexico
Local time: 17:31
Member (2006)
English to Spanish
+ ...
È ùtile Jun 1, 2006

È ùtile anche per me.

La rima volta devi presentare una carta di credito per dimostrare che non sei un(a) paria. È triste ma così è il capitalismo

Nel mio caso Paypal è ùtile per non andare a qualche banco di Francia o Marocco con un'assegno e pagare molti commissioni. Ah... qui in Messico non ci sono banchi di Francia o Marocco. Ancora con banchi statunitensi 'e la stessa m..... aniera di lavorare. Paypal è una soluzione veloce e sicura.

Certamente como dicono Mariella e Joris devi sapere quando transferire i tuoi euros. Se hai 20 euros in Paypal ti propongo aspettare un po e riunire un'altro zero affinchè la commisione sia una picola parte del tuo trasferimento e non la metà

Saluti


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:31
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Sommare gli importi Jun 1, 2006

Se la matematica non è un'opinione, poiché il costo di Paypal è in percentuale, più elevato è l'importo del pagamento, più costoso è il servizio! Non è quindi corretto dire che conviene mettere insieme più importi. C'è un calcolo matematico ben preciso: se il bonifico per un trasferimento di fondi costa ad esempio a 5-10 euro (come nel mio caso), Paypal è conveniente solo fino a circa 150 euro (la spesa è così pari a ca. 5,5 euro). Se invece sommo più importi, oltrepassando questa cifra non mi converrà più, perché a quel punto risparmierei ricevendo un bonifico. Per fare un esempio, con un importo di 2000,00 euro, Paypal toglie ca. 68 euro, quindi per importi piuttosto elevati è evidente che non è affatto conveniente.

Direct link Reply with quote
 

italia  Identity Verified
Germany
Local time: 00:31
Italian to German
+ ...
TOPIC STARTER
eh sì la matematica:))) Jun 1, 2006

Mariella Bonelli wrote:

Se la matematica non è un'opinione, poiché il costo di Paypal è in percentuale, più elevato è l'importo del pagamento, più costoso è il servizio! Non è quindi corretto dire che conviene mettere insieme più importi. C'è un calcolo matematico ben preciso: se il bonifico per un trasferimento di fondi costa ad esempio a 5-10 euro (come nel mio caso), Paypal è conveniente solo fino a circa 150 euro (la spesa è così pari a ca. 5,5 euro). Se invece sommo più importi, oltrepassando questa cifra non mi converrà più, perché a quel punto risparmierei ricevendo un bonifico. Per fare un esempio, con un importo di 2000,00 euro, Paypal toglie ca. 68 euro, quindi per importi piuttosto elevati è evidente che non è affatto conveniente.


Cara, effettivamente hai ragione... Questa affermazione mia era un'ulteriore prova per il fatto che sono sempre stata un'asina nelle materie scientifiche:)))
Beh, se decido di attivare un conto con PAYPAl, farò senz'altro come avete suggerito, ovvero accettare solo piccoli importi...
Grazie ancora per avermi illuminata:)))


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 00:31
Italian to Spanish
+ ...
All'interno dell'Unione Europea Jun 1, 2006

Anch'io ho avuto l'impressione che si tratti di un servizio caro. Penso che potrebbe essere forse più conveniente quando si tratta di pagamenti che coinvolgono Paesi di diversi continenti perché le spese per un bonifico potrebbero essere addirittura maggiori, ma quando si lavora con clienti che si trovano all'interno dell'Unione Europea, non credo che valga la pena. I bonifici che io faccio con il mio computer dall'Italia verso l'Italia stessa o verso gli altri Paesi dell'Unione, mi costano soltanto 1 euro.

Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Usare Paypal o no

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search