Pages in topic:   [1 2 3 4] >
Off topic: La moda del pò
Thread poster: Giuseppina Gatta, MA (Hons)

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Jul 20, 2006

Ai miei tempi (che paiono ormai davvero lontani), avevo studiato a scuola che po' (e non pò) è un'apocope di poco, e per questo ci vuole l'apostrofo e non l'accento; pò in effetti non esiste in italiano, eppure vedo che sono sempre di più a usarlo, fra giornalisti, scrittori e persino traduttori...
Sono davvero troppo vecchia?


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:06
Member (2004)
English to Italian
+ ...
No Jul 20, 2006

Giuseppina Gatta wrote:

Sono davvero troppo vecchia?


No, pensi si tratti di un diffuso pressappochismo. C'è molta gente che non dà importanza ai "dettagli".

PS
...oppure forse sono troppo vecchia anch'io!


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 20:06
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Il brontosauro dice... Jul 20, 2006

Se tu sei troppo vecchia allora siamo in due, o forse anche molti di più. Non è solo il pò a scandalizzarmi, ma in generale, il modo di scrivere di molte persone (faccio riferimento ai traduttori), nei forum, nelle mailing list, nelle email e ovunque, da cui non posso che dedurre che le cattive abitudini non scompaiano di colpo nel momento in cui si scrive per lavoro. La sciatteria è un atteggiamento di fondo e non qualcosa che si può accendere o spegnere a piacimento...

Non parlo dei "xché" o "+ttosto" o simili pseudo abbreviazioni, che io non uso ma che in fondo possono essere simpatiche, ma della punteggiatura "fantasiosa", la latitanza del congiuntivo, le frasi sconnesse, l'incuria ortografica, e così via...
Accetto che un errore di battitura può scappare a tutti, come anche ogni tanto una costruzione di frase infelice, ma non sempre, per favore, altrimenti c'è sotto sciatteria cronica oppure ignoranza bella e buona.
Ritengo che un tale modo di scrivere sia un pessimo biglietto da visita per chi frequenta ambienti in cui, in fondo, ci si conosce per motivi professionali, sia pure informali.

Ecco, ora vi ho dimostrato, senza più dubbi, quello che forse sapevate già, ovvero che sono decisamente un brontosauro (troppo vecchio e troppo brontolone).


ciao
Gianfranco




[Edited at 2006-07-21 17:22]


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Un altro bronto(lo)sauro Jul 20, 2006

Mi associo. Anche tra taluni traduttori madrelingua italiana tra i più assidui nei forum.

Gianfranco Manca wrote:

Se tu sei troppo vecchia allora siamo in due ... un pessimo biglietto da visita per chi frequenta ambienti in cui, in fondo, ci si conosce per motivi professionali, sia pure informali.

Ecco, ora vi ho dimostrato, senza più dubbi, quello che forse sapevate già, ovvero che sono decisamente un brontosauro (tropop vecchio e troppo brontolone).


ciao
Gianfranco



[Edited at 2006-07-20 09:21]


Direct link Reply with quote
 

Teresalba
Italy
Local time: 00:06
English to Italian
+ ...
una cosa che mi fa venire l'orticaria... Jul 20, 2006

è GLI riferito ad un soggetto femminile.
Già è orripilante nel parlato, ma quando lo vedo per iscritto, metto mano alla pistola, come diceva qualcuno più pungente e più 'antico' di me.
Un abbraccio a tutti
Teresa


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 23:06
Member (2004)
English to Italian
parli di me? Jul 20, 2006

Maurizio Valente wrote:

Anche tra taluni traduttori madrelingua italiana tra i più assidui nei forum.




perchè, io sai, so scrivere benissino in Italiano. Pensa che al liceo prendevo sempre 8 ai temi. E tuti erano gelosissimi di me, mica solo un pò! Chi scrive sciattamente é perchè lo fà di fretta, no? Non state a cercare il eplo nell'uovo perchè non ci fate davvero una bella figura con la vostra stupida arroganza. Usate un pò il cervello prima di dire queste fesserie. io non ci do caso ma alcuni poitrebbero offendersi perdavvero.

Giovanni


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 00:06
Italian to Spanish
+ ...
Il bravo traduttore è pignolo per natura Jul 20, 2006

Sono completamente d'accordo con le vostre riflessioni e infatti cerco di stare sempre attenta a come scrivo e a come mi esprimo in pubblico, anche quando devo fare una cosa così semplice come scrivere in un forum o inviare un preventivo a un cliente. Magari ci perdo un po' più di tempo ma preferisco fare attenzione ai dettagli.
E' importante il modo in cui ci presentiamo.
Ma anch'io sto arrivando alla vecchiaia...!

Per quanto mi riguarda, pur essendo molto esigente con me stessa, cerco tuttavia di avere un po' di benevolenzza verso quei colleghi che pur avendo l'italiano come lingua di lavoro non sono madrelingua...
Mi dispiacerebbe che ci dovessero pensare due volte prima di intervenire in italiano se non si ha il tempo di leggere, rileggere e correggere prima della "consegna" qui sul forum... (E lo dico anche per me stessa!)
Il "delitto" è proprio quando a commettere questi errori sono i madrelingua nella propria lingua.

Ad ogni modo ritengo fondamentale per un traduttore scrivere bene senza trascurare anche in situazioni colloquiali gli aspetti ortografici, grammaticali, tipografici, lo stile...

Come esempio concreto posso dire che se qualche volta ho avuto necessità dei servizi di altri colleghi mi sono rivolta proprio a quelli che scrivono bene sul forum o che inviano una bella lettera di presentazione scritta bene, non certo a chi scrive in modo poco curato o disattento. E se in qualche occasione mi sono accorta di aver avuto a che fare con qualcuno che non sta attento a questi aspetti, semplicemente non l'ho chiamato più o non ho preso in considerazione la possibilità di collaborare.

Il traduttore per natura è "pignolo" nello scrivere e cerca di esserlo anche nel parlare: chi scrive bene di solito traduce bene, e viceversa. Io sono di questa opinione.

E per ultimo dire che probabilmente in Italia si legge abbastanza poco. Per imparare a scrivere occorrerebbe imparare prima a leggere (o farlo di più).





[Editado a las 2006-07-20 10:35]


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 00:06
Italian to Spanish
+ ...
Questa punteggiatura... Jul 20, 2006

Giovanni Guarnieri MITI, MIL wrote:
io non ci do caso ma alcuni poitrebbero offendersi perdavvero.


hehehehehehe...
Ti sei dimenticato, Giovanni, dei puntini ...................... (più di tre, naturalmente, e dei punti esclamativi!!!!!!!!!!!!!!!!
MI SONO MERAVIGLIATA CHE UNO COME TE SI SIA DIMENTICATO ANCHE DELLE MAIUSCOLE!!!


Direct link Reply with quote
 

LuciaC
United Kingdom
Local time: 23:06
English to Italian
+ ...
Mi associo Jul 20, 2006

Ricordo di aver letto da qualche parte che il pò si è diffuso per via dei messaggini perché fa risparmiare un carattere (ma allora tanto vale fare a meno dell'accento o apostrofo, no?).

Ai miei tempi (mi sembro mia nonna) anche be' si scriveva con l'apostrofo, appunto, come apocope di 'bene'. Adesso mi risulta che si scriva beh.

Come ho già detto in un altro filone, ho notato che in generale l'apostrofo sta passando di moda (anche io, una associazione ecc.). Qualche mese fa ho rivisto una traduzione, peraltro perfetta, in cui il traduttore invece scriveva 'Gl'indici'e "Gl'indicatori' e ho dedotto che aveva qualche anno più di me. Ho "corretto" in Gli indici perché secondo me oggi si scrive così.

Altro esempio, per anni ho insegnato che l'imperativo di dare, fare, andare è da', fa' e va'. Poi, a forza di vedere proprio qui su Internet che molti scrivono dai, fai e vai (dai un'occhiata, vai a vedere) sono andata a controllare e pare che siano ammesse entrambe le forme. La Crusca dice che la prima è la forma toscana ma la seconda forma è diffusa e corretta. Ci sono rimasta male!

Se posso (cioè se non mi fa troppo ribrezzo) mi adatto ai cambiamenti perché la lingua evolve solitamente partendo da errori del parlato.

Perché tanta sciatteria?
- istruzione di massa (che io approvo, è molto meglio dell'ignoranza di massa)
- livello di preparazione degli insegnanti
- la gente legge troppo poco

Avete letto questo servizio?
http://www.repubblica.it/2006/07/sezioni/spettacoli_e_cultura/italiani-leggono-poco/italiani-leggono-poco/italiani-leggono-poco.html
Non è una novità. Ogni anno noto che sulla 'nostra' spiaggia in Versilia *nessuno* legge. Qualche intellettuale fa i cruciverba, qualche signora sfoglia Gente o Oggi e tutti gli altri chiacchierano. Strano, perché per me, mio marito e miei figli, e di sicuro anche per molti di voi, l'idea di vacanza è spegnere computer e telefonino e partire con una valigia di libri...


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
E la televisione? Jul 20, 2006

Anche la televisione ha un'influenza malefica.

Due esempi.

Telecronaca su Rai Uno dell'ultimo Grand Prix di F1. Intervistati e giornalisti che parlando degli pneumatici (stavo scrivendo "dei pneumatici"!! mi sono salvato in extremis) continuano a dire "consistenza" delle gomme, intendendo "consistency".

Secondo: vado in un ufficio del comune ma la guardia all'ingresso mi dice che si si è trasferito in via Arnaldo YYYY e mi scrive su un foglio di carta l'indirizzo esatto: via Arnando YYYY (per analogia con "Er Nando" - il riferimento forse non sarà ovvio a chi non segue i canali Mediaset).

Concordo con María José sul fatto che un traduttore dev'essere (deve essere?) pignolo. Sono però molto tollerante con chi scrive in una lingua che non è la sua, come María José, che peraltro scrive meglio di molti italiani.

PS Quando ho iniziato a lavorare come traduttore, nel 1986, scrivevo "qual'è" e chissa quante altre castronerie. Speriamo bene, anni fa ho scritto beluino invece di belluino su Langit e mi sono beccato un cicchetto scherzoso in privato da un'altra traduttrice, la Poster di questo forum...

PPS Le regole grammaticali, di stile ecc. devono essere un po' elastiche, altrimenti si rischia di trovare errori anche in autori come Indro Montanelli (e passi!) o Umberto Eco ("il Genesi", l'uso della virgola) .



Lucia Cavalli wrote:

Ricordo di aver letto da qualche parte che il pò si è diffuso per via dei messaggini perché fa risparmiare un carattere (ma ... per molti di voi, l'idea di vacanza è spegnere computer e telefonino e partire con una valigia di libri...


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:06
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Giornalisti? Magari! Jul 20, 2006

Maurizio Valente wrote:

Telecronaca su Rai Uno dell'ultimo Grand Prix di F1. Intervistati e giornalisti che parlando degli pneumatici (stavo scrivendo "dei pneumatici"!! mi sono salvato in extremis)


"I pneumatici" è usato addirittura in una pubblicità televisiva che, a differenza di un servizio giornalistico magari messo su velocemente, è studiata a tavolino nei dettagli! Possibile che sfugga???

[Edited at 2006-07-20 13:14]


Direct link Reply with quote
 

Gisella Germani Mazzi
Switzerland
Local time: 00:06
German to Italian
+ ...
anche io... Jul 20, 2006

Mi ricordo che avevo sollevato su Langit l'argomento qualche mese fa, dato che su un cataloghino di una nota azienda svedese destinato al Canton Ticino avevo trovato un bel titolo contenente "pò"... Siccome la versione originale del cataloghino è sicuramente in tedesco, vorrei fare i miei più sinceri complimenti a traduttore e revisore.
Ma non è tutto: qualche sera fa, tornando dal cinema, ho notato un bel cartello pubblicitario, di una prestigiosa marca di orologi, che recava scritto a lettere cubitali "Un'orologio...".
Dove andremo a finire?!

[Edited at 2006-07-20 16:42]


Direct link Reply with quote
 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 00:06
Italian to English
+ ...
nei libri grammatici è sempre po' Jul 20, 2006

almeno quando io stavo imparando l'Italiano, 7-8 anni fa....

Mai sentito "gli pneumatici" pero' - sapevo dello spago e dello yogurt, ma questo mi e' sfuggito. Comunque non oserei mai a tradurre verso l'Italiano, quindi non importa molto!


Direct link Reply with quote
 

Arturo Mannino  Identity Verified
Spain
Local time: 00:06
Member (2003)
English to Italian
+ ...
A scuola di consumo Jul 20, 2006

Credo che uno dei motivi principali della diffusa sciatteria linguistica sia il fatto che, da almeno un paio di decenni, la scuola abbia smesso di formare persone per dedicarsi alla formazione di consumatori.

Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 00:06
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Giovanni "SCHERZAVA" Jul 20, 2006

Anche tra taluni traduttori madrelingua italiana tra i più assidui nei forum



Però è vero che in questo forum l'arroganza regna sovrana.








[Edited at 2006-07-21 05:14]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3 4] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

La moda del pò

Advanced search






TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »
Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search