Pagamento IRPEF/INPS dal Regno Unito
Thread poster: Sonia Hill

Sonia Hill
United Kingdom
Local time: 14:45
Italian to English
Jul 25, 2006

Sto cercando dei consigli per quanto riguarda il pagamento delle tasse italiane dall'estero.
Praticamente, sono tornata in Inghilterra l'anno scorso, dopo 4 anni in Italia. Adesso devo pagare l'IRPEF/INPS per i miei guadagni italiani di 2005, ma non so come fare dall'inghilterra. Ho gia' chiesto al mio commercialista, ma non e' molto bravo quando si tratta di queste cose e non mi sa dire. Non posso pagare l'f24 online, perche' non ho piu un conto in italia (si deve avere per forza un conto italiano per fare cosi).
Vorrei sapere se qualcuno si e' trovato nella stessa situazione e come hanno risolto?
Ho trovato questo in un pdf dell'agenzia delle entrate: "Nel caso in cui non fosse possibile effettuare i pagamenti via internet, i contribuenti non residenti hanno comunque la possibilità di versare le imposte presso una qualsiasi banca del luogo, attraverso un bonifico in euro a favore di una banca nazionale con sede in Italia. Nel bonifico si devono indicare le generalità del dichiarante, il codice fiscale, la residenza all’estero, il domicilio in Italia, la causale del versamento e l’anno a cui si riferisce."
Mi sembra un po' rischioso, quindi vorrei sapere se qualcuno l'ha provato?

Vorrei anche sapere se qualcuno sa se posso chiedere un rimborso parziale del IRPEF/INPS adesso che non sono piu residente in Italia? So che quelli che lasciano il Regno Unito per vivere all'estero per almeno 3 anni possono fare cosi, quindi imagino che deve essere possibile.

Qualche idea?


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 15:45
Member (2006)
English to Italian
+ ...
due righe Jul 25, 2006

Cara Sonia,

l'unico suggerimento che posso darti è che comunque se nel 2006 non hai prodotto redditi in Italia, ora a giugno devi solo pagare il saldo delle tasse del 2005. Se negli acconti precedenti hai sempre pagato quanto dovuto, ti dovrebbe restare da pagare molto poco: attorno al 2-3% del totale.

E non sei tenuta a pagare l'acconto sul 2006, che è in larga parte responsabile delle tasse che si pagano a giugno. L'acconto è infatti obbligatorio a meno che non vi siano motivi seri per non pagarli: i.e. la consapevolezza di non aver più prodotto reddito tassabile.

Per l'F24, ma non conosci nessuno in Italia che te lo può pagare e tu gli fai un bonifico dello stesso importo?

Per i rimborsi, certamente puoi chiedere un rimborso IRPEF se il rimborso ti spetta: nel senso se hai pagato più del dovuto negli anni passati. Altrimenti, non vedo perché dovrebbero prevedere un rimborso.
Credo che per quanto riguarda l'INPS il discorso sia più complesso. Non so se dopo i lunghi dibattiti abbiano trovato un modo per far riscattare i contributi previdenziali ai cittadini stranieri. Conoscendo la situazione dei conti INPS ho forti dubbi, ma questo forse potresti scoprirlo in Inghilterra, dall'INPS locale. Capire se esiste un modo per "riunificare" i contributi accumulati nei due paesi...
Auguri!


Direct link Reply with quote
 

Sonia Hill
United Kingdom
Local time: 14:45
Italian to English
TOPIC STARTER
Grazie dell'aiuto! Jul 25, 2006

Cara Francesca,

Grazie mille dell'informazione. Sai che il mio commercialista non mi ha detto niente del fatto che devo solo pagare il saldo di 2005! Mi ha addirittura detto che devo pagare 17.000 euro (non ho mai pagato cosi tanto in passato, e dato che non si tratta di nemmeno un'anno di guadagni, mi sembra eccessivo) e mi ha consigliato di non fare la dichiarazione dei redditi perche' non mi conviene. Adesso gli faccio presente quello che mi hai detto tu. Secondo me ha detto cosi perche' gli ho gia pagato e adesso vuole tenersi i soldi e non fare il lavoro.
Vorrei anche dire che la ritenuta d'acconto e' stata tutta regolarmente versata.
Mi hai tolto un grande peso dalla mente - pensavo davvero che dovevo pagare tutti questi soldi!

Infatti, se si tratta di pochi soldi, sarei piu contenta di fare un bonifico a qualche amico in italia e pagare l'f24 cosi. Per questa cifra mi spaventavo un po'.

Grazie di nuovo!

Sonia

[Edited at 2006-07-25 13:41]


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 15:45
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Ti chiedo Jul 25, 2006

Scusa Sonia, ma tu in che regime eri?

Come fa un commercialista a dire che non devi fare la dichiarazione dei redditi? La dichiarazione dei redditi si può non fare solo se hai dei redditi bassi. Dal momento che paghi l'INPS, però, tu comunque hai la partita IVA oppure eri in regime di co.co.co. E qualche forma di dichiarazione la dovrai pure fare...

Ti auguro veramente di dover pagare 17.000 euro, perché significa che hai guadagnato un sacco di soldi.

Ma se calcoli che hai pagato la r.a. e, se stavi in Italia, avresti dovuto pagare gli acconti delle tasse 2005 a giugno 2005 e a novembre 2005, lasciando appunto quel 2-3% da saldare a giugno.
Se non hai pagato gli acconti a giugno e novembre, dovresti avere un buon motivo da addurre, perché altrimenti si paga una multa, per quel che ne so io.
Gli acconti di cui sopra valgono pari pari, nelle stesse proporzioni anche per l'INPS. Multe comprese, se non paghi nei tempi prescritti.

Secondo me il commercialista ha qualche problema: ripeto o non hai pagato gli acconti nel 2005, oppure ci sono poche altre spiegazioni (l'unica che mi viene in mente è che il tuo reddito 2005 fosse molto, ma molto, più alto del reddito 2004 sulla base del quale hai pagato, se lo hai fatto, gli acconti), perché anche se erroneamente ti ha calcolato le imposte 2006 da pagare, per arrivare a 17.000 euro ce ne vuole, specie se come dici il tuo reddito annuo non arrivava a quella cifra.
Ari-auguri!


Direct link Reply with quote
 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 15:45
Member (2004)
Italian to English
+ ...
Che rabbia Jul 25, 2006

Siamo veramente alla mercè di persone squallide - da denuncia.
17.000 euro?
Fatti spiegare cose intende ... che devi mandare 17.000 euro a lui, per caso? E se non si spiega, una bella denuncia all'albo dei commercialisti come minimo.
Se hai lavorato, la denuncia la devi completare altrimenti come fai a rimettere piede in Italia in futuro?
Buona fortuna - io ho due ricorsi in atto perchè nonostante abbbia pagato tutte le tasse, l'Agenzia delle Entrate continua a fare dei controllo "formali" e insistere che ripago cose già versate.
Qui veramente si lavora per la gloria o per andare falliti.
Angela





Sonia Hill wrote:

Cara Francesca,

Grazie mille dell'informazione. Sai che il mio commercialista non mi ha detto niente del fatto che devo solo pagare il saldo di 2005! Mi ha addirittura detto che devo pagare 17.000 euro (non ho mai pagato cosi tanto in passato, e dato che non si tratta di nemmeno un'anno di guadagni, mi sembra eccessivo) e mi ha consigliato di non fare la dichiarazione dei redditi perche' non mi conviene. Adesso gli faccio presente quello che mi hai detto tu. Secondo me ha detto cosi perche' gli ho gia pagato e adesso vuole tenersi i soldi e non fare il lavoro.
Vorrei anche dire che la ritenuta d'acconto e' stata tutta regolarmente versata.
Mi hai tolto un grande peso dalla mente - pensavo davvero che dovevo pagare tutti questi soldi!

Infatti, se si tratta di pochi soldi, sarei piu contenta di fare un bonifico a qualche amico in italia e pagare l'f24 cosi. Per questa cifra mi spaventavo un po'.

Grazie di nuovo!

Sonia

[Edited at 2006-07-25 13:41]


Direct link Reply with quote
 

Sonia Hill
United Kingdom
Local time: 14:45
Italian to English
TOPIC STARTER
In effetti sarebbe da denunciare Jul 26, 2006

Ho il sospetto che mi ha detto questa cifra per spaventarmi e convincermi di non fare la dichiarazione, perche' lui non vuole spendere il tempo necessario a farlo (non mi ha detto di mandare i soldi a lui, ma diciamo che gia' mi ha "fregato" un sacco di soldi l'anno scorso). E' ovvio che devo fare la dichiarazione, e lui lo sa benissimo. Il problema e' che gli ho gia' pagato l'anno scorso e adesso che ha i soldi in mano non vuole piu' fare il lavoro. Dopo che gli ho mandato tutti i dati necessari a gennaio, ha risposto a giugno dicendo che abbiamo concordato di non fare la dichiarazione (non e' assolutamente vero). Gli ho ricordato che gli ho gia' pagato per farlo, poi mi ha scritto dicendo che non mi conviene perche' devo pagare tutti questi soldi. Adesso dice sempre che lo sta facendo, ma non ci credo. Secondo me, lui pensa che sono scema perche' sono una ragazza e sono straniera! Mi sto esaurendo con questa storia, perche' sono sempre stata molto attenta a pagare il dovuto.
Infatti, sto pensando di fare la denuncia, ma dato che ha ancora tutto in mano credo che sara' meglio farlo dopo.
Per non entrare in quanto ho guadagnato l'anno scorso, comunque era meno degli altri anni perche' si non si trattava nemmeno di un'anno intero.
Voglio solo pagare i soldi che devo pagare e basta, anche se davvero si tratta di 17.000 euro (ma non ci credo)


Direct link Reply with quote
 
Pagamento arretrati INPS dal Regno Unito Mar 24, 2010

Salve a tutti mi trovo nella paradossale situazione di dover pagare di punto in bianco una cifra intorno ai 14000 euro di contributi INPS in relazione ad un esercizio commerciale operante dal 2004 al 2007 circa. l esercizio in questione era un bar gestito da me in societa con un membro della mia famiglia in Italia con nostro padre parte garante.Nel maggio del 2005 ho lasciato il bar alla mia consocietaria e mi sono trasferito in Inghilterra dove tuttora pagho le tasse.Il mio status di lavoratore autonomo per quanto mi riguarda termino` il giorno in cui la totale gestione dell esercizio passo` nelle mani della mia consocietaria, e venne poi ufficializzato nel 2006/7 con atto notarile alla Camera del Commercio di Merano(BZ).E` da cinque anni che non ho relazione alcuna con quell 'esercizio (di cui abbiamo sempre pagato le tasse,almeno finche` sono stato parte dell' esercizio) e ora L INPS tramite un agenzia di riscossione(EQUITALI POLIS) mia ha presentato una notifica di pagamento pari a 756,36 euro cui ne seguiranno altre per un totale di 14000 euro. Vi chiedo quindi se ho delle attenuanti e se ci sono delle basi per presentare ricorso, perche non vedo una sola ragione di lavorare per i prossimi 10 anni(considerando il mio attuale stipendio) solo per pagare un debito che non dovrei avere.

Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 15:45
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Consiglio di contattare un fiscalista... Mar 24, 2010

Ma per quanto a mia conoscenza se il passaggio è stato ufficializzato solo nel 2007 temo proprio che tu debba pagare, da quel che capisco per tutto il 2006-2007 risultavi ancora socio.

Spero di sbagliarmi e ti consiglio nuovamente di contattare un esperto.

In bocca al lupo

Angio


Direct link Reply with quote
 
Cosa succede se ci si rifiuta di pagare sanzioni amministrative dall'ufficio INPS in italia Mar 26, 2010

Grazie di essere intervenuta, capisco che nonostante la mia assenza a livello legale debba comunque ritenermi responsabile della mia parte di contributi INPS, in quanto in quel frangente il mio status era di lavoratore autonomo, ma se per via della mia assenza non ho prodotto alcun ricavo da quell'attivita commerciale benchemeno un modello 740,su quale base morale e legale dovrei saldare un conto che non ho fisicamente prodotto?e poi quali sarebbero le conseguenze se mi ostinassi a non pagare? io sono nulla tenente in UK,cosa fanno mi spediscono un paio di esattori dall Italia x confiscarmi la bici?In Italia pero`per via di futuri lasciti patrimoniali,potrei seriamente compromettermi se non pagassi. Grazie x i consigli in anticipo e provero comunque a contattare un fiscalista sperando mi costi meno che a saldare il debito.

Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Pagamento IRPEF/INPS dal Regno Unito

Advanced search






TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »
WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search